Palagiano

L’ Istituto Sforza e l’ ECDL perduta

post-32416-lisa-simpson-writing-book-vCL2

Mistero: scomparso un corso per la Patente Europea a Palagiano!

E’ stato avvistato l’ultima volta in un’aula dell’ Istituto Sforza quasi un anno fa. I partecipanti erano convinti che l’avrebbero rivisto dopo l’estate, e invece…

E’ curioso questo caso! La Patente Europea, o ECDL, è un corso di informatica che permette di avere una certificazione. Molti giovani studenti si iscrivono, ci pensano perfino diversi adulti, poichè è valido ai fini dei concorsi e delle graduatorie. Per conseguirlo bisogna superare diversi esami, perciò gli studenti si affidano a dei professori che li preparino, ignari che il corso celi molti segreti.

Vi avevano mai detto che una volta cominciato si sarebbe potuto dileguare? Avreste mai pensato che si potesse pagare per un corso e frequentarlo a metà? Ebbene si può.

E’ proprio ciò che è successo ad una studentessa del Liceo Einstein di Mottola, che l’anno scorso decise di frequentare l’ ECDL a Palagiano, un po’ per sentirsi a casa, un po’ per non dover viaggiare anche di pomeriggio. Ma, come abbiamo anticipato, la Patente Europea è abbastanza misteriosa.

Dopo un travagliato itinerario, tra dubbie nozioni e sussidi fantasma per l’apprendimento, i nostri giovani eroi, un gruppo eterogeneo di studenti e lavoratori palagianesi, pratici e non del PC, approdarono in territorio massafrese per dare i primi esami.

Finita l’estate, il gruppo si aspettava di ritornare in quell’aula zeppa di computers e portare a termine l’impresa, ma qualcosa andò storto.

Quando la studentessa tornò davanti al polveroso cancello, lo trovò chiuso. La scuola pareva disabitata. La ragazzina, ormai senza speranza, tornò a casa.

Quanti segreti celava l’impenetrabile segreteria! Chissà perchè tutti sembravano scomparsi… Una cosa è certa: le sue amiche nel frattempo avevano ripreso il corso e gli esami in altri istituti, luoghi meno impervi, dove qualcuno le aveva informate che il corso intrapreso era di breve validità, salvo aggiornamenti entro la fine dell’anno.

Eh si, misterioso e anche obsoleto!

Una domanda rimane ancora senza risposta: è peggio non cogliere l’occasione di scappare con la “refurtiva” o è peggio compromettere la propria immagine di Istituto Scolastico Superiore?

Ai posteri l’ardua sentenza.

 

6 commenti

  • Nicola Scaligina

    Non serve aspettare i posteri per una semplice risposta. Ma siccome le domande poste a conclusione del post precedente sono chiaramente poste in cattiva fede, rispondiamo con altre due domande. E’ peggio parlare a vanvera o è peggio mettere in cattiva luce l’immagine dell’unico Istituto Scolastico Superiore del proprio paese?
    Dietro quel “polveroso cancello” (aperto su via Scotellaro, come ben sapeva chi ha frequentato il corso) opera una comunità scolastica che -pur in mezzo a tante difficoltà interne ed esterne- ha sempre cercato di offrire servizi non solo ai propri alunni ma anche al territorio. Il corso ECDL per esterni è uno di questi servizi, e certamente non l’unico. Con un costo minimo, che non ha uguali né a Mottola né a Castellaneta né in alcun altro comune del territorio, viene data la possibilità a soggetti esterni di acquisire una certificazione spendibile nel mondo del lavoro. Questi corsi, tenuti da docenti preparati e disponibili (che lavorano dietro compensi irrisori e talvolta gratuitamente, altro che “refurtiva”!!! sono cose che meriterebbero denunce non risposte) hanno preparato centinaia di corsisti che hanno con successo acquisito certificazioni informatiche e linguistiche, lungo gli anni. Su questo non ci sono articoli, ma guarda caso invece su una presunta ed infondata lamentela di una corsista! Fosse davvero venuta a cercarci, si sarebbe sentita dire che -anche se il corso era chiuso- avrebbe potuto frequentare le spiegazioni dei moduli degli esami non ancora sostenuti -per scelta sua non certo per colpa nostra- frequentando il nuovo corso appena si fosse avviato. Invece è più facile spargere veleno… “dubbie nozioni e sussidi fantasma”??? Lezioni precise, protratte oltre il tempo stabilito… password a pagamento regalate per consentire ai corsisti di effettuare anche da casa test e simulazioni…. Nel post di Angela Stellaccio e di quanti hanno “solleticato” il suo rancore verso la nostra scuola (uno spot a favore di chi???), io di “perduta” vedo solo una cosa: la verità.

    • Foto del profilo di Facebook

      Life

      Be’, prima di cancellarlo, un commento, bisognerebbe prima approvarlo! 🙂 ….cosa che ho fatto dopo due ore. Scusate il ritardo.
      Life.

    • Angela Stellaccio

      Conosco bene l’impegno e la professionalità di tanti insegnanti dell’Istituto Sforza, ma ribadisco che il corso di ECDL da me interamente pagato non è stato portato a termine e che non mi sono state date informazioni o spiegazioni in merito.
      In un momento così delicato dal punto di vista economico per le famiglie, sarebbe opportuno prestare attenzione anche al corretto svolgimento e alla conclusione di tali progetti.

    • Nicola Scaligina

      Informazioni e spiegazioni andavano richieste direttamente al docente del corso , al quäle nessuno si é rivolto, lanciandosi invece in post ingiuriosi. Appena coinvolto, ho dato la mia disponibilita’ alla diretta interessata per tutti i chiarimenti possibili nella mia giornata libera. Sono rimasto in attesa inutilmente. Il passaggio dalla vecchia ecdl alla nuova non é iniziativa nostra. Comunque ci sono delle significative novita’ particolarmente vantaggiose. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento ed aiuto, come sempre. Sono qui.

Lascia un commento