“Rispetto il pronunciamento dei giudici del Consiglio di Stato sul termovalorizzatore di Massafra, ma devo sottolineare che nessuna giustizia amministrativa può sostituire il grave errore politico commesso, e cioè di consentire la realizzazione di un investimento che graverà ulteriormente sulle già precarie condizioni ambientali del nostro territorio”. Lo ha dichiarato il presidente del gruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale, Michele Mazzarano, dopo la pubblicazione del pronunciamento del Consiglio di Stato che nei fatti consente il raddoppio del termovalorizzatore di Massafra.

“Il Consiglio di Stato si è legittimamente pronunciato su aspetti tecnico-amministrativi – ha continuato Mazzarano – ma questo non ha nulla a che fare con il giudizio politico. E il mio è stato ed è nettamente contrario. È inconcepibile che un’area così gravemente compromessa dal punto di vista ambientale debba sopportare altri carichi di forte impatto”.

“Ora ogni ente preposto, a partire dal Comune di Massafra, produca – ha aggiunto – urgentemente atti volti alla salvaguardia del territorio. A questo proposito ho chiesto al presidente Emiliano – ha concluso – di analizzare la vicenda per consentire alla Regione di assumere una propria iniziativa”.