Le Zone Economiche Speciali (ZES) sono aree geografiche circoscritte nell’ambito delle quali l’Autorità governativa applica una legislazione economica differente rispetto a quella applicata nel resto del Paese e offre incentivi a beneficio delle aziende, attraverso strumenti di agevolazioni fiscali/finanziarie e semplificazioni amministrative.

L’istituzione di una ZES porta come conseguenza principale la possibilità per le imprese di sfruttare importanti agevolazioni fiscali e di beneficiare di rilevanti semplificazioni di carattere amministrativo e burocratico. Il decreto legge n. 91 del 2017, c.d. “Decreto Sud”, ha sancito la nascita delle prime zone economiche speciali italiane e reca un insieme di disposizioni volte nel complesso a dare impulso alla crescita del Mezzogiorno, sia destinandovi risorse, sia incentivando l’utilizzo di strumenti imprenditoriali già esistenti, anche con riguardo all’innovazione.

Le ZES nasceranno quindi al Sud: le regioni ammesse sono Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. A questo fine sono già stanziati circa 200 milioni di euro, da utilizzare tra il 2018 e il 2020. Ci sono, per la Puglia, le aree di Bari-Brindisi e Taranto (collegate anche alle zone industriali di Matera e della Basilicata). Le ZES rappresentano chiaramente un’opportunità speciale che è bene assolutamente cogliere e alimentare.

Sulla scorta di tale considerazione, l’Amministrazione comunale, per il tramite del Sindaco Lasigna e dell’assessore Ottomaniello, ha chiesto alla Regione Puglia – Assessorato Sviluppo economico – di poter inserire anche il nostro paese nella perimetrazione della ZES, area di Taranto, la zona P.i.p. di Palagiano.

L’Assessore Michele Mazzarano e l’Ufficio regionale competente hanno riscontrato e accolto la richiesta. L’Amministrazione Comunale con l’assessore Orsini, insieme al dirigente dell’Ufficio Tecnico Ing. Iannucci, hanno poi terminato il lavoro di individuazione delle aree e trasmissione degli atti in Regione e che vede Palagiano non solo presente, ma addirittura area strategica grazie alla sua posizione geografica.

A proposito di tale argomento, presso la Camera di Commercio di Taranto, il 28 febbraio scorso l’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Michele Mazzarano, ha illustrato i lavori della “Task Force” regionale e le opportunità per le imprese nonchè le caratteristiche della costituenda ZES interregionale Jonica (Taranto – Matera).

Durante la conferenza, l’assessore regionale ha citato una serie di comuni facenti parte del progetto, compresa Palagiano, quali territori rientranti in “zona A2, ovvero aree immediatamente utilizzabili per gli insediamenti produttivi poiché già dotate di infrastrutture.

C’è quindi soddisfazione nel poter vedere la nostra comunità annoverata all’interno di un progetto che si pone l’obiettivo di far “esplodere” l’economia della provincia di Taranto, con al centro il Porto e l’Aeroporto di Grottaglie, insieme anche all’offerta derivante dall’economia della Basilicata, che pure rientrerà in questo grande progetto di crescita imprenditoriale, economica e di lavoro.

L’augurio è che ora, chiusa la fase di competenza delle istituzioni territoriali, il Governo emani al più presto il decreto di costituzione della ZES.