fonte: http://puglialive.net/

Approvato, dall’assise provinciale, l’ordine del giorno presentato dal consigliere Pd, Vito Cassano e condiviso dall’intero gruppo provinciale, avente ad oggetto le problematiche conseguenti la calamità alluvionale che ha colpito i territori di Ginosa e Castellaneta nel marzo scorso.

L’ordine del giorno, che gode del sostegno dell’intera giunta provinciale e del suo presidente, Gianni Florido, sostegno peraltro manifestato durante questi nove mesi dalla presenza costante sulla problematica dell’assessore Marta Teresita Galeota, è stato approvato proprio mentre dal Dipartimento centrale della Protezione civile veniva diffusa una nota stampa che denuncerebbe la scarsità delle risorse statali necessarie all’emissione dell’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la Puglia.

Alla luce della delicatezza del momento e in relazione a queste dichiarazioni, diventa fondamentale l’impegno delle Istituzioni nel tenere alta l’attenzione sulla problematica.

Di seguito, l’ordine del giorno così come approvato in Consiglio Provinciale durante i lavori consiliari odierni: “Considerato che nel Marzo 2011 le zone di Marina di Ginosa e Castellaneta sono state interessate da una forte alluvione che ha assunto con il passare dei giorni la fattispecie di calamità.

Visto che le comunità interessate da subito hanno richiesto un pronto intervento alle istituzioni in quanto i danni causati dal maltempo hanno determinato situazioni di estremo disagio sia abitativo, infrastrutturale ed economico.

Considerato che l’amministrazione Provinciale da subito è stato attiva rispetto alle istanze che provenivano dai territori e comunità colpite, coordinando le prime iniziative tecniche e supportando quelle politico/istituzionali.

A fronte di questo stato di disagio la provincia di Taranto si è attivata attraverso il Finanziamenti di euro 30.000 come parziale sollievo.
Vista la pronta richiesta da parte delle amministrazioni locali (comune di Ginosa ,Castellaneta e la Provincia di Taranto) presso gli enti preposti alla verifica delle possibilità di sollievo per i cittadini e le aziende.
Vista la giusta azione mossa da parte del comitato “Difendiamo le Terre Joniche” che ha avuto il merito di tener sempre alta l’attenzione delle istituzioni.

Rilevato attraverso una stima di massima che i danni subiti ammonterebbero ad oltre 80milioni di euro.
Trascorsi ormai nove mesi dal tragico giorno, si evidenzia la necessità impellente da parte della regione Puglia e del Governo nazionale di un pronto e concreto intervento strutturale.
Per queste ragioni il Consiglio Provinciale determina:

1) di dare indirizzo alla giunta Provinciale affinché si faccia promotrice di una iniziativa a tutti i livelli per la verifica di fattibilità di un intervento sui territori colpiti.
2) Di dare mandato al presidente della Provincia di Taranto, dott. Gianni Florido, per la richiesta di convocazione di un tavolo tecnico STATO/REGIONE, al fine di ottenere l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri di nomina del Commissario così come già ottenuto dalla Regione Basilicata”.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento