Un gran numero di persone ha visitato il presepe vivente allestito nel rione “Abbasc la terr” (borgo antico del nostro paese) dal Circolo Didattico “Gianni Rodari”. Come ormai consuetudine, anche quest’anno , in prossimità delle festività natalizie, il nostro circolo ha organizzato il “Presepe vivente dei Bambini” , con il patrocinio del Comune di Palagiano e la collaborazione del Comitato dei Genitori, delle Associazioni di volontariato Pro Loco, Adelphos, Cover, Bachlet , “I Portulani” di Palagianello e le parrocchie di Palagiano,.

Il corteo, dopo aver attraversato il centro del paese, è giunto nel borgo antico “zona Castello”, che ben si presta a questo tipo di rappresentazioni, poiché qui si trova quel che resta delle case più antiche del paese raccolte intorno al “Castello” (la Casa Baronale)e che hanno fatto da cornice alla bellissima rappresentazione. Davanti al Municipio al corteo è unita l’Assessore alla P.I. prof.ssa Elisabetta Di Sarno, accolta e salutata dal Dirigente Scolastico prof. Preneste Anzolin.

Il presepe vivente interpretato dai bambini è stato davvero suggestivo. Splendida la Natività e le scene di vita quotidiana con la riproduzione di antichi mestieri oramai dimenticati, come il vinaio, il calzolaio, il falegname, la massaia, la lavandaia, il pescatore e il pastore, davvero fedeli ad una storia di oltre 2000 anni fa.

Nonostante il freddo, una gran folla si è stretta attorno al caratteristico villaggio, per ammirare da vicino il presepe vivente dei bambini. Un percorso emozionante tra antiche case e scene di vita agreste fino ad arrivare ai singoli interpreti della Natività. Ad accompagnare le scene soavi musiche di sottofondo e il suono melodioso e dolce degli zampognari giunti da Trani. A segnare, poi, quasi idealmente il ponte tra l’antico ed il moderno, il Gruppo degli sbandieratori e delle dame e cavalieri medioevali del nostro Circolo Didattico.

Un plauso va certamente alle maestre che hanno dimostrato un’efficace sinergia ed un ottimo lavoro di squadra, frutto della massima serenità e collaborazione che anima i rapporti professionali dei docenti stessi. In particolare evidenza va messo l’impegno profuso dall‘insegnante Franca De Marco, Funzione Strumentale per i rapporti con il territorio, nel coordinare i molteplici aspetti organizzativi.

In chiusura della manifestazione, il Dirigente Scolastico ha rivolto un caloroso ringraziamento a tutti i docenti ed ai genitori che hanno reso possibile questo evento e, soprattutto, alle bambine ed ai bambini del nostro Circolo Didattico, sia della scuola Primaria che della scuola dell’Infanzia , veri “attori protagonisti”.

La Funzione Strumentale per la comunicazione

Ins. Gianna Genovese

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento