COMUNE

Sulla gazzetta del mezzogiorno del 21 aprile 2013, è stato pubblicato un articolo sul finanziamento della Regione Puglia per il recupero e riqualificazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria nell’ambito degli insediamenti di edilizia residenziale pubblica.

 

Gli interventi previsti sono: verde attrezzato, aree a verdo per il gioco e la ricreazione, parcheggi e spazi di sosta pubblici, realizzazione di impianti di illuminazione a risparmio energetico, riqualificazione degli impianti sportivi, riqualificazione di edifici sociali, educativi e culturali.

 

Ai consiglieri comunali promotori dell’articolo di cui sopra, si consiglia di leggere bene i documenti, prima di inviare gli articoli alla stampa, infatti nella delibera di giunta n. 63 del 18/04/2013, avente ad oggetto i lavori di cui sopra e la presa d’atto di approvazione della graduatoria regionale, nel deliberato è riportato al punto 6 “di disporre che le risorse per il pagamento della rata di ammortamento del mutuo saranno reperite dalle entrate correnti senza specifico vincolo di destinazione, precisando che ove tali risorse risultassero incapienti si aumenta sin d’ora per allora di mezzo punto l’aliquota IMU sull’abitazione principale”.

 

Quindi allo stato attuale non vi è stato alcun aumento dell’IMU.

 

Basta andare a leggere i documenti a disposizione di tutti i consiglieri, per comprendere che nel bilancio comunale (consuntivo 2012) le entrate correnti competenza 2012 ammontano ad € 8.551.197,99, da tale cifra non  mi sembra impossibile destinare € 40.000,00 all’anno per il rimborso del finanziamento alla Regione Puglia.

 

Intanto con questo finanziamento sarà possibile effettuare tutti i lavori di cui sopra, diversamente tali lavori non sarebbe stato possibile realizzarli con fondi comunali.

 

E’ come quella famiglia che ha deciso di acquistare una casa e che ricorre ad un mutuo per poterla acquistare, chi non vorrebbe evitare di fare il mutuo?

Ma non avendo a disposizione le somme necessarie, l’unica strada per realizzare tale acquisto è il ricorso al mutuo.

 

Tanto si doveva per rispetto e chiarezza a tutta la cittadinanza.

 

 

 

Michele Amatulli

Assessore Comunale

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

3 pensiero su “Comunicato stampa Comune di Palagiano Finanziamento Regione Puglia”
  1. Se le entrate del 2012 ammontano ad £8.551.197,99 quale necessità ci sono per contrarre un mutuo? Si può procedere benissimo alla riqualificazione di anno in anno cominciando dalle zone più degradate quali ad esempio le periferie stornando £ 40.000,00 ogni anno.

  2. A me cittadino che paga le tasse e a tanti altri viene sempre detto che il Comune non ha mai soldi neanche per fare gli interventi essenziali di manutenzione agli edifici scolastici, alle strade che percorriamo in paese.
    Che cosa viene fatto invece?
    Una delibera che forte di entrate correnti di circa 8milioni di euro, cerca di intercettare 400 mila euro sotto forma di mutuo da restituire a 40mila euro l’anno.
    Va bene,
    ma mi viene da chiedervi perché venite a metterci le mani in tasca aumentando l’Imu di mezzo punto percentuale se dite che l’entrate comunali sono sufficienti a coprire la rata del mutuo?
    Perché aumentate i costi per servizio a domanda individuale (mensa e trasporto scolastico) mettendo a rischio dei posti di lavoro?
    Mi viene da chiedervi: la parcella di quant’e’ e chi la deve percepire?
    A cosa serve il mutuo di 400mila euro che state contraendo?
    A mettere a norma Chiatona?
    A creare nuovi posti di lavoro?
    A ultimare la nostra Salerno-Reggio Calabria ossia il palazzetto dello Sport opera incompiuta ancora dopo 30 anni?
    A mettere a norma il Cimitero senza lasciare soli i poveri cittadini di fronte una convenzione che dopo 10 anni non si sa ancora se è leggitima o no?
    Quali sono i progetti alle voci di spesa corrispondente?

    Francamente penso che se ci sono le risorse economiche occorre utilizzarle per diminuire la pressione fiscale, incentivare la creazione di nuovi posti di lavoro aiutando le imprese locali, realizzare i progetti essenziali con le risorse disponibili anzicche’ indebitarsi ulteriormente aumentando le tasse e i costi dei servizi ai cittadini.

    Buon lavoro.

  3. Signor ASSESSORE AMATULLI, abbi il buon senso di evitare di prendere in giro, oltre che te stesso, una comunità che langue grazie alla politica distruttiva posta in essere da chi ha governato da oltre 60 anni questo miserabile paese. Si aggiorni prima e poi parli. Verifichi i bilanci e così si renderà conto che sono tutti artefatti. Vi sono debiti fuori bilancio che si aggirano intorno a 6/7 MILIONI di euro. Verifichi. Siamo un comune in pieno DISSESTO ECONOMICO e VOI PENSATE ANCORA A FARE DEBITI. ABBIATE UN GUIZZO DI ORGOGLIO FATE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO E COSI SAPPIAMO CHE DOVREMMO RIPARTIRE DA SOTTO ZERO. Lo chieda, per conferma, ai sindaci revisori che ha votato insieme alla sua maggioranza. Ricordi che nei libri contabili, ovvero, nei bilanci consuntivi non potete indicare nella voce entrate somme VIRTUALI che non si sà, se e quando potranno rientrare nelle casse comunali (Esempio recupero conguagli dalle cooperative zona 167 e/o altra tipologia d’entrate che il comune ha potuto solo preventivare come entrate, quando di fatto, a seguito dei vari ricorsi avviati dai “presunti debitori”, sono somme che non saranno mai recuperate).
    Assessore AMATULLI spieghi, invece, come avete fatto a convincere il funzionario addetto, Dott.ssa RIZZI, a mutare il parere in ordine al finanziamento dei 400 mila euro, da contrario a favorevole. La cittadinanza ha necessità di sapere da chi viene governato.
    ADANEGRO

Lascia un commento