Una due giorni di festa, sabato 16 e domenica 17, nella terra del clementine Igp

 

 

Palagiano (Ta).   Saranno gli ambasciatori della musica popolare di Puglia nel mondo, I Terraross, ad aprire la 27^ Sagra del Mandarino, organizzata dall’associazione Palagiano Promozione, con i patrocini del Comune di Palagiano e della Regione Puglia – Assessorato alle Risorse Agroalimentari. Tra tammuriate, pizziche e tarantelle, sabato 16 dicembre, in piazza Vittorio Veneto, dalle 20,30 daranno voce e musica a scene di vita quotidiana, al vocìo della gente tra le vie, ma anche al canto d’amore, alla poesia e al fascino delle antiche serenate.

Sempre nel segno del made in Puglia, domenica 17, nella stessa location, alle ore 21, spazio al cabarettista Pino Campagna, volto noto di Zelig.

Ma la Sagra del Mandarino è anche molto altro. Le due giornate prenderanno inizio con la colazione d’arancio nei bar e nelle pasticcerie del posto che esporranno il logo della sagra. Sabato mattina, dalle 10, è in programma il laboratorio del gusto “Gelato artigianale agli agrumi” presso il bar Mincuccio per gli alunni di 1^, 2^ e 3^ classe della scuola primaria a cura di Giuseppe Laterza, titolare del bar e della nutrizionista Graziana Ascoli.

Nel pomeriggio dalle ore 16 è previsto un momento di spettacolo con l’esibizione degli sbandieratori dell’I.C. “Rodari” e il coro dell’I.C. “Giovanni XXIII”. Alle 18, in piazza, spazio ad un pubblico dibattito sul tema “La valorizzazione dei prodotti locali: marchi di qualità” con la partecipazione di Cia, Coldiretti e Confagricoltura. La conferenza è co-organizzata con l’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Taranto. Ai partecipanti saranno riconosciuti crediti formativi.

Nella due giorni, gli stand espositivi apriranno alle ore 17. Nella mattina di domenica anche alle 9,30 in concomitanza con il mercato di Campagna Amica della Coldiretti in Largo Diaz.

Sempre domenica, alle 10, al via il laboratorio per bambini “Gli agrumi e il dolce natalizio” all’interno della braceria “L’orologio” di Franco Carone, a cura di Anna Maria Di Gregorio e Graziana Ascoli. Alle 10,30 ci sarà la premiazione del concorso “La maschera Palagianese Clementino & Clementina”, bandito dall’Arcipretura Curata Maria SS Annunziata e dall’associazione Z.N.S.project. Nel pomeriggio, alle 18, conferenza pubblica sul tema “Gli agrumi: eccellenze e prospettive dell’occidente tarantino”.

Alle 20, premiazione per il concorso “Mandarino d’oro”. A parteciparvi, tutte le aziende produttrici di clementine con superficie agricola utilizzata non inferiore ad un ettaro, sita nei comuni ricadenti nell’area Igp del golfo di Taranto. Dovranno consegnare due confezioni di clementine da imballare in contenitori forniti dall’associazione organizzatrice.

La commissione sarà composta per il 50% da tecnici agronomi dell’arco ionico e per il 50% da donne scelte a sorteggio. In sede di degustazione, sarà valutata l’uniformità di pezzatura, la forma del frutto, le caratteristiche della buccia (colore, rugosità e facilità di distacco), le caratteristiche della polpa, l’apirenia, i residui carpellari e le più importanti caratteristiche organolettiche del frutto (intensità, succosità, fragranza dell’aroma e la piacevolezza del gusto).