Il 30 gennaio scorso, ormai stanchi di aspettare e per sollecitare l’esecuzione dei lavori urgenti di rimozione delle falde di copertura del tetto contenente amianto, oltre che di lavori di messa in sicurezza e risparmio energetico per un importo complessivo di € 715.000,00 al plesso “G. Rodari”, così come deliberato dal Consiglio d’Istituto, rivolgevamo una lettera aperta al Presidente del Consiglio, al Ministro della P.I. ed ai Parlamentari della provincia jonica.

 

Abbiamo ricevuto tempestivamente il riscontro dell’On. Donatella Duranti, a seguito del cui intervento la Ministra Stefania Giannini, per il tramite del Capo della sua Segreteria ha risposto in data 27 gennaio u.s.

 

Riteniamo, per questo, doveroso dare atto e ringraziare pubblicamente l’On. Duranti per il suo interessamento.

 

Nel contempo, non possiamo non denunciare tutto il nostro sgomento e l’indignazione, nel leggere le motivazioni indicate nella nota del Ministero e precisamente: “dai controlli effettuati dalla Direzione competente per interventi in materia di edilizia scolastica, è risultato che il Comune di Palagiano non ha mai inviato al MIUR la profilatura del RUP (responsabile unico del procedimento) nonostante la Direzione suddetta abbia proceduto più volte all’invio sia delle linee guida, sia della scheda di profilatura….” . Inoltre “… come previsto nella delibera CIPE del 30 giugno 2014, nonché nelle linee guida allegate e inviate a tutti i Comuni, il mancato inizio dei lavori non può essere addebitabile al MIUR, in quanto è espressamente previsto che il finanziamento del Ministero viene erogato sulla base agli stati di avanzamento dei lavori e non in anticipazione. Pertanto, occorre iniziare i lavori per poter ottenere il rimborso delle somme.”. “Si evidenzia inoltre, che il Comune ha anche presentato ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispetto al quale la Direzione ha risposto che non esiste una materia del contendere in quanto nessuno ha mai negato al Comune il finanziamento, ma è necessario che il Comune si adegui alle regole di rendicontazione e avvii i lavori per ottenere i pagamenti sulla base dei relativi SAL.”

 

Non ci interessa, in questa sede, sapere se ci sono delle responsabilità; certo non possiamo non rilevare che con appalto aggiudicato in via definitiva nel dicembre 2014, LAVORI NON SONO MAI INIZIATI e con il rischio di perdita del finanziamento.

 

Ci interessa, invece, e lo chiediamo con forza e determinazione, che l’Amministrazione Comunale ADEMPIA IMMEDIATAMENTE ai suoi obblighi e si proceda alla consegna dei lavori!

 

 

Il Consiglio d’Istituto riunito in data 28 gennaio, ha altresì preso positivamente atto dell’avvenuta pubblicazione della delibera con cui la Giunta Comunale ha stabilito di variare la destinazione urbanistica dei lotti adiacenti all’edificio scolastico “G. Rodari” per la realizzazione del nuovo padiglione destinato ad ospitare le classi della Scuola Secondaria di 1° grado di questo Istituto. Si tratta di un primo importante risultato dell’impegno di 3 anni del Consiglio d’Istituto e del Comitato dei Genitori.

 

Chiediamo ora che, nella prossima seduta del Consiglio Comunale, coerentemente con l’impegno assunto dal Sindaco e dalla Delegata alla P.I., venga definitivamente deliberata la variante urbanistica con il vincolo dei lotti ad EDILIZIA SCOLASTICA ed il conseguente incarico tecnico per la redazione del Progetto.

 

 

  1. Il Consiglio d’Istituto          

Il Presidente                                                                             Il Dirigente Scolastico

Sig. Michele DIPERSIA                                                                  Prof. Preneste ANZOLIN

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento