La Cia Confederazione Italiana Agricoltori di Taranto interviene a sostegno dell’azione svolta dalla Camera di Commercio di Taranto e dal suo presidente Luigi  Sportelli, in favore della riapertura dei voli sull’aeroporto di Grottaglie. Un’azione significativa e importante, sostenuta ora anche da uno studio analitico e approfondito: sulla base di dati ed elaborazioni, si dimostra che la riapertura di questo aeroporto porterebbe benefici all’intera economia.

Il presidente provinciale della Cia, Nicola Spagnuolo, fa rilevare che i dati Istat recentemente diffusi evidenziano un incremento dell’export agroalimentare nella nostra provincia.

“È evidente – sottolinea Spagnuolo – che anche gli operatori dell’agroindustria utilizzano gli aerei per spostarsi e promuovere a livello globale i propri prodotti. Pertanto tale riapertura favorirebbe ulteriormente gli scambi commerciali e agevolerebbe le aziende, che stanno diversificando le attività, investendo e puntando sulla internazionalizzazione”.

Nel nostro territorio si stanno diffondendo da qualche tempo le attività legate alla multifunzionalità, al turismo rurale e all’agriturismo; la possibilità di raggiungere più facilmente il nostro territorio contribuirebbe a incrementare la domanda e le presenze turistiche.

“Va anche ricordato – sottolinea la nota della CIA – che l’aeroporto di Grottaglie non necessita di interventi per la riapertura, essendo tra l’altro dotato di una pista delle piste fra le più lunghe in Italia (3.200 metri). L’area circostante l’aeroporto è poi collocata in aperta pianura, completamente libera da barriere naturali, come montagne o mare”.

Il bacino di utenza di questo aeroporto può contare su una popolazione della provincia di Taranto pari a circa 600 mila residenti fissi, oltre 350 strutture ricettive, con oltre 18.000 posti-letto (che originano flussi turistici pari a centinaia di migliaia di presenze).

L’aeroporto di Grottaglie costituirebbe inoltre un utile punto di riferimento per l’area materana e il bacino del metapontino (nel quale è presente un consistente numero di strutture turistiche e aziende agro-alimentari). La buona viabilità  dell’area ne consente infatti una facile e rapida raggiungibilità.

La CIA evidenzia infine che la pertinente iniziativa della Camera di Commercio ha il pieno e totale sostegno del composito mondo imprenditoriale, dell’associazionismo e del partenariato economico e sociale della provincia.