L’Amministrazione Lasigna, che in campagna elettorale prometteva la soluzione magica del problema rifiuti, al pari delle precedenti amministrazioni di centro-sinistra, oggi continua la fallimentare gestione rifiuti, facendo registrare un paese sempre più sporco con dei costi tra i più alti della Provincia di Taranto nonché della Regione Puglia.

La Regione Puglia, con Determinazione Dirigenziale della Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifica n.255 del 30 ottobre u.s., ha stabilito le nuove tariffe del tributo speciale per il conferimento in discarica dei rifiuti (eco-tassa) da applicare ai Comuni Pugliesi.

Tristemente, Palagiano risulta trai Comuni pugliesi meno virtuosi, che attestandosi ad una bassa percentuale di raccolta differenziata, ovvero inferiore al 40%, si vedrà applicata per l’anno 2018 un’aliquota di tributo pari al 22,59 % per tonnellata di rifiuti conferiti in discarica.

Tale dato, sta a significare che ogni famiglia si vedrà aumentare nuovamente il già esoso tributo TARI.

Purtroppo, nonostante che il servizio di raccolta porta a porta sia stato introdotto nell’anno 2011, Palagiano non riesce a raggiungere la percentuale minima utile per beneficiare delle premialità pur previste per i Comuni virtuosi. Basterebbe citare ad esempio Comuni come Crispiano, Laterza, Ginosa, Massafra, Carosino, Faggiano, Monteiasi, Monteparano, Roccaforzata, San Giorgio Ionico, Lizzano, Torricella, Sava ecc., che sono riusciti a superare anche la soglia del 50-60 % .

Attualmente le periferie del territorio comunale, a causa dell’abbandono di rifiuti di ogni genere, compresi quelli speciali e pericolosi, risultano sporche e indecorose. Tale fenomeno, a causa di una incapacità amministrativa da parte del Sindaco e dei suoi collaboratori, non si viene interrotto lasciando di fatto impuniti gli incivili e incoscienti responsabili di tale scempio.

Ancora oggi, il corretto rispetto del contratto n. 997/2011 per l’affidamento del servizio di raccolta, trasporto e avvio a smaltimento dei rifiuti solidi urbani e assimilati, spazzamento stradale e servizi complementari, sottoscritto, in data 18 luglio 2011, tra  il Comune di Palagiano e la società Tecno Service S.r.l., non è compiutamente attuato. Un esempio per tutti, è il servizio di spazzamento meccanico avviene (e quando avviene), senza un’organizzazione preventiva di tale servizio, comportando, di conseguenza una pulizia incompleta e approssimativa delle strade interessate.

Il Sindaco e i suoi intimi collaboratori, subito dopo l’elezione in pompa magna, offendendo l’intelligenza dei cittadini, nel tentativo di far “passare” un messaggio mediatico di cambiamento e novità, presenziarono al lavaggio delle piazza principale; un servizio che, se pur previsto dal citato contratto di appalto, non risulta più ripetuto.

La comunità palagianese attende con ansia che le promesse e gli impegni assunti in campagna elettorale della Sindaco e dalla sua squadra, si concretizzino trovando conferme in azioni adeguate, che fino ad ora non si sono viste se non, con piccoli provvedimenti di natura propagandistica.

 

Palagiano, _____ novembre 2017

Il Consigliere Comunale

Francesco Mancini

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento