Agricoltura,  News Nazionali,  Politica

L’On. Patarino ha presentato un ordine del giorno che impegna il Governo a valutare l’opportunità di modificare l’IMU per il Settore Agricolo.

 

A.C. 5109

Ordine del giorno

 

La Camera ,

 

premesso che

 

il provvedimento in esame reca una serie di disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento;

 

durante l’esame del provvedimento al Senato , sono state introdotte, all’articolo 4, alcune modifiche e integrazioni alla disciplina dell’ IMU di cui all’articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 volte, principalmente, a garantire una maggiore equità sociale nella sua applicazione, anche con riferimento ai beni immobili del settore agricolo – quali terreni e fabbricati rurali;

 

nonostante lo sforzo compiuto dal Governo per individuare una soluzione positiva all’eccesso del carico dell’IMU gravante sulle imprese agricole, permangono una serie di criticità e di preoccupazioni per quanto concerne il futuro di un settore già strutturalmente debole, dal punto di vista economico, e duramente penalizzato dalla grave crisi economica che sta investendo il nostro Paese;

 

la normativa, tra l’altro, crea delle obiettive difficoltà alle medesime imprese agricole che non saranno in grado fino alla fine dell’anno di determinare le somme effettivamente dovute, tanto più se si considera che viene demandato a decreti del Presidente del Consiglio dei ministri – un provvedimento di rango sub primario – rispettivamente il compito di modificare l’aliquota dell’imposta municipale propria da applicare ai fabbricati rurali e ai terreni agricoli nonché la possibilità di modificare le aliquote attualmente previste a regime per i fabbricati rurali e per gli immobili, le relative variazioni e la detrazione dell’imposta municipale propria (IMU) sugli immobili: sussistono, tra l’altro, rilevanti differenze di valutazione – da parte del Governo e da parte delle organizzazioni agricole – sul gettito atteso per l’IMU agricola;

 

anche la XIII Commissione ( Agricoltura) ha espresso parere favorevole al provvedimento in esame con alcune osservazioni volte, in particolare, ad assicurare che il carico fiscale che effettivamente grave rà sul mondo agricolo non sia superiore a quello atteso per effetto del decreto-legge n. 201 del 2011 , e a garantire alcuni interventi specifici a sostegno dell’attività agricola;

 

è importante, soprattutto nell’attuale fase di congiuntura economica, riconoscere il valore fondamentale della produzione agricola ed adottare adeguate strategie di politica a sostegno delle produzioni italiane agroalimentari

 

impegna il Governo

 

a valutare l’opportunità di adottare – già a partire dai prossimi provvedimenti – tutte le misure di competenza – anche di carattere normativo – volte a dare una adeguata soluzione alle criticità evidenziate in premessa, soprattutto al fine di rilanciare e di rendere più competitivo il sistema produttivo agricolo nazionale, anche eventualmente attraverso un’ulteriore revisione complessiva della disciplina IMU per il settore agricolo.

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento