Palagiano

Comitato a Palagiano: “PERCHE’ IO VOTO NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE”

logo-comitato-no14

 

 

Il 4 dicembre si voterà sulla manomissione della Costituzione imposta dal governo Renzi.   Noi votiamo NO perché questa “riforma” taglia la democrazia: con la modifica della Costituzione e della legge elettorale  sarà concentrato nelle mani del governo un potere senza precedenti.  Renzi vuole “l’uomo solo al comando”, come è avvenuto nelle epoche più buie della nostra storia.

 

La Costituzione Repubblicana, frutto della lotta di Liberazione, è il punto culminante della storia del nostro Paese. Un patto di civile convivenza fra donne e uomini liberi, di diversi orientamenti politici, cattolici e laici, che hanno condiviso principi e regole. Essa è espressione delle tante culture  del nostro paese, del rispetto di tutte le minoranze ed è intesa ad impedire e prevenire qualsiasi tentazione e pratica autoritaria.

 

Le modifiche costituzionali – combinate con la nuova legge elettorale – realizzano una grande concentrazione di potere nelle mani del Governo e del suo capo, attribuendo di fatto ad un unico partito potere esecutivo e potere legislativo, condizionando persino  la nomina del Presidente della Repubblica e dei componenti della Corte Costituzionale: un partito con il 25% dei voti può ottenere il 54% dei seggi!

 

Non viene abolito il Senato, si abolisce il diritto dei cittadini a eleggere i senatori e Renzi invece di ridurre le retribuzioni dei parlamentari, abolire i vitalizi e togliere i privilegi, riduce la possibilità per i cittadini di incidere sulle scelte che li riguardano.  E con  il potere dei capi di partito di determinare i candidati e le liste si ha il passaggio da una democrazia rappresentativa ad una democrazia dell’investitura (il capo – e non il popolo- sceglie i parlamentari).

 

La manomissione della Costituzione nata dalla Resistenza è il punto d’arrivo di anni e anni di attacchi ai lavoratori e alle lavoratrici: precarietà, libertà di licenziamento, tagli e privatizzazioni, legge Fornero sulle pensioni, lo scempio della scuola pubblica.

 

  • Salvaguardare la democrazia oggi, è garantire la propria libera voce domani e la sovranità popolare per le generazioni successive.
  • Votiamo NO alla legge che, calpestando la volontà del corpo elettorale, instaura un regime politico fondato sul governo del partito unico!
  • Votiamo NO allo scempio della Costituzione che sottrae potere ai cittadini!

 

 

Per difendere la Costituzione e la Democrazia, si è costituito anche a Palagiano il Comitato IOvotoNO. Promotori ne sono  Sinistra Ecologia e Libertà, Rifondazione Comunista, Azione Civile, Sinistra Italiana,  ARCI,  FIOM-CGIL, ma l’adesione al Comitato è libera ed aperta a tutti.

Il Comitato ha sede presso la sezione di S.E.L. in Via De Gas

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento