BANANE

Quando pensi di aver toccato il fondo…ecco che la nostra amata amministrazione se ne inventa un’altra degna di abbattere qualsivoglia limite e confine all’indecenza!!! Certo bisogna dare atto che per partorire i loro “pseudo documenti” se ne prendano di tempo, d’altra parte non è facile arrampicarsi a degli specchi, per giunta unti e rimanerne aggrappati con sì tanta maestria!

Pare proprio che qualcuno nella Casa Municipale sia convinto di amministrare una colonia si scimmie dedite solo a sbucciare le loro banane e spulciarsi a vicenda!

Ci piacerebbe tanto sapere da quando sia entrata in vigore una legge che dia pieno potere ad un Sindaco e a cinque assessori di decidere se applicare o no una norma di legge! Forse ci sarà sfuggito qualcosa??? O forse per cercare di salvare capre e cavoli qualcuno pensa di poter scrivere tutto ciò che gli passi per la testa tanto poi i cittadini…che capiscono!!!
Vi siete accorti che nella delibera da voi sottoscritta cominciate con il dare atto che gli avvisi di accertamento Tia da voi inviati siano regolari e, poco dopo, vi smentite da soli su tutti i punti menzionando sentenze, complessità di norma, incertezze nell’interpretazione delle norme…? Basta leggere la delibera per rendersene conto o siete proprio convinti che nessuno abbia voglia di farlo?

Considerando la mancanza di coraggio nell’ammettere la verità dei fatti, abbiamo deciso di darvi un aiutino da casa:
LA VERITA’ è che, a sfregio di quanto da voi stessi dichiarato in delibera, a sfregio di quanto puntualizzato da alcuni cittadini sulla disapplicazione delle sanzioni, a sfregio di quanto fattovi notare da un consigliere di maggioranza (?) e due di minoranza (?) su quanto riportato nel regolamento in riferimento alle sanzioni, l’unica cosa certa è che LA VOLONTA’ DELL’AMMINISTRAZIONE FOSSE QUELLA DI FARE CASSA ATTRAVERSO IL PAGAMENTO IMPOSTO AI CITTADINI e, nel momento in cui vi siete resi conto che gli stessi, non sono più disposti a lasciar correre, avete fatto dietrofront inventando una bella barzelletta!
Cari “signori della politica” se tutto fosse stato regolare, non avreste temuto nulla! Le norme vanno rispettate e voi sareste andati avanti per la vostra strada come sarebbe stato giusto che fosse! È bastato il semplice profumo del ricorso in Commissione Tributaria per farvi “venire incontro alle esigenze dei cittadini”.
A proposito! Un’altra cosa vi sarebbe sfuggita…ma a cosa servono gli amici!!! la richiesta di pagamento per l’anno 2007 SI E’ PRESCRITTA e voi, molto “distrattamente”, non ne fate parola…per restare sempre più vicini ai cittadini!

Ma informatevi da qualche avvocato a voi vicino che alcuni giorni fa spiegava su fb di tale prescrizione!

Alla luce di tutto questo, non ci dispiacerebbe conoscere la posizione dei tre firmatari della lettera all’ufficio Tributi: sig.ri Borracci, Carucci e Cifone. Ma soprattutto ci piacerebbe capire se il sig. Cifone, questa volta, segua sempre la stessa strada o qualcuno sia stato capace di tranquillizzarlo (?) ed ora sia rientrato sulla corsia preferenziale!

E ai sig.ri Borracci e Carucci, vorremmo chiedere: non sarebbe opportuno, dopo aver voluto prendere i meriti, rispondere a questo comunicato?

O preferite tacere e poi, se dovesse essere indispensabile, verrete fuori con un’altro documento dell’ultimo secondo per riprendervi i meriti di qualcos’altro?
Per concludere, ci piacerebbe sapere:
nel comunicato stampa pare evidente la volontà di sindaco e assessori di venire incontro alle esigenze dei cittadini dando “ segnale di vicinanza a tutti quei cittadini che hanno ricevuto gli avvisi TIA 2007/2010”!

A tal proposito ci vorreste gentilmente spiegare quale segnale abbia dato l’assessore assente al momento dell’approvazione della delibera per dimostrare la sua volontà?

