Mimmo Forleo

“Con il nastro rosa”. Il voto a Palagiano

Probabilmente sarà vero, come dice Life, che a Palagiano “hanno vinto le donne”, ma vorrei tanto capire come mai le donne candidate sono poi risultate le più penalizzate dal voto; se non ricordo male la “nuova” assise comunale non potrà contarne nemmeno una. Forse la “rivoluzione rosa” c’è stata per davvero, ma ha comportato degli effetti imprevisti da Life e altri.

A mio avviso, le donne e gli uomini di Palagiano hanno confuso la competizione elettorale con un premio alla carriera (regolarmente aggiudicato a chi poteva mettere sul piatto la carriera “migliore”, Tarasco) e la confusione dev’essere stata particolarmente elevata proprio nel campo femminile. A ben guardare, infatti, l’analisi del voto è possibile farla anche stavolta, se si guardano i risultati conseguiti dalle liste, e dice chiaramente qualcosa di opposto rispetto al risultato ottenuto dal dottore; i vecchi amministratori sono stati sonoramente bocciati, mentre chi avrebbe dovuto vincere deve aspettare che si tengano le elezioni vere. Tra un anno, tra cinque? Difficile saperlo adesso, lo scopriremo solo vivendo

Adesso vediamo invece chi “vince” e chi “perde”; con una bella analisi del voto, appunto.

Se quanto da me sostenuto è vero, dovrebbero spuntare tracce significative nel voto conseguito dalle liste e nei risultati conseguiti dalle coalizioni; una messa insieme per eleggere un sindaco, una che ancora oggi non sa bene per fare cosa, un’altra solo per evitare un “cappotto”.

Consideriamo gli ultimi due turni elettorali, 2007 e 2012, e facciamo dei raffronti. Ho convenzionalmente attribuito alle tre coalizioni i nomi di “Centrosinistra” (Ressa – Tarasco), “Centrodestra” (Marra – Serra) e “Sinistra” (Cervellera – Cervellera). I nomi tra parentesi si riferiscono ai candidati sindaco del 2007, il primo, e del 2012, il secondo.

È nel frattempo scomparsa la coalizione che nel 2007 aveva per candidato Lippolis e raccolse il 4,36% dei voti validi. Quei voti possiamo considerarli, data la loro esiguità, come serbatoio dal quale avrebbero attinto le restanti tre coalizioni e rifornito il calo di voti validi verificatosi nel 2012, 186.

Tra una votazione e l’altra si sono dati pure spostamenti di forze più o meno significativi all’interno delle varie coalizioni: l’UDC è transitata dal Centrodestra al Centrosinistra, l’IDV dal Centrosinistra alla Sinistra. Vi è inoltre stato il caso del più suffragato nel 2007, G. Di Pietro, che è passato nel Centrodestra creando una propria lista. La quantità dei voti da questi ricevuti nel 2007, 337, ne fanno un caso paragonabile allo spostarsi di una forza politica vera e propria.

Il Centrosinistra

Al di là del fatto che il suo candidato, Tarasco, si sia aggiudicato il premio alla carriera, questa coalizione è l’unica di cui si possa dire che è perdente.

Già in termini di percentuali assolute il risultato è chiaro; basta confrontare il 57,08% conseguito nel 2007 col 51,11% del 2012. Se poi consideriamo che la perdita dell’IDV (3,47% nel 2007) è stata ampiamente compensata e superata dall’acquisto dell’UDC (12,55% nel 2012), il risultato diventa di quelli drammatici e arriva a superare i 15 punti percentuali di perdita secca (di contro ai circa 6 che risulterebbero da una lettura superficiale).

La “fotografia” del tracollo la si ottiene leggendo il dato del PD (12,55% nel 2012), che non è nemmeno pari alla metà della percentuale che DS e Margherita seppero ottenere nel 2007 (rispettivamente 17,27 e 9,00, che sommati fanno il 26,27).

Il Centrodestra

Se confrontiamo la percentuale del 2007 con quella del 2012, il guadagno ottenuto da questa coalizione sembra eguagliare precisamente la perdita apparentemente “contenuta” del Centrosinistra, 6 punti percentuali. Ma ho già detto che tale dato va considerato alla luce dello spostamento di campo dell’UDC e quindi, ripetendo il discorso già fatto prima, il guadagno reale in termini percentuali è pari quasi a 15 punti.

Senz’ombra di dubbio è questa la coalizione che avrebbe vinto le elezioni, se non fossero diventate un premio alla carriera.

Sinistra

Cervellera ha sostenuto, nel suo comizio di “ringraziamento”, di essere stato l’unico a guadagnare in termini di voto. È vero solo in parte.

Non è stato l’unico a guadagnare consensi. Il Centrodestra ne ha guadagnati in misura maggiore, i 4 o poco più punti totalizzati da Cervellera non possono neanche lontanamente essere paragonati ai quasi 15 di Serra: 3 gli vengono dall’IDV e solo 1 dal tracollo del Centrosinistra.

Di fatto, è come se Cervellera fosse rimasto fermo al palo.

Mimmo Forleo

24 commenti

    • Gramsci

      “Beh, la gente ha dimostrato semmai il contrario; ha dimostrato di avvertire oggi più che mai necessità di buona politica e di politici concreti che sappiano il fatto loro e capaci di trasmettere “a pelle”, senza aver bisogno di ricorrere a “giuramenti”, tutte le certezze di cui sente il bisogno”.

      E’ la gente che vi ha preso per i fondelli o tu che no ner capit na mazz?

    • mimmoforleo

      Il matrimonio può aspettare, e ti rispondo.

      Rileggiti l’analisi del voto e fammi sapere chi è che non ci ha capito una mazza.

      Per venirti incontro, ti faccio osservare che la vittoria del dottore non trova riscontro nel tonfo fatto dalla coalizione che lo sosteneva, con l’unica eccezione dell’UDC. È chiaro allora che se ne esce bocciato l’intero blocco amministrativo.

      D’altro lato, è invece evidente che il blocco contrapposto ha assorbito senza colpo ferire l’uscita dell’UDC e ha guadagnato perfino altri voti. Se hai dati diversi dai miei può darsi che tu abbia ragione, ma aspetto di vederli.

      Mimmo Forleo

  • Foto del profilo di Facebook

    Life

    Vedi Mimmo, purtroppo e’ qui che si e’ fuori dalla realta’, dalla vita quotidiana,dalla gente reale.
    Purtroppo devo farti notare che queste analisi sono morte,marciscono in un tempo che non c’e’ piu’,nel passato di una politica che si e’ disciolta nel suo fallimento totale!

    Pc,Pd,IDV,DC,PDL, ….bim…bum…bam.. non esistono piu’.

    Piu’, meno, uguale,voti,maggioranza,minoranza… non esistono piu’ nella mente della gente.

    E’ la mancata presa di coscienza di questi fattori che porteranno altre sconfitte.

    Sveglia,c’e’ un altro mondo adesso.

    Un mondo in guerra, che cerca di sopravvivere dopo aver ricevuto macerie e solo macerie dalla vecchia politica.
    Gente che cerca un rifugio tra le “bombe” (economiche e non…), gente che vive davvero male dopo aver visto che tutto,anche la dignita’, le e’ stata sottratta dai “politici pensanti”

    Porta questo messaggio virtuale ai politici tutti, di destra e di sinistra, da parte mia:

    Fottetevi!

    Life.

    • mimmoforleo

      Life, ti prometto che lo porterò… non appena si sarà insediato il nuovo C.C., quello che immagini composto da donne che hanno per sindaco il dottore.:-)

      Mimmo Forleo

    • mimmoforleo

      Un certo Tomasi di Lampedusa l’aveva già capito che “in Italia tutto cambia perché non cambi nulla”.

      E’ difficile sostenere che si sbagliasse.

      Mimmo Forleo

  • Foto del profilo di Facebook

    Life

    Non preoccuparti, appena sara’ insediata giunta e Consiglio Comunale, ce ne sara’ anche per loro!
    Esaltero’ il “buono” e critichero’ il “cattivo”

    Come ho sempre fatto senza paura.

    Chi mi vorra’ seguire mi segua!

    Life.

  • Angelo

    “Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle” (Denis Waitley)scrittore del quale presumo non ne conosca l’esistenza.
    E il sign, forleo presumibilmente, e anche fattivamente, non riesce, o non vuole accettare le proprie, considerato che continua solo e soltanto a Bla Bla bla…
    Analisi Politica Completamente Fuori dal Mondo, direi MARZIANA.
    come vedi fare un copia e incolla di frasi celebri è facilissimo, specialmente quando non si ha un bel nulla da fare dalla mattina alla sera,se non quello di Bla Bla Blaaaa……

    • mimmoforleo

      Visto che non vieni da Marte, falla tu una bella analisi di quelle convincenti.

      Proprio perché non ho nulla da fare, la leggerò con estremo interesse.

      Mimmo Forleo

      P.S. Adesso vi saluto tutti. Per me è una di quelle rare giornate in cui ho qualcosa da fare. Devo andare a un matrimonio.

  • Digit1

    ILLUMINANTE!!!!
    Mimmuzzo, il mio carissimo TUTTOLOGO!
    Ma sai che stavolta mi hai proprio convinto?

    Ragazzi, Uomini, Donne, Palagianesi tutti: aprite gli occhi!!! Svegliatevi! Seguiamo il verbo infallibile (…vabbè, mo’ non dite che è solo un avverbio venuto male…) impersonato dal nostro Profeta de’ poverelli: Mimmuzzo il Guru!

    Come abbiamo fatto a non capirlo da noi? eppure bastava fare 2+2 e i risultati parlavano da sé:
    il Doc ha PERSO! ……CIUCCIUZZO HA VINTO!!!!!!!!!
    Onori al nuovo Sindaco di Palasciano! Eia eia alalà!

    ……

    …….sei veramente ….ma proprio….ma davvero…. così patetico da fare tenerezza!
    Ti voglio tanto tanto tanto bene.
    MIMMUZZO IL NIENTOLOGO FOR PRESIDENT!!!!!!!!!

    PS: mimì, torna a fare il commentatore di programmi televisivi, và! L’articolo su Will Smith è l’unico che ti è venuto bene! 😉

    …e continuo a tenerti sulla coscienza per averti spinto in questa tue ennesima sfortunatissima avventura politica…

    Tuo sempre affezionatissimo Digit1!

  • Gianluigi Chiefa

    Vorrei porre all’attenta riflessione e analisi del voto fatta dal Sig. Forleo, anche un dato secondo me lampante che è emerso tra il primo turno e il ballottaggio, ovvero il calo di consensi di Ciccio… sempre secondo me, qualche errore lui l’ha commesso negli ultimi 15 giorni, ma 300 voti in meno sono significativi, certo non avrebbe vinto comunque, ma a mio parere testimoniano la debolezza su cui si fondava quella che lei sostiene dovesse essere la compagine vincente, ovvero il centro destra… questo l’ho sempre sostenuto sin dal primo giorno in cui Ciccio è stato presentato come candidato sindaco, evidenziando come attorno a quel tavolo ci fosse tanta gente, troppa, che nulla aveva a che fare con il vento del cambiamento sbandierato, e che, sempre a mio modesto parere, è responsabile proprio di questo calo di consensi avuto al ballottaggio… negli ultimi 15 giorni non ho più visto la verve di molti tra costoro che avevano sostenuto a spada tratta Ciccio durante il primo turno, forse perchè ormai avevano perso il loro interesse, o forse per altri motivi che sapranno meglio spiegarci loro… credo che loro in primis avrebbero dovuto sostenere Ciccio ancor più di quanto fatto al primo turno, proprio a testimoniare questa voglia di cambiamento, mettendo da parte quelli che sono i meri scopi politici che li hanno portati ad una coalizione forzata, innaturale… anche se ormai di naturale in politica ci è rimasto ben poco…. il PDL palagianese, unico caso credo in Italia ad aver sostenuto il crollo di consensi di tale partito, deve fare un profondo esame di coscienza su quello che è accaduto, deve cercare di intraprendere un cammino politico ben definito già da ora per tramutare il consenso ricevuto (a differenza del calo netto del PD) in una vittoria sonante alle prossime comunali… la vittoria non la si persegue con una coalizione innaturalmente allargata, si può vincere anche da soli, Parma docet, ma con un programma delineato e sottoscritto solo da chi, politicamente, può ritenersi affine al programma stesso, come ad esempio FLI e La Puglia prima di tutto… tutto il resto è noia….

  • Gramsci

    Seeee vabbèh.
    Sciamn, Mì, sciamn.

    Che se continuerai così finirai come quelli che: abbiamo giocato benissimo ma abbiamo perso perchè era la palla a non voler entrare.

    Sciamn, Mì, sciamn.
    Riposati un poco

  • Mariano Goffredo

    Mimmo, questa tua analisi mi ha tanto ricordato il TG1 (schierato) che invece di parlare della grande debacle del PDL faceva un servizio su Frosinone che dopo 15 anni di sinistra e’ passata al PDL… Insomma forzi un attimino la mano sulla analisi guardando solo il piccolo orticello interno e non ammettendo la sconfitta …a volte bisogna farlo… fossi in te prenderei esempio da Borracci che dice: il popolo e’ sovrano ed io rispetto il suo volere… Che dire… se tutti accettassero la sconfitta cosi’ 🙂

  • luigiputignano

    A volte urge un bagno di umiltà. Quando la politica diventa un nauseante blaterare cifre significa che chi le espelle non si rende conto della loro inutilità in determinati contesti. Storici e sociali. Sono d’accordo con Mario.

    Luigi

    • mimmoforleo

      Luigi, mi piacerebbe fossi tu a raccontarcelo il contesto “storico e sociale”, atteso che ho riletto il post di Life ma non ne ho trovato traccia.

      Sai, a me non riesce di essere diplomatico e vado diritto al sodo, anche con le parole. Non ti sembra di essere stato, come dire, un tantino cacasentenze del tipo che si usa definire gratuite?

      Mimmo Forleo

  • danieledipierro

    L’unica verità è che sul balcone a festeggiare c’era un distinto signore ottantenne che ancora ha il suo pacchetto di 1000 voti. Partiamo da questo dato, per fare tutte le riflessioni sulla situazione di Palagiano. Solo così si può capire bene chi ha perso veramente le elezioni.

  • Foto del profilo di Facebook

    Life

    Al massimo si puo’ dire il contrario e cioe’ che 1000 persone votano ancora un “ottantenne”.

    Ma io credo che non possiamo fasciarci la testa prima di farci male.

    Il Doc e’ un personaggio nuovo e credo che bisognera’ “testarlo” prima di giudicare le sue capacita’ amministrative. Serviranno mesi, come e’ giusto che sia.

    E Noi saremo qui a vigilare insieme a te, se lo vorrai.

    Caro Daniele, lascia stare i dati, ormai non hanno piu’ importanza…

    quelli si che sono gia’ vecchi.

    Life

  • danieledipierro

    Ciao Life,

    com la vult e la gir….. quel brand a Palagiano funziona, eccome.

    Io sono allibito. Il doc è un personaggio nuovo della politica palagianese, sono d’accordo. E la sua presenza, ha creato i presupposti affinchè tantissimi ragazzi si impegnassero e credessero nel progetto.
    Tuttavia vedo sempre le stesse persone che festeggiano. E, onestamente, non credo che il dottore possa sostenere il peso politico di queste figure.

    Certo, il popolo è con lui, su questo non si discute.
    Vedremo…….di certo sarò qui a lanciare i miei strali, dall’alto della Lanterna.

