Comunicati dal Comune,  Palagiano

Nuovi contratti per la richiesta di luci votive al cimitero

 

In questi giorni stiamo ricevendo diverse richieste di chiarimenti da parte dei cittadini relativamente alla questione della stipula dei nuovi contratti con la ditta “Servico s.r.l.”, nuova appaltatrice del servizio di illuminazione del cimitero che fornirà tale servizio al posto della vecchia ditta “La Votiva s.r.l.”

Dal momento che effettivamente anche noi, come i cittadini, riteniamo che ci siano alcuni elementi da chiarire, abbiamo ritenuto opportuno interpellare il Sindaco al proposito.

In data 4 marzo 2014 si è provveduto a presentare al n. di protocollo 3278 l’interpellanza sotto riportata che per economia di tempo è stata sottoscritta unicamente dal consigliere Carucci, ma il cui contenuto è condiviso da tutti noi.

 

Francesco Carucci – Francesco Serra – Aldo Marangione – Francesco Mancini

 

Al Sig. SINDACO del

Comune di Palagiano

Dott. Antonio TARASCO

 

E, p.c., al Presidente del Consiglio Comunale

del Comune di Palagiano

Sig. Salvatore CIRILLO

 

 

 

Oggetto: interpellanza ai sensi degli artt. 70 e 72 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari.

 

Il sottoscritto CARUCCI Francesco Giuseppe, in qualità di consigliere comunale,

PREMESSO

  1. che, insieme ai colleghi appartenenti al medesimo gruppo consiliare MANCINI, SERRA, e MARANGIONE, sta ricevendo diversi quesiti oltre che lamentele in ordine alla questione relativa al nuovo servizio di illuminazione del cimitero;
  2. che la nuova ditta appaltatrice di tale servizio, “SERVICO S.R.L.”, ha predisposto un modulo contrattuale di adesione da cui si evincono alcuni aspetti:

–        in primo luogo non è chiaro se debba essere l’utente a stabilire la durata del contratto a sua discrezione, o se la durata è annuale e ci debba essere il rinnovo anno per anno: infatti nel prestampato di richiesta utenza pare che il cittadino debba richiedere l’attivazione “per la durata di anni ___”; al punto 1 delle condizioni contrattuali, invece, sembra che per le nuove forniture il contratto termini il 31 dicembre di ciascun anno e da nessuna parte si parla di rinnovo tacito.

Ora, trattandosi di nuovi contratti, e se tutte le attuali richieste si dovessero considerare nuove forniture, significherebbe che i cittadini il 1° gennaio 2015 dovrebbero farsi parte diligente per il rinnovo del contratto;

–        il canone annuo richiesto per ogni luce votiva, anche se si ritiene i consumi siano i medesimi, è differente a seconda che si tratti di luce in colombario o di luce nelle cappelle;

  1. che, per la stipula dei nuovi contratti ci si deve recare necessariamente negli uffici siti nello stesso cimitero e tale situazione sta generando un po’ di disagi soprattutto agli utenti di una certa età;

CHIEDE

alla S.V., ai sensi di quanto stabilito dall’art. 72 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale:

  1. previo contatto con la nuova ditta appaltatrice “SERVICO S.R.L.”, faccia chiarezza sugli aspetti evidenziati al punto 2 della premessa;
  2. se è nelle intenzioni di questa Amministrazione provvedere eventualmente ad istituire un apposito sportello presso il Palazzo di Città per andare incontro alle esigenze di quei cittadini, soprattutto in età avanzata come si è già detto, impossibilitati a raggiungere gli uffici presso il cimitero;
  3. di conoscere l’opinione della S.V. in merito e/o se vi è l’intenzione di prendere qualsivoglia provvedimento ritenuto utile alle esigenze della cittadinanza.
Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento