Amministrative 2012,  Palagiano,  Politica,  Turismo

Programmi a confronto. Il Turismo.

Tarasco Sindaco

4. TURISMO

 

4.1 Realizzazione, a Marina di Lenne, di punti di ormeggio per le imbarcazioni attraverso finanziamento terzi.

4.2 Redazione del Piano comunale delle coste.

4.3 Piano di riqualificazione per Chiatona : delocalizzazione parcheggi;decongestionamento traffico veicolare; riassetto lungomare; passerelle pedonali; piazze verdi.

________________________________________________________________

Cervellera Sindaco

Viaggiare a Palagiano!

Forti della tradizione di accoglienza della nostra terra, delle meraviglie naturali che abbiamo da offrire e della straordinaria varietà enogastronomica, crediamo che il turismo insieme all’agricoltura rappresenti la potenzialità di sviluppo economico più forte per il nostro Comune.

Perché Palagiano possa intercettare una domanda turistica in forte evoluzione , dobbiamo metterci all’opera per colmare le lacune strutturali che ci hanno

sostanzialmente isolato dai flussi turistici che pure coinvolgono i centri limitrofi e la nostra Regione, relegandoci agli ultimi posti di qualsiasi classifica in questo settore.

Per questo l’Amministrazione Comunale dovrà incrementare le strategie di sviluppo del settore realizzando politiche di sostegno all’imprenditoria locale e di promozione della nostra città.

Per fare questo occorrerà creare un’immagine turistica nuova del nostro

territorio attraverso la realizzazione di un progetto complessivo di riqualificazione commerciale e di manutenzione straordinaria degli arredi e dei parchi pubblici, capace di valorizzare la vivibilità e l’accoglienza tipiche di Palagiano.

Palagiano dovrà diventare una città che costruisce il suo futuro nel mondo anche grazie ad un nuovo rapporto tra città, agricoltura e alimentazione.

Le nostre proposte per il turismo sono:

Riformulazione e potenziamento del sito web istituzionale del Comune di Palagiano con particolare riferimento alla costituzione di una sezione specificatamente dedicata alla promozione turistica ed enogastronomica del nostro territorio;

 

Creazione di aree parcheggio al di fuori della zona protetta per decongestionare dal traffico le località di Marina di Chiatona e Pino di Lenne. Infatti, per quest’ultima vogliamo ripristinare i “valori naturalistici e paesaggistici, minacciati (…) dalla recente realizzazione di un ampio parcheggio a ridosso della spiaggia” (pag. 25, Piano paesaggistico territoriale regionale Puglia);

 

Creazione sul fiume Lenne di un’area destinata al varo ed all’alaggio degli scafi nel pieno rispetto ed in armonia con i vincoli paesaggistici ed ambientali vigenti.

Predisposizione di un piano integrato comunale per destagionalizzare e delocalizzare l’offerta turistica favorendo l’accesso al turismo in tutti i mesi dell’anno e sull’intero territorio comunale, stabilizzando, di conseguenza, i lavoratori del settore.

 

A questo proposito, intendiamo incentivare la diffusione di strutture ricettive alberghiere, del tipo B&B e agriturismi, per la valorizzazione dei nostri prodotti agricoli e del territorio. In particolare vogliamo realizzare una rete turistica che riqualifichi le numerose case coloniche presenti nella nostra campagna;

 

Organizzazione di eventi culturali di richiamo regionale e nazionale finalizzati all’arricchimento della proposta turistica per compensare le storiche carenze strutturali e programmatiche del nostro territorio;

 

Convenzione con l’Ente Riserva Naturale Biogenetica Stornara di pino d’Aleppo, per aumentarne la libera fruizione da parte dei Palagianesi.

__________________________________________________________________________

 

Serra Sindaco

 

Turismo

Vista la situazione economica in cui versa il Comune e lo stato di crisi in cui sembra essersi inceppato il Sistema Italia, sarebbe gravemente illusorio indulgere in vasti programmi di sviluppo del turismo.

Per forza di cose oggi ci si deve “accontentare” di rivalorizzare (meglio sarebbe dire “valorizzare”, atteso che ad oggi non è stato fatto nulla) l’esistente.

Questo significa puntare tutto sullo sviluppo delle nostre zone marine (Chiatona e “Venti”) e su iniziative aventi carattere culturale in grado di richiamare appassionati e visitatori.

Le Marine

– Chiatona e Venti hanno bisogno di essere decongestionate dal traffico automobilistico.

L’ottimo, in tal senso, sarebbe la nascita di due parcheggi-auto prima e a ridosso della zona urbanizzata (Chiatona) e della zona a pineta (Venti).

 

Tale soluzione sarà possibile realizzarla delegando a privati l’onere della costruzione di tali parcheggi e, nel contempo, affidando loro l’attivazione di bus-navetta capaci di convogliare verso il litorale bagnanti e visitatori.

 

Questa soluzione, oltre ad eliminare il rischio sanitario derivante dagli ingorghi automobilistici che si creano in estate, libererebbe Chiatona e Venti dal traffico a motore.

 

Ciò avrebbe ripercussioni positive sia sull’ambiente che sul potenziale commerciale delle due località, uniche nella zona a poter offrire una soluzione di questo tipo.

 

Si chiama ” diversificazione dell’offerta” ed è l’unica soluzione capace di rendere una località concorrenziale rispetto a quelle, simili, disseminate lungo lo stesso tratto di costa.

 

Chiatona, che è già dotata di unità abitative, si trasformerebbe così in polo attrattivo per le attività commerciali, mentre Venti, in cui esiste già una discreta attività di pesca sportiva , potrebbe trasformarsi in centro di richiamo per gli appassionati di tale attività.

Sarebbe sufficiente dotarla di poche ma essenziali strutture necessarie al trasbordo in acqua e dall’acqua delle imbarcazioni.

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento