Martedì, 17 ottobre, ore 17 presso l’Auditorium

dell’istituto di istruzione secondaria superiore “Bellisario – Sforza”

 

 

PALAGIANO (TA).  Un Consiglio Comunale aperto, per discutere esclusivamente della questione Ilva. E’ stato convocato per martedì 17 ottobre, alle ore 17, presso l’Auditorium dell’istituto di istruzione secondaria superiore “Bellisario – Sforza”, in via Rocco Scotellaro, 34.

L’amministrazione Lasigna ha esteso l’invito a parteciparvi a tutte le istituzioni preposte al governo centrale e periferico del territorio. Invitate tutte le massime autorità e le istituzioni provinciali e regionali, i sindaci dei comuni limitrofi, i direttori degli istituti previdenziali, i rappresentanti della associazioni di categoria e dei sindacati, nonché degli Ordini professionali dell’ambito giuridico -economico.

L’obiettivo è quello di individuare una soluzione ottimale e condivisa, che coniughi la tutela dell’ambiente con la salvaguardia e il mantenimento dei livelli occupazionali.

“Un dovere sociale, prima ancora che istituzionale – spiega Francesco Carucci, presidente del consiglio comunale di Palagiano – è quello di affrontare la questione in maniera congiunta, collegiale, condivisa”. Lui, consulente del lavoro, in prima persona, come cittadino e come operatore sociale, vive il complesso delle problematiche più urgenti e attive della società attuale: dall’occupazione giovanile alle relazioni industriali, dalla riforma delle pensioni ai problemi della terza età. E’, quindi, uno dei testimoni più attendibili dell’evoluzione e della rigenerazione sociale e delle problematiche ad essa collegate.

Per questo, “quando dal tavolo della maggioranza ne è emersa la necessità – spiega Carucci – ho avvertito il dovere di convocare una seduta aperta di Consiglio Comunale, che si occupi di discutere esclusivamente di quanto sta accadendo all’Iva. E’ una questione che interessa l’intero tessuto socio – economico ionico”.

Ciò nell’intento di mostrare la vicinanza dell’istituzione comunale ai lavoratori Ilva “del nostro, dei nostri territori”. “Anche Palagiano come tutti gli altri comuni, ha versato il suo triste contributo all’Ilva, piangendo negli anni le sue vittime – ha aggiunto il sindaco Domiziano Lasigna -. Per questo, è un dovere morale di tutti noi, come cittadini ed amministratori del territorio ionico, fare fronte comune, affinchè quel triste tributo non sia stato vano; affinchè si continui a garantire il diritto al lavoro, nel pieno rispetto della personalità e della dignità dei nostri lavoratori”.