Palagiano

Boom della differenziata a Palagiano

Anche noi, finalmente, abbiamo un’ottima notizia da dare. In un mondo dove tutto cade e non vuole saperne di rialzarsi, siamo orgogliosi di annunciarvi che almeno a Palagiano qualcosa cresce.

Cari affezionati lettori e concittadini, il gioioso annuncio avrebbe dovuto porgervelo il sindaco stesso, ma, preso com’è dal successo che sta arridendo alla campagna “Più canali per tutti”, se ne sarà dimenticato. Ci sostituiamo volentieri a lui; sia ben chiaro, però, che il merito di quanto stiamo per rivelarvi è tutto suo.

La sostituzione della vecchia ditta con la nuova, nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti, sta già producendo effetti che hanno del miracoloso. La percentuale di differenziata, che per anni non ha raggiunto neppure il 10%, nel mese di Settembre è schizzata al 27,85! E, pensate un po’, senza che sia ancora entrato a regime il porta a porta!

Immaginate allora cosa potrà accadere quando sarà reso operativo il porta a porta. Noi, che non osiamo mettere limiti alla Provvidenza e, tanto meno, ai portentosi metodi di calcolo e previsione messi a punto da quell’autentica fucina del genio matematico che si sta rivelando essere il nostro UTC, siamo fiduciosi che si potranno presto raggiungere punte del 2-300% e anche più!

State forse pensando che siamo rimasti vittime dei postumi di una sbronza imperfettamente smaltita? Andate pure a questo indirizzo e verificate da soli.

L’avete fatto? Bene. Avrete allora senz’altro compreso che si tratta di un scherzo. Non nostro però, bensì di quei mattacchioni dell’Ufficio Tecnico Comunale.

Dopo che il sindaco, grazie alla fattiva collaborazione di PDL e UDC, ha pensato bene quest’anno di anticipare l’arrivo di Babbo Natale, che – come dice il consigliere Amatulli – ha portato in regalo la bellezza di 40€ per ogni famiglia palagianese, quelli dell’UTC avranno a loro volta pensato che tanto valeva anticipare pure il carnevale.

Difatti, dopo che per tutto l’anno la quantità di indifferenziata si è mantenuta intorno a una media di 550 tonnellate mensili, a Settembre hanno dichiarato che si era ridotta a circa un ventesimo, 25 tonnellate. Ora, poiché non si ha notizia di lutti o esodi che possano aver ridotto la popolazione di Palagiano a un ventesimo di quella realmente residente in paese, è evidente che si è trattato di uno scherzo. Oppure no?

A dire il vero, se ripensiamo a quanto accaduto in Agosto (ricordate la telefonata con cui i Vigili avvertivano l’UTC della potatura da tenersi urgentemente?), il dubbio che non si sia trattato di uno scherzo ci assale. E ci fa chiedere se per caso il personale in forza all’UTC, costretto a vivere barricato nel suo ufficio e completamente isolato dal mondo esterno, venga a sapere di quanto accede a Palagiano solo attraverso lo strumento telefonico.

Se così fosse, potrebbe essersi data una scena come questa.

Il tecnico incaricato di trasmettere al competente ufficio regionale i dati settembrini sui rifiuti, dopo aver notato che stridevano con quelli dei mesi passati, avrà interpellato il suo capo:

Capo, i dati relativi a Settembre risultano essere inferiori di venti volte rispetto a quelli medi mensili. Che faccio, li trasmetto ugualmente?

Hai per caso ricevuto qualche telefonata dall’Ufficio Anagrafe riguardante un improvviso tracollo della popolazione residente?

No.

Hmmm, la faccenda si fa strana. Forse avranno chiamato ma il nostro telefono era occupato, poi si saranno dimenticati di richiamare. Trasmettili comunque, tanto è risaputo che a Palagiano nel mese di Settembre è facile che si dia un alluvione. E poi non possiamo neppure escludere che i Palagianesi abbiano deciso di prendersi le ferie. Beati loro, che possono ancora decidere quando e dove andare.

Mimmo Forleo e Giacomo Di Pietro

PS.1 La scena che abbiamo inventato, ovviamente, è del tutto assurda e priva di qualunque base reale. Poiché persino degli ignoranti incontratisi per caso, come noi due, sanno perfettamente che l’ammontare di rifiuti prodotti nel mese di Settembre è pari a 570 tonnellate, è mai pensabile che proprio l’UTC non ne fosse a conoscenza?

PS.2 Rammentiamo all’UTC che i dati relativi alla raccolta del mese di Aprile attendono ancora di essere pubblicati.

Un commento

Lascia un commento