Caro Rocco,

chi ti scrive è un tuo amico, ma questo non mi esime dal segnalare (senza voler denigrare nessuno) un problema che riguarda me ed altri cittadini di Palagiano.

In questo momento guardo e parlo a te come Amministratore di questo Comune.

Se sono arrivato a scrivere su questo sito è perchè tutte le azioni precedenti non hanno avuto successo.

Come potrai vedere dalle foto allegate, la situazione igienica in Via Montale (la strada in cui vivo) è oramai oltre ogni limite di decenza.

Come segnalato più e più volte ai Vigili Urbani ed alla locale ASL, nella strada dimorano da parecchio tempo numerosi cani randagi (in espansione come numero dato che uno di essi partorisce ogni 4-5 mesi….), che riversano quotidianamente buste lacerate di immondizia, che qualche “bravo” cittadino lascia a terra di fianco ai cassonetti (alcune volte il tutto si accompagna alla conseguente presenza di ratti in zona).

Ogni santa mattina mi alzo nella speranza che non ci siano buste……

Gli operatori ecologici purtroppo passano una sola volta a settimana e quindi o provvediamo noi residenti alla pulizia della strada, oppure rimane questa situazione (se non peggio) fino al loro successivo passaggio settimanale.

Possiamo continuare a vivere in questa situazione? Dobbiamo continuare noi a spazzare la strada nonostante la “corposa” tassa sui rifiuti che paghiamo? Tu vorresti che davanti a casa tua ci fosse una situazione del genere?

Io personalmente mi vergogno ad invitare amici, parenti o colleghi di lavoro a casa mia per timore che possano trovare questo paesaggio per strada.

Ci è stato detto che:

1. Gli Operatori ecologici non possono passare più di una volta alla settimana per mancanza di risorse;

2. I cani non possono essere condotti in un canile in quanto non c’è posto (anche se mi sembra abbiate deliberato l’ampliamento).

Buon senso, ed una Amministrazione più oculata delle risorse (poche) comunali vorrebbe che il Comune, come tutte le aziende, perchè esso è una Azienda, senza profitti ma pur sempre un’azienda, destinasse i soldi su una base di priorità.

A me sembra che la sicurezza e la salute pubblica debba avere una priorità molto elevata, magari a costo di rinunciare ad altre erogazioni che possono essere temporaneamente rimandate (faccio un esempio: contributi ad Associazioni/ Manifestazioni che magari possono autofinanziarsi in altro modo, …ecc.).

E se taluni cittadini del ns. paese non conoscono o sono reticenti ad applicare le norme di educazione civica (che purtroppo non si insegna più nelle scuole), e lasciano le buste della spazzatura per strada, o magari creano ingorghi al traffico (a Palagiano??) lasciando le proprie autovetture in sosta vietata (pensiamo alla zona vicino alla chiesa dell’Immacolata, oppure all’angolo tra via Alfieri e via Sansonetti), allora è lecito passare ad “azioni repressive” (in senso lato), colpendo questi personaggi nel proprio “portafogli”. Vedrai come cambia la musica!

Se invece rimaniamo fermi al principio del “vivi e lascia vivere”, questo paese non progredirà mai!

Caro Rocco, non possiamo aspettare che il canile venga allargato per risolvere il ns. problema. Esso va risolto subito. Ci sono bambini che non possono uscire da soli di casa perchè uno di questi cani potrebbe azzannarlo.

Vogliamo attendere che accada qualcosa di più grave ed irreparabile?

Io spero che a questo ennesimo grido di aiuto segua un intervento dell’Amministrazione, perchè l’ulteriore ed ultimo step che rimane è il ricorso all’Autorità Giudiziaria, attraverso una denuncia ai Carabinieri ed alla Magistratura.

Confido in un tuo urgente intervento e ti auguro buon lavoro.

Daniele Schiavone

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento