Qualche mese fa, dopo che un giovane di Palagiano, ha cominciato a pensare ad un piccolo progetto: un paio di carri allegorici da far sfilare per le vie del paese.
Ha riunito alcuni amici,e poi ha pensato bene di coinvolgere anche i ragazzi, che tra le tante cose, hanno collaborato al presepe vivente.
Le difficoltà erano tantissime a cominciare dal posto dove realizzare i carri,ai finanziamenti e a tutto il lavoro di organizzazione.
Si è pensato di rivolgersi al parroco della parrocchia Maria S.S. Annunziata, don Lorenzo Cangiulli che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa, facendo la parrocchia stessa promotrice dell’evento.
E mettendo a disposizione le opere parrocchiali per ospitare il laboratorio della cartapesta.

I ragazzi hanno cominciato a lavorare alle strutture e la cartapesta, verso la fine di Gennaio riuscendo a realizzare due carri allegorici.
Uno rappresentava il vecchio comune di Palagiano con le tre tradizioni paesane delle feste patronali,la tagghjarine, la caravella, e il cane di San Rocco,e l’altro il castello Disney.

Parecchi altri giovani palagianesi,spontaneamente, si sono uniti al gruppetto prima esiguo,poi diventato via via, più numeroso,man mano che si spargeva la voce che si stava lavorando ai carri.
Da 8 sono diventati 20.
La cosa più bella di questa avventura: la voglia di aggregazione.

È stato chiesto l’ aiuto anche ai famosi carristi del team Festa di Massafra,che gratuitamente si sono offerti di colorare e decorare i carri.

L’ associazione Adelfhos ha chiamato per partecipare, e i ragazzi hanno preparato maschere e costumi partecipando attivamente alla sfilsta.

Le scuole elementari del paese,coinvolte nel progetto, hanno preparato magnifiche coreografie che sono state presentate dai bambini in piazza,mentre i ragazzi di scuola media hanno preparato dei lavori che sono stati esposti lungo il percorso.

Il patrocinio del Comune ha permesso che la sfilata si potesse svolgere liberamente per le vie del paese.
Ma le sponsorizzazioni delle attività commerciali e i semplici cittadini che hanno fatto libere offerte,hanno fatto sì che questo sogno di carnevale potesse realizzarsi.

Durante la lavorazione le scuole dell’ infanzia,e l’Associazione Diversabili Arcobaleno hanno fatto visita al laboratorio della cartapesta,donando, quest’ultima un manufatto che poi è stato montato su uno dei due carri.

Instancabilmente i ragazzi hanno lavorato fino a sera tardi, lavorando in un continuo sostituirsi l’uno con l’altro,come si fa per le staffette,chi poteva dedicare un’ora,chi dieci,senza mai lamentarsi per il freddo e la mancanza di mezzi, per presentare quello che è stato il primo vero Carnevale di Palagiano.

La serata ha avuto un grande successo accompagnato dall’entusiasmo delle famiglie.

Le associazioni Fitwalking, protezione civile C.O.V.E.R Ar 27MHz,Nucleo volontar protezione civile 25 Palagiano,la Misericordia e Vigili urbani e Carabinieri,hanno collaborato alla riuscita della serata, con un impeccabile servizio d’ordine.

I due carri hanno sfilato,colorando e rallegrando le vie del paese.
I giovani di Palagiano, hanno così realizzato i sogni di tanti piccoli palagianesi che da sempre desideravano un carnevale anche a Palagiano.