Un sms, un mms, un nuovo stato sul suo profilo fb, una mail o cosa?

divertiti_________________________gli indignati

P.S.: siamo veramente imperdonabili!!! chiediamo scusa per la scarsa delicatezza! Vorremmo ufficialmente ringraziare a nome nostro e di tutti i cittadini palagianesi la nostra grande amministrazione nelle persone del Sindaco Tarasco e degli assessori Amatulli, Petrocelli, Cervellera, Mellone, per essere stati così sensibili da avvicinarsi alle esigenze di noi cittadini ed aver, in maniera del tutto arbitraria, SCAVALCATO UNA NORMA.

La commozione è tale da indurci a chiedere un ennesimo avvicinamento a noi cittadini: DIMETTETEVI IN MASSA E LASCIATECI LIBERI DI RIAPPROPRIARCI DELLA NOSTRA DIGNITA’ DI CITTADINI!

…tranquilli…le dimissioni non sono a sfregio di alcuna norma ma del tutto legittime!

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

10 pensiero su “PALAGIANO…il paese delle banane!”
  1. a me risulterebbe inoltre un’ altra cosa. Dato che il gestore della riscossione negli anni oggetto dell’accertamento era la Serveco, che riscuoteva e si autopagava il costo del servizio, il Comune non avrebbe alcun titolo per richiedere queste somme, ma solo la Serveco (che non lo può fare più in quanto ci ha lasciato dopo il saldo di tutte le sue competenze). Qualcuno che ha tempo, può investigare su questo?

  2. Giuseppe: noto, con sottile piacere, che gli “indignati” tornano sui propri passi; dopo aver affermato, con dovizie di notizie inutili, che l’anno di imposta Tia 2007 era, a loro dire, dovuta ( perche’ non prescritta), dopo la “lezioncina” affermano che , invece, e’ prescritta …l’importante e’ pentirsi e cio’ mi basta.
    Quanto, poi, agli altri inviti rivolti ai tre consiglieri credo che risponderanno loro; voglio solo rivolgere una domanda agli “indignati” ; perche’ non cominciate a fare i ricorsi contro questi avvisi pagamento ? Se volete vi do’ il ricorso gratis – al limite dovete solo anticipare le spese vive e di contributo unificato- e mi impegno anche a discuterli a Vs. nome unitamente a quelli che sto’ gia’ preparando ; lascio a voi la scelta —altimenti desistete

    1. Ne approfitto per chiederti pubblicamente se per caso puo’ interessarti la mia proposta per una rubrica tematica : “L’avvocato risponde”.
      Ovviamente non scherzo e parlo seriamente. Sono certo che i nostri utenti apprezzerebbero questo servizio.
      Purtroppo qui e’ tutto gratis e non posso nemmeno offrirti nulla se non una mangiata di carne ogni tanto e qualche cassetta di arance e clementine.
      Che ne pensi?

      Life.

    2. Salve sig. Giuseppe,
      solo gli stolti non ammettono i propri errori!
      Inizialmente eravamo convinti poi, dopo aver letto un post su fg (il suo?) che bene spiegava, ci siamo meglio documentati e ci siamo accorti che, riguardo la prescrizione avevamo confuso la Tia con la Tarsu. Non a caso non abbiamo replicato quando altri utenti sottolineavano l’avvenuta prescrizione del 2007.
      Detto ciò, apprezziamo tanto la sua volontà di mettersi a disposizione del cittadino ed appoggiamo la proposta di Life. Forse una rubrica dove poter essere liberi di esporre le proprie domande ed incertezze ad un legale, potrebbe aiutare quei cittadini che, timorosi di dover pagare “anche” una consulenza, preferiscono risolvere la faccenda subito e senza nemmeno sapere se abbiano realmente torto o ragione!
      Nel caso specifico del ricorso in Commissione Tributaria, non sarebbe male se lei, considerando che stia già preparando dei ricorsi nel suo studio, ne posti su palnet un fac-simile così che tutti possano usufruirne!
      Per quanto attiene il patrocinio gratuito , noi ci rendiamo conto che si tratti del suo lavoro per cui, non ci permetteremmo mai di chiederle tanto ma apprezziamo moltissimo la sua disponibilità per cui, se lei dovesse decidere in tal senso, noi cittadini, non potremo che esserle grati! Comunque sia, il fatto stesso di mettere a disposizione di tutti il ricorso, sarebbe già un aiuto molto importante!
      _________________________________gli indignati

