Ressa: “Attenzione reale per la nostra comunità”

Il sogno e la realtà. L’attendavano in molti, finalmente è giunta la serata inaugurale del Centro “The Factory Urban Laboratory”. Il progetto, nell’ambito del bando regionale Bollenti Spiriti, fu avviato durante la prima amministrazione Ressa, dall’allora assessore alle Politiche Sociali Lella Granata, ed è poi toccato alla consigliere comunale Maria Grazia Mellone, con incarico Cultura, portare a compimento l’opera.

La struttura utilizzata, intitolata ad Orazio Maria Santoro, ragazzo scomparso in un incidente stradale, i locali dell’Oronzo Massa, completamenti ristrutturati. Sono previsti diversi laboratori a tema, come quello musicale, grafico – pittorico, multimediale, giornalistico, cucina, ludico – ricreativo, orto botanico, mediateca, sportello turistico, culinario, internet point, urban cafè. “Questo sarà un luogo di incontro dei ragazzi di Palagiano, ha detto il Sindaco Rocco Ressa, un luogo di crescita, di socializzazione, di cultura, un luogo dove si impara a stare insieme”. Ha poi promesso che a breve sarà inaugurato il teatro comunale, ed in primavera/estate il Palazzetto dello Sport. Presenti alla cerimonia, i consiglieri regionali Alfredo Cervellera (“I centri di aggregazione sono utili alla crescita della democrazia”), Michele Mazzarano (“Le buone pratiche degli anni scorsi hanno lasciato un segno tangibile. Bollenti Spiriti è stato il programma che ha rivoluzionato le politiche giovanili”), l’assessore regionale al Bilancio Michele Pelillo (“Festeggiamo stasera una brillante idea del governo Vendola, che è stata recepita e realizzata magnificamente dal Comune di Palagiano”), i consiglieri provinciali Luigi Pinto e Carmine Montemurro. Da più parti sono giunti elogi per il lavoro della Mellone. Pinto, in particolare, ha voluto sottolineare che “un progetto può nascere a livello regionale, ma sta alla capacità dei singoli Comuni e dei suoi amministratori, realizzarlo”. Oltre ai laboratori, la struttura comprende anche uno spazio per l’Area archeologica, in allestimento. Un messaggio di buon inizio e prosecuzione dei lavori, è giunto dall’ins. Barbara Mottolese, del 1° Circolo Didattico “Giovanni XXIII”, che parla di “una vera opportunità, offerta a tutta la cittadinanza, alle scuole di ogni ordine e grado e al territorio, di crescita culturale e arricchimento personale, dove imparare, insegnare, collaborare e dare sfogo alla propria creatività e operatività”.

Dei tre Comuni coinvolti nel progetto Bollenti Spiriti, Mottola, Palagiano, Palagianello, questa è la prima sede inaugurata, “segnale di efficienza, ha affermato orgogliosamente Ressa, di una attenzione reale per la nostra comunità”. Gran finale con torta e pasticcini, preparati dalle mamme dell’Adelphos.

Giuseppe Favale