La citta’ si e’ ormai calata nello spirito natalizio e con esso anche sul piano estetico cerca di darsi un’aria tipica e attinente al periodo.
Luminarie appese lungo le vie e bande di babbo natale in giro per le strade.
Poi il centro,la parte piu’ elegante della citta’,cerca di essere splendente con le sue vetrine e le luci sfarzose dei negozi.
Ma sara’ anche ammirevole lo sforzo che fanno i commercianti e il comune,pero’ Taranto non riesce almeno per me ad avere quel tocco di eleganza e fastosita’ che dovrebbe avere una citta’ in questo periodo.
Esempio:via Liguria con quelle specie di candelabri appesi simili piu’ a polpi sbattuti sugli scogli del nostro litorale,accontenta i pochi che vedono allegria in quelle decorazioni.

Sempre uguali,come se fossero una tassa che bussa ogni anno.
Saranno anche le ristrettezze economiche e la cassa vuota del comune,ma avrei preferito magari un albero gigante in Piazza della Vittoria invece dei lumini piccoli appesi a dar luce alle vie senza illuminazione ordinaria oramai al colabrodo.
Per non parlare della periferia che,tranne i balconi dei cittadini con le loro luminarie accese,resta sola e abbandonata.
Poi i problemi del lavoro,cassaintegrazione alle porte e la famosa alternativa che manca alla citta’ per non essere solo operaio dell’Ilva e nient’altro.
La svolta anche nelle piccole cose e’ vista come uno sforzo sovrumano,difficile da attuare e da pianificare a livello politico.
E adesso con il Natale alle porte,con la tradizione che bussa a ogni casa con la tombola e le carte,Taranto accogliera’ la santa notte pensando forse che in fondo,dopo il periodo nero creato dalla banda del buco(DI BELLO-TUCCI E SOCI),dovra’ uscire per forza di cose il sole e la neve dovra’ sciogliersi anche perche’ se cosi’ non fosse andremmo ancora giu’ nella classifica del Sole 24 ore,retrocedendo per quelle cose che ci mancano e che fanno delle citta’ vivibile il piu’ bel regalo di Natale che ogni cittadino desidererebbe avere sotto l’albero.
Gia’ l’albero,quello che manca,insieme ad altre cose a questa citta’.

WWW.BUONGIORNOTARANTO.COM

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento