E’ passato qualche giorno dall’ottenimento del finanziamento di € 10.000 finalizzato al potenziamento dello I.A.T. (ufficio di informazione e di accoglienza turistica) e l’amministrazione Lasigna porta a casa un altro eccezionale risultato: la concessione di un contributo regionale di € 70.000,00 per l’avvio, congiuntamente ai comuni di Palagianello e Mottola, per l’avvio di attività di costituzione e promozione dei distretti urbani del commercio.  La difficoltà riscontrata dai comuni a promuovere  progettualità autonome per ottenere incentivi, l’arretratezza della strumentazione urbanistica del nostro comune,    una certa debolezza del tessuto imprenditoriale con la mancanza di investimenti privati , hanno agevolato l’unione di Palagiano,  Palagianello e Mottola per la creazione di un distretto urbano del commercio che , oltre a promuovere la collaborazione tra Comuni, valorizzasse e rilanciasse  i contesti commerciali urbani. E’ necessario il gioco di squadra per affrontare problematiche che riguardano ad esempio il miglioramento del sistema commerciale attraverso l’efficientamento dei collegamenti, migliori standard qualitativi (pulizia , sicurezza, segnaletica), integrazione dell’offerta commerciale, dotazione di parcheggi e qualificazione dei percorsi. Il tutto deve integrarsi con un migliore utilizzo delle potenzialità urbanistiche. L’obiettivo è quello di valorizzare i “competitors” che devono  attenersi al P.u.c. (Piano Urbano del Commercio) che regolamenta in modo analitico lo svolgimento della loro attività. La strutturazione del DUC nasce da un Protocollo d’Intesa tra i comuni associati  e le Associazioni di categoria del commercio maggiormente rappresentative a livello regionale,  Confcommercio e Confesercenti, per attuare un programma di sviluppo dell’attrattività  commerciale e turistica attraverso il marketing territoriale, attività culturali, ottimizzazione delle eccellenze  turistiche ed enogastronomiche e la qualificazione dei servizi ad alto contenuto di innovazione tecnologica. Il tutto, finalizzato alla ripresa  degli investimenti e dei consumi ed alla riqualificazione delle aree urbane. Non è più tempo della “politica dei campanili”. I paesi limitrofi sono  partners, oltre che istituzionali, anche economici.  E’ necessario fare sistema  favorendo il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati allo sviluppo e alla promozione del territorio. Si deve costruire un sistema di governance, competenze e conoscenze  che faccia fare un “salto di qualita” al nostro distretto. Questo l’amministrazione Lasigna l’ha capito, e l’intercettazione di questo finanziamento , oltre ad esserne la prova concreta, getta le basi per  future collaborazioni con i paesi limitrofi.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento