A leggere, con tristezza patria, i vaneggianti comunicati diramati dalla nostra egregia Amministrazione comunale, viene da chiedersi come mai, quando si tratta di riconoscere i meriti altrui, come per le panchine della Villa Comunale, per cui dobbiamo ringraziare il Commissario prefettizio o per i finanziamenti, ottenuti grazie all’impegno di Rino Pucci, i nostri pregiatissimi amministratori, diventano timidi e striminziti e, invece, quando parlano di se stessi, trasudano ipertrofia e smisurata superbia.

Questi, accecati come sono, dalla comunicativa smania di apparire, per il solo gusto di farlo, pensano di farsi belli con quel fallimento annunciato che osano chiamare “Sagra del Mandarino” che, a fronte di uno sperpero inusitato di denaro pubblico, certamente non favorirà la vendita neppure di un solo clementine, arancia, mandarino, limone o agrume in generale, che dir si voglia, perché organizzata in stagionale ritardo e senza alcuna attenzione per i reali problemi, storici e attuali, degli Agricoltori palagianesi.

Invece, per i nostri illustri amministratori, le centotrè Mamme che hanno chiesto di mettere ordine al traffico, possono pure aspettare, perché Essi, dalle loro comode poltrone, non vedono la giungla selvaggia che si materializza davanti alle scuole palagianesi, ogni giorno e ogni volta, che i bambini devono entrarvi o uscirvi.

A noi sembra incredibile che i genitori debbano districarsi, con slalom tra veicoli in sosta selvaggia, persino in terza fila, sui disconnessi marciapiedi e tra buche stradali che si vedono pure dalla Luna.

La riorganizzazione della viabilità nel nostro Comune, è una questione fondamentale, non più prorogabile, con ripercussioni non soltanto sulla sicurezza delle persone e, in particolare, dei bambini, ma addirittura sulla progressione economica delle attività commerciali palagianesi: è divenuta una questione di civiltà e di decoro urbano, essendo oggi, molto lontani dagli scenari annunciati, in pompa magna, dalla notra spettabile Amministrazione comunale.

La esimia Amministrazione comunale palagianese, per diventare veramente rispettosa delle esigenze popolari, dovrebbe vagliare, con estrema attenzione, tutte le richieste che giungono alla propria attenzione e non farne una spicciola questione di numeri, permettendosi di pesare l’entità dei problemi, a seconda del numero dei Cittadini che le hanno promosse.

Per questo, Noi, sostenuti dalla crescente stima e considerazione collettiva, che giungono da ogni parte, abbiamo già deciso: Stiamo ovviamente dalla parte delle centotrè Mamme che non possono più aspettare.

 

movimento politico PalagianoInComune (palagianoincomune@hotmail.com)

movimento politico CasaPalagiano   (info@casapalagiano.it)