Quello della genitorialità è certamente uno degli argomenti di maggiore attualità e necessità di approfondimento, specie per le implicazioni che il sua corretto/scorretto esercizio può avere anche sul processo formativo dei bambini. Per questo l’Istituto Comprensivo “G. Rodari”, nel solco di una consolidata e proficua collaborazione con   l’Istituto di Ricerca Interdisciplinare

SU.MI.PA., ha organizzato un  SEMINARIO SULLA GENITORIALITA’ rivolto a 40 genitori di alunni di prima Primaria.

Il seminario, articolato in 3 incontri, e introdotto dal Dirigente Scolastico prof. Preneste Anzolin, è tenuto dalla dott.ssa Rosanna Arpino (Direttore del SU.MI.PA.) e dalla dott.ssa Valeria Ruggieri (Psicologa dell’Istituto SU.MI.PA.).

 

Il significato del termine “genitorialità” – hanno spiegato le Relatrici – è, in questi ultimi anni, continuamente in evoluzione. Sempre maggiore diventa la sua complessità e sempre più ramificato il suo intrecciarsi con altri aspetti della ricerca clinica e psicologica.

Semplificando, possiamo storicamente partire da una visione psicopedagogica della genitorialità per arrivare alle ipotesi odierne che la considerano, in termini psicologici, una parte essenziale della personalità di ogni adulto.

Una prima concezione  che possiamo, appunto, definire psicopedagogica per le sue applicazioni anche di tipo formativo, vede la genitorialità come il lungo e continuo apprendistato per imparare l’arte di essere genitori. Genitorialità è, in questa accezione, il processo dinamico attraverso il quale si impara a diventare genitori capaci di prendersi cura e di rispondere in modo adeguato ai bisogni dei figli; bisogni che sono estremamente diversi a seconda della fase evolutiva.

Una concezione più psicologica vede invece la genitorialità come parte fondante della personalità di ogni persona. E’ uno spazio psicodinamico che inizia a formarsi nell’infanzia quando a poco a poco interiorizziamo i comportamenti, i messaggi verbali e non-verbali, le aspettative, i desideri, le fantasie dei nostri genitori.

Il termine genitorialità quindi non coinvolge l’essere genitori reali ma è uno spazio psicologico autonomo che fa parte dello sviluppo di ogni persona. Ovviamente, l’ evento reale della nascita di un figlio, attiva in un modo particolare e molto intenso questo spazio mentale e relazionale, rimettendo in circolo tutta una serie di pensieri e fantasie legati in particolare al proprio essere stati figli, alle modalità relazionali ritenute più idonee, ai modelli comportamentali da avere.

 

Il seminario ha visto la partecipazione attenta ed interessata dei genitori.

 

 

La Referente per la Comunicazione

Ins. Valeria SANTAGADA

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento