È da tempo ormai che i Magistrati di Palermo impegnati nel processo sulla trattativa Stato-mafia,   Antonino Di Matteo, Roberto Tartaglia, Roberto Scarpinato, Francesco Del Bene, Vittorio Teresi e la dott.ssa Principato, impegnata nelle indagini per la ricerca di Matteo Messina Denaro, subiscono continue minacce di morte dal boss condannato al 41bis, Totò Riina e dallo stesso Messina Denaro.

È ormai da tempo che  uomini del calibro dei nostri magistrati,  giornalmente mettono a rischio la propria vita, unitamente agli uomini delle rispettive scorte, per cercare la verità; per consegnare, nelle mani del  popolo italiano un mondo migliore privo di corruzione, collusione, mafia.

Ed è da tempo ormai, che fortunatamente, il popolo non ha più intenzione di stare a guardare aspettando di essere raggiunto dall’ennesima notizia di una strage!

 

Tutt’Italia si sta mobilitando per esprimere nel miglior dei modi solidarietà per questa vicenda con raccolte firme, lettere, eventi anche virtuali sui vari social, sit-in e quant’altro.

 

In questi ultimi giorni a Palermo, Milano e Roma si stanno organizzando dei sit-in davanti ai Palazzi di Giustizia dove si svolgono le udienze relative al processo in questione e difronte al carcere di Opera dove, nonostante  relegato al 41 bis, Totò Riina continua ad avere la presunzione di poter minacciare di morte e a farsi vanto degli effetti devastanti e sconvolgenti causati dalle stragi da lui comandate.

Dalle ultime intercettazioni Riina pare abbia detto:

“mi viene una rabbia…ma perchè questa popolazione non vuol ammazzare a nessun magistrato?…”

Alla luce di queste parole che lasciano filtrare una sorta di preoccupazione da parte del boss per le mobilitazioni in corso, anche l’Associazione TERRA

 

ORGANIZZA

 

per domenica 2 febbraio un sit-in al quale invita tutte le associazioni, i partiti politici e quanti avranno la sensibilità di parteciparvi perchè la mafia sappia che oggi, per uccidere un magistrato, dovrà prima ammazzare una popolazione intera, fatta di uomini e donne oneste che non sono più disposte ad aver paura!

 

Non ci saranno bandiere, non ci saranno riconoscimenti partitici di alcun tipo, bensì solo gente onesta unita da un unico obbiettivo: CREARE UNA SORTA DI SCORTA CIVICA PER I MAGISTRATI ANTIMAFIA.

Chiunque avesse voglia di dare una mano per l’organizzazione del sit-in, chiunque avesse delle idee da proporre, potrà farlo giovedì 30 alle ore 18 presso la sede del vecchio Municipio, Piazza Vittorio Veneto, al primo piano.

Noi dell’Associazione Terra ci saremo…e voi?

 

Il Presidente dell’Ass. TERRA

Vito CASULLI

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

18 pensiero su “Anche a Palagiano SCORTA CIVICA PER I MAGISTRATI ANTIMAFIA”
    1. il Circolo Arci SvegliArci di Palagiano ci sarà…vogliamo testimoniare che siamo dalla parte dei magistrati inquirenti, dei cittadini per bene, della verità…a oltre vent’anni dalle stragi dei magistrati Falcone e Borsellino del 92/93, i cittadini hanno diritto di sapere la verità; se esistono connivenze tra il potere mafioso e la politica vogliamo che vengano fuori; che i magistrati siano realmente tutelati nell’enorme lavoro di servizio che rendono allo Stato.

    2. Benvenuto al Circolo Svegliarci nella Scorta Civica.
      Domani pomeriggio alle 18 ti aspettiamo, insieme alle altre associazioni con tante idee per organizzare il tutto sui locali della vecchia sede municipale.
      A presto!

  1. Una scorta civica per i magistrati antimafia e … ordinari, la si può creare opponendosi e combattendo sistemi e malcostume come quello che esiste da diversi anni in questo comune.
    Il voto di scambio; gli appalti (quando vengono svolti) pilotati a favore di imprese vicine agli amministratori; il conflitto di interesse; l’utilizzo di risorse pubbliche destinate alle solite cooperative sociali; contributi pubblici elargiti ad associazioni vicine ad amministratori; ambiguità di alcuni amministratori legate all’approvazione di P.I.P. e P.U.G., che non perseguono gli interessi della collettività, ma solo a favore di pochi eletti e quant’altro, sono tutti elementi in netto contrasto con la legalità.
    Credo che, ognuno di noi possa liberamente concorrere quotidianamente, nel rispetto del prossimo e della legalità, alla CREAZIONE DI SCORTE PER TUTTI I MAGISTRATI CHE SVOLGONO ONESTAMENTE IL PROPRIO DOVERE.

    1. ciao Adanegro, come sicuramente saprai, SCORTA CIVICA nasce dalle affermazioni fatte da Riina nei confronti dei magistrati.
      Quello che tu dici è sicuramente importante; ritengo giusto che ognuno di noi, nel quotidiano, si impegni per combattere quel sistema e quel malcostume però, forse mi sbaglierò ma credo che, per quest’occasione, non dovremmo perdere di vista l’obbiettivo del sit in e cioè che questi magistrati e le loro scorte che mettono a rischio CONSAPEVOLMENTE le loro vite ogni giorno per la verità con tanta abnegazione, non possono essere abbandonati al loro destino.
      Questi magistrati sono lasciati soli anche e soprattutto da chi dovrebbe essere loro garante: le istituzioni che, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, anziché prendere le loro difese, si schiera contro!
      Abbiamo il dovere di non restare ad aspettare l’ennesima strage senza protestare!
      Ora ti chiedo, ma credo di conoscere la tua risposta:
      prenderai anche tu parte alla scorta civica? Non importa la tua vera identità, quella sera saremo tutti magistrati, basta sapere che domenica sarai con noi.
      ciao

  2. Purtroppo, vuoi per i tempi stretti in cui la cosa è stata organizzata, vuoi perché le associazioni palagianesi sono molte di più di quello che ci immaginavamo, non stiamo riuscendo a consegnare tutti gli inviti per cui approfitto anche di palnet per chiedere a chiunque di avvisare TUTTE le associazioni del territorio del sit in di domenica.

    E’ ovvio che CHIUNQUE, pur non appartenendo ad alcuna associazione ma, che abbia a cuore questo problema, potrà prender parte alla Scorta Civica per i magistrati con tutti noi per cui, anche oggi pomeriggio, appuntamento al primo piano del vecchio municipio alle ore 18 per la realizzazione di striscioni, cartelloni e quant’altro.

    Se potete, portate con voi un po’ di materiale per realizzare striscioni, cartelloni o qualsiasi cosa vi venga in mente che possa essere utile!

    Per domenica invece, tutti coloro che decideranno di esserci, dovranno portare con se una candela.

  3. AVVISO IMPORTANTE:

    PURTROPPO PARE CHE PER QUESTO FINE SETTIMANA IL TEMPO NON SARÀ CLEMENTE CON NOI.
    LA PROTEZIONE CIVILE HA GIÀ DIRAMATO L’ALLERTA METEO.
    LA COSA PERÒ NON CI SCORAGGIA AFFATTO, ANZI! VORRÀ DIRE CHE DOVREMO RIMANDARE DI UNA SETTIMANA ED AVREMO PIÙ TEMPO PER COINVOLGERE ANCORA PIÙ GENTE!

  4. Adanegro hai ragione… “Il voto di scambio; gli appalti (quando vengono svolti) pilotati a favore di imprese vicine agli amministratori; il conflitto di interesse; l’utilizzo di risorse pubbliche destinate alle solite cooperative sociali; contributi pubblici elargiti ad associazioni vicine ad amministratori; ambiguità di alcuni amministratori legate all’approvazione di P.I.P. e P.U.G., ………”.
    Tutto vero, ma quanta ipocrisia!!! considera però che tra i solidali ci sono anche quelli di cui Tu parli….

    1. Sono d’accordo con te, T.A. Il mio messaggio era indirizzato soprattutto a loro. E’ come dire: le porcate non c’entrano quando si tratta di apparire. La partecipazione a simili iniziative sono il modo migliore per celare il loro malcostume.

Lascia un commento