Amministrative 2012,  Palagiano,  PD,  Politica

VERSO LE AMMINISTRATIVE 2012

“IL TEMA DELLE AUTONOMIE LOCALI

FRA FEDERALISMO E NUOVO CENTRALISMO”

 

20 febbraio 2012

Ore 19.00

Presso l’Auditorium comunale

Corso Lenne – Palagiano

 

Intervengono:

 Rocco Ressa –  Sindaco di Palagiano

Gaetano Tarasco – Candidato Sindaco

 

Michele Emiliano

Sindaco di Bari

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

4 commenti

  • adalberto

    Emiliano chi?

    Quello che sostiene Stefano a Taranto contro il PD e Loreto a Castellaneta, vedi un po’, sempre contro il PD?
    Lo stesso Emiliano che ha annunciato un suo movimento, a prescindere dalla posizione del PD, per la candidatura alla Presidenza della Regione?

    Povero dott. Tarasco….

    Auf wiedersehen

  • giacomodipietro

    Beh, almeno Emiliano aspira a candidarsi come presidente della Regione Puglia.

    È Ressa, il quale ricalca esattamente le posizioni di Emiliano, a lasciarmi perplesso. Che abbia in mente di candidarsi come amministratore di qualche condominio? Assisteremo forse alla nascita della lista “Condominio in crescita”?

    Se la sua intenzione è quella, gli suggerisco il condominio di Corso Vittorio Emanuele, 8. Potrebbe darci una mano a stanare gli inquilini morosi.

    Giacomo Di Pietro

  • giacomodipietro

    Colgo l’occasione per chiedere al candidato Sindaco Tarasco, se è stato informato dei tanti debiti fatti dal principe, sarebbe opportuno come suo erede nel bene e nel male, deve impegnarsi a sanare le economie del paese, che come ha avuto di dire sta in stato Agonico. Un buon amministratore dovrebbe evitare che i debiti continuino a lievitare a tal proposito la metto a conoscenza di debiti che il comune continua ad ignorare. Perché si dà il caso che questi debiti siano noti – soprattutto al Sindaco, ma, in caso di sua dimenticanza,voglio ricordarlo a lei Dr Tarasco, basta che si faccia dare copia della Determina n. 269 del 04/11/08 richiamante tutta una serie di Ordinanze sindacali (dunque, a firma del Sindaco) indirizzate a un certo numero di Ditte chiamate a realizzare “interventi di ripristino delle infrastrutture pubbliche nel territorio di Palagiano, interessato nei giorni tra il 7 e il 9 ottobre 2005 da straordinarie precipitazioni meteoriche tali da determinare lo stato di emergenza.”, nella quale si dà conto del numero e del nome di tutte le ditte che vantano crediti “residui” nei confronti del Comune.

    Per agevolarla le faccio l’elenco delle svariate Ditte ad ognuna delle quali è possibile ricollegare un credito di alcune migliaia di euro:

    Global lavori – euro 27.000 ca.
    Martellone – euro 25.000 ca.
    Martella – euro 41.000 ca.
    Bomar S.r.l. – euro 12.000 ca.
    Reinde – euro 194.000 ca.
    Granata – euro 13.000 ca.
    Cda Impianti – euro 16.000 ca.

    Il totale complessivo di questi “residui” ammonta quindi a ca. 330.000 euro.

    Ora, indipendentemente dal fatto che l’origine di questi debiti possa definirsi “nobile”, pur sempre di debiti si tratta!
    Le opzioni possibili possono essere tre soltanto: 1) le Ditte hanno rinunciato volontariamente a quei crediti, ma di questa loro decisione dovrebbe esserci traccia scritta; 2) è il Sindaco che ha deciso, per conto del Comune, di non onorare quei debiti. Esponendo di conseguenza il Comune a sicuri contenziosi, dai quali difficilmente potrebbe uscire vincitore; 3) il Sindaco, così come immaginavamo, ha deciso di lasciarli come “lascito” a chi gli succederà.
    Cioè a lei Dr. Tarasco, naturalmente alla somma di 330.000,00 €, caro Dr. dovrà aggiungere gli interessi e la rivalutazione e altre somme??

    Giacomo Di Pietro

  • adalberto

    Il Partito che predica bene e razzola male.
    Dopo le vibranti polemiche dei mesi scorsi, causate da un’assurda ordinanza ammazza-politica per le festività natalizie, venivamo a sapere che esiste un’Ordinanza, Prot. n. 3066/P.M. Del 07 settembre 2011, che disciplina l’affissione dei manifesti di Partiti in piazza.
    Pare che questa ordinanza preveda l’affissione nelle ore pomeridiane.
    Oggi, di Domenica, in Piazza, di MATTINA, campeggiava un dazebao del PD con il contenuto di cui sopra.

    Le domande che sorgono sono due:
    1) La relativa autorizzazione all’esposizione è stata richiesta?
    Potrebbe il PD favorire, possibilmente in giornata, il relativo numero di protocollo?

    2) Le ordinanze, quanto al loro contenuto, valgono solo per alcuni?

    Dott. Tarasco….che fa….concilia?

    Auf wiedersehen

Lascia un commento