    Saluti

  • IL PALAGIANESE

    Caro FORLEO i tuoi conticini vanno bene, non ho capito se parlavi del primo turno, il secondo. Io vedo ke con questi 5 anni (se si arriva) sono 20 anni ke sbagliate candidati, e con essi anke i programmi. Ma questo non interessa so ke la maggioranza ha votato TARASCO, qualcosa significa. POI se come dite voi hanno votato solo le donne al DOTTORE , significa ke palagiano non ha mai avuto un consultorio x DONNE. Ora mettiamo da parte invidie, è guerre varie, IO sarò il primo ha CRITICARE è VEGLIARE , ma lo dobbiamo fare insieme, tenendo fuori i vecchi TROMBONI, se vogliamo bene ai nostri figli, e nipoti. W PALAGIANO DIMENTICAVO,,,, ORA INCOMINCIAMO HA DIRE QUELLO KE MANCA NEL PAESE, TUTTI INSIEME SENZA DX E NE SX, I NOSTRI FIGLI NON LO CAPIREBBERO XKè PALAGIANO NON HA UNA PISCINA HO UN CENTRO SPORTIVO COME MASSAFRA, è NON MI DIRE MIMMO KE LO DEVE FARE IL PRIVATOOOOO, DEVE RSSERE COMUNALE LA GENTE NON HA SOLDI X PAGARE IL BIGLIETTO D’INGRESSOOOOOOO

  • Elena

    Dobbiamo necessariamente trovare una giustificazione a tutto: numeri, donne, partiti che prima erano di là ed ora sono di qua…
    Ma vi rendete conto che la gente è nauseata dalla politica perchè parlate di queste cose senza fare niente di concreto per il paese?
    La gente ama chi fa qualcosa!
    La gente critica ma alla fine è in grado di capire chi realmente le vuole bene e vuole bene paese!
    La gente ama e apprezza l’operato di Domiziano Lasigna di Mario Liverano di Salvatore Pulimeno di Pinuccio/Gianna Favale/Deldrago di Rocco Licomati e del dottore Tarasco, solo per fare degli esempi.
    E’ tanto difficile capire che le elezioni le ha vinte il dottore Tarasco perchè diverrà il nuovo sindaco di Palagiano e le ha perse il pur bravo Francesco Serra che non diverrà sindaco di Palagiano?
    Continuate a parlare di numeri e a non far niente per questo paese… sarete ricordati per questo!

  • servizio pubblico

    I cittadini si aspettano qualcosa di concreto,tangibile e che alzi il livello di qualita’ della nostra vita.Speriamo che le prossime analisi socio-politico-economico-culturali vengano fatte non su cifre in percentuali,ma su domande e risposte che toccano da vicino i palagianesi.Le vere sconfitte elettorali sono le scusanti che noi vogliamo applicare su terzi e mai in prima persona.

    • olivaantonia

      Giusto, si aspettavano qualcosa di concreto, non lasciar fare a chi ha solo la buona volontà e due braccia senza essere pagato, perchè non vuole essere pagato, ma questo per fortuna non vi appartiene!

      La sconfitta che noi non vogliamo ammettere non è fatta di cifre, chi ha perso???

      Il PD, se tanto celebrato e con sindaco uscente, non ha rappresentanti ha perso , quindi caro servizio…il servizio non funziona.

      E come dicono i vostri nim liberet di cirt cadavr!

      E come dicono i veri di sinistra , mmmhhh no, non li vogliamo più.

      Francesco ha perso, lo sappiamo, già si pentono e ce lo dicono, poi vi ha fatto tremare le gambe, su ,che se non aveste messo Tarasco, sto servizio pubblico anonimo e senza nessun senso non parlerebbe.

      Avete perso, le persone non vi vogliono, sperano in Tarasco che vi cambi…tutto qui.

      Nnaturalmente a mio avviso so bene che avete vinto voi…e lo vedremo noi nei prossimi anni, purtroppo!

    • servizio pubblico

      Se attribuisci servizio pubblico ad una determinata coalizione: sei decisamente fuori strada!Servizio pubblico puo’ essere tutto tranne che giullare di corte ,il nostro e’ un invito a riflettere sui problemi reali del paese,ma si evince inequivocabilmente interesse ad altro…..

      servizio pubblico

Lascia un commento