mortolampedusa

 

E poi stamattina mi sveglio immaginando…
Immagino un ragazzo che saluta i suoi cari tra bombardamenti e poverta’ che si respira in ogni angolo del paese.
Immagino un padre che acquista un “biglietto” della speranza con soldi presi in prestito o guadagnati per tutta una vita.
Immagino gli abbracci e i saluti tra lacrime e speranza.
Immagino questo giovane speranzoso salire sul barcone aggrappato a tanti suoi simili.
Immagino il freddo del viaggio.
Immagino la sua fame.
Immagino le sue pene.
Immagino i suoi pensieri rivolti all’ingiustizia di tutta la sua giovane vita.
Immagino le grida e gli urli dei suoi compagni.
Immagino un barcone rovesciato in piena notte nelle gelide acque internazionali.

Immagino e bevo acqua salata. Tanta.

Immagino la sua morte.

Immagino la sconfitta dell’intera umanita’.

Mi alzo e bevo il mio caffe’.

Amaro come la mia immaginazione.

mortilampedusa

Se potete, perdonatemi.
Life.

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

2 pensiero su “Caffè amaro. by Life.”
  1. Che dire, riesco a stare solo male nel sentirmi impotente di fronte a simili tragedie. E continuo a chiedermi perchè tutto questo accade. Come abbiamo potuto permettere che i soldi e il potere siano gli unici Dei da adorare. Altro che progresso,non so di chi sia la colpa, ma abbiamo costruito un mondo che fa schifo!

Lascia un commento