Palagiano

PRIMA GARA DI PENTATLON A PALAGIANO: una prova di efficienza organizzativa

 

 

 

Domenica 29/07/2012 a Palagiano si è svolta la prima gara di pentatlon.
Specialità:
cavalcata, esibizioni scuola di ballo “learning to dance”, esibizione palestra “body center”, strapalagiano by nigth, festa della birra.

Mai a Palagiano si sono unite in un’unica serata cinque manifestazioni sportive e non.
La cosa spettacolare è stata vedere che , ad un certo punto, i cavalli hanno cominciato a danzare, i ballerini a galoppare mentre i panini e la birra correvano dietro agli atleti che gareggiavano a ritmo di rumba! Insomma un vero caos!

Tutto ciò per dire che non si può offendere l’intelligenza della gente di Palagiano organizzando in maniera così caotica una serie di eventi che con un po’ di buon senso si sarebbero potuti distribuire in giorni diversi lasciando a tutti la possibilità di parteciparvi.
Cosa ancor più assurda è successa quando, durante l’esibizione della palestra “body center”, gli organizzatori della strapalagiano hanno ritenuto doveroso interrompere per fare una doccia con la birra ai vincitori della corsa. Sarebbe costato molto aspettare un po’?

Cosa ancor più grave viene dal fatto che una delle gare fosse patrocinata dal comune ( con delibera sconosciuta, visto che nessuno renda chiaro motivazioni ed importo attribuito alla manifestazione – ma su questo ci riserviamo un altro articolo). Una precisazione solo ci viene di fare sul contributo economico da parte dell’amministrazione.
Scrollato di dosso il peso della manifestazione con una cifra x, nessuno ha ritenuto ne opportuno né necessario essere lì a rappresentare il Comune.
L’unica cosa alla quale bisogna dare atto sta nella presa di coscienza dell’organizzatore della cavalcata ( sig. Iacobino) riguardo al fatto che la manifestazione non fosse andata del tutto bene!

Ora noi, non per essere i soliti puntigliosi, ma vorremmo rivolgere una domanda alla quale lasciamo liberi di rispondere chiunque ritenga opportuno farlo:
pur volendo scaricare parte della responsabilità a chi in amministrazione gestisca gli eventi, non sarebbe stato opportuno un incontro tra le varie associazioni per stabilire meglio il tutto senza cercare di pestarsi i piedi a vicenda? La cosa non avrebbe giovato soprattutto alle stesse?

Sig. Domiziano, noi la stimiamo molto e non ce ne voglia se le diciamo che, per noi, fare associazionismo sia una cosa positiva, ma farla costi quel che costi, no.
Le associazioni, a parere nostro, dovrebbero parlare, confrontarsi e perché no, anche scontrarsi su posizioni differenti e, almeno in questo caso, ciò non è accaduto.
Quello che si è fatto è stato solo danneggiare se stessi e la propria associazione.
La stessa idea della doccia con la birra, non era affatto male ma sarebbe stata molto più coinvolgente se l’attenzione degli spettatori fosse stata rivolta solo ad essa e invece, la gente era distratta da tanti eventi e non è riuscita a godersene nemmeno uno.

Detto ciò, vogliamo però chiudere con una nota positiva che ci ha riempito di gioia.
E’ tornata una stella!
Noi non sappiamo se il sig. Francesco Scialpi legga questo portale ma non possiamo esimerci dal dirlo:
sig. Francesco Scialpi, vederla ballare ci ha dato i brividi come succedeva tanti anni fa!
E’ rientrato alla grande sotto i riflettori e le auguriamo di cuore, che la vita le riservi tutto quello che lei sogna!
Noi intanto sappiamo per certo che la strada da lei intrapresa sarà segnata da una serie inesauribile di successi a fianco di sua sorella.

Auguri e complimenti. Noi, gli indignati tutti, siamo con lei!

_______________gli indignati

14 commenti

  • tryax

    Per quanto riguarda Francesco, è stata davvero una gioia immensa vederlo ballare… per il resto… bè solo un schifo colossale (brutta parola ma doverosa)… la doccia di birra poi… che cafonata!!!!!!

  • ciccioserra

    ritengo incredibile che una delle più importanti manifestazioni dell’estate palagianese, che ha visto partecipare anche cittadini di altri comuni limitrofi, non abbia goduto del credito dovuto con la presenza di un rappresentante( il sindaco o quantomeno il delegato allo sport, dato che l’assessore non esiste)dell’amministrazione. durante la cerimonia di premiazione della gara podistica,avendo seguito in prima persona gli avvenimenti della serata dall’inizio, mi sono recato (su richiesta) a premiare uno dei vincitori in qualità di presidente della commissione cultura,istruzione e sport.penso fosse il minimo dovuto, quantomeno per manifestare la vicinanza della politica a tutte le persone che si sono fatte in quattro per dare a questo comune lustro e pubblicità agli occhi dei comuni vicini. la politica si tolga il cappello dinanzi a tanta iperattività dell’associazionismo. che, ancora una volta, le ha dato una bella lezione di come si ama il proprio territorio.
    francesco serra.

    • gli indignati

      Salve sig. Ciccio Serra,
      ci consenta, ma riteniamo doverosi alcuni chiarimenti.
      La prima parte del suo discorso non fa una grinza e possiamo sostenere di essere pienamente d’accordo con lei…la seconda però, sempre secondo noi, presenta delle inesattezze!
      Sig. Serra, come siamo certi che l’associazionismo non vada fatto ad ogni costo, così siamo altrettanto convinti che l’opposizione non vada fatta per partito preso; ci spieghiamo meglio:
      che la nuova amministrazione sia inesistente è ormai chiaro ed evidente all’intera comunità palagianese (bene ha fatto lei ad essere presente) e di questo ne saranno anche consapevoli le associazioni che, proprio per conseguenza a ciò, si sarebbero dovute organizzare per colmare tali carenze.
      Che le associazioni ben facciano ad organizzare eventi nel proprio territorio è fuori di dubbio, ma che lo facciano in maniera caotica e confusionale come ieri sera, allora no!
      Lei ritiene corretto interrompere una manifestazione per farne continuare un’altra? Non pensa che sarebbe stato più bello per tutti organizzare un evento per serata? Dov’era l’urgenza di organizzare tutto in un’unica occasione? L’estate dura tre mesi!!!
      Sig. Serra, la sua opposizione, così come la nostra indignazione, dovrebbe essere costruttiva e per fare ciò, andrebbe denunciato quanto di inesatto e scorretto accada nel nostro paese e chi meglio di noi indignati può sostenerlo!
      Un esempio? Quando abbiamo trattato il tema della pubblica illuminazione, non ci siamo limitati a lanciare la palla e basta, aspettando che qualcuno si interessasse al caso ma abbiamo attraversato l’intero paese e segnalato le vie prive di illuminazioni. Oggi noi siamo quasi orgogliosi perchè stiamo notando che, pian piano, le vie si stiano illuminando e, quando avremo accertato che neanche una singola lampada sia stata trascurata, non esiteremo a darne atto, indignati o no!

      Con stima___________________gli indignati

  • ciccioserra

    cari indignati, anch’io mi rivedo nel vostro intervento e perdipiù vi dico che secondo me è anche frutto di un’amministrazione disinteressata che si limita solo a dare il logo del comune “in prestito” disinteressandosi finanche di spalmare gli eventi durante tutto il periodo estivo..che, va sottolineato, si sta animando solo grazie alla buona volontà di associazioni e commercianti.. in ogni caso sono indignato anche io, un abbraccio. ciccio serra

  • sunrise

    IL CAOS PIù TOTALE!Quello di ieri è l’emblema della confusione che regna in questo periodo a Palagiano(ora più che mai mi vien da dire!). Ci sarà forse bisogno di qualcuno che coordini il tutto?!Beh, mi sembra sia arrivato il momento!

  • alis

    Ok, cattiva organizzazione. L’errore è stato commesso dagli organizzatori. Le critiche costruttive aiuteranno per la prossima volta.
    Però…forse dovremmo concentrare la nostra attenzione sull’inesistente “estate palagianese”…
    L’amministrazione cosa ha messo su? Cosa propone alla cittadinanza?
    Mi guardo intorno e vedo il vuoto.
    E, allora, per uscire, per cercare qualcosa di meglio, son costretta a prendere la mia auto e ad andare in altri paesi. Nel barese, precisamente ad Acquaviva e a Putignano, in due settimane ci son stati due concerti in piazza, uno di Gazzé e l’altro di Cristicchi. A Palagiano l’ultimo concerto sarà stato quello dei New Trolls…
    Se qualcosa si fa, bisogna ringraziare i commercianti e le associazioni. Ma l’amministrazione dov’è???
    Stiamo toccando il fondo…

  • Angela

    Cari indignati..non ho assistito agli eventi di ieri sera ma prendo per buona la descrizione che ne fate..se qualcuno non lo sapesse oppure non lo ricordasse, sono passati almeno 5 0 6 anni dalle ultime riunioni (poche per la verità tre/quattro) in cui si tentò con l’Amministrazione, di creare la Consulta delle Associazioni..ricordo che eravamo in parecchi e che ci fu pure un embrione di organizzazione…poi non si è mai capito perchè tutto fu risucchiato nel fatidico buco nero…
    Ora finchè a Palagiano non si capisce che le Associazioni vanno incentivate e non “cavalcate” e finchè non si capisce che costituiscono una vera risorsa di idee, energie,di progettualità; finchè non ci si libera di concetti miopi come Associazioni amiche e non; finchè non si avrà la reale volontà politica di dare gambe e riconoscimento alle attività le Associazioni, esse saranno considerate ne più ne meno che alla stregua di un dopo-lavoro di altri tempi. E..scusate mi viene in mente Cettolaqualunque…non avremo capito una beata…
    Saluti Angela S

  • vincenzo

    cari INDIGNATI purtroppo tutto ciò che si cerca di creeare a PALAGIANO si critica, ma le critiche spesso come fanno gli uomini con un po di intelletto, cercano di captare gli errori eventuali emigliorarsi.
    considerando che le associazioni organizzatrice hanno lavorato senza alcun sostegno Amministrativo… e sicuramente peccano di esperienze , porgono agli INDIGNATI di avvicinarsi alle associazioni per dare un contributo materiale ed organizzativo.
    GRAZIE ATUTTI PER I COMMANTI .-ci aiuteranno acrescere

  • Michele

    Vincenzo tu dici senza sostegno amministrativo? La podistica di Iacobino e co. li ha presi i soldi dal comune. 700 euro per la corsa e la doccia di birra. E poi sempre gli amici degli amici hanno preso 2.300 euro per la mangiata nel centro storico di Palagiano??? quelli erano i soldi disponibili e quelli sono stati dati. Perchè solo a loro non si sa e fanno bene gli indignati a chiedere perché. Grazie.

    • vincenzo

      bhe dici settecento euro li ha dati l amministrazione all associazione? se lo accerti si puo denunciare il fatto e capirne le modalita di emisione di denaro … visto che lo asserisci in modo sicuro, le cose dette vanno provate ed in caso contrario???? le scuse sarvirebbero a ben poco

  • Michele

    Ho sentito parlare di questa somma o molta vicina a questa somma e perchè dobbiamo denunciare? Il comune ha deciso di contribuire e ha contribuito mica ha commesso una cosa illegale. Io dico solo che non si puó dire che non ha avuto il sostegno dell’amministrazione. Gli indignati li hanno elencate le delibere con i numeri e le date. Quella senza la dicitura dei soldi avuti e quella di quasi 700 euro. Prima dicono che non ci sono i soldi e poi i soldi li danno solo agli amici. Questo é una vergogna.

    • Antonio Cuofano

      I sottoscritti, componenti del direttivo dell’Athletic Team Palagiano, intervengono in questa discussione per esporre circa le situazioni che ritengono denigratorie per l’ associazione. Quali dirigenti abbiamo collaborato, insieme a tutti i soci, all’organizzazione della gara podistica in tutti i suoi aspetti e, pertanto, crediamo di conoscere bene gli aspetti che riguardano la serata del 29 luglio scorso.
      Ma cominciamo per ordine, ovvero dalla questione della sovrapposizione delle manifestazioni .
      Già prima dello svolgimento della manifestazione podistica del 15 aprile 2012 (22^ Strapalagiano) furono sondati molti appassionati di running circa il loro gradimento a partecipare ad una versione estiva/serale della Strapalagiano. L’entusiasmo nell’avere un nuovo evento in paese ci animò, tant’è vero che al termine della manifestazione primaverile già esibimmo il manifesto della futura gara estiva.
      Dopo qualche settimana, eravamo nel mese di maggio e quindi vicini alle nuove elezioni amministrative, cercammo di stabilire una data che non si accavallasse con altre gare podistiche alle quali gli associati puntualmente partecipano, ovvero con altre manifestazioni nell’ambito del nostro paese.
      Ma mentre le gare podistiche erano tutte puntualmente indicate sui vari siti specializzati, le manifestazioni del nostro Comune non erano per niente palesi, sicuramente per il particolare momento politico. Fu quindi contattata informalmente l’amministrazione comunale (ed altre associazioni quali Luce & Sale e Slow Food) per evitare la sovrapposizione di eventi. Si decise quindi di far correre i palagianesi la serata del 29 luglio e iniziammo a diffondere la notizia tra coloro che ci chiedevano in merito.
      Dopo l’insediamento della nuova amministrazione, e con la nostra macchina organizzativa già in moto, al momento di formalizzare la manifestazione con i vari organismi comunali, veniamo a conoscenza che in quella data era stata già autorizzata una manifestazione equestre.
      Contattiamo gli organizzatori dell’altra manifestazione e, in perfetto accordo, si conviene nello svolgimento in successione, e nella stessa serata, di entrambi gli eventi.
      Il 29 luglio , durante i preparativi, veniamo a conoscenza dello svolgimento di una manifestazione di ballo in concomitanza con la nostra gara; ma con un po’ di buona volontà anche lì abbiamo condiviso gli spazi ed i tempi con gli altri organizzatori.
      Passiamo ora ai fondi che sono stati abbondantemente elargiti da parte dell’Amministrazione Comunale.
      In anteprima informiamo che l’entità della somma con la quale il Comune ha patrocinato la manifestazione con la compartecipazione alle spese di 250 euro + iva (delibera n. 120 del 20/07/2012). Tale importo non è stato corrisposto all’Athletic Team Palagiano, bensì è stato pagato il costo (DIRETTAMENTE DAL COMUNE ALLA TIPOGRAFIA) dei manifesti e delle locandine che tutti hanno visto in giro per il paese: nulla, e ripetiamo nulla, è entrato nelle casse dell’Athletic Team.
      Per quanto concerne il bilancio comunale, a nostro avviso, il rientro della somma elargita è sicuramente compensato dal maggior gettito fiscale riveniente dai superiori introiti delle attività commerciali che si affacciavano sull’evento.
      Con queste parole non vogliamo giustificarci delle accuse che ci sono state mosse, e che rimandiamo agli anonimi mittenti con la nostra più grande indifferenza, ma interveniamo in modo chiaro per far conoscere la nostra filosofia che è quella di diffondere lo sport, come stile di vita, nel modo più capillare possibile, indipendentemente da “finanziamenti pubblici”, “connivenze politiche” o l’essere amici degli amici.
      Coloro che ci accusano falsamente, coloro che cercano di deridere i nostri sforzi nel rendere diversa una qualunque domenica paesana, celandosi dietro l’anonimato, forse non ha mai fatto parte della grande famiglia dell’associazionismo, quello vero, quello che non paga con monete e banconote, ma con la soddisfazione di raggiungere gli obiettivi prefissati.
      In conclusione il nostro consiglio agli anonimi delatori che vogliono infangare la nostra associazione, è quello di informarsi (anche presso di noi) di tutto ciò che li incuriosisce (gli assicuriamo il più completo anonimato) oppure può presentarsi, come tanti hanno fatto, alle nostre uscite di gruppo che si tengono ogni giovedì sera per le strade di Palagiano, o partecipare (naturalmente in modo gratuito come tutti facciamo) all’organizzazione dei nostri eventi .
      Raffaele Iacobino
      Salvatore Pulimeno
      Michele Giammanco
      Antonio Cuofano
      Angela Scialpi
      Vincenzo Pugliese

Lascia un commento