Premettendo che: ormai non sono palagianese e seguo la politica maggiormente da internet grazie ai due siti dedicati a Palagiano, vorrei spezzare una lancia a favore del signor Cervellera, denigrato da destra  e da sinistra come persona incoerente.

Quando “i tre monelli” cadono dalle nubi dicendo di non sapere assolutamente nulla dell’apparentamento tra Cervellera e Tarasco fanno davvero la figura di persone con il prosciutto sugli occhi…L’alleanza (o per meglio dire mutuo soccorso) tra i due era una cosa non prevedibile ma certa sin dallo scandalo delle primarie di Sel, Idv Casa di tutti e alleanza per Palagiano. Possibile che nessuno di voi ricorda l’articolo dell’allora sindaco Ressa che si proclamava salvatore “politico” del Cervellera? eppure ricordo che quell’articolo ebbe innumerevoli commenti… oppure devo pensare che tutti quei commenti fossero il frutto del lavoro di poche persone?? Inoltre ricordo agli indignati e ad altri politici che fanno vedere il discorso di chiusura di SEL che quello non fu l’ultimo comizio del Cervellera bensì il penultimo. Nell’ultimo (ossia il comizio di ringraziamento) Il Cervellera invita i suoi a votare Tarasco e nella fine del video c’è pure il bacio (di Giuda?del figliol prodigo?)  con Tarasco e Ressa!!!

Personalmente Cervellera ha fatto quello che andava fatto per far si che almeno una parte del programma di Sel venisse trattato e messo in essere. Analizziamo la situazione con dei numeri: alla fine del primo turno Sel/Arca/Idv si trova con 1381 voti quindi con l’entrata di un solo consigliere (Cervellera stesso) nel consiglio… ebbene grazie ai mitici 2 voti di scarto che non hanno dato  la vittoria al primo turno a Tarasco  lui si trova a dover fare da ago della bilancia e sono sicuro (anche se  con mancanza di prove) che gli stessi detrattori della destra nel periodo di ballottaggio hanno sicuramente tirato la sua giacchetta. Ora lui riesce a trovare un accordo con la maggioranza ( o almeno la parte più importante di essa) e riesce ad ottenere un assessorato e un consigliere! il massimo con il minimo sforzo! possiamo dargli dell’ incoerente? E quando mai la politica è stata sinonimo di coerenza?? Un esempio su tutti la DC (con i suoi numerosi partiti figli)  con la scusa di essere “di centro” fa il giochino dell’ago della bilancia da sempre… eppure nessuno si è mai scandalizzato. La politica soprattutto locale è fatta da idee e persone che riescono a realizzarle… e il Cervellera ha preferito vendere la sua “coerenza” in cambio di un posto in più nella stanza dei bottoni… perchè è dall’interno della stanza che si cambiano le cose…avesse scelto di essere coerente adesso si sarebbe trovato solo e all’opposizione… Le stesse persone che adesso gli danno dell’incoerente sono quelle che vorrebbero trovarsi al suo posto (inteso come potere politico).

Ora veniamo al perchè del titolo del mio articolo… se dobbiamo attribuire un errore al Cervellera è stata appunto la sua campagna elettorale che soprattutto nel suo comizio di chiusura non ha sottolineato i punti salienti del suo programma ma sparava a zero sugli altri che lo avrebbero copiato e sull’ahimè ombre (non più presunte) che aleggiavano attorno a Tarasco… ecco lui sapeva (e noi pure ) quale sarebbe stato il suo piano B fosse stato meno “velenoso” sarebbe stato più facile per altra gente accettare il suo apparentamento.

Quindi io definisco il Cervellera un pessimo giocatore di poker che ha il punto in mano, non sa fare la mitica “faccia da poker”, ma  che fortunatamente conosce bene le regole del gioco.

P.S. questo articolo è basato su opinioni personali e ribadisco come ho fatto a tempo debito che se fossi stato ancora palagianese avrei votato Cervellera e  che lo rivoterei. Aspetto di bocciarlo o promuoverlo alla fine del quinquennio.. quando si tireranno le somme di quello che ha realizzato o no.

il video di chiusura con il famoso bacio finale è questo http://www.youtube.com/watch?v=21kN7EXN8ys&feature=g-user-u

 

Saluti a tutti.

Mariano Goffredo

 

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

22 pensiero su “Apologia di un giocatore di poker”
  1. Sig. Mariano Goffredo appoggio il suo discorso quando parla di incoerenza, effettivamente la politica è incoerenza, vedasi Palagiano, aggiungo che risentendo il comizio di Cervellera che lei ha postato c’è un passaggio che mi fa pensare e riflettere, Cervellera parla di riunificazione di due sinistre, una la sua e l’altra sarebbe quella del Partito Democratico. Ma diciamocela tutta, ed il mio è parere strettamente personale, cosa aveva Cervellera di sinistra in questa campagna elettorale, in particolare chi sono gli uomini di sinistra che hanno capeggiato la sua coalizione? E l’altra sinistra palagianese quale sarebbe? Quella Del PD? Nel Partito Democratico palagianese c’è qualcosa di sinistra? Posto qui i candidati del PD così da far rendere conto alla cittadinanza cosa sia rimasto di sinistra nel PD :
    Catucci Orazio
    Cifone Pietro
    Di Sarno Elisabetta
    Di Pierro Francesco
    Donvito Donato
    Frisino Anna Maria
    Gesualdo Giovanni
    Krol Enrico
    Marraffa Andrea
    Mellone Mariagrazia
    Montemurro Carmine
    Notarnicola Alfonso
    Pucci Salvatore
    Schiavone Nancy
    Staffa Domenico
    Verderese Raffaele

    Forse in questa lista solo un paio o massimo tre nomi rappresentano la sinistra palagianese, il resto Cervellera ci spieghi dov’è la sinistra in questo schieramento…La sinistra che lotta per gli operai, la sinistra dalla parte della miseria dove sarebbe? E degli attuali rappresentanti nell’amministrazione comunale chi è di sinistra? Chi proviene dal vecchio PCI e dalle sue lotte che portarono agli operai più diritti?????????????????????????????? E nel baciamano finale di questo video comizio chi avete notato essere di sinistra? Qualcuno mi rispondesse grazie…..

  2. sig giovanni lei nella sua ultima frase scrive “…chi avete notato ESSERE DI SINISTRA?”….IO ho notato solo ESSERI SINISTRI,usando le parole in modo diverso ma che fanno capire il significato.Avendo avuto un padre che è stato per tantissimi anni in politica e politica attiva nel pci a palagiano prima e poi in altre sedi,posso assicurarle che sono pochissimi,e come dice nanni moretti in un suo film “….di qualcosa di sinistra….”,posso assicurarle che negli ultimi 15/16 anni dalla scesa in campo dell’Illuminato dal Signore della comunita’ di san basilio,di sinistra è stato detto e sopratutto fatto ben poco,ed i risultati sono sotto e davanti gli occhi di tutti!!…e copiandola,l’elenco sarebbe lunghissimo.L’errore di Cervellera è stato quello di andare contro il volere della maggioranza degli eletti nella coalizione di Tarasco e si è fatto abbindolare dalle parole ammaliatrici di un incontro in un bar che lo ha convinto ad andare contro tutto e tutti,e quell’errore è stato l’inizio della valanga che sta ancora camminando e travolgendo ogni giorno che passa l’attuale amministrazione mossa dai fili.

  3. Ci scusi signor Goffredo,non è nostra intenzione volerla contraddire,ma ci deve essere uno scambio di persone..di quale dott.Cervellera stiamo parlando?Noi personalmente conosciamo un solo dott.Cervellera candidato Sindaco sempreverde dal 2007 e poi 2012 e forse ancora chissà nel 2017…in questi anni lo abbiam sentito parlare e dire tutto contro l’ex Sindaco e lo stesso Pd..Lei dimentica Signor Gffredo che il sempreverde Sindaco ha rifiutato di far le primarie con il PD,scegliendo una coalizione di centro destra quasi..visto che le liste civiche di quella coalizione poi son confluite nel Pdl..o sbagliamo signor Goffredo? Più volte Giulio Cesare aveva invitato il sel e l’idv a far partecipare il PD alle primarie ed invece il sempreverde Sindaco rifiutava ogni incontro o alleanza ,giustificandosi come alternativo al modo di fare di Giulio Cesare,salvo poi vedere una marea di pretoriani di cesare votare per lui. Noi conosciamo il dott.Cervellera dei comizi che passava dal ”nnun voto”ad ”io son il politico” al pip irrealizzabile di 40 ettari” ah dimenticavamo visto che c’è chieda se ora è realizzabile e lo chieda anche al suo fido consigliere del Sel Arca,visto che dovrebbe votarlo in futuro..Noi conosciamo il dott. Cervellera dell’ultimo comizio di chiusura della campagna elettorale,quello del ballottaggio,non ce ne voglia ma non fa testo…anzi visto che c’è chieda al sempreverde candidato Sindaco,chi e cosa rappresenta ,visto che l’IDV si è tirata fuori e il Sel ancora non esce con un comunicato in suo sostegno..ora le vogliamo porre noi una domanda,come giudica la cacciata dei tre monelli,sapendo che questa è stata fatta anche grazie al consenso del consigliere Romanazzi? cioè per intenderci meglio,ritiene giusto che tre persone elette dal popolo vengano messe fuori da una coppia di non eleti dal popolo?noi sicuramente non siamo dei bravi giocatori,anzi forse per nulla..ma abbiamo una dote che manca a molti arrivisti,la coerenza!

  4. Per quanto riguarda l’approvazione del PIP penso che verrà approvato, ovviamente tutto ha un costo e penso che in cambio chiederà l’approvazione di qualche punto del suo programma elettorale (la gestione delle marine ad esempio)… per il discorso delle primarie quello fu un suo grosso errore ed infatti ha pagato con un debito nei confronti di Ressa (avessi più tempo cercherei l’articolo dell ex sindaco qui su palnet dove si fregiava di averlo “salvato).
    Per quanto concerne i tre monelli secondo me hanno sbagliato modo di fare: fregiandosi della volontà del popolo (discorso che mi ricorda molto il vecchio Berlusconi) volevano sparigliare le carte decidendo loro per primi senza considerare però quelli che non li avevano votati… fossero stati più giudiziosi e aspettato il loro turno avrebbero avuto a poco a poco tutto quello che chiedevano…quello che intendo è una soluzione come quella adottata da Ressa negli ultimi 2 anni del suo mandato dove, per accontentare tutti, gli assessorati venivano dati pro tempore… i tre monelli (all’inizio due in realtà) hanno sbattuto i pugni sul tavolo fin dal primo giorno dicendo che questa era la volontà popolare…e che non gli facevano fare il loro lavoro…io non contesto la politica dei tre monelli piuttosto il loro modo sprezzante. Secondo me a loro manca la pazienza tutto qui. C’è da dire comunque che nei pochi mesi in cui hanno lavorato stavano lavorando bene con iniziativa. Concludo il discorso tre monelli dicendo che se fosse passata l’iniziativa che anche io ho appoggiato degli assessori tecnici tutto questo non sarebbe mai successo…
    Ultima parte sulla coerenza sia a livello locale che nazionale esistono innumerevoli personaggi che hanno cambiato partito e persino idee politiche pensate ad uno come Giuliano Ferrara da giovane militante del PCI ed ora fervente sostenitore di Berlusconi… Io personalmente ne conosco uno solo di politico locale che è ed è stato coerente da quando è nato e probabilmente fino a quando morirà (spero il più tardi possibile ovviamente) andando contro tutto e tutti per sostenere le sue idee e credimi quando ti dico che io lo ammiro moltissimo, purtroppo però nella politica ed in democrazia devi scendere a compromessi, se non vuoi farlo di questi tempi o hai un consenso popolare altissimo oppure scegli di non appoggiare la democrazia ma la dittatura.

  5. Sig. Goffredo mi perdoni ma continuo a sentire incoerenza..Secondo lei per quale motivo avrebbero dovuto attendere i monelli il loro turno e non gli altri?!Quando si comincia con la rotazione, si dovrebbe cominciare dall’alto!?!E’ per questo che si è voluto sottolineare il rispetto della volontà popolare. E poi chi avrebbe dovuto decidere questa rotazione? Come mai si è accettato di mettere in lista il sig. RESTA, il quale ha tirato 140 voti, si è aspettato il ballottaggio e poi gli è stato detto “TU NON POTRAI MAI ENTRARE IN MAGGIORANZA PERCHè SEI AMICO DI STELLACCIO”?! Come mai se Tarasco non è un politico e mette l’uomo al centro di tutto, sapeva di RESTA e non ha pensato all’uomo?Da chi si è fatto consigliare se non dalle OMBRE?Cosa ha fatto l’assessore ORLANDO di sbagliato?Anch’egli non era un UOMO?Come mai il suo amichetto Cervellera non ha tenuto unita la sinistra sin dall’inizio, candidandosi come consigliere della coalizione Tarasco, presentando una lista?..Come vede sig. Goffredo le domande sono tante.Io le consiglierei di informarsi e di pensare..prima di scrivere cose di cui molta gente conosce la realtà. I TRE MONELLI hanno avuto anche troppa pazienza..Ah dimenticavo COSA NE PENSA L’ASSESSORE CERVELLERA(IL QUALE HA VOTATO QUELLA DELIBERA CON INCARICO DIRETTO) E IL CONSIGLIERE ROMANAZZI, DELLO SCANDALO PARCHEGGI DI CHIATONA? E DEGLI INCARICHI DIRETTI ALLE VARIE DITTE (VEDASI NETTURBINO E CO.)?DELLE ASSUNZIONI ALLA TEKNOSERVICE E DELLO SCANDALO RIFIUTI?DELLA SPARTIZIONE STAFFISTI E SEGRETARIO COMUNALE DA PARTE DELLE OMBRE? DELLA NOMINA DEGLI AVVOCATI NELLE CONTROVERSIE DEL COMUNE (SU QUEST ULTIMA DOMANDA NON PUO’ RISPONDERCI VISTO CHE LO TOCCA PERSONALMENTE..)FREGANDOSENE DELLA DELEGA DEL CONSIGLIERE MASTRONARDI? E DELLE TANTE SCHIFEZZE CHE STANNO FACENDO Lì SU?
    E’ anche grazie a lei, che ha votato e continuerà (come da lei dichiarato) sta gente, se Palagiano continuerà a cadere sempre più in basso!!

    UN MONELLO________________________DIVENTATO MONELLACCIO SENZA PAZIENZA!!!

    1. Signor Monello o Monellaccio la invito a rileggere attentamente quello che scrivo prima di partire in quarta se ha la mia età sicuramente conoscerà la regola delle 11 P ed è bene applicarle. Io non sono un amico di Cervellera ma semplicemente un suo sostenitore, ho detto che non sono più palagianese e che quindi non voto a Palagiano. Non mi è sembrato che i 2 monelli non avessero avuto nulla ma se non erro 2 deleghe: una per Lippolis e una per Latagliata ripeto secondo me avessero aspettato avrebbero ottenuto piano piano quello che si prefiggevano. Per Orlando sinceramente mi dispiace, paga colpe non sue…
      Ribadisco se avessero approvato l’iniziativa degli assessori tecnici tutto questo bailamme non sarebbe avvenuto…evidentemente la spartizione del potere è una cosa davvero importante a Palagiano.
      Una piccola nota sugli staffisti io credo che ognuno di noi quando riceve un ruolo dirigenziale (quando ne avrete uno) preferisce circondarsi di persone di sua fiducia e non creda che se avesse vinto la destra non sarebbe successa la stessa cosa.
      Concludo ricordandole a differenza sua non ho mai attaccato nessuno al massimo ho criticato o disapprovato delle scelte ed era sempre una mia opinione PERSONALE quindi gradirei che lei rispettasse le mie idee senza visioni catastrofiche del futuro.
      Ultima cosa signor Monellaccio questa sarà la mia prima ed ultima volta che le rispondo perchè io a differenza sua non lancio la pietra e nascondo la mano io a differenza sua difendo le mie idee mettendoci la faccia e mi prendo le responsabilità di ciò che scrivo. In questo periodo vedo troppa gente sputare veleno su tutto nascondendosi sotto molteplici nickname.. se tutti facessero come me magari un giorno passeggiando per la piazza ci potremmo incontrare e parlare delle nostre idee a viso aperto… ecco la mia faccià è qui su questo sito, la prossima volta se mi vede in piazza (di solito il sabato o la domenica) mi venga a parlare civilmente. Si chiama democrazia…. con affetto Mariano

  6. Salve sig. Goffredo.
    Rispettiamo il suo pensiero ma ci scusi, non lo condividiamo e le spieghiamo il perchè.
    Tanto per cominciare, pur essendo entrambi due comizi di chiusura campagna elettorale (il primo per le elezioni del 6 maggio, il secondo per il ballottaggio), il punto non è questo bensì l’incoerenza nel sostenere a distanza di pochissimi giorni due cose completamente opposte tra di loro. Con questo non vogliamo certo dire che non ci si possa ricredere mai nella vita ma, deve convenire con noi che un cambio di opinione così repentino beh! Non è che sia del tutto credibile! Detto questo, se lei ha letto con attenzione tutte le nostre proteste, si sarà sicuramente reso conto (e questo vale anche per il dott. Cervellera) che noi non abbiamo mai criticato l’accordo in se bensì il modo in cui lo stesso sia stato stretto.
    Il fatto che solo pochissimi intimi fossero a conoscenza del “patto”, non è una nostra opinione personale bensì un dato di fatto reso finalmente palese durante il Consiglio Comunale scorso dove, a domanda fatta, nessuno dell’attuale maggioranza ha avuto il coraggio di smentire dicendosi favorevoli all’accordo. Ancora, se ascolta attentamente l’audio integrale dello stesso consiglio, il dott. Cervellera, dopo aver tentato di tirare nell’accordo l’intera coalizione, si è subito ricreduto dichiarando, finalmente che lo stesso accordo fosse stato voluto da SEL e PD. Capirà dunque che nemmeno la sua intera coalizione appoggiava l’accordo, figurarsi quella di Tarasco.
    Sig. Goffredo, per fare accordi politici, esiste un Istituto, quello dell’apparentamento e allora le chiediamo: perchè non farlo? Glielo spieghiamo volentieri noi! Alle famose riunioni a cui presero parte tutti i rappresentanti della coalizione Tarasco, era stato detto a chiare lettere che non si riconosceva alcun accordo con il dott. Cervellera e lo stesso, in una riunione post ballottaggio, dove il sindaco pretese la sua partecipazione, ascoltò dalle sue orecchie che la presenza in maggioranza non era gradita dal gruppo (chieda a lui ma lo faccia pubblicamente!) per cui, un eventuale apparentamento sarebbe costato il rischio di perdere anche i voti della propria coalizione e allora…perchè rischiare? Sempre meglio far ricorso ai moti carbonari per poi dire la verità a fatto ormai compiuto.
    Sig. Goffredo, questa campagna elettorale è stata portata avanti nell’inganno totale verso l’intero elettorato e gli artefici principali di tutto ciò sono, in ordine: il caro ed amato dr. Tarasco affiancato da due ombre che hanno gestito e continuano a gestire la situazione, il dott. Cervellera che, considerando il suo definirsi unica alternativa, avrebbe dovuto PRETENDERE l’apparentamento e i componenti dell’attuale PD che hanno fatto e continuano a fare buon viso a cattivo gioco.
    Lei dice bene quando sostiene che ci siano partiti che fanno da ago della bilancia celandosi dietro il fatto di essere partiti di centro.
    Nessuno però avrebbe avuto da ridire se si fosse fatto un accordo come democrazia chiede e cioè coinvolgendo l’intera coalizione.
    A lei forse la cosa è stata bene e noi non la giudichiamo male certo per questo però dovrà anche capire noi e chi, come noi, non sono più disposti ad accettare qualsiasi tipo di compromesso. Noi avevamo fatto una scelta precisa: il dr. Tarasco e basta senza ombre e senza chi, fino a poche ore prima, avesse sputato veleno su di lui. Piano piano invece sono, prima affiorate le ombre e poi, come ciliegina sulla torta, è spuntato il dott. Cervellera. E noi non ci stiamo
    Allora quello che gran parte dei cittadini chiediamo, è di dimettersi, ricandidarsi e questa volta facendo tutto alla luce del sole. Se dovessero vincere nuovamente, vorrà dire che dovremo farcene una ragione e pur non condividendo la cosa, l’accetteremo come vuole una sana democrazia.
    Ora per non dilungarci oltre le chiediamo:
    1- si è mai chiesto come mai il dott. Cervellera abbia aspettato fino al venerdì antecedente il ballottaggio per chiedere al suo elettorato di votare per il dr. Tarasco?
    2- si è mai chiesto quanti voti, dal venerdì sera alla domenica, abbia potuto portare alla coalizione Tarasco con quel comizio?
    3- si è mai chiesto perchè il dott. Cervellera non ha detto dal palco, in quel comizio, di quel famoso accordo? Per strategia o per furbizia?
    4- si è mai chiesto perchè il dr. Tarasco non abbia mai fatto il minimo cenno ad un eventuale accordo durante i comizi pre- ballottaggio? Per strategia o per furbizia?
    Detto questo, non ce ne voglia, ma siamo convinti che il suo pensiero sia pieno di incoerenza probabilmente dettate dal fatto di non conoscere bene i fatti vivendo, come lei dice, fuori. Non vogliamo stare qui a dilungarci sugli atteggiamenti politici del dott. Cervellera; una sola cosa le chiediamo se vorrà farlo. Chieda a lui come mai, cinque anni fa, fece saltare un cartello che vedeva coinvolte più persone della società civile, partiti politici, in alternativa allo schieramento dell’ex sindaco?
    Non vogliamo ergerci a veggenti della situazione ma ci consenta di esprimere un nostro pensiero. Ha presente quei muri tra PD e coalizione Cervellera che finalmente sono stati abbattuti?
    Se, come noi ci auguriamo, al più presto si dovesse tornare alle urne, quei muri, molto probabilmente, verranno ricostruiti più alti e forti di prima! Lei ritiene sbagliato la nostra previsione?
    cordialmente_______________________gli indignati

    1. Cari Indignati, è un piacere fare la vostra conoscenza seppur virtuale. Se rileggete il mio articolo sono stato il primo a parlare di incoerenza del Cervellera è ho anche avvallato la sua decisione spiegandone le ragioni. Sul modo dell’ accordo solo tra Sel e PD voi incolpate solamente Tarasco e Cervellera ed io vi dico fosse stati voi al posto di Cervellera cosa avreste fatto? avreste detto no grazie preferiamo l’opposizine? inoltre voi puntate l’attenzione sul dito senza vedere la luna… Mi spiegate perchè ve la prendete solo con loro due ed il PD e non invece con l’intera coalizione? Se a vostro dire nessuno sapeva nulla perchè Io Sud non si è indignata? Perchè a suo tempo API non si è lamentata (parlo all’inizio del mandato) perchè solo la lista civica ha alzato gli scudi e tutti gli altri hanno accettato la cosa?
      Ed ora veniamo alle vostre 4 domande: io ho una teoria tutta mia (della serie fantapolitica ma probabile) io credo che nei primi giorni del periodo del ballottaggio la maggioranza fosse compatta e credo seriamente che NESSUNO volesse l’entrata del Cervellera in maggioranza, ma, con il passare dei giorni quando i toni divennero aspri (il mitico cartello di Tarasco con dietro le ombre ad esempio) e soprattutto con l’idea/promessa della destra di abbassare l’IMU lavorando gratuitamente per il comune (che fu fatta se non ricordo male una settimana prima del voto di ballottaggio) alcune persone della maggioranza “se la sono fatta sotto” (passatemi il termine) ed è qui che Ressa ha uscito il suo asso nella manica ricordandosi del “favore”. Ovviamente il Cervellera non aspettava altro ed ha alzato il tiro ottenendo un assessorato. Se non ricordo male alla fine del primo turno lo scarto tra le due coalizioni era intorno ai 2000 voti e Cervellera ne aveva presi 1300 (scusatemi se non sono preciso nei numeri ma è per rapidità nella risposta che non vado a controllare) ecco quindi perchè c’è stato il patto all’ultimo momento. Ripeto questa è una mia teoria e probabilmente è fantapolitica ma spero di aver risposto alle vostre domande. Ora cari indignati per quanto riguarda il Cervellera politico io mi sono già espresso dicendo che gli darò il quinquennio per poterlo giudicare inoltre faccio a voi lo stesso discorso che ho fatto al monello prima..
      Per quanto i vostri toni garbati mi piacciano preferisco gente che mi parli assumendosi la responsabilità di quello che dice.
      Indignati quando siete usciti fuori mi piacevate parecchio io adoro la cittadinanza attiva che segnala i problemi e tiene sotto controllo “i nostri dipendenti” è una cosa che tutti noi dovremmo fare e soprattutto all’inizio capivo il perchè del vostro anonimato. Purtroppo però adesso non leggo quasi più i vostri articoli… la vostra spasmodica e ossessiva ricerca di giustizia è diventata alquanto stucchevole, siete diventati come il personaggio televisivo Sgarbi che sarà intelligente e colto ma alla fine sai che se ne uscirà gridando CAPRA! E’ stato ammirevole la vostra denuncia sui contributi a pioggia e quella della gestione della luce e lampadine ma il discorso del sito del comune con la mail non aggiornata è stato davvero stucchevole e poi la continua richiesta delle dimissioni del sindaco idem. Quello che voglio dirvi è che se all’inizio magari avevate gente che vi seguiva e simpatizzava per voi adesso rischiate di avere un effetto boomerang. Pensate di aver subito un torto? perfetto ci sono altri modi di manifestare incatenarsi di fronte al comune magari… pensate ci sia un illecito in quello che sta succedendo nel palazzo? denunciate agli organi competenti…. vi reputo persone intelligenti quindi vi consiglio di cambiare strategia… a proposito la mia faccia la vedete il mio nome e cognome sono scritti… sarebbe molto bello e interessante parlare con voi di persona… con affetto Mariano

  7. Caro Life, innanzitutto ti rinnovo i complimenti per il lavoro che quotidianamente svolgi per la cittadinanza palagianese; purtroppo bisogna sottolineare che il tuo compito va al di là di quello del semplice webmaster…
    Tu hai l’incarico più grosso, quello del “moderatore”. Quando si gestisce un sito, così come accade in un dibattito frontale, le alternative sono due: o porre delle regole valide per tutti, o far parlare tutti, anche a sproposito.
    Tu hai scelto di dare la possibilità a tutti, proprio tutti, di parlare, ovviamente ponendo delle regole che solo tu puoi applicare se non vengono rispettate. Però purtroppo devi fare i conti con le false identità, compito gravoso e difficile, perché spesso sono proprio le false identità che raccontano “fatti” e non “opinioni”, perché magari dietro quel misero nick si celano personalità deluse, infuriate, stanche.
    Arrivo al punto: nell’articolo scritto dall’amico Pasquale Rizzi in risposta ad un utente hai portato un esempio di moderazione differenziando il FATTO dall’OPINIONE; ovviamente facevi notare che chi racconta il FATTO, nell’anonimato, viene bannato in quanto non potresti accertarti del fatto. E lo ritengo giusto.
    Bene, arriviamo al dunque.
    Nei commenti a questo articolo l’utente “UN MONELLACCIO” ha scritto, a mio parere (e ti prego di correggermi se sbaglio), un FATTO :”TU NON POTRAI MAI ENTRARE IN MAGGIORANZA PERCHè SEI AMICO DI STELLACCIO” – questa non penso sia un opinione. (anche se, analizzando la regola del “TIZIO HA DETTO A CAIO” qui è espresso il caio (sig.Resta) e il tizio è omesso (ma facilmente intuibile constatato il fatto che si parla di maggioranza, ballottaggio e “mettere in lista”)).
    Ultimamente anche tu hai notato che gli articoli politici sono susseguiti da un mare di commenti (a mio parere scritti sempre dalle stesse persone che se la suonano e se la cantano-ma è un mio parere) e sono ignorati dai consueti appassionati di palagiano.net; hai lanciato un appello, ma a quanto pare non interessa a nessuno.
    Detto ciò, voglio solo auspicare una crescita, su questa community, da parte di tutti, un rispetto dell’altro ricordando che avere dinnanzi a se uno schermo non è una protezione che consenta di attaccare qualsivoglia persona a spada tratta. O meglio, se l’intento di chi scrive è quest’ultimo, non ci sono problemi basta firmarsi..con il solo nome e cognome ci si assume le proprie responsabilità. E assumersi le proprie responsabilità è segno di maturità.
    Sperando in una Palagiano diversa.

    Armando Mappa

  8. Ciao Armando, ti ringrazio per questo tuo commento che secondo il mio giudizio dovrebbe essere di esempio per alcuni che da un po’ di tempo tentano di mettermi in difficolta’, spingendomi a “bannare” un gran numero di post come mai ho fatto in 10 anni!
    Diciamo subito , e l’ho gia’ scritto tante volte, che come tutti gli esseri umani posso sbagliare e per questo chiedo un po’ di comprensione da tutti voi.
    Moderare il portale e’ un’impresa ardua in questi mesi.
    Ritengo che la situazione politica a Palagiano non e’ delle migliori ed e’ per questo che i toni sono a volte aspri e pieni di “veleni”! Su questo non posso farci nulla e, al momento, volutamente non partecipo alle discussioni (cosa che in passato non succedeva!) anche se avrei tanto da dire!
    Al momento scelgo di mantenere solo il ruolo di “moderatore” e nelle mie possibilita’ cerco di farlo nel modo migliore.

    Arriviamo al dunque.

    I tuoi dubbi sul commento di “Monellaccio” sono in effetti legittimi.
    Ho pensato molto su questa frase e alla fine ho pensato di pubblicarla perche’ (credo) come hai gia’ fatto notare, il “fatto” non sussiste perche’ non viene riportato il nome che, secondo monellaccio, ha pronunciato la persona!
    Quindi, se il nome non c’e’ , il fatto non e’ piu’ un fatto accertato ma ipotetico.

    “Mario Liverano ha rubato una mela” e’ diverso da “Qualcuno ha rubato una mela”!
    Chi puo’ mai lamentarsi di essere accusato come l’autore del furto se il nome non e’ stato scritto?
    E’ un po’ come dire ” Governo Ladro”! Cioe’ dire….niente!

    Per il resto, sono d’accordo con te anche se non sarei tanto convinto che le “persone” che scrivono sono sempre le stesse!

    Sulla firma reale a fine post mi sono gia’ espresso e credo che articoli come nel caso de ” gli Indignati”, visto i loro contenuti mai sgarbati, e’ davvero superfluo conoscere i nomi se non per l’unico motivo di “tappare le loro bocche e i loro cervelli”.

    La community puo’ crescere ma ricordati che palnet e’ la versione virtuale della piazza ed e’ il risultato della comunita’ reale.

    Ora io ti chiedo: sara’ la piazza che fara’ crescere palagiano.net o…

    il contrario?

    Grazie ancora per la tua presenza attiva. Rimango a tua completa disposizione.

    Life.

  9. Difficilmente intervengo su questo sito per commentare dei post fatti da altri, ma questa volta finalmente ho letto qualcosa di sensato riguardo la vicenda Cervellera. Mariano conosce bene i fatti che si sono susseguiti e logicamente è in grado di scrivere la reale situazione che si è sviluppata negli ultimi periodi.
    Quando scrive: “La politica soprattutto locale è fatta da idee e persone che riescono a realizzarle… e il Cervellera ha preferito vendere la sua “coerenza” in cambio di un posto in più nella stanza dei bottoni…” Mariano non sbaglia. Infatti noi tutti di Sel, Arca e IDV abbiamo preso insieme questa decisione di allearci alla fine con Tarasco, esattamente per un unico scopo: un posto in più per poter far valere maggiormente la nostra parola e la nostra voglia di cambiamento in questo paese, proponendo idee e quindi i punti del programma che avevamo e abbiamo proposto. Il nostro impegno è palese, stiamo lavorando grazie proprio a questo accordo, rimanere all’opposizione non ci avrebbe giovato.
    I dissidenti? Mi viene quasi da ridere, è veramente strano leggere certe righe, sembra quasi che si vuole attaccare a tutti i costi, e non cercare di pensare in maniera costruttiva. Come potete dire che i tre monelli sono stati eletti dal popolo e che Giovanni e Vito no!? Più di 1300 persone hanno votato a Vito e alla sua coalizione, non mi sembra affatto che queste persone non siano di Palagiano. Il nostro obbiettivo è quello di proporre i punti del programma e portarli avanti, e di coorenza su quello che ha fatto Vito ne vedo tanta.

    Saluti,
    Vito Sanitate

    1. Dunque, se ho ben capito la logica che ispira il discorso fatto da Vito Sanitate a proposito dei 1.300 voti, sarebbe altrettanto “costruttivo”, se non di più, dal momento che in questo caso di voti se ne potrebbero contare ben 4.000, riservare anche Serra & C. qualche posto in maggioranza?

      E, atteso che per fare posto a Cervellera sembra sia stato necessario far fuori una lista che di voti ne aveva presi più di 1.400, sa indicarci Vito Sanitate quali liste dovrebbero essere candidate adesso per lo stesso trattamento?

      Attendo risposta a entrambi i quesiti, sig. Vito Sanitate.

      Ah, un’avvertenza. Non se ne venga sostenendo che a fare da impedimento a un così logico discorso ci sarebbe la diversità ideologica; Casini proprio ieri si è detto “inorridito” da Vendola e personalmente continuo a considerare che sia estremamente difficile ritenere la Poli Bortone politicamente orientata a sinistra.

      Mimmo Forleo

  10. Se questo post la fa sentire meglio Signor Sanitate,siamo contenti per la sua coscienza..quanto al ridere ci crede senza nessuna offesa per il suo commento, ancora adesso rileggendolo ci fa sorridere!ma come può paragonare i tre monelli eletti fin dal primo turno con Tarasco e scesi in campo per Tarasco a due persone BOCCIATE dal popolo!E si bocciate.. e sa perchè? se cosi non fosse il Sempreverde Sindaco cervellera,avrebbe preso lui i voti di RESSA prima nel 2007(non un voto) e di Tarasco poi nel 2012(io son un politico)e lei non pensa Signor Sanitate che quelle 1300 persone non vi abbiano votato proprio perchè vi siete professati come alternativi a Tarasco? Questo dubbio non le è mai venuto? E sicuro,sicuro che tutti eravate daccordo nell’andare con Tarasco? A noi risulta che qualcuno oltre l’Idv sia andato via dal fisico…va beh visto che dice che non siamo costruttivi,ci permettiamo di ricordarle un vecchio proverbio che dice :non c’è due senza tre..chissà riprovate nel 2017..però se possiamo darle un consiglio Signor Sanitate nei punti che avete da inserire nel programma di Tarasco evitate quello della revoca del PIP di 40 ettari!!!

  11. Forleo sempre il solito mistificatore della realtà : Serra non ha fatto un’accordo politico al secondo turno con Tarasco e quindi non può far parte dell’esecutivo anche se voci lo davano propenso ad entrare considerato anche il via vai parentale e non che c’è sul Comune. a chieder cosa bohh? Poi la lista da 1400 il cui piu suffragato ha preso ben 400 voti è il Presidente del Consiglio non far finta di dimenticarlo … altrimenti sei in cattiva fede …

  12. Praticamente i secondi di ogni lista e quindi della lista civica, valgono quanto il due di briscola!?Pertanto ad esempio, a LIPPOLIS che ha preso 250 ed è arrivato secondo A CIRILLO, nella PRIMA LISTA, rispetto a un CIFONE 170 o a un NARDELLI 190 (entrambi primi di PD E UDC) o ancora MONACO 200 e TAGARIELLO 160 (entrambi primi di IO SUD E API) o per ASSURDO RISPETTO A CERVELLERA E ROMANAZZI (di un’altra coalizione che ha sputato veleno sull’attuale) SPETTEREBBE UNA BEATA…M I N C…I A!! Complimenti sig. ALEX, con queste credenziali, a sprezzo della democrazia, potrebbe fare il SINDACO DI PALAGIANO, tanto dopo TARASCO, non ci meravigliamo più!!

  13. Salve sig. Goffredo,

    nel ringraziarla per le sue parole che non possono che farci piacere, vorremmo puntualizzare alcune affermazioni da lei fatte.

    Noi riteniamo molto più gravi i silenzi di un sindaco che debba dare risposte ai suoi cittadini ed invece preferisce tacere, che l’anonimato di gente come noi che, mai ha parlato per partito preso o con il semplice gusto di offendere, ma questo è un nostro pensiero. Lei sa bene che noi abbiamo fatto la nostra comparsa su palnet ponendo una serie di domande alle quali, solo dopo oltre quattro mesi e grazie ad un momento di rabbia, abbiamo avuto le risposte e, ancor peggio, in consiglio comunale dove, ammesso che fossimo stati presenti, non avremmo potuto ribattere e confrontarci.
    Ad onor del vero, un grazie al sindaco Tarasco dobbiamo dirlo in quanto, è stato proprio grazie all’indignazione verso di lui che abbiamo deciso di cominciare con il fare politica attiva a vantaggio di Palagiano. Dopo aver riposto la nostra fiducia in un uomo che, secondo noi, avrebbe lasciato un segno importante in questo paese ed esserci ricreduti, scoprendo una persona opposta a ciò che credevamo, capirà bene che abbiamo deciso di non firmare più cambiali in bianco. Non pensi che ora ci si fossilizzi sul voler ostinatamente chiedere le dimissioni e basta. Come fatto fin ora nei casi che lei ricordava, continueremo a denunciare i disagi del nostro paese e ad apprezzare quanto di buono lo stesso paese possa offrire alla collettività. Certo, le mentiremmo se le dicessimo che non vogliamo che il sindaco si dimetta anzi, le diciamo anche che se questo dovesse accadere e avessimo il minimo sentore che un po’ del merito sia nostro, saremmo più che convinti di aver fatto qualcosa di positivo per Palagiano.

    Detto questo, lei ha pienamente ragione quando dice che anche noi, al posto di Cervellera, avremmo fatto il possibile per entrare nella “stanza dei bottoni”ma, sicuramente con metodi diversi. Quello che non condividiamo e che continueremo a sostenere fino a diventare patetici e nauseabondi, è l’aver fatto un accordo segreto togliendo agli elettori la possibilità di scegliere con la propria testa. Sig. Goffredo, l’onestà è un principio in cui noi crediamo fortemente e non riusciamo proprio a concepire il voler raggiungere i propri obbiettivi con l’inganno. Che dirle? Saremo dei sognatori? Forse! Ma per noi è inammissibile un comportamento simile. In questa fase l’elettorato è stato preso in giro!

    Per quanto riguarda l’indignazione degli altri partiti della coalizione le diciamo che si, hanno accettato la cosa ma solo dopo aver capito che non c’era alternativa e il sindaco l’abbia messa sul piano personale, perchè alle famose riunioni, i partiti che lei cita, non volevano accordi. Consideri anche che tutti gli altri partiti, sono stati trattati con pari dignità, cosa che non è accaduta a “Palagiano in Crescita”, lista più suffragata. Capirà bene che se solo noi di “Palagiano in crescita” ci siamo indignati, questo è successo perchè, se la nostra scelta elettorale è caduta su una lista civica capitanata dal dr. Tarasco, lo si è fatto proprio perchè si voleva un cambiamento dalla solita minestra che ci veniva propinata da dieci anni a questa parte. Quando abbiamo capito che la lista era stata creata solo per recuperare voti e poi le sarebbe stato dato il ben servito…cerchi di capire!!!
    Per quanto poi riguarda il suo pensiero su come si sarebbero svolti i fatti, noi non le diamo torto, probabilmente lei avrà più ragione di noi; ciò non toglie però che non sia nel nostro costume fare nulla nella penombra e siamo più che certi, forse sbagliando, che la politica di per sè non sia incoerenza, compromesso, accordo, sottomissione… è la gente che la rende tale per cui non deve essere una giustificazione per nessuno quando venga fatto qualcosa di poco corretto.

    Per finire, quando verremo allo scoperto, anche a noi non dispiacerà confrontarci con lei per cui, prima o poi, andremmo volentieri al bar a prendere un caffè insieme!

    Con stima________________gli indignati

  14. ….”Ciao Armando, ti ringrazio per questo tuo commento che secondo il mio giudizio dovrebbe essere di esempio per alcuni che da un po’ di tempo tentano di mettermi in difficolta’, spingendomi a “bannare” un gran numero di post come mai ho fatto in 10 anni!
    Diciamo subito , e l’ho gia’ scritto tante volte, che come tutti gli esseri umani posso sbagliare e per questo chiedo un po’ di comprensione da tutti voi…….

    Bravo life, hai trovato un bel compare come sponda per chiedere COMPRENSIONE. Con questo commento hai sottoscrito la tua NON imparzialità. Ricorda che chi concorre ad illustrare le verità, anche attraverso dei pseudonimi, è sempre rintracciabile. Se analizzi i post dei tuoi pochi e soliti commentatori,meno male, si rilevano calunnie quanto una casa. Ti faccio un esempio: “RIBELLINA, rivolgendosi agli indignati, presenti durante l’ultimo consiglio comunale, dice che LO STIPENDIO DI ASSESSORE SE LO PUO SCORDARE, il riferimento è chiaramente rivolto al primo dei non eletti della lista civica di PALAGIANO IN CRESCITA”. Tu sai bene chi è. Ma hai permesso, comunque di pubblicarlo. Bè, … mi dirai … alla signora ILLARY… non si può dire di no.

    Concludo ricordandoti che quando ti vengono illustrate le PSEUDO ALCHIMIE POLITICHE poste in essere dall’OMBRA EX, non puoi ritenerle diffamazioni e/o calunnie. Se poi chi scrive non ti piace, bè allora è un’altra cosa.
    VERITAS.

    1. Vedermi “schierato” e “simpatizzante” di volta in volta e di utente e utente diverso ….
      ormai e’ storia!

      E’ il prezzo che mi tocca pagare per permettere a qualsiasi cittadino di esprimersi.

      Life.

  15. Caro/a Veritas sei cattivo/a..consenticelo di dirtelo!Noi apprezziamo invece Life che consente anche a ribellina di parlare,dopo quante ne ha passate poverina…leggendo il suo nick forse è una persona che ha bisogno di ribellione!Noi siamo con life sempre e comunque e speriamo l’amministrazione alzi gli indici di fabbricabilità,cosi almeno le porte le facciamo più alte e molti possono passarci facilmente…e pure i garage ed evitiamo gli scandinati e non ci allaghiamo più!!!

  16. Life, io sono una persona che ancora riesce a disquisire il bianco dal nero. Ti assicura che a breve, davanti ad una tazza di caffè, mi presenterò al tuo cospetto e, solo allora capirai che non sono in mendecaTTO. Io lavoro per questa comunità da oltre 30 anni con l’intento di portare lustro a questa comunità. Quando mi conoscerai, capirai che non sono la persona che si nasconde dietro un alias o uno pseudonimo. Pur essendo rimasto abbondantemente deluso dalle risposte ricevute da questa comunità, non ho mai smesso di fare del bene. Continuerò, comunque, con lo stesso impegno a lavorare per il bene di questa comunità.
    Guardate il mio motto è stato sempre il seguente:”MENTRE NEI COMUNI LIMITROFI ABBIAMO VISTO NASCERE E CRESCERE PERSONALITA’ DELLA POLITICA (ONOREVOLI E SANATORI),DELLO SPETTACOLO E DELLO SPORT – VEDI MOTTOLA – LEGROTTAGLIE E MASTRANGELO – NOI NON SIAMO RIUSCITI A PROPORRE NULLA” … NEMMENO UN BUON DELINQUENTE – lasciatemi passare questa metafora.

    Una dettagliata analisi politica fatta all’interno della nostra comunità non guasterebbe. Se alle intelligenze delle giovani generazioni palagianese si unirebbe un pò più di campanilismo e professionalità, assicureremmo vitalità e sviluppo ed eviteremmo una emigrazione di cervelli verso altri lidi.

    Questa mia sintetica osservazione nasce dalla stanchezza di vedere questo paese rimanere nell’indifferenza totale. Siamo un popolo che non sà reagire e ribellarsi a coloro i quali da tanti anni hanno voluto evitare uno sviluppo sociale ed economico. Nel terzo millennio ci si domanda: “Come si fà ad accettare passivamente l’oppressione gestita da pochi?”
    Credevo che con la elezione del sindaco Gaetano TARASCO, i palagianesi si sarebbero riappropriato di Palagiano. Cosi non è. Peccato, abbiamo perso l’ennesima occasione.
    Grazie _________-VERITAS

  17. E a breve, davanti ad un caffe’, spero avrai modo di conoscere il mio “mondo” ideale.

    Rispetto.
    Rispetto per tutti.

    A partire dal mio peggior nemico.

    Resto in attesa dell’invito.

    Life.

Lascia un commento