Come in un salone dell’auto che si rispetti, ogni anno vengono presentati prototipi e nuovi modelli, ma non sto parlando del salone di Francoforte, Ginevra o Parigi; qui parliamo invece dei “modelli” di spazzatura che vengono riversati per arricchire gli spazi ed offrire il massimo di decoro (DEGRADO) urbano.

Fosse solo questo?

Un’ATTENZIONE PARTICOLARE viene riservata specialmente alla salute di tutti noi, considerando i materiali che vengono riversati. C’è di tutto…ma chi se ne fotte! Spesso noi tutti abbiamo ascoltato risposte di questo genere.

Qualcosa si fa?

Quest’anno ho avuto il piacere di ospitare gli agenti della Polizia Municipale in C.da Marziotta: ammetto seriamente, che il loro dovere nonché il contributo ufficiale l’hanno fornito.

Agli agenti e al loro comandante va un sincero ringraziamento!

Da parte della Polizia Locale, è stato tutto documentato, e corredato con materiale fotografico. E’ stato inviato a sua volta, agli altri organi competenti, in aggiunta alle due ISTANZE regolarmente protocollate -la prima in data 20 Luglio 2016 e la seconda 29 Agosto 2016–  come si evince dalle copie dei verbali e dal materiale fotografico che qui alleghiamo.

Ero fiducioso che finalmente qualcosa si muovesse, evidentemente, non avevamo fatto i conti, TUTTI quanti, con un serio problema di cui si ignorava l’esistenza.

Presso la sede comunale di Palagiano, al piano 1°, i locali dell’Ufficio Tecnico sono occupati da uno ZELANTE “responsabile“, il quale qualche mese fa (inteso 18 Ottobre scorso), il pomeriggio, DE VISU (dal vivo) attestava che le due istanze prodotte dalla Polizia locale erano incomplete, poiché mancanti delle indicazioni (particelle) sulle proprietà dei suoli. Uno svizzero!!

Le Indicazioni riportate sui verbali dalla Polizia Locale erano le seguenti: LATO DESTRO DEL SOTTOPASSO STRADALE DELLA STATALE 106 ESATTAMENTE ALL’ALTEZZA DEL KM. 474/VIII (C.da Marziotta).

Certo, nei verbali/esposti non è stato inserito l’indicazione delle altre aree limitrofe e del canale Marziotta (laterale) ormai saturo di rifiuti ingombranti di ogni genere, che in caso di pioggia finiscono regolarmente nel canale più grande; vale a dire, quello che costeggia il bosco, raggiungendo a sua volta il fiume Lenne per poi sfociare in mare, ma questo non modifica affatto la sostanza della segnalazione.

Tutto questo, invece, pare di capire, che per il responsabile dell’UTC è stata poca roba, rispetto alle particelle mancanti che tanto gli disturbano il sonno.

Da ottobre ad oggi tutto è rimasto lì…non c’è rimozione,… vengono piuttosto depositati da parte di solerti cittadini altri rifiuti in tutta l’area .

A volte, nella vita, capita di fare incontri sgradevoli, specie se incroci un burocrate. Le altre autorità facente funzione e l’impresa che gestisce la raccolta dei rifiuti, risultano: NON PERVENUTE;  pur essendo state chiamate in causa come si legge nel rapporto degli agenti.

Domanda

Come mai lo ZELANTE responsabile dell’UTC. non si sia adoperato anche attraverso, mail, telefono, altro dispositivo o addirittura di persona (chiedo troppo lo sò) di informare il Comando di Polizia Municipale circa “l’incompletezza” delle istanze? Affermando inoltre, che di istanze “confezionate” in quel modo gliene arrivano a decine. Il suo incubo: le particelle! Non sarebbe stato meglio far ispezionare le aree e provvedere alla rimozione e poi successivamente verificare eventuali proprietà?

Siamo curiosi di sapere cosa se ne fa, delle “istanze cosiddette lacunose”. Ma non vogliamo saperlo ora, ci sarà tempo!

Si consideri che il canale di scolo delle acque (precedentemente citato) ricolmo di spazzatura, come da documentazione fotografica, costeggiante la strada che porta all’ingresso del Bosco Marziotta (Riserva Naturale Stornara) è di proprietà comunale, fatto sufficiente per poter far muovere mezzi, “qualcosa” o “qualcuno” dall’UTC. ed anche dall’impresa preposta alla raccolta dei rifiuti. Ciononostante NON ce l’abbiamo fatta. Immobilismo totale!

Si è tentato a più riprese di far mettere in contatto telefonico gli uffici: (Pol. Munic. e UTC ) per chiedere lumi sul da farsi, ma anche questa impresa è stata vana. Le altre autorità RISULTANO NON PERVENUTE su tutta la linea!!

Un giorno, ne siamo certi, lo ZELANTE responsabile dell’Ufficio Tecnico risponderà telefonicamente al Comandante della Polizia Municipale, e chissà se si avrà anche un sindaco, una giunta e un Consiglio comunale, i quali a loro volta faranno “sfrecciare” burocrati e impresa “sordomuta”, oltre che provvedere a rimodulare o a rescindere il contratto di appalto, specie se sorda e inadempiente!..Nonostante le penali.

Nel frattempo siamo stati costretti a passare alla fase successiva, presentando una denuncia alla Procura della Repubblica. Ci auguriamo che altre AUTORITA’ di vigilanza per le questioni ambientali, alle quali segnaleremo la vicenda, possano contribuire ad aiutarCi a rimettere a posto la “comunicazione” tra gli uffici comunali e soprattutto a mettere a posto le “cose”…o meglio il territorio reso irresponsabilmente inquinato!!!

Un doveroso ringraziamento va a chi RIVERSA nell’ambiente, RIFIUTI di ogni genere, specie se PERICOLOSA ed altamente inquinante. Non abbiamo dimenticato la pesante responsabilità che grava su chi commette questo reato e alla forma di degrado che ne alimenta.

Ritornando ai prototipi …si può parlare di cittadini incazzati (non giustificabili) con mancanza di cultura e di educazione o sono altro?  Resta un mistero assoluto! Vedremo alla fine chi riuscirà a svelare l’arcano.

In attesa di buone nuove, un cordiale saluto

Vincenzo Lorècittadino di Palagiano

 

Ps. Dimenticavo!

Sono state rimosse SOLO le due vasche di recupero in Eternit, non si sa da chi e come.

In compenso, aumenta in tutto il suo splendore, il riversamento di rifiuti di ogni genere in C.da Marziotta e non solo in quella contrada, ma anche in TUTTA la periferia palagianese.

Evidentemente a Palagiano negli ultimi tempi c’è stato anche un incremento di SordoMuti e Ciechi e non solo di spazzatura.

Allegati:

Una splendida galleria fotografica di “modelli” vecchi e nuovi

Di K2

Vincenzo Lorè - Cittadino di Palagiano Webmaster - Blogger. Socialista: La libertà senza la giustizia sociale non è che una conquista fragile. K2 è il nick name utilizzato già agli albori di Palagiano.net nel lontano 2002. Non vuol rappresentare nell'immaginario collettivo nè vette himalayane, nè manie di grandezza. Era semplicemente la rete televisiva dove mia figlia guardava i suoi cartoni preferiti. Mi ispirò quella sintesi alfa-numerica, pensando di poter contribuire ad animare lo spirito di questo luogo chiamato Palagiano con sarcasmo ed ironia. Pena? Ci sarebbe da piangere!