Comunicati dal Comune,  Palagiano

Lavori nel Cimitero

Carissimi Cittadini, 

come è a molti di voi noto, in questi giorni il Comune sta inviando ai proprietari e/o eredi aventi causa di loculi cimiteriali, un invito-diffida ad adempiere ad eseguire lavori urgenti ed indifferibili presso la struttura cimiteriale di loro proprietà.

In effetti, ancorché appaia strano, i colombari “A” e “B” oltre ai vecchi colombari ad arco, sono di proprietà privata di tantissimi cittadini, come dimostrato dai contratti di compravendita di cui essi stessi sono in possesso.

 

Orbene, è di ogni evidenza che, trattandosi di proprietà privata, i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria sono a carico dei singoli proprietari.

Tuttavia, essendo, i proprietari, in numero considerevole e perciò impossibilitati a mettersi d’accordo per l’esecuzione dei lavori, il Comune di Palagiano ha invitato i cittadini a rendere la propria disponibilità alla realizzazione urgente dei lavori occorrenti alle strutture cimiteriali e pertanto ha messo a disposizione dei cittadini interessati, le competenze dell’Ufficio Tecnico e i servizi degli altri uffici comunali.

 

L’obbligo del Comune ad intervenire, anche a mezzo di diffida, deriva dal fatto che le strutture cimiteriali private, ormai rese fatiscenti dall’assenza di qualunque intervento di manutenzione e ristrutturazione, possano rappresentare un pericolo per la pubblica e privata incolumità. Prima, dunque, che le stesse siano dichiarate inagibili e perciò non più frequentabili, l’Amministrazione ed il Sindaco hanno deciso di invitare e diffidare i Cittadini/proprietari ad intervenire.

 

Molti si chiedono per quale motivo l’Amministrazione Comunale abbia indicato che i lavori devono obbligatoriamente essere realizzati dalla “COSTRUZIONI Srl”.

La “COSTRUZIONI Srl” è Concessionario dei servizi cimiteriali in forza del Contratto REP. N. 732/2002 che disciplina la concessione ai sensi dell’art. 19, comma 2°, della Legge 11/2/1994 n. 109, successive modificazioni e integrazioni, avente per oggetto “la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori di ampliamento del Cimitero del Comune di Palagiano e dei lavori collegati, nonché la loro gestione funzionale ed economica, compresa la gestione dei servizi cimiteriali connessi”.

Il Contratto fu sottoscritto in data 19 febbraio 2002 dall’Amministrazione guidata dall’Avv. Vincenzo Stellaccio dopo che il Consiglio Comunale aveva approvato, con delibera n. 64 del 5/11/1999, gli atti tecnici preliminari redatti dall’UTC, relativi all’ampliamento del Cimitero Comunale, in variante al PDF, dichiarando la Pubblica Utilità dell’opera.

Con deliberazione n. 81 del 27/12/2009, il Consiglio Comunale approvava in via definitiva gli atti di cui innanzi, demandando, fra l’altro, alla Giunta Comunale, nell’ambito delle proprie competenze, la realizzazione dell’opera pubblica senza oneri per il Comune di Palagiano.

Con deliberazione n. 120 del 13/7/2000, la Giunta Comunale approvava il capitolato speciale prestazionale disciplinante la concessione e la gestione dell’ampliamento del cimitero comunale e dei relativi servizi cimiteriali.

In data 26/7/2000 con la determinazione n. 135 veniva indetta licitazione privata per l’individuazione del concessionario dei lavori di ampliamento in questione che risultò essere la Società “COSTRUZIONI Srl”, unico partecipante alla gara (sic!).

 

Il suddetto contratto all’art. 10 cita testualmente:

 Articolo 10Il concessionario acquisisce il diritto di esclusiva delle realizzazioni di edilizia cimiteriale nell’intero cimitero comunale (parte esistente più l’ampliamento) nonché degli interventi di manutenzione sia ordinaria che straordinaria dei manufatti ceduti ai privati.

Il Capitolato prestazionale all’art. 9 cita:

I costi della manutenzione ordinaria e straordinaria dei manufatti dati in concessione agli utenti ( cappelle gentilizie e tombe di famiglia sia del vecchio cimitero che della zona di ampliamento) saranno a carico degli stessi e verranno determinati a domanda dell’utente, che concorderà con la Ditta Concessionaria la natura degli interventi a farsi ed i costi relativi… .

 

Ecco spiegato il motivo per cui anche i lavori odierni da effettuarsi, ancorché su strutture di natura “privata”, non possano che essere affidati alla “COSTRUZIONE SRL”.

 

La “COSTRUZIONE SRL”, ovviamente, non procederà alla redazione di un progetto definitivo/esecutivo, né all’esecuzione dei lavori, se non avrà ampia garanzia circa l’impegno dei proprietari a finanziare i lavori stessi.

Ecco spiegato il motivo per cui, il sottoscritto, in qualità di Sindaco, preso atto dello stato delle strutture e degli interventi necessari, prima di procedere ad una eventuale Ordinanza sindacale, ha voluto informare i cittadini/proprietari della necessità di eseguire i lavori, che gli stessi saranno a carico dei proprietari e che i lavori, come spiegato, saranno realizzati dalla “COSTRUZIONE Srl” secondo un progetto esecutivo che, allorquando disponibile, sarà comunicato a tutti i Cittadini/proprietari che dovranno autorizzare la Ditta ad eseguire i lavori.

 

La lettera inviata dal Comune è anche utile perché i Cittadini destinatari possano fornire ogni elemento idoneo ad individuare i soggetti realmente obbligati.

 

Nelle more della definizione della situazione, il Comune, renderà nota la relazione tecnica redatta dall’UTC sullo stato di fatto e l’indicazione degli interventi occorrenti per il colombario interessato nonché un preventivo di massima in ordine al costo complessivo dei lavori necessari e al conseguente piano di riparto per ogni singolo loculo.

 

Qualche brevissima riflessione personale.

1)   Fu una iniziativa poco meditata, quella della vecchia amministrazione di centro-destra, che assunse l’iniziativa di dare in Concessione per 15 anni, prorogabili a 20 anni, sia la realizzazione dei lavori di ampliamento che i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del vecchio Cimitero Comunale ad una ditta esterna che, di fatto, è obbligata in virtù del contratto di concessione a svolgere qualsiasi tipo di attività all’interno del cimitero espropiandone di fatto il Comune. La Concessione è, infatti, uno strumento che se da un lato risolve apparentemente tutti i piccoli grandi problemi che la gestione di un cimitero comporta per un ente locale, che spesso può non avere la forza di fare fronte ai problemi quotidiani per carenze di personale o di fondi specifici, dall’altro fa trovare il Cittadino di fronte a terzi estranei in tutte quelle occasioni in cui deve occuparsi delle questioni legate alla “pietas” verso i defunti.

2)      Una durata così considerevole del contratto (si ripete 15/20 anni) rende di fatto estremamente probabile che la Concessionaria debba occuparsi anche della straordinaria manutenzione della parte storica del Cimitero Comunale. Ebbene questo elemento che stiamo vivendo in tutta la sua importanza è stato del tutto trascurato sia dal Capitolato prestazionale sia dal Contratto di concessione. Sarebbe stato infatti auspicabile che l’offerta a suo tempo richiesta e presentata dalla Concessionaria “Costruzioni srl”, fosse stata corredata dall’elenco prezzi delle opere manutentive teoricamente necessarie che sarebbero rimasti fissi e invariabili per tutta la durata del contratto anche se, ovviamente, soggetti a rivalutazione sulla base dell’aumento dei costi dei materiali e della manodopera. Ciò avrebbe di fatto reso ancor più naturale per i cittadini la circostanza che solo la “Costruzioni Srl” possa porre mano ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. A questo proposito il Comune sta studiando le possibilità giuridiche di intervenire sui prezzi che “Costruzioni srl”  proporrà in sede di progetto esecutivo di ristrutturazione per far sì che gli stessi siano più accessibili per i cittadini.

 

 

Palagiano, 05/12/2011

 Il Sindaco

Dott. Rocco Ressa

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento