Questa mattina mi e’ arrivata una email dall’associazione Open Mind che ci propone un progetto chiamato “CRESCERE SENZA VIOLENZA”

Mi sembra interessante e vorrei rigirarlo a tutta la comunita’ per capire la fattibilita’ ed eventuali vostre proposte o modifiche. Tutto questo in una settimana per poi iniziare gli incontri e muovere la macchina organizzativa.

Chi ci vuol dare una mano?

Life

 

CRESCERE SENZA VIOLENZA

SULLE TRACCE DI SAVIANO

 

 

Il progetto

Le finalità

L’iniziativa vuole dare un segnale di continuità dopo il successo della lettura collettiva di Gomorra, organizzato da 25 associazioni e sigle di Palagiano il 28 dicembre scorso.

Il progetto si ispira ad un evento nato per la prima volta a Palermo nel 1987 quando, su iniziativa di Padre Paolo Turturro, nasce l’iniziativa di bruciare le armi giocattolo nei giorni dei morti, in cui, ai ragazzi di Palermo, venivano donati oggetti violenti, come pistole e fionde. Parallelamente le mamme del Borgo Vecchio organizzano un’iniziativa di bruciare in pubblico la droga.

L’idea è di organizzare un evento simile per domenica 15 marzo 2009 a Palagiano. Si tratterebbe così di un evento che cadrebbe nella settimana della commemorazione di don Peppino Diana.

Il prossimo 19 marzo 2009 ricorre infatti il XV anniversario dell’uccisone di don Peppe Diana e LIBERA, Associazioni nomi e numeri contro le mafie, ha deliberato che la giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno quest’anno si svolgerà in Campania, il 19 marzo a Casal di Principe, il 20 e 21 marzo 2009 a Napoli, proprio per ricordare la figura del giovane sacerdote e per fare memoria di tutte le vittime innocenti di mafia

 

Le modalità

L’evento si propone di svolgerlo di domenica mattina nella Piazza Falcone e Borsellino.

Nei giorni precedenti tutti i bambini palagianesi verranno invitati, tramite una circolare da diffondere nelle scuole e la sensibilizzazione dei docenti, a portare in piazza le loro armi giocattolo e i cd/dvd di videogiochi violenti o di guerra.

I bambini consegneranno personalmente al sindaco le loro armi giocattolo E DVD, simbolo di violenza, e le stesse verranno accumulate al centro della piazza (o sala) in cui si terrà l’evento.

Le armi che il sindaco riceve non verranno bruciate ma saranno smaltite attraverso la raccolta differenziata della plastica.

In cambio, l’Amministrazione Comunale, si impegna ad installare nei pc della biblioteca comunale videogiochi educativi e ad avviare un corso settimanale gratuito di musica a disposizione dei bambini che doneranno le loro armi o cd/dvd.

Prima della consegna ci sarà un breve dibattito a cui far partecipare i Direttori dei Circoli Didattici, Sindaco e Amministrazione Comunale, partiti, associazioni e cittadini che vorranno partecipare.

 

L’operatività

Il progetto è promosso dall’associazione culturale Open Mind ed è aperto ai contributi delle associazioni di Palagiano.

L’Amministrazione Comunale si impegna a:

Diffondere l’iniziativa nelle scuole elementari tramite una circolare e attraverso l’opera di sensibilizzazione dei docenti

Mettere a disposizione i videogiochi educativi nell’internet point comunale e mettere a disposizione un insegnante di musica

Diffondere l’evento attraverso locandine da affiggere in paese

Dare ampia diffusione a stampa e tv dell’evento

Smaltire i giocattoli nelle isole ecologiche

 

Poiché vogliamo raccogliere il più ampio consenso da parte della comunità palagianese, come sempre in queste occasioni senza distinzioni di colore politico, invito Palagiano.net a farsi promotore dell’evento.

L’unico limite che mi sembra opportuno mettere è di darci una settimana di tempo per eventuali modifiche o suggerimenti, data la necessità di coinvolgere le scuole palagianesi.

 

 

 

Associazione culturale Open Mind

Il presidente

Massimiliano Cavallo


Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento