Venerdì 27 aprile 2012 è “ri-partito” il “ Piedibus”, progetto di Educazione Stradale/Educazione alla Legalità e alla Vivibilità Urbana.

Gli alunni hanno raggiunto gli edifici scolastici “Gianni Rodari” e “Walt Disney” a piedi, accompagnati da docenti, genitori e volontari.

Le “giornate Speciali” proseguiranno  nei mesi di Maggio e Giugno: tutti i venerdì, sia per la Scuola Primaria che  per la Scuola dell’Infanzia.

 Il percorso educativo coinvolge circa 150 alunni della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia, ed è realizzato con la partecipazione attiva di decine di genitori, Polizia Municipale,  Associazioni di Volontariato, Culturali e Ambientaliste operanti nel territorio e la collaborazione di commercianti e pubblici esercenti.

In continuità con quanto già sperimentato negli anni precedenti, gli obiettivi prioritari sono, da un lato, quello  di sensibilizzare alunni, genitori e tutti i cittadini a riappropriarsi correttamente degli spazi pubblici e adottare  comportamenti più rispettosi del Codice Stradale;  dall’altro, quello di aumentare la vivibilità e la sicurezza del territorio, sensibilizzando l’Ente Locale e gli altri  Enti Pubblici  ad adottare le necessarie misure. Infine, ma non certo per ultimo, quello di invitare ad un uso più oculato dell’automobile al fine di ridurre il traffico e quindi l’inquinamento e, dunque, meglio tutelare la salute dei bambini. Insomma, un ulteriore passo avanti verso “la città delle bambine e dei bambini”!

 

Anche quest’anno, l’esperienza ha riscosso grande partecipazione, entusiasmo ed  interesse nella popolazione scolastica e non.  Contemporaneamente  saranno attivati laboratori ludico-manipolativi e didattici per la realizzazione di spot pubblicitari,  corsi educazione stradale e di formazione di ragazzi-vigili, e si concluderà con un Convegno di “IN-FORMAZIONE”.

 

La Referente del Progetto

Ins. Maria Cosentino

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Preneste ANZOLIN

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento