Giovanni XXIII,  Palagiano,  Rodari,  Scuola

LETTERA APERTA del Consiglio d’Istituto – sollecito realizzazione nuovo padiglione per l’I.C. “Gianni Rodari”.

 

Lo scorso 13 febbraio si è svolta una seduta straordinaria del Consiglio d’Istituto di questa scuola con all’ordine del giorno l’Esame esigenze di edilizia scolastica per la Scuola Secondaria di 1° e costruzione nuovo padiglione. Data la natura dell’argomento, erano stati invitati a partecipare il Sindaco Gaetano Tarasco e l’Assessore all’edilizia scolastica Amatulli.

 

A conclusione dell’articolato confronto, il Consiglio d’Istituto ha valutato assai deludente l’incontro ed inconsistenti le argomentazioni addotte dagli Amministratori. Tanto più che, come è stato loro ricordato, la decisione di istituire a Palagiano 2 distinti Istituti Comprensivi  è da addebitarsi esclusivamente all’Amministrazione Comunale, su cui ricade la conseguente responsabilità di mettere a disposizione strutture idonee e sufficienti.

 

E’ stato, peraltro, ricordato come, avere idonei e moderni “ambienti di apprendimento” è fondamentale anche per  la qualità degli apprendimenti.

 

Per queste ragioni, il Consiglio d’istituto ha ulteriormente sollecitato l’Amministrazione Comunale ad attivare i necessari procedimenti tecnici, amministrativi e finanziari per la  costruzione di un nuovo padiglione sull’area adiacente  alla scuola “Rodari” (peraltro, già di proprietà comunale), così da realizzare le aule e i laboratori per le classi di S.S. 1° e una dotazione aggiuntiva per la Scuola Primaria che vive già in ristrettezze.

 

In proposito, è stata richiamata l’opportunità costituita dalla Legge 8 novembre 2013 n° 128 che.  ha previsto  “1. Al fine di favorire interventi straordinari di ristrutturazione,  miglioramento, …..  nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre nelle scuole…., per la programmazione triennale 2013-2015, le Regioni interessate possono  essere autorizzate ….  a stipulare appositi mutui trentennali …. con oneri di ammortamento a totalecarico dello Stato….”

 

La delusione è scaturita dall’apprendere dal Sindaco e dall’Assessore che la Maggioranza consiliare che regge le sorti del Comune in questo momento ritiene non prioritario un tale intervento! E le ragioni scaturirebbero dalla arida “contabilità” delle aule complessivamente disponibili a Palagiano!

Evidentemente i nostri amministratori sono rimasti fermi ad una concezione ottocentesca della scuola, quando era sufficiente avere a disposizione una stanza in cui far entrare 30-40 bambini con un insegnante che dall’alto della sua cattedra impartiva la lezione! Oggi – per fortuna! – vi sono norme molto più severe sia per le dimensioni che per la qualità e la sicurezza degli ambienti scolastici! Non solo. Ma “fare scuola” oggi significa avere spazi per laboratori ed infrastrutture tecnologicamente avanzate, per le quali, peraltro, grazie ai finanziamenti Europei e Statali, questo Istituto si avvia ad essere una scuol@2.0 : che per un’Amministrazione Comunale dovrebbe essere un motivo di orgoglio!

 

A fronte di queste giuste rimostranze da parte del Consiglio d’Istituto, il Sindaco Tarasco si è impegnato “entro 15 giorni” a fare una verifica tecnico-contabile di fattibilità dell’opera: e noi restiamo in fiduciosa attesa, ma non indefinita.

E, intanto, al fine anche di andare incontro alle difficoltà economiche e tecniche lamentate dal  Comune, abbiamo chiesto alla “Associazione degli Ingegneri ed Architetti” ed alla “Associazione dei Geometri” di Palagiano, di voler mettere a disposizione della Scuola e dell’Istruzione dei nostri piccoli cittadini le loro competenze tecniche per la redazione del Progetto di ampliamento del plesso “G. Rodari” mediante la realizzazione di un nuovo padiglione. Siamo sicuri che non faranno mancare il loro contributo!

Ed intanto, chiediamo al Sindaco, alla Giunta ed a tutto il Consiglio comunale di voler adottare i provvedimenti di rispettiva competenza.

 

Il Dirigente Scolastico    Prof. Preneste ANZOLIN

Il Presidente del Consiglio d’Istituto    Sig. Michele DIPERSIA                                                   

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento