Comunicati dal Comune,  Palagiano,  Politica

Comunicato Stampa gruppi consiliari del PD- Io Sud- Sel Arca- UdC

 

I gruppi consiliari del PD- Io Sud- Sel Arca- UdC, in merito alla vicenda “ Concorso del Comandante dei Vigili Urbani, informano la cittadinanza e tengono a rettificare quanto sostenuto nella Conferenza Stampa  dai Consiglieri Latagliata, Lippolis, Tagariello.

E’ risaputo che il corpo di polizia municipale è sottodimensionato,  ma è storia che in 10 anni il corpo di PM è stato portato da 6  a 10 unità , attraverso l’espletamento dei concorsi per un impiego part time; le stesse  sono state stabilizzate successivamente a tempo pieno.

Dopo il pensionamento del comandante Zaccaria, il corpo di PM è vacante del posto di comandante. La legge consente di occupare quella posizione ed  unicamente quella mediante la procedura concorsuale.

Tanto è stato fatto e per l’amor della verità con delibera di GM 126 del luglio 2012, la giunta Tarasco ha avviato l’iter burocratico amministrativo propedeutico  all’espletamento del concorso.

Ad oggi, pertanto, non si può  fermare tale procedura se non per fondati motivi di interesse pubblico che rendano inopportuno il prosieguo dell’iter; iter che peraltro si ritiene opportuno continuare e concludere.

Infatti un nucleo di Polizia Municipale ancorché sottodimensionato non può svolgere le proprie funzioni in maniera efficiente ed efficace  senza il coordinamento di un comandante.

Peraltro, in aggiunta a quanto  sopra enunciato, va evidenziato un ulteriore principio giuridico  dal quale non si può prescindere: il turn-over del personale prevede che  un dipendente collocato in quiescenza possa essere, nel caso di personale di vigilanza, sostituito attraverso  il reclutamento di personale di  medesima categoria.

L’Amministrazione Comunale, inoltre, ci tiene a smentire quanto sostenuto dai consiglieri sopra enunciati che lamentano una mancata risposta sulla questione;  si ribadisce  che nessuna disposizione è stata inoltrata dal Sindaco al Funzionario Responsabile del Settore Affari Generali  e che nessuna omissione è stata commessa da quest’ultimo.

Gli stessi gruppi consiliari ribadiscono, inoltre, la piena fiducia nell’ufficio comunale competente che sta dando attuazione agli indirizzi amministrativi deliberati dai competenti organi istituzionali.

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

59 commenti

  • giovanni f

    Sel-arca rappresentata in consiglio comunale con nemmeno 70 voti..miracolo…e su questo gli indignati hanno pienamente ragione, e non solo gli indignati…….!La mano destra non sa ciò che fà la mano sinistra, e la maggioranza sembra già sfaldata…..tra 4 anni e 10 mesi, sempre che non lasci il Dottore prima, in tanti rimarranno a casa…oramai avete fatto il vostro tempo, ci vuole rinnovamento, giovani, idee nuove……..

  • tonino

    E brava la maggioranza, vi state facendo la “guerra” con comunicati a vicenda e poi inciuciate delibere a minchia in allegria, BRAVI!!!

    Il tutto con buona pace dell’opposizione.

    Bravi a tutti!

  • tonino

    Dopo lo schifo letto negli altri articoli e in primis “serata della sicurezza stradale” e “parcheggi a Chiatona”, chiedo alla Giunta tutta di rassegnare immediatamente le dimissioni.

    Palagiano ha urgente bisogno di persone perbene!

  • gli indignati

    Tanto per cominciare ci terremmo a precisare ai tre consiglieri Lippolis Latagliata e Tagariello, che sarebbe opportuno, per correttezza, pubblicare anche su questo portale il risultato della conferenza stampa, così come sia stato fatto per il comunicato.

    Tenuto conto che i tre consiglieri succitati abbiano espresso la loro posizione nella conferenza, non abbiamo potuto fare a meno di notare che tra i gruppi consiliari che sottoscrivano il comunicato stampa, manchi astutamente il Presidente del Consiglio, sig. Salvatore Cirillo.
    Ora ci chiediamo: sarà perchè non condivida il documento oppure perchè non abbia ancora trovato un nome per il suo partito? Potremmo essere d’aiuto? Si potrebbe scegliere tra: I.S.I (io e solo io), I.C.C.C. (Io al Centro del Consiglio Comunale), C.M.N.C.N. (Come Me Non Ce N’è)….e potremmo andare avanti a iosa ma ci fermiamo qui.
    Non è che collocandosi in uno dei gruppi consiliari sottoscrittori del comunicato, potrebbe essere rimessa in discussione la sua carica di Presidente del Consiglio che pare proprio fatta su misura per la sua persona?

    Ma ora entriamo nel merito del comunicato. A dire il vero ci fa un po’ specie vedere affiancate firme di ARCA-SEL con quelle di IO SUD, UDC ma soprattutto del PD (partito del precedente sindaco).
    Il comunicato fa riferimento alla delibera di Giunta Municipale N.126 del 20/07/2012 ma evita, non a caso, di dire che la delibera madre risale a 18 maggio ( G.M. N.83 del 18/05/2012) e quindi alla vecchia giunta, così come ricordato in conferenza.
    La cosa che sembra ancora più strana è il fatto che tanto con la vecchia amministrazione quanto durante la campagna elettorale, il dott. Cervellera non condivideva una sola virgola sull’operato della vecchia e soprattutto sul programma della nuova amministrazione ergendosi a UNICA ed INDISCUSSA alternativa per Palagiano. Durante gli stessi comizi lui dibatteva animatamente sul fatto che a pochi giorni dalle elezioni si continuasse a deliberare e su questo ebbe anche contro-risposta del sig. Cifone il quale sosteneva che essendo la sua un’amministrazione dedita al lavoro, non ci fosse nulla di male nel deliberare fino all’ultimo giorno. La prima denuncia che emerge dalla conferenza è la scorrettezza politica della vecchia amministrazione nell’aver deliberato a pochi giorni dalle elezioni quanto sopra e che il dott. Cervellera denuncia dai suoi comizi per poi, in maniera apparentemente inspiegabile, ratificare il tutto!
    Ma chi non si sarebbe rimangiato qualsiasi cosa pur di ottenere una comoda poltrona? E anche lui in questo non ha avuto nulla di alternativo!
    Lui oggi, non solo rinnega quanto detto e di conseguenza se stesso, ma soprattutto ratifica quanto fatto dalla scorsa amministrazione (vedasi delibera luglio2012) dimostrando con i fatti di quale alternativa, fortunatamente, siamo stati privati!!!

    Altro atteggiamento scorretto al quale siamo ormai vaccinati, è l’omissione delle reali denunce dei tre consiglieri.
    1) Della denuncia sulla scorrettezza politica-amministrativa riguardo ad una delibera datata pochi giorni prima delle elezioni: NON UNA PAROLA;
    2) della riunione di maggioranza in presenza della giunta dove si decide, di comune accordo di sospendere momentaneamente la delibera per assumere par-time due vigili in quanto più utili alla collettività rispetto all’eventualità di avere due “burocrati” (il comandante facente funzione possiede la stessa qualifica richiesta per la partecipazione al concorso): NON UNA PAROLA;
    Tutto questo esprimendo solidarietà nei confronti del Dirigente che nulla centra con il silenzio a cui i consiglieri fanno riferimento.
    Ci faranno o ci saranno ?
    E qui la storia si ripete: come sempre, il costume di questa amministrazione, e nella fattispecie del sindaco, è dato dal fatto che dopo aver deciso in riunione il da farsi, per qualche “strano fenomeno soprannaturale” si faccia l’esatto contrario!
    Per concludere, ricollegandoci a quanto scritto dal sig. Giuseppe Favale, diciamo che sarà pur vero che mentre il vecchio sindaco fosse un politico, il nuovo non lo sia; è anche vero che il vecchio sindaco ebbe problemi dopo due anni dall’insediamento mentre il nuovo ha proprio cominciato male; ma è altrettanto vero che le scorrettezze politiche, il cambio di carte in tavola, il giocare con la fiducia degli altri, l’utilizzo del rispetto che gli altri provassero verso la sua persona, il rifiuto di ascoltare chi cercasse di fargli notare che non fosse politicamente corretto quanto lui stesse facendo…sono prerogative esclusive del nostro caro nuovo sindaco.
    ______________________________gli indignati

    • vitopesare

      Scorrettezza politica? ma….scusate Latagliata, Tagariello, Cifone e company erano all’opposizione il 18 maggio? fatemi capire perche’ qui non si sta capendo una beata mazza!!!!!!!!!!

  • kiavik

    Si dice che si stanno muovendo i big del PD e dell’UDC di Palagiano, per annientare quei TRE MONELLI. L’altra sera nella locale sede PD c’è stata una”RESSA”, i big di UDC IO SUD SEL e naturalmente PD, hanno discusso su come abbattere i TRE MONELLI. Chi proponeva di lapidarli , chi fucilarli, chi addirittura diceva di appenderli a testa in giù in pubblica piazza… ore ed ore di discussione per decidere di fare un semplice comunicato stampa, qui pubblicato, ma promettendo di sfiduciare il sindaco Tarasco se per martedì 28agosto 2012 ai TRE non dovessero essere revocate le deleghe con cacciata dell’assessore ORLANDO Rinaldo per esser sostituito dal dott. TIFONE con il benestare del Comune di “SCALEA”
    QUESTI DANNO VERAMENTE FASTIDIO COME IL DITO AL C . . . A Mr ROCCO R. E A Mr ANTONIO S.

    • gli indignati

      bhò!!!
      Lei pensa che questi siano così coraggiosi da sfiduciare il sindaco rischiando di andarsene a casa immediatamente o, nella migliore delle ipotesi, amministrare per i prossimi cinque anni con una spada di Damocle sulla testa?Sig. Kiavik sarebbe una favola a lieto fine ma le favole non esistono!
      In una situazione normale, un sindaco con un minimo di dignità, si sarebbe dimesso da tempo; tenga conto che se quello che lei ha sentito dovesse rispondere a verità, si dovrebbe andare avanti in Consiglio Comunale grazie al voto del consigliere di SEL-ARCA eletto nelle fila della minoranza.
      _______________________________gli indignati

  • giovanni f -pro indignati

    Quindi eventualmente 60 e rotti voti di quel consigliere Sel-Arca potrebbero tenere in piedi una maggioranza. Entrato dalla finestra potrebbe sorreggere un palazzo…..SIAMO A PALAGIANO!!!!!!!!!!!

  • IL GLADIATORE

    Quei tre ragazzi mi piacciono, in particolare mi piace la politica di lippolis, stanno rompendo le uova nel paniere a quei due..vi rendete conto che si sono riuniti per mandarli a casa!?sono scesi in campo i big per mandere a casa tre consiglieri!dobbiamo ammetterlo questi hanno la stoffa..continuate cosi e non vi arrendete ragazzi!! Non dimenticate che l’EX sindaco dott. RESSA revocò il bando di concorso da comandante della P.M. del suo predecessore inserendo suo cugino Zaccaria, il quale da funzionario dell’anagrafe se non erro, e quindi senza capacità tecniche alcune, fu nominato COMANADANTE della P.M., in violazione alle più elementari norme che preveva altra disciplina per la nomina e\o assunzione.

  • TERMINATOR

    Dopo una attenta analisi del comunicato pubblicato dal gruppo di maggioranza facente capo al duo RESSA-SCALERA, è emerso che tutti i consociati di giorno litigano e di notte filano…I vari assessori ad esclusione di ORLANDO, il quale ha le ore contate, sono stati minacciati dal duo nel caso in cui avessero sulla sospensione o sulla revoca del concorso da comandante della P.M., in vero, riservato esclusivamente per la compagna dell’ex predecessore. La garanzia della vigilanza e dell’applicazione del disegno posto in essere dal sig. predecessore è il noto funzionario dell’ufficio tecnico residente in altro comune, assunto prima come staffista (cioè uomo di fiducia del predecessore) e successivamente beneficiario di un contratto a tempo indeterminato alle dipendenze del comune di Palagiano. Giungono voci che costui si è arrogato il diritto di essere l’unico detentore della interpretazione delle norme concorsuali per l’assunzione del comandante di P.M., ponendosi addirittura di traverso a tutela degli interessi del predecessore, minacciando addirittura coloro i quali si ponevano in modo democratico nel riportarlo alla ragione. L’aspetto aberrante di tutto ciò, è riconducibile ai comportamenti assunti dai vari soggetti filo-ressiani (Cifone, Montemurro,Monaco,Petrocelli, Pucci, Mellone, Cervellera e company, facenti capo al coniglietto di Palagiano) tutti debitori nei loro confronti e con CIMITERI negli ARMADI. In conclusione, la ciliegina sulla torta si chiama ANTONIO TARASCO, il quale quando è lucido predica bene, altrimenti RAZZOLA male. E’ vero comunque che il sindaco di palagiano è ancora ROCCO RESSA!

  • gli indignati

    sig. Vito Pesare, buona sera.
    Avendo come punto di riferimento due soli elementi (conferenza stampa e comunicato stampa), ci siamo permessi di fare delle nostre personali considerazioni.
    Secondo la nostra lettura delle cose, i consiglieri Latagliata e Tagariello non erano a conoscenza della delibera e lei, persona intelligente e che ha provato ad avvicinarsi alla realtà amministrativa sa quanto noi che i consiglieri tutti, o quasi, anche in pieno svolgimento dell’attività amministrativa peccano di ignorare, molto spesso, quanto la giunta deliberi; attenzione questa non vuol essere da parte nostra una giustificazione…anzi ma, purtroppo questa è un’altra triste realtà del nostro paese.
    Ora è logico che noi, in questo caso parliamo per supposizioni: la verità dei fatti potrebbero chiarirla solo i diretti interessati. Una cosa però ci ha convinti maggiormente del fatto che le nostre supposizioni fossero fondate: nel comunicato stampa, se fosse vero il contrario, nessun gruppo firmatario della stessa avrebbe avuto alcuna remora nel richiamare i “due” all’ordine dichiarando pubblicamente che tutti ad esclusione di alcuno fossero stati a conoscenza della delibera. Diciamo “due” in quanto l’unica cosa certa della situazione è che, comunque sia, Lippolis non avrebbe potuto conoscere in alcun modo la delibera. Certo è che, sempre considerando che le nostre siano semplici supposizioni, se così non fosse, la cosa ESTREMAMENTE GRAVE, sarebbe che Latagliata e Tagariello avrebbero “volutamente utilizzato” il sig. Lippolis.
    Un’ulteriore riprova del nostro pensiero:
    se quanto detto dal sig. Kiavik corrisponda a verità, quale altra giustificazione al fatto di aver organizzato un summit con le più alte cariche politiche del PD e dell’UDC per partorire ufficialmente un comunicato insignificante in quanto nulla dice in risposta alle accuse dei tre e si limita a dichiarare solidarietà nei confronti di una persona che nessuno abbia chiamato in causa e poi chiedere privatamente al sindaco di cacciare i tre “monelli”, se non perchè gli stessi, in qualche modo disturbino gli pseudo-equilibri amministrativi? Non sarebbe stato meglio, anziché semplicemente smentire, dare delle giustificazioni sui fatti?
    L’unica verità sa qual’è? Che dopo questi piccoli flash insignificanti,come sempre, da questo portale, tutti scompariranno e nessuno si prenderà la briga di chiarire alcunché…monellini compresi!!!
    Noi, intanto, speriamo di essere smentiti dai diretti interessati…ma…
    con stima_________________________gli indignati

    P.S.: per quanto riguarda il sig.Cifone, probabilmente siamo stati mal capiti. Il nostro fare il suo nome ha voluto solo indicare la contrastata posizione politica tra lui e Cervellera che ora pare non destare alcun problema.

    • I dissidenti

      Da una analisi più attenta è facile capire che questo concorso per qualcuno è troppo importante per rinunciarvi.E’ facile capirlo per due aspetti molto semplice,anzi li definiremmo quasi banali.Andiamo con ordine:
      1.Il primo aspetto è che i partiti e i loro leader pro concorso non hanno perso tempo a convocarsi per decidere di prender le distanze dai 3 monelli..tanto da fare una riunione in una sezione ”in smantellamento”e prender le distanze dai tre.Tutto ciò dopo appena tre mesi di amministrazione;con questo vogliamo sottolineare che i leader o ex ledear non si son posti il problema di apparire alla cittadinanza,in piena crisi amministrava o presunta tale…ciò testimonia quanto sia vitale questo concorso…
      2.Il vecchio Sindaco si è guardato bene di dar seguito al bando di concorso in piena campagna elettorale,ancor di più ,in pieno ballottaggio…decidendo lui per la prossima amministrazione.
      Questi i due aspetti del concorso,ma siccome i politicanti nostrani,cercano di trarre giovamento da tutto ciò che si presenta,cosa si inventano nella riunione contro i tre monelli??!!!beh pensano bene di proporre,a quanto pare e si dicae,l’allontanamento del consigliere Tagariello dalla maggioranza e le revoche dei altri due monelli,cosi i navigati politici pensano di raggiungere un triplo risultato…Il primo è rompere questo terzetto di monelli e fargli fare la fine del duo Sel-Arca.
      Il secondo è incutere timore ai due monelli Latagliata e Lippolis(come usava Mussolini:Punire uno per educare cento)Il terzo è ultimo risultato,il più grande per i ”padroni di casa”della riunione,e ci sembra anche giusto(:) )visto che hanno ospitato la riunione,pensano di usurpare l’assessorato del povero Tagariello e nominare qualche figliuol prodigo del PD.
      Che dire…???noi preferiamo stender un velo pietoso..nel frattempo però cogliamo l’accasione per presentarci al web,a life e agli amici di planet.Piacere nostro i dissidenti…

  • kiavik

    ERRATA CORRIGE:
    Al posto di ORLANDO,non sarà assessore il dott.Tifone ma, Big Rocco R. offre la delega a Latagliata.
    ATTENZIONE, non per lui,altrimenti scatta in consiglio Giulio Resta e son dolori atroci per lui ed altri, ma per dargli la possibilità di sceglierselo, magari donna.(più in là vi dirò perchè donna, non mi hanno comunicato il motivo)
    Così il Latagliata rientrerebbe alla corte.
    Ogni giorno nella politica palagianese c’è RESSA….(cioè calca, affollamento, non fraintendetemi biricchini!!!)
    Un saluto a tutti da KIAVIK

    • Vito Pesare

      Kiavik si proprje nu kiavik 🙂 allora fanno fuori Orlando e nominano Latagliata, oppure Latagliata nomina un assessore di suo piacimento alimentando ancora una volta i rumors di piazza per le indennita’, Ma cosi facendo in un modo o nell’altro non si scontenta l’API? a questo punto Tagariello diventera’ il Quero e Giulio Resta diventa il Vito Pesare della passata amministrazione. No c’e’ qualcosa che non quadra come dovrebbe.

  • kiavik

    Pare ke stasera ci sarà una riunione nella sede PD, e ke l’UDC voglia dare miti consigli agli alleati PD e IO PETRO CELL.(tanto il Monaco ci sta o non ci sta è la stessa cosa fa tutto il Petro)
    Staremo a vedere.
    Tutti alle ore 20 davanti al PD per aspettare il responso sui TRE MONELLI, da comunicare al Sindaco.
    Meditate gente… meditate….
    Commentate e meditate…….
    Quanto sono KIAAAVIIk!!!!!

  • Antonio Cuscito

    Cari indignati,

    Cifone e Cervellera sono in sintonia dai tempi delle primarie di gennaio, quando Ressa facendo un’imboscata a Cervellera inviava truppe di fedelissimi a scongiurare il pericolo delle destre, e proprio Cifone risultava (tutto documentato) il primo paladino con ben 46 familiari a seguito!
    Solo che, inatteso, proprio Cervellera gli sta “rubando” il posto di Primo ufficiale.

    Questo Cervellera, dopo Lippolis e Latagliata, vuoi vedere che fa fuori pure Cifone…!

    Tutti sull’Arca!

    Saluti

  • gli indignati

    Volevamo iniziare dall’ultimo commento del sig. Kiavik.
    Complimenti per la sua simpatia: riesce a far sorridere anche su fatti di uno squallore inaudito! Però, è proprio convinto che qualcuno sia disposto a sfiduciare il sindaco? Pensa che queste minacce abbiano qualcosa di fondato?
    Macchè!!! In primi s, non rischierebbero mai di tornarsene a casa e poi, non hanno nemmeno