PP354YU[1]

8-9 febbraio 2013, ore 20.30, il teatro Wojtyla è pronto per il secondo spettacolo della rassegna professionisti “W. 2013”, organizzata dall’associazione socio-culturale Luce&Sale in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Marco Cavallaro, co-regista dell’ultima commedia L&S “Pensione tre parrucche”, dopo aver portato a Palagiano “Una volta nella vita” e “Pericolo di coppia” torna a farci ridere con “Cheek to cheek”.

Primo appuntamento: essere nervosi è naturale, specialmente se sei un trentenne che non esce con qualcuno da anni, hai conosciuto la partner potenziale in una chat-room e non hai idea né di che faccia abbia, né di cosa lei si aspetti da te.

Dopo il precedente “Pericolo di Coppia”, Marco Cavallaro fa un passo indietro, tornando a quel momento magico e insieme terrificante che precede il formarsi della coppia … se coppia sarà. Ed è quantomeno ciò che il pubblico si augura, dopo aver assistito divertito alla performance del simpatico protagonista.
Visione agrodolce dell’uomo moderno, “Cheek to Cheek” mostra una figura maschile attuale ed emblematica: l’uomo che ha perduto i modelli forti del passato e si aggira sperduto e senza un’identità chiara tra mille proposte, lusinghe e promesse di facili successi. Siamo davanti ad un modello di maschio capace di vedersi dal di fuori e giudicarsi, spesso severamente. Attitudine tradizionalmente femminile, questa conquistata capacità di introspezione ha però l’effetto di rendere insicuri; sentire le proprie emozioni, infatti, può far diventare troppo sensibili, specialmente se il confronto è con il modello del macho sicuro di sé e padrone della situazione, eterna proposta del vincente propinato da media d’ogni tipo.

Con un sarcasmo a tratti timido e perfino pudico, Cavallaro affronta l’annoso problema dell’incomunicabilità tra i sessi, alternando l’angolazione futurista a quella nostalgica. Gli incontri del nuovo millennio sono i nuovi “appuntamenti al buio”: un tempo venivano combinati dai genitori, oggi il medium è internet. Nascosti dallo schermo di un computer ci si sente protetti e ci si può divertire ad immaginarsi diversi. Ma quando arriva il momento di lasciare il virtuale per incontrarsi nella realtà, si scopre di non sapere come comportarsi, alla stregua di animali nati in cattività che hanno perduto l’istinto a muoversi nell’ambiente naturale.

 

Teatro Comunale K. Woityla

Via Macello –  Palagiano

Poltrona non numerata

Ingresso ore 20:00

Sipario 20:30

INFO E PRENOTAZIONI:

329.0752670  –  www.luceesale.it

Prevendita presso sede Legambiente – Corso De Gasperi (18:00 – 20:00)

Associazione socio-culturale Luce&Sale

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento