Palagiano,  Scuola

“Concluso il Progetto Diritti a Scuola 2016”

foto

Si è concluso lo scorso 28 ottobre il progetto “Diritti a Scuola” che anche quest’anno, come avviene ormai da diversi anni, si è svolto nel nostro Istituto.
Tra le novità principali dell’edizione 2016 quelle di sviluppare un servizio specifico di sostegno e di sensibilizzazione sulle tematiche della cittadinanza attiva e della legalità e interventi a sostegno dell’attività di formazione/informazione del personale degli Istituti Scolastici.
Il progetto, articolato in diverse sezioni, ha coinvolto gran parte delle classi di Scuola Primaria e di Scuola Secondaria di 1° grado, con:
? 2 moduli di 350 ore, per il recupero delle competenze chiave di Lingua italiana, sviluppati dalle docenti Vittoria Fortunato per la scuola primaria e Bice De Michele per la scuola secondaria di 1°;
? 2 moduli di 350 ore, per il recupero delle competenze chiave di Matematica, sviluppati dalle docenti Anna Maria Frisino per la scuola primaria e Carmela Mazzone per la scuola secondaria di 1°;
moduli che, peraltro, hanno consentito durante il periodo estivo, il recupero dei “debiti formativi” per gli alunni della Secondaria che li avevano riportati.

foto5
? uno Sportello di ascolto e consulenza psicologica per genitori e alunni della durata di 120 ore, curato dalla Psicologa dott.ssa Rosanna Arpino, che ha fatto rilevare un grande interesse da parte di genitori e studenti che, numerosi, se ne sono avvalsi per affrontare e risolvere le complesse problematiche legate all’adolescenza;
? un Progetto di educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità, particolarmente mirato sulla prevenzione del bullismo, della durata di 60 ore, sviluppato dall’esperto Giurista Alessandro Tedesco.
Il Progetto Diritti a Scuola ha dato anche la importante opportunità di formazione ed aggiornamento per i docenti con due moduli di 25 ore ciascuno, e che complessivamente hanno coinvolto50 docenti, sulle tematiche “Introduzione al coding” e “Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa”.

La serata conclusiva del 28, che ha messo insieme genitori, alunni ed Esperti, oltre al Gruppo di lavoro che ha coordinato tutte le varie fasi del progetto, è stata l’occasione per presentare i risultai dell’esperienza ed una doverosa “rendicontazione sociale”. Tra l’altro, gli alunni della Scuola Primaria hanno curato l’allestimento dell’Auditorium con la realizzazione di cartelloni illustrativi, mentre sul palco si sono avvicendati gli alunni della Scuola Secondaria, che hanno presentato diversi lavori, tra cui un Power Point e una rappresentazione teatrale realizzati nell’ambito del Progetto “Smonta il bullo”, finalizzato a promuovere la cultura della legalità.

foto1

Il progetto “Diritti a scuola”, nella flessibilità che lo caratterizza, costituisce una opportunità preziosa per la sinergia d’ intenti che si instaura tra i docenti curriculari e i docenti aggiunti, generando un circolo virtuoso di pratiche didattiche una positiva ricaduta sugli alunni, seguiti quasi individualmente.

Il Progetto, dunque, anche quest’anno ha rappresentato per tutti una grande occasione di confronto perché in esso si incontrano tutti coloro che si impegnano con il cuore e con l’anima ad organizzare al meglio la vita della nostra scuola che diventa così uno spazio particolare di integrazione sociale, di unione e di riconoscimento e che permette ai nostri ragazzi, spesso in situazioni difficili, di superare gli ostacoli che si presentano come inevitabili, invitando ad immaginare altri percorsi possibili, in una scuola sempre più attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno.

foto3

Augurandoci che il progetto continui nei prossimi anni, siamo certi che l’Istituto Comprensivo
“G. Rodari ” saprà affrontare con spirito di squadra nuovi percorsi didattici, nuove sfide per motivare sempre più i nostri alunni a migliorare e ad imparare…sempre!!!

Il gruppo di lavoro
Barbara Latorrata
Sandra Latorrata
Cira Verderese
Emma Scarcia

Si è concluso lo scorso 28 ottobre il progetto “Diritti a Scuola” che anche quest’anno, come avviene ormai da diversi anni, si è svolto nel nostro Istituto.
Tra le novità principali dell’edizione 2016 quelle di sviluppare un servizio specifico di sostegno e di sensibilizzazione sulle tematiche della cittadinanza attiva e della legalità e interventi a sostegno dell’attività di formazione/informazione del personale degli Istituti Scolastici.
Il progetto, articolato in diverse sezioni, ha coinvolto gran parte delle classi di Scuola Primaria e di Scuola Secondaria di 1° grado, con:
? 2 moduli di 350 ore, per il recupero delle competenze chiave di Lingua italiana, sviluppati dalle docenti Vittoria Fortunato per la scuola primaria e Bice De Michele per la scuola secondaria di 1°;
? 2 moduli di 350 ore, per il recupero delle competenze chiave di Matematica, sviluppati dalle docenti Anna Maria Frisino per la scuola primaria e Carmela Mazzone per la scuola secondaria di 1°;
moduli che, peraltro, hanno consentito durante il periodo estivo, il recupero dei “debiti formativi” per gli alunni della Secondaria che li avevano riportati.
? uno Sportello di ascolto e consulenza psicologica per genitori e alunni della durata di 120 ore, curato dalla Psicologa dott.ssa Rosanna Arpino, che ha fatto rilevare un grande interesse da parte di genitori e studenti che, numerosi, se ne sono avvalsi per affrontare e risolvere le complesse problematiche legate all’adolescenza;
? un Progetto di educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità, particolarmente mirato sulla prevenzione del bullismo, della durata di 60 ore, sviluppato dall’esperto Giurista Alessandro Tedesco.
Il Progetto Diritti a Scuola ha dato anche la importante opportunità di formazione ed aggiornamento per i docenti con due moduli di 25 ore ciascuno, e che complessivamente hanno coinvolto50 docenti, sulle tematiche “Introduzione al coding” e “Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa”.

La serata conclusiva del 28, che ha messo insieme genitori, alunni ed Esperti, oltre al Gruppo di lavoro che ha coordinato tutte le varie fasi del progetto, è stata l’occasione per presentare i risultai dell’esperienza ed una doverosa “rendicontazione sociale”. Tra l’altro, gli alunni della Scuola Primaria hanno curato l’allestimento dell’Auditorium con la realizzazione di cartelloni illustrativi, mentre sul palco si sono avvicendati gli alunni della Scuola Secondaria, che hanno presentato diversi lavori, tra cui un Power Point e una rappresentazione teatrale realizzati nell’ambito del Progetto “Smonta il bullo”, finalizzato a promuovere la cultura della legalità.

Il progetto “Diritti a scuola”, nella flessibilità che lo caratterizza, costituisce una opportunità preziosa per la sinergia d’ intenti che si instaura tra i docenti curriculari e i docenti aggiunti, generando un circolo virtuoso di pratiche didattiche una positiva ricaduta sugli alunni, seguiti quasi individualmente.

Il Progetto, dunque, anche quest’anno ha rappresentato per tutti una grande occasione di confronto perché in esso si incontrano tutti coloro che si impegnano con il cuore e con l’anima ad organizzare al meglio la vita della nostra scuola che diventa così uno spazio particolare di integrazione sociale, di unione e di riconoscimento e che permette ai nostri ragazzi, spesso in situazioni difficili, di superare gli ostacoli che si presentano come inevitabili, invitando ad immaginare altri percorsi possibili, in una scuola sempre più attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno.

Augurandoci che il progetto continui nei prossimi anni, siamo certi che l’Istituto Comprensivo
“G. Rodari ” saprà affrontare con spirito di squadra nuovi percorsi didattici, nuove sfide per motivare sempre più i nostri alunni a migliorare e ad imparare…sempre!!!

Il gruppo di lavoro
Barbara Latorrata
Sandra Latorrata
Cira Verderese
Emma Scarcia

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento