MyLife: Le Clementine di Palagiano

Clementine + 1900%

PREZZI: Coldiretti, Clementine + 1900% da campo a tavola

Se per i consumatori le clementine sono balzate ad oltre 3 euro al chilo agli agricoltori del metapontino vengono riconosciute 0,15-0,20 Euro/Kg con una forbice del 1900 per cento che ha provocato un crollo del consumo con il rischio che rimanga sulle piante il 60 per cento della produzione dei 2500 ettari di coltivazione lucana.
E’ questo l’allarme lanciato dalla Coldiretti nel sottolineare che l’emergenza tir ha favorito le speculazioni e allargato la forbice tra produzione e consumo oltre che spinto l’inflazione.
E’ proprio la filiera eccessivamente lunga che accumula costi e ricarichi impossibili da pagare per il consumatore la colpa della riduzione dei consumi di questi prodotti.
Per questo – sostiene la Coldiretti – vanno attuati nei diversi territori comunali aree di immediato contatto tra agricoltori ed i consumatori per la vendita diretta.
La Coldiretti ha denunciato la mancanza di distinzione tra produzioni locali, nazionali ed estere e la quasi assenza dei controlli sulle norme di qualità e sull’obbligo di etichettatura insieme alla mancata valorizzazione ed identificazione delle clementine nei confronti dei consumatori italiani.

XVIII° Sagra del Mandarino a Palagiano

Fonte: www.palagiano.net

Tra sapori, spettacoli e luci, anche il 2007 festeggia le clementine nella città di appartenenza che, da 18 edizioni, ne esalta il gusto e il profumo.
Autentico prodotto di riferimento per i produttori agrumicoli di Palagiano, Massafra, Palagianello, Castellaneta, Ginosa, Taranto e Statte, la clementine ha ottenuto, nel 2003, il riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta, con la denominazione di "Clementine del Golfo di Taranto".

La manifestazione unirà le degustazioni di agrumi, derivati e non solo, alla cultura: dalla musica all’arte, da quella impegnata a quella di strada, coinvolgendo un gran numero di visitatori.

Lungo tutto il centro che va da Corso Vittorio Emanuele fino a Piazza Vittorio Veneto, proseguendo per il Castello, ci saranno stand per il percorso gastronomico curato dalla condotta Slow Food, durante il quale si potrà, previo acquisto di un ticket, degustare piatti preparati a base di agrumi accompagnati da vini selezionati da esperti sommelier.
Al percorso, si uniranno bar e pasticcerie, che prepareranno dolci e cocktail a base di agrumi.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE.

Giovedì 6 dicembre 2007.

Ore 18.00 – Corso Lenne – Auditorium. Convegno su "Agrumicoltura e sviluppo del territorio", a cura della Banca di Credito Cooperativo di Massafra.

Sabato 8 dicembre 2007.

Ore 10.00 – Piazza Vittorio Veneto. Inaugurazione e apertura degli stand in presenza delle autorità.

Ore 12.30. Cocktail di benvenuto a base di agrumi preparato dai futuri cuochi della Scuola Alberghiera "Mauro Perrone" di Castellaneta.

Ore 13.00. Chiusura stand.

Ore 16.30. Riapertura stand.

Ore 17.00 – Corso Lenne – Auditorium. Esposizione lavori delle scuole e artisti vari.

Ore 17.30. Piazza Vittorio Veneto. Presso lo stand della Banca di Credito Cooperativo di Massafra, presentazione e promozione prodotti finanziari e crediti agevolati per il comparto agricolo.

Ore 19.30. Inizio percorso enogastronomico curato da Slow Food (in caso di condizioni metereologiche avverse il percorso sarà posticipato alla domenica). Cabaret "A modo mio" – Carmelo Mianulli.

Ore 24.00. Chiusura stand.

Domenica 9 dicembre 2007.

Ore 10.30. Piazza Vittorio Veneto. Esibizione Gruppo Folkloristico "Li Pizzicariddi". Presentazione e degustazione agrumi e derivati.

Ore 13.00. Chiusura stand.

Ore 16.30. Riapertura stand.

Ore 17.00 – Corso Lenne – Auditorium. Esposizione lavori delle scuole e artisti vari.

Ore 17.30. Piazza Vittorio Veneto. Incontri – dibattiti sul tema "Agrumicoltura dell’Arco Jonico Tarantino", a cura della Banca di Credito Cooperativo di Massafra.

Ore 18.30. Piazza Vittorio Veneto. Pasticceria e cocktail a base di agrumi preparati dai futuri chef della Scuola Alberghiera "Mauro Perrone" di Castellaneta.

Ore 19.00. Parata artisti di strada "Gne Gne Orkestral".

Ore 20.00. Pettolata al profumo di agrumi.

Ore 21.00. Premiazione Concorsi. Ringraziamenti e saluti da parte del Sindaco e Autorità presenti.

Ore 21.30. Chiusura manifestazione con esibizione gruppo folkloristico "Musica Assurd" (Gruppo Leccese).

"La manifestazione, questo il commento del Sindaco di Palagiano Rocco Ressa, ha lo scopo di lanciare sul mercato nazionale ed internazionale le Clementine IGP, a darne visibilità, a fare in modo che trovi una giusta collocazione di prezzo. E nell’allargare lo sguardo su orizzonti vasti, non possiamo dimenticare una realtà, per la maggior parte, di piccoli produttori che, nell’artigianalità dei loro gesti, tramandano saperi e notevole esperienza. La sagra del mandarino sarà anche e soprattutto per loro una occasione unica per promuovere e presentare al pubblico più vasto i frutti della loro attività, consci che sarà uno scambio vicendevole di esperienze e di conoscenze".

La manifestazione è curata dall’assessore Rita Beretta (Attività Produttive, Sviluppo e Promozione del territorio. Turismo ed eventi), e dal consigliere comunale Mauro Tagariello (Commercio, Fiere e Mercati), in collaborazione con la Movimex – Organizzazione Eventi.

"Questa edizione della Sagra, ha voluto precisare l’assessore Beretta, è principalmente incentrata sulla promozione e sponsorizzazione del marchio IGP. Nel percorso enogastronomico, curato da Slow Food, un motivo in più per essere presenti: a coloro che acquisteranno il ticket, sarà donato un sacchetto di Clementine IGP. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare".

Translate »