frigo ariston

Arrivano le prime testimonianze circa l’acquisto di frigo dal “Camion degli Affari” che spesso staziona nel parcheggio a lato della “Madoninna”.

“E’ una vera truffa”, ci urla disperato S.E.

“Acquistai a fine Luglio due frigo dopo aver chiesto informazioni a diversi acquirenti che mi rassicurarono circa l’affidabilita’ dei prodotti ”

“Pagai in contanti ( la ricevuta mi fu’ promessa per il giorno dopo visto che il blocchetto era finito!) portando a casa un combinato dell’Ariston e uno ventilato dell’Indesit al prezzo speciale di 300€ mentre il vero valore si aggirava intorno ai 1000€!”

“Un affare? Solo le prime 12 ore! Il combinato Ariston non raffreddava e dopo una celere chiamata, il venditore arrivo’ con il suo camion consegnandomi, a mo’ di scambio , un frigo normale in attesa di portarne un altro la settimana dopo”
” Purtroppo cosi non e’ stato!”
“La settimana dopo non ci fu’ traccia di frigo restituito ( tuttavia era puntualmente a Palagiano per altre vendite!) e cosi’ l’altra e l’altra ancora. Dopo continue chiamate di protesta mi diede rassicurazioni circa la consegna definitiva per dopo ferragosto.
E intanto vendeva e vendeva…
Passato il 15 agosto, il venditore napoletano continuo’ a “guadagnare tempo” rinviando la consegna per i primi giorni di settembre! Intanto anche il secondo frigo smetteva di funzionare e il “terzo”,il sostituto, raffreddava ormai con fatica”
“Ancora chiamate e ancora promesse fino a questa mattina quando ho davvero capito che la TRUFFA si era gia’ consumata da tempo! Il camion “dei miracoli” stazionava ancora alla “Madonnina” ma al telefono continuava a dire che non era a Palagiano ma a Roma negando che il camion fosse di sua proprieta! Ho subito segnalato l’accaduto in caserma ma il camion era ormai sparito! ”
E’ diffile, quindi, che il malcapitato palagianese possa ormai riavere i suoi soldi indietro, probabilmente gli rimarra’ solo tanta amarezza e… ferro da smaltire!
Attenzione,quindi, all”acquisto di prodotti “miracolosi” senza un minimo di garanzia o ricevuta fiscale che possa attestare l’avvenuto pagamento.

Vi preghiamo di condividere questa testimonianza sui vostri profili , di segnalare altri casi simili in caserma e, se volete, sul nostro portale www.palagiano.net/press

Life