Palagiano,  Rodari,  Scuola

Costituzione Istituto Comprensivo “Gianni Rodari – sollecito soluzione definitiva ambienti di apprendimento.

logorodari 

Con la presente si torna a sottoporre alla Vs attenzione le problematiche relative alle esigenze logistiche di questo Istituto, anche rappresentando, a questo punto, le più che giustificate proteste e l’indignazione di tanti genitori. E questo perché, nonostante i tanti Documenti, i Deliberati e le richieste dagli Organi Collegiali e del Comitato dei Genitori, i tanti incontri con Sindaco e Assessori e Delegati alla P.I. succedutisi in questi 3 anni (compreso l’ultimo di solo qualche settimana fa), i tanti buoni propositi e le tante promesse e i tanti impegni (a parole!), NULLA E’ ACCADUTO, NESSUN ATTO CONCRETO E’ STATO COMPIUTO!

 

Ci riferiamo, in particolar modo, alla costruzione del nuovo padiglione da realizzare su lotti liberi di proprietà comunale in adiacenza dell’edificio del Plesso “G. Rodari”, per dare – finalmente! – una sede adeguata alla Scuola Secondaria di 1° grado di questo Istituto Comprensivo. Necessità derivante (non va mai dimenticato!) dalle scelte fatte dall’Amministrazione Comunale con l’istituzione a Palagiano di 2 distinti Istituti Comprensivi, ma senza preoccuparsi della necessaria e coerente sistemazione logistica.

 

Ciò ha comportato (e comporterà), come vi è altrettanto noto, una serie di problemi organizzativi e logistici, tenuto conto che, ormai, nella logica proprio dell’Istituto Comprensivo, nella S.S.1°, in naturale continuità con la Scuola Primaria, si vanno consolidando i prevedibili 4 corsi completi.

 

Oltre alla necessità di avere ambienti di apprendimento idonei, è appena il caso di ricordare che un Istituto Comprensivo può avere una positiva ricaduta didattica, pedagogica e formativa solo a condizione che i diversi ordini di scuola (infanzia, primaria e S.S.1°) siano nello stesso complesso di strutture, possano utilizzare anche le stesse infrastrutture nell’ambito della Programmazione di un Curricolo Verticale, così come previsto, peraltro, dalle Indicazioni Nazionali.

 

Ne consegue la necessità (e l’urgenza) di adottare le soluzioni coerenti con tali necessità.

 

Si torna, allora, a sollecitare nuovamente l’Amministrazione Comunale ad attivare i necessari procedimenti tecnici, amministrativi e finanziari per la costruzione del nuovo padiglione sull’area adiacente alla scuola “Rodari” (peraltro, già di proprietà comunale), così da realizzare le aule per le classi di S.S. 1° e una dotazione aggiuntiva per la Scuola Primaria che vive già in ristrettezze per la sistemazione degli uffici e dei laboratori.

Sarebbe, peraltro, veramente irresponsabile non poter cogliere una delle attuali opportunità per quanto riguarda i finanziamenti per l’edilizia scolastica!

Abbiamo già segnalato in passato quella prevista dalla Legge 8 novembre 2013 n° 128 di conversione del D.L. n° 104 del 12 settembre 2013 (“1. Al fine di favorire interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica ….. nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre nelle scuole…., per la programmazione triennale 2013-2015, le Regioni interessate possono essere autorizzate dal Ministero dell’economia e delle finanze, d’intesa con il Ministero dell’istruzione e dell’università’ e della ricerca e con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, a stipulare appositi mutui trentennali …. con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato….”).

 

Deliberazione della Giunta Regionale N. 361 del 03-03-2015 sono stati approvati i criteri per l’individuazione degli interventi da inserire nel Piano regionale triennale 2015/2017 di edilizia scolastica e nel piano annuale 2015, proprio in attuazione del D.L. n° 104 del 12 settembre 2013.

E il Comune di Palagiano non ha presentato alcuna istanza sin’ora!

 

 

Abbiamo, poi, segnalato l’opportunità che si apriva con il Programma “Scuole Nuove” varato dal Governo per il 2014, e il nuovo stralcio 2015 che sta per essere varato.

 

 

ORA DIVENTA ANCOR PIU’ DECISIVA LA TEMPESTIVITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, specie dopo le recenti dichiarazioni dell’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici, Giovanni Giannini, circa “l’imminente pubblicazione un bando per la concessione di contributi in conto capitale finalizzati alla riqualificazione di edifici scolastici per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. I contributi sono destinati ai Comuni …. Sono disponibili oltre 54 milioni con un limite massimo per ciascun intervento di un milione di euro. Tali risorse si aggiungono ad altre già stanziate nel Piano Triennale per l’Edilizia scolastica. Le istanze dovranno essere presentate al Servizio LL.PP. con le modalità previste nel bando di prossima pubblicazione…… I Comuni avranno a disposizione 30 giorni di tempo per presentare l’istanza che dovrà essere corredata anche di progetto preliminare”. Esattamente quello che sollecitiamo da oltre un anno, da quando, cioè, abbiamo ottenuto la meritoria disponibilità dell’Associazione Geometri di Palagiano a redigere gratuitamente almeno il Progetto preliminare, purché l’Amministrazione Comunale avesse dato indicazioni in tal senso!.

 

TANTO PREMESSO, CHIEDIAMO CHE CON URGENZA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ADOTTI I SEGUENTI PROVVEDIMENTI:

  • proponga al Consiglio Comunale Delibera di variazione della destinazione urbanistica dei lotti in questione, così da vincolarli alla realizzazione di edilizia scolastica;
  • prenda positivamente atto della disponibilità offerta dell’Associazione Geometri di Palagiano a redigere gratuitamente almeno il Progetto preliminare, e vi dia formale incarico;
  • predisponga tutti gli atti amministrativi necessari a reperire il finanziamento per l’opera e, nell’immediato, proponga l’intervento per l’inserimento nel Piano Triennale per l’edilizia scolastica della Regione Puglia.

 

A disposizione per qualunque ulteriore contributo fosse ritenuto necessario da parte nostra, si resta in attesa delle Vs determinazioni, riservandosi ogni ulteriore iniziativa ritenuta necessaria per la realizzazione dell’opera, nell’interesse esclusivo dei nostri alunni.

 

 

Il Presidente del Consiglio d’Istituto                                                 Il Dirigente Scolastico

Sig. Michele DIPERSIA                                                         Prof. Preneste ANZOLIN

 

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

18 commenti

Lascia un commento