Mi auguro maggiore attenzione ai temi dell’antimafia

“Spero che il nuovo presidente della Repubblica, a cui auguro buon lavoro, possa essere davvero il garante della costituzione e arbitro all’interno delle istituzioni. Sergio Mattarella può essere un buon presidente della Repubblica solo se riporterà il ruolo di capo dello Stato alla funzione originaria, quella che con Napolitano è venuta clamorosamente meno. Soprattutto, vista la storia personale di Sergio Mattarella, fratello di un simbolo della politica antimafia, il primo presidente della regione siciliana che si oppose alla mafia in politica e perciò ne venne ucciso, mi auguro una maggiore attenzione ai temi dell’antimafia e della ricerca della verità nei misteri di potere dietro i delitti siciliani politico-mafiosi che dal suo predecessore sono stati di fatto ignorati. Spesso, addirittura, il Colle ha frapposto ostacoli nella ricerca della verità. È il momento di cambiare rotta.
Sul metodo di elezione mantengo molte riserve. I giochi di palazzo hanno prevalso su quella che avrebbe dovuto essere una scelta che tenesse conto degli umori del paese. Invece Renzi ha usato l’elezione del presidente della Repubblica per motivi di tatticismo politico. Tra l’altro, scegliendo un uomo della prima Repubblica, Un annuncio di cambiamento che di fatto, come al solito, non cambia nulla. Insomma, per un fatto politico contingente, e probabilmente temporaneo, ricompattare il suo partito, ha usato il più prestigioso dei momenti di democrazia, quello dell’elezione della prima carica dello Stato. Auguro a Sergio Mattarella di fare meglio del suo predecessore, nella certezza che non gli sarà difficile”.

Antonio Ingroia- Presidente di Azione civile


 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento