Mottola,  Politica,  Provincia

MOTTOLA (TA). Primo Consiglio Comunale ed inesperienza della nuova maggioranza pentastellata

L’opposizione di centrodestra: “E’ stato il primo incidente di percorso di quest’amministrazione.

Ma vogliamo essere costruttivi e guardare al futuro del paese”

 

 

Mottola (Ta).    Mercoledì sera, si è tenuto il primo Consiglio Comunale della nuova amministrazione pentastellata. Non è stato un debutto in grande stile, come, invece, ci si sarebbe aspettato. A farla da padrone è stata soprattutto l’inesperienza, probabilmente l’impreparazione e la non conoscenza di regolamenti e carte da parte di qualcuno, che pure avrebbe dovuto studiarsele preventivamente.

La questione delle commissioni elettorali, ingarbugliata in verità, ha rivelato una prima incapacità di questa maggioranza nella gestione delle questioni. Vero è che il punto, su nostra proposta, è stato ritirato, sebbene a farlo, contro ogni regola, sia stato il sindaco Barulli e non chi era stato designato alla carica di presidente del Consiglio.

Dettagli, certo, quisquiglie. Ma di gaffe, la maggioranza ne ha fatte nel primo consiglio comunale, che, in quanto tale, avrebbe dovuto mostrare una maggioranza preparata ed impeccabile.

In passato, quando si è trattato di eleggere commissioni e quant’altro, il sindaco Pinto ci ha convocati, coinvolti ed insieme abbiamo trovato un accordo. Abbiamo condiviso il metodo e siamo andati avanti. Da questa maggioranza, che pure in campagna elettorale si è sempre auspicata il contributo costruttivo e propositivo dell’opposizione, siamo stati ignorati e non è quello che ci aspettavamo.

Non siamo stati coinvolti nella scelta del vicepresidente del Consiglio, che Barulli e i suoi avevano deciso di affidare ad un componente dell’opposizione, che, a giusta ragione, ha declinato la proposta.

In questo primo Consiglio, è mancata l’interazione, la discussione e la voglia di confronto della maggioranza con le altre forze politiche, per individuare una linea comune. Tuttavia, fermo restando questo primo incidente di percorso – così vogliamo definirlo – ci auspichiamo, che, nel metodo, ci sia un’inversione di rotta.

Noi vogliamo essere propositivi, mettere il nostro bagaglio di esperienza a disposizione della maggioranza, sempre che “quell’auspicato coinvolgimento delle altre forze politiche”, di cui parlava il sindaco nel comizio di ringraziamento non restino solo parole al vento.

La campagna elettorale è terminata, il popolo sovrano ha deciso chi deve governare il paese. Per cui, siamo pronti a lavorare per il bene comune al fianco di questa maggioranza. Dimostrazione ne è il fatto che siamo stati i fautori del voto favorevole espresso in Consiglio Comunale sulle proposte degli indirizzi di governo, illustrate dal sindaco. Non abbiamo voluto bocciare il sogno del sindaco e dei suoi, proposto per il futuro di Mottola, fermo restando che vigileremo affinchè quel sogno si realizzi.

Vogliamo essere propositivi e collaborativi, pur sempre nel rispetto dei ruoli, se questo servirà a far ripartire Mottola: è il sogno del M5S, è anche il nostro sogno. Volevamo e vogliamo il bene del paese. Per questo, anche all’opposizione, nel rispetto di quella che è stata la volontà dell’elettorato, vogliamo continuare ad essere costruttivi, sempre, però, che ci venga consentito. Noi, siamo pronti a farlo e crediamo di averlo già dimostrato.

 

Luciano Amatulli “Per cambiare”

Raffaele Ciquera “Indipendente di centrodestra”

Angelo Laterza “Mottola Popolare”

Michele Laterza “Forza Italia”

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento