Castellaneta,  Cultura,  ECHEO,  Palagiano,  Sociale

BORSA DI STUDIO DELL’ASSOCIAZIONE ECHÈO

BORSA DI STUDIO DELL’ASSOCIAZIONE ECHÈO O.N.L.U.S. DI PALAGIANO PER UN BIOLOGO/A PRESSO L’UNITA’ OPERATIVA DI ONCOLOGIA DELL’OSPEDALE DI CASTELLANETA (TA)

 

L’Associazione O.N.L.U.S. “Echèo” di Palagiano (Ta), ha già da tempo rivolto una particolare attenzione verso le patologie oncologiche ritenendo indispensabile orientare la propria attenzione a tutte quelle problematiche che assumono una rilevanza sociale di forte impatto umano e psicologico e legando la sua attività verso un tema difficile ma nello stesso tempo sentito e profondamente scavato nel cuore di molte persone per aver vissuto direttamente ed indirettamente una storia di cancro.

Abbiamo da tempo pensato di garantire al Servizio di Oncologia dell’Unità Operativa di Castellaneta (Ta) la possibilità di mantenere il passo con l’innovazione ed offrire ai propri pazienti ogni opportunità terapeutica con la possibilità di partecipare a innovativi Studi e Sperimentazioni e soprattutto un sostegno moderno e concreto in ogni fase della malattia.

Un nostro altro grande obbiettivo è quello di riuscire ad abbattere la “lista d’attesa” che oramai supera i 3 mesi per la 1° visita e oltre 6 mesi per i controlli successivi.

Al fine di  evitare  che i pazienti  neoplastici debbano  rivolgersi a strutture extra territoriali o extraregionali  con ulteriore dispendio di energie fisiche ed economiche e con aggravio della mobilità passiva, l’Associazione “Echèo” O.N.L.U.S. di Palagiano (Ta), è riuscita ad ottenere un finanziamento di € 15.000,00 da una importante azienda farmaceutica internazionale, per la concessione di una borsa di studio da devolvere ad un laureato/a in biologia da orientare come supporto al reparto di oncologia dell’Ospedale di Castellaneta. Il professionista assumerà il compito di un Data Manager  nel campo della ricerca e della sperimentazione clinica e  con l’ulteriore compito di essere anche responsabile  dell’Ambulatorio di Terapie Innovative  e degli Studi Clinici  nonchè Segreteria  AIFA da incaricare per i seguenti compiti:

?  monitoraggio della spesa farmaceutica;

  registrazione e aggiornamento schede AIFA;

?  valutazione e monitoraggio degli Studi Clinici;

  dimissioni protette;

 rapporti con ANT, AIL, LILT, AIRC, Associazioni  di Pazienti e di  Volontariato;

assicurando, dunque, un’attività che permetta al paziente di accedere ad innovazioni terapeutiche utilizzando farmaci cosiddetti “biologici” – target therapy –  le quali prevedono un attento monitoraggio AIFA con le relative registrazioni di diagnosi, richieste e follow-up.

Oltre a ciò, permettere ai pazienti in trattamento neoplastico, l’utilizzo di terapie orali che prevedono oramai un Ambulatorio specifico.  Particolare attenzione nella formazione sarà tenuta nello studio della biologia molecolare, nello screening per i tumori, nella diagnostica per immagini in oncologia e nella chemioterapia oncologica. Il Data Manager provvederà alla gestione ed al coordinamento pratico degli studi clinici in oncologia ed assicurerà il corretto andamento degli stessi ed il mantenimento della loro qualità, verificando che la conduzione dello studio clinico e la raccolta dei dati siano svolte in accordo con i rigidi criteri normativi che ne garantiscono il rispetto della scientificità e dei principi etici.

Il Data Manager si occuperà anche di ricerca che si compone di diverse fasi che partono, ovviamente, dagli studi in vitro, fino ad arrivare all’uomo (ricerca clinica appunto) solo dopo che il farmaco ha ottenuto le dovute autorizzazioni.

Dunque nella pratica, l’attività della figura del Data Management si esplica attraverso:

–             la gestione del carteggio, secondo procedure definite e corrette, con il Comitato Etico competente, che valuta gli obiettivi e la casistica richiesta dallo studio e fornisce l’autorizzazione all’avvio della sperimentazione;

– la verifica della corretta gestione degli strumenti di garanzia etica, quali note informative per i pazienti e consenso informato;

–  l’effettuazione di una corretta e critica raccolta dati, attraverso la compilazione degli strumenti raccolta dati, con registrazione dei pazienti in studio, raccolta CRF,  etc.., così da garantire una corrispondenza tra i dati raccolti nelle cartelle cliniche dai pazienti e i dati registrati per le sperimentazioni; 

–  la raccolta dei campioni biologici (plasma, siero, urina) per la valutazione di marcatori utili alla selezione e monitoraggio dei pazienti;

– la gestione dei farmaci sperimentali, con relativo stoccaggio;

–  l’invio dei dati raccolti al centro di coordinamento medico scientifico  e statistico, ottimizzando così il flusso dei dati.

– recupero, dagli Ospedali in cui il paziente è stato sottoposto ad intervento chirurgico, di blocchetti istologici o altro materiale biologico per l’effettuazione di test diagnostici riguardanti la caratterizzazione biomolecolare delle principali neoplasie solide (KRAS, BRAF, analisi mutazionali EGFR, ecc). La fase diagnostica si avvale del supporto di tutte le strutture specialistiche e strumentali presenti nel territorio quali ad esempio TAC, RMN, radioterapia che devono avere scadenze precise e che servano appunto per un corretto e moderno inquadramento diagnostico e per monitorare, in corso di trattamento o di follow-up,  lo stato di malattia del paziente in studio;

– mediazione dei rapporti con case farmaceutiche e gruppi di monitoraggio, al fine di consentire uno svolgimento armonico delle complesse procedure che richiede ogni studio clinico controllato.

Ad oggi l’Unità di Oncologia Medica di Castellaneta è impegnata nella gestione di vari protocolli sperimentali randomizzati attivi (precisamenete 4 studi clinici, all’interno del quale sono stati arruolati circa 20 nuovi pazienti) oltre che alle procedure che portano all’attivazione di nuovi protocolli ed al completamento di altri per i quali non è più previsto un arruolamento attivo, ma il follow-up nel tempo del paziente.

Presto pubblicheremo il bando di selezione e daremo maggiori informazioni circa le funzioni di un Data Manager.

Palagiano, 26.04.2012

 

                                                                                        LA PRESIDENTE

                                                                          Prof.ssa BORRELLO Antonia Grazia

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento