Amministrative 2012,  Palagiano,  Politica,  PRC

PER FAVORE, NON CHIAMATELO CENTRO-SINISTRA!

 

Ci riferiamo, ovviamente, a quella “coerente” coalizione messa in piedi a Palagiano dal duo Ressa-Scalera, definita dai media di centrosinistra, anche in occasione della presentazione del candidato-sindaco alla presenza di Rocco Buttiglione! Perché questa non è una coalizione di centrosinistra, ma una aggregazione di centro-destra: e non a caso Buttiglione non l’ha mai pronunciata quella definizione, mentre il segretario regionale UDC Sanza ha usato la circonlocuzione furba, quanto ingannevole, dell’“incontro tra moderati di ispirazione cattolica e i moderati progressisti della sinistra”!

Dunque, per favore, per una corretta e puntuale rappresentazione dello scenario politico, nel rispetto del diritto degli elettori ad una giusta consapevolezza, non lo si definisca più centro-sinistra.

 

Nel merito, poi, è davvero un “laboratorio politico importante”; anzi, più correttamente lo ha definito l’on. Buttiglione, un “esperimento” importante: somiglia molto, infatti, agli esperimenti che stanno conducendo  biologi e genetisti, i quali tentano di far rivivere un Mammut, partendo dall’introduzione del suo DNA fossile  in una cellula attuale….! E Buttiglione che, com’è noto, è uno dei più integralisti avversari della fecondazione assistita, anche in barba al desiderio di maternità della coppia legittima, se ne deve essere accorto (persino lui!), visto che ha subito avvertito la necessità di “selezionare per ri-costruire una buona classe politica dirigente”. Ovviamente, lui che non può essere un darwiniano (per le stesse ragioni di cui sopra), non si riferiva alla “selezione naturale” (perché quella i cittadini l’hanno fatta nel corso di questi anni con il loro giudizio morale e politico); ma all’accurata scelta che è stata fatta per far ri-vivere la sua amata “balena bianca”, seppur con qualche restyling. Si sarà guardato intorno e, tra lo scudo crociato di Scalera, l’API di Tagariello, l’UDEUR di Cinieri e la ciliegina di IO SUD della Poli Bortone appena tornata agli “amorosi sensi” con il PDL di Fitto, e con tanti veri moderati centristi nel PD,  si sarà reso conto che l’esperimento è ben riuscito e, così, si è subito sentito….. a casa!  

Altro che “laboratorio politico che può avere un significato”!  Qui si tratta esclusivamente del più retrivo “retro-bottega” della politica, di cui il PD porta tutta la responsabilità. Come avevamo per tempo denunciato, in quel Partito vi è ormai una deriva  moderata (se non conservatrice)  ed opportunistica irrefrenabile. Ed anche questo dovrà essere valutato dagli elettori, soprattutto della Sinistra.

 

Noi vogliamo ringraziare pubblicamente l’on. Buttiglione: la sua venuta a Palagiano e le sue parole ci hanno rafforzato ancor più (se ce ne fosse stato bisogno) nella convinzione che è nostro dovere, morale e politico, offrire una possibilità alternativa alle cittadine ed ai cittadini di Palagiano, a tutti coloro che, al di là delle alchimie politiche degli apprendisti-stregoni, credono ancora in una passibilità di riscatto, in un vera Politica pulita, trasparente, coerente, che guardi davvero alle future generazioni e nongià al proprio futuro! E ancor più, a questo punto,  avvertiamo l’inderogabile necessità di dover dare rappresentanza alle legittime aspirazioni al cambiamento della Sinistra.

 

Preneste Anzolin

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

5 commenti

  • kouros

    Non chiamatelo centro-sinistra, ma, per favore, non chiamatelo manco centro-destra!
    Un mostro politico da vero film dell’orrore, questo è..! Spaventoso solo al pensiero, da brividi.. Spero che dopo il 6 maggio p.v. resti ben poco di questa orribile creatura.
    Bye!

  • mimmoforleo

    Non condivido nel modo più assoluto la distinzione, artificiosa, tra destra e sinistra che Anzolin cerca di introdurre allo scopo di definire come non di centro-sinistra l’alleanza tra Scalera e Ressa. Sarebbe invero difficile reperire una qualsiasi dichiarazione rilasciata dai due che non sia abbastanza coerentemente inscrivibile nel perimetro del centro-sinistra.

    Ben diverso aspetto la vicenda assumerebbe se Scalera o Ressa avessero definito la loro alleanza “di sinistra”. In quel caso, e solo in quel caso, Anzolin avrebbe ragione nel definire “furbi”, oltre che Buttiglione, anche Scalera e Ressa.

    È peraltro interessante osservare l’argomento al quale Anzolin è costretto a ricorrere per illudersi di avere ragione. Non potendo attaccare quell’alleanza sotto il profilo politico-economico, si rivolge al darwinismo e si assume il compito di rilasciare patenti di appartenenza al pensiero “laico”, che sarebbe di sinistra, e “non laico”, che sarebbe ovviamente di destra. Qualcuno avvisi Tito che la dottrina sociale della Chiesa, per quanto anti-darwinista, è perfettamente compatibile col programma economico della sinistra.

    Serve poi a poco affermare anche che IO SUD sarebbe di destra. Anzolin è politicamente più avveduto di Ressa (o almeno lo credo ancora) e mi meraviglia il fatto che si riduca a prendere a prestito da questi il presunto teorema della “naturalezza” delle coalizioni. Tale teorema Ressa ha provato ad utilizzarlo con scarsi risultati al tempo della vecchia “Insieme per Palagiano”, ma Ressa è stato costretto a farlo suo per evitare che emergessero due cose: l’avvenuta presa di distanze dal suo metodo amministrativo da parte di due forze di centro-sinistra e la condizione in cui ha ridotto il bilancio comunale, che è talmente malmesso da consentire solo ai sognatori ad oltranza di credere che nella prossima consiliatura sarà possibile dispiegare politiche di sinistra o di destra. Sarà già un miracolo se non si andrà diritto verso il dissesto nella prossima consiliatura, altro che destra e sinistra…

    Mimmo Forleo

    • Alessandro Granata

      condivido il commento del COMPAGNO MIMMO AL COMPAGNO ANZOLIN . Aggiungo qualcosa circa le parole untilizzate da fiascone a sostegno della candidatura di TARASCO,parole o pensieri o frasi di circostanza…anche il compagno ANZOLIN invitato a sostenere un candidato x y z , di suo gradimento, avrebbe messo insieme dieci frasi per dire che la scelta E’ QUELLA GIUSTA .

Lascia un commento