  3. Giuseppe: x Life : mi spiace rifiutare la tua proposta per la rubrica tlematica ; non cerco pubblicita’, ne’ voglio fare consulenze gratuite ; ogni tanto, come gia’ avvenuto in passato per l’Iva sulla Tia, vado solo a prendermi qualche personale “sfizietto” nei confronti di chi dice ( a parole) di essere a favore dei cittadini di palagiano e, peraltro, si erge a ” giurista” creando danno ulteriore a quello gia’ fatto ( parlo di una istanza di autotutela assolutamente inutile ed anzi dannosa) al pari di altre iniziative assulatamente non concrete e.. con il tempo poi verra’ fuori anche la verita’ sul documento sottoscritto dai 3 consiglieri di maggioranza e minoranza ( Cifone.Borracci e Carucci, quali componenti della Commissione Bilancio ) e sulle motivazioni che li hanno spinto a sottoscrivere insieme, pur appartenendo a distinti schieramenti politici, detto documento ed altro.

    Invece, accetto volientieri la mangiata di carne ed ancora piu’ volentieri le cassette di arance ( se possibile sanguinelle) e clementine -Vedo che mi conosci bene Ciao

    1. E che fai? Rifiuti la collaborazione per una rubrica e accetti carne e agrumi??
      Uhmmm!! mi sa che a sto giro ho perso qualcosa!!!
      Vabbe’ facciamo cosi’, io metto a disposizione il mio vecchio forno a legna e la mia esperienza per le focacce alla “wampa!!
      Tu porti capretto e rosticciana fiorentina ( la chianina te la risparmio!)
      Al vino primitivo ci penseranno “gli indignati”,cosi potrò conoscerli anch’io.
      Per le arance e clementine non ci sono problemi, sono tutte rimaste sugli alberi, dovresti solo fare il “sacrificio” di venire qui a raccoglierle scegliendole una per una per via della gelata appena subita 3 giorni fa!

      Come vedi, la collaborazione attiva puo’ sempre portare a “buoni frutti”.

      Life.

  4. Giuseppe: x indignati: quando volete il ricorso potete recarvi presso il mio studio e sarò’ lieto di consegnarvelo e\o redigerlo di sana pianta per qualsiasi cittadino a ciò’ disposto; trattandosi di ricorsi individuali non credo corretto, da parte mia postare lo stesso; quanto,poi, alla pubblicazione di un fac simile non se ne parla proprio – io non ho mai detto di mettere a Vostra disposizione e\o di altri il mio lavoro ed impegno professionale , vi ho solo detto di mettere a disposizione dell’eventuale contribuente la mia professionalità’ rinunciando – e solo per questa volta- al mio compenso ed a condizione che siano anticipate le spese vive occorrenti .

    D’altra parte mi meraviglio di siffatta proposta proprio da voi che mi conoscete bene, come io conosco voi. Chissà’ che cosa vi abbia potuto far pensare di aver a che a fare con la fatebenefratelli ; almeno prendete esempio da Life .

    Inoltre, se studiate meglio vi accorgerete che continuate sempre a confondere Tarsu con Tia e\o viceversa.

    Sono vostro creditore di un ulteriore caffe’, oltre quelli che gia’ avanzo

    1. Bhè! Che dire!
      Ci spiace molto che lei abbia rifiutato l’offerta di Life anche se siamo più che certi che, scrivere su un portale, non necessariamente serva a farsi pubblicità; è più vera, invece, la seconda parte e cioè quella di dover fare consulenze gratuite! D’altra parte la sua risposta ne è prova evidente! Sa, molto probabilmente ci si conosce molto meno di quanto lei possa credere difatti, speravamo di parlare con qualcuno che, come noi, sarebbe stato pronto a venire incontro alla gente! Per questo le chiediamo scusa! Ci siamo sbagliati!
      Ci terremmo a precisare che nessuno di noi si erga a giurista! Qualcuno che invece avrebbe avuto le competenze giuste, non si è preoccupato più di tanto ad avvertire pubblicamente i cittadini della non correttezza delle cartelle!
      Per l’autotutela, le vorremmo far notare che le cartelle stesse menzionavano la possibilità di un ricorso nei primi sessanta giorni e questo, senza dover essere dei giuristi: bastava solo leggere! Ci piacerebbe poi tanto sapere, e lei potrà certamente esserci d’aiuto, quale possa essere il danno causato dallo stesso ricorso in autotutela!
      Se non commettiamo l’ennesimo errore, lo stesso ricorso, che non avrebbe comportato alcuna spesa, avrebbe potuto ovviare a quello in Commissione Tributaria considerando che il Comune, avrebbe dovuto rivedere le cartelle una ad una ed annullare le sanzioni (come in realtà, sempre se non ci sbagliamo, ha fatto).
      Danno provocato? Quello di non dover incorrere in ulteriori spese relative al succitato ricorso in Commissione Tributaria.
      Capiamo bene che questa sarebbe stata per molti un’opportunità di lavoro ma, che ci vuol fare…preferiamo alleggerire le spese ai cittadini!
      Altri danni causati da noi? Una serie di denunce per dimostrare “l’efficienza” di questa amministrazione ed un paio di risultati ottenuti. Ci spieghi un po’: chi è che avremmo danneggiato?
      Forse l’immagine pulita dei nostri politici?
      Per quanto poi attiene i tre firmatari della lettera all’Ufficio Tributi, non riusciamo proprio a cogliere cosa lei voglia dire:
      se nel primo post lei dice, come è giusto che sia se considera che noi ci riferivamo ai tre, che la risposta saranno loro a darla, nel secondo post pare voglia prendere in qualche modo le loro difese dando un anticipo di giustificazione al loro documento biparti-san. Non è che loro, per poter dare una risposta plausibile, avranno bisogno della consulenza di un legale?

      __________________gli indignati

  5. Giuseppe x indignati: gia’ qualche vecchio post avevo affermato di non rispondere a persone sconosciute ( ai molti) ; faccio una ulteriore eccezione per evidenziarvi che la differenza tra me e voi.

    Orbene, questa consiste nel fatto che io non intendo fare politica e , pertanto, se devo andare incontro alla gente e’ perche’ mi viene richiesto da persone da me conosciute e stimate .

    Ne consegue che i ricorsi collettivi li lascio alle associazioni di consumatori o a tutti coloro che vogliono impegnarsi nella poitica attiva, cosa che ormai non rientra, da un ventennio, nelle mie prerogative.

    Quanto al danno della vostra istanza in autotutela lo stesso, oltre che in re ipsa, risiedeva nella circostanza secondo cui non avete avvertito coloro che avessero deciso di presentarla che la sua produzione, comunuqe, non avrebbe sospeso i termini del ricorso che, anche oggi ed a mio parere, sono e rimangono quelli di 60 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di accertamento e cio’, nonostante il recente manifesto affisso dalla Amministrazione.

    Per la eventuale risposta da parte dei tre consiglieri vi consiglio di eliminare qualsivoglia elucubrazione mentale; ho solo detto “Quanto, poi, agli altri inviti rivolti ai tre consiglieri credo che risponderanno loro”…e identicamente ripeto oggi; se non vi rispondono, non ve la prendete con me.

    XLIFE: – Dopo le offerte mangereccie che mi hai rivolto, mi appare alquanto difficile rifiutare la tua cortese e gentile proposta; pertanto, se il presupposto e’ quello, aderisco al Tuo cortese invito ad una condizione; fatti promotore presso gli altri Colleghi che intendono, anche loro, aderire all’ iniziativa in forma , ritengo, strettamente ANONIMA nei pareri eventualmente a rendersi .

    Nondimeno, sono convinto della inutilita’ di queste forme di consulenza, cio’ perche’, per lo piu’, trattasi sempre di pareri generici ( ed ormai internet e’ intasato di vari link in tema) e, come tali, mai adeguati allo specifico caso concreto con la conseguenza che, a volte, potrebbero anhe essere errati e\o fuorvianti.

    L’altra condizione, personale ed imprescindibile, e’ la focaccia alla vampa il sabato mattina, al vino ci penso io -Ciao

Lascia un commento