Foto FG8      Foto FG5

La XXI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dall’associazione Libera a Foggia, ha avuto come protagonisti tra migliaia di studenti pugliesi, anche una delegazione di alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo “G. Rodari” di Palagiano, guidati dal Dirigente Scolastico Preneste Anzolin.

Foto FG

La partecipazione di ben 46 ragazze e ragazzi della scuola secondaria di 1° grado, è stata organizzata insieme al Presidio Libera “G. Tedesco” di Palagiano e con il contributo della stessa Associazione Libera e del Comune di Palagiano.

Foto FG1

La città di Foggia è stata scelta come luogo simbolo per tutta la Puglia, in concomitanza con la manifestazione nazionale di Messina, in quanto teatro di numerosi e preoccupanti episodi criminali negli ultimi mesi che hanno evidenziato una presenza mafiosa violenta e ben radicata nel territorio, come affermato dal referente provinciale di Libera.

Foto FG7

L’Istituto “Rodari” aderisce a Libera da anni e mira a sensibilizzare gli alunni e le loro famiglie ad una cittadinanza attiva e consapevole, sviluppando percorsi didattici di Educazione alla Legalità. Ragion per cui, anche i nostri allievi hanno avuto la possibilità di partecipare a questa iniziativa di alto valore, che non a caso si svolge ogni anno dal 1996 il primo giorno di primavera, simbolo di rinascita e di cambiamento. La finalità è quella di unirsi al dolore dei familiari delle vittime per non dimenticare tutti gli innocenti che hanno perso la vita per mano delle mafie e per creare in tutto il Paese “ponti di memoria” che possano generare impegno per la giustizia sociale e contro ogni violenza e sopraffazione ogni giorno.

Foto FG6
Così, dopo un lavoro di riflessione preliminare svolto a scuola, consistito in letture, produzione di frasi, lettere e poesie, realizzazione di cartelloni sul tema dei fondamentali diritti dell’uomo, e in particolare dei fanciulli; dopo la partecipazione a giochi di strada per rivendicare il diritto dei bambini al gioco e non alla morte violenta per mano mafiosa, i nostri ragazzi hanno prima preso parte al corteo per le vie principali di Foggia, poi hanno ascoltato in religioso silenzio il lungo elenco delle vittime di mafia: 900 nomi, talvolta interrotti dalle lacrime, proferiti da parenti delle vittime, volontari e autorità.

Foto FG2

Un triste elenco nel quale gli allievi hanno riconosciuto i due fratellini Asta, ai quali è dedicato l’auditorium della nostra scuola e il piccolo Domenico Petruzzelli di soli due anni, di Palagiano, della cui morte ricorre il secondo anniversario.

Foto FG4

Un elenco pronunciato sul palco affiancato dal maxischermo in costante collegamento con Messina, dove era in corso la manifestazione nazionale e da dove è arrivata dirompente la voce di don Ciotti.
Un intervento che ha indotto gli alunni della “Rodari” alla riflessione è stato quello del referente provinciale di Libera, che ha lanciato la speranza di potercela fare contro le mafie e di voler continuare a celebrare questa giornata, ma senza dover aggiungere altri nomi al già lungo elenco.
Prof.ssa Renza LANEVE

Foto FG3

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento