Siamo lieti di comunicare a tutti i cittadini interessati che oggi, mercoledi 10 aprile, si è tenuta la riunione tra cittadini,tecnici locali ed amministratori da noi organizzata in merito alla questione cimitero “colombario B”.

Sottolineando preventivamente la disponibilità del Sindaco e dell’assessore Petrocelli alla risoluzione del problema, ringraziando i tecnici presenti per l’apporto fornito e, soprattutto, i cittadini che hanno ascoltato per 2 ore pazientemente la discussione

COMUNICHIAMO

che sono stati ottenuti oggi  due importantissimi risultati dei quali tutti gli interessati  devono essere a conoscenza:

–          si è concordato che il Sindaco e l’assessore Petrocelli nella giornata di domani (11 aprile)chiameranno la Costruzioni s.r.l. per comunicargli la SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI.

–          In secondo luogo si è concordato, con l’assenso del Sindaco, che in merito alle questioni giuridiche relative alla vicenda sarà richiesto un parere legale, con l’importante clausola, tuttavia, che la scelta dello stesso sarà demandata ai cittadini!

 

Abbiamo tentato, in questa maniera, di riportare la politica ad interfacciarsi non soltanto con gli addetti ai lavori, ma con i cittadini stessi, per ascoltarne le problematiche e pianificare INSIEME le soluzioni.

Prendiamo perciò atto del successo del confronto democratico, sperando adesso si inizi un percorso di confronto con i cittadini ed i tecnici locali che porti alla risoluzione della vicenda nell’interesse di tutti.

Ringraziamo pubblicamente quanti, politici e non, hanno contribuito al raggiungimento di tale risultato.

 

 

I consiglieri comunali

FRANCESCO SERRA

-ALDO MARANGIONE

-FRANCESCO MANCINI

-FRANCESCO CARUCCI

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

3 pensiero su “IL CONFRONTO PORTA I SUOI FRUTTI!”
  1. E’ con viva soddisfazione, che apprezzo, quanto da voi intrapreso, e portato ad un primo risultato positivo, per i cittadini interessati al ripristino dei loculi cimiteriali. Questo metodo, cari consiglieri, Ciccio Serra, Francesco Carucci, Francesco Mancini, Aldo Marangione, deve diventare uno standard. Oramai è palesemente dimostrato con quanta superficialità e imperizia, il sindaco in primis e poi tutta la giunta deliberano gli atti amministrativi. Questi facinorosi non si fanno venire mai un dubbio di qualsiasi natura, hanno incoscientemente demandato, il loro potere POLITICO, nelle mani dei tecnici, i quali non avendo nessun legame con i cittadini, fanno e disfano come gli pare, non se ne fregano di niente, a loro conta solo il risultato. Bene ragazzi, adesso bisogna fare la stessa cosa per quanto riguarda l’ordinanza sindacale sul servizio MENSA SCOLASTICA. Ordinanza anche questa piena di lacune, non solo, ma assente di ogni valutazione COSTI-BENEFICI in un momento di cosi grave congiuntura economica.
    Coraggio chiediamo subito un incontro con il sindaco.

    Ciao Masaniello

  2. Pur condivendo l’impianto generale del comunicato, credo però sia rimasto qualcosa da chiarire, dal mancato chiarimento del quale molto potrebbe dipendere in fututo. Negativamente.

    Va benissimo aver scelto la via del dialogo invece dello scontro (pronto a trasformarsi in distillato di demagogia purissima, stando a quanto si è potuto assistere ieri, durante l’incontro col Sindaco, e ancora oggi, su questo portale), non vorrei però che detta via portasse molti dei presenti a confondersi. Le parti in causa sono e dovrebbero rimanere tre: i “proprietari” dei loculi, il Comune e la Ditta. Riassumo brevemente i termini della questione, per permettere a chiunque di farsi un’idea circa il giusto modo di proseguire.

    1) Ad oggi non sappiamo se il Comune è legittimato ad affidare in esclusiva alla Ditta anche i lavori concernenti i colombari oggetto della polemica;

    2) i “proprietari” potranno saperlo solo dopo aver chiesto un parere legale e, soprattutto, dopo una eventuale sentenza attestante la conformità di detto parere con quanto previsto dalla legislazione in materia;

    3) il Comune, da parte sua, dovrebbe ricercare pareri legali riguardanti: a) che non vi sia possibilità di essere citato a giudizio dai “proprietari”, laddove intenda proseguire sulla via finora da esso seguita; b) che non vi sia possibilità di essere citato a giudizio dalla Ditta, nel caso decida di abbandonare la via seguita finora.

    Pertanto, considerati i tre punti appena ricordati, ritengo che non si possa affidare al Comune la ricerca di un parere al quale sono interessati i “proprietari”; i quali, una volta entrati in possesso di quel parere, devono poi decidere se utilizzarlo allo scopo di ottenere l’annullamento di parte della concessione erogata dal Comune a favore della Ditta.

    Detto con altre parole, il compito politico vero e proprio dovrebbe cominciare l’indomani successivo a una eventuale sentenza che dia ragione ai “proprietari”. È in quel momento che i partiti
    dovrebbero assistere i cittadini interessati dalla questione nel difficile compito di coordinarsi tra loro, allo scopo di individuare la soluzione meno dispendiosa per il rifacimento delle opere in oggetto.

    In caso di sentenza sfavorevole, invece, sarà compito dell’opposizione suggerire all’Amministrazione le misure atte a contenere i costi, che ai tecnici presenti all’incontro sono sembrati eccessivi.

    Mimmo Forleo

  3. Dopo aver letto tanto il comunicato del sig. Ciccio Serra, quanto quello del Sindaco, sicuri di leggere il risultato di un’unica riunione, ci siamo resi, invece, conto che, molto probabilmente, si parli di due riunioni distinte, ragion per cui, chiediamo ai due (anche se siamo più che certi che solo uno vorrà rispondere e crediamo di sapere anche di chi si tratti), di illuminarci in merito perchè pare proprio ci sia qualcosa che non quadri.
    Veniamo al dunque.
    Stando a quanto dichiarato dal sig. Serra, pare che in quella riunione, siano stati raggiunti degli obbiettivi condivisi che riportiamo di seguito:
    “- si è concordato che il Sindaco e l’assessore Petrocelli nella giornata di domani (11 aprile)chiameranno la Costruzioni s.r.l. per comunicargli la SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI.
    In secondo luogo si è concordato, con l’assenso del Sindaco, che in merito alle questioni giuridiche relative alla vicenda sarà richiesto un parere legale, con l’importante clausola, tuttavia, che la scelta dello stesso sarà demandata ai cittadini!”

    Ora il punto è questo: se è corretto quanto dichiarato dal sig. Serra, il Sindaco avrebbe dovuto ottemperare a quanto deciso ovvero, chiamare la ditta e bloccare i pagamenti. La nostra domanda è questa: é stato fatto ciò? Perchè alla cittadinanza non viene comunicato questo anziché giustificare il suo manifesto ed il contenuto? Per quanto riguarda poi la nomina di un legale scelto dai cittadini, perchè il sindaco (sempre se non abbiamo mal capito) dà già, nel suo articolo, una giustificazione legale?
    Il sindaco cerca di giustificare un rapporto tra ditta e privati tralasciando di dire che gli stessi privati non la riconoscano, cosa che invece fa il Comune che, nonostante si reputi estranea a “quel rapporto”, si preoccupa di raccogliere i soldi per la stessa ditta. Ancora, da quando una ditta, nello specifico la Costruzioni srl, diventa oltre che impresa appaltatrice, anche committente? Questa ditta è proprio potente!!!Ecco perchè la nomina del direttore dei lavori spetti alla stessa…è lei la committente!!! ma perchè non l’avete detto subito!? Si sarebbe risparmiato tutto questo caos!!! Cari Palagianesi, tranquilli, il caso è risolto! Il committente è la ditta appaltatrice perciò, l’unica cosa da monitorare è se continuerà ad esserlo anche al momento del pagamento oppure allora deciderà di cedere le proprietà ai cittadini!!!
    sig. Serra, noi non conosciamo come realmente stia la cosa certo, consapevoli dei trascorsi di questa amministrazione, siamo più propensi a credere alla sua versione per cui, un consiglio: la prossima volta, registri tutto e non si fidi più!!!
    Ci auguriamo di cuore di aver frainteso per cui chiediamo un chiarimento! Sig. Sindaco, Sig. Serra, veniteci incontro, perchè è un vero peccato giocare con la povera gente un gioco così squallido! Qualcuno ha convinto i cittadini di aver trovato una soluzione al problema e poi non ha avuto alcun ripensamento a dare l’ennesima vile pugnalata per i propri interessi!!!

    ____________________________________gli indignati

Lascia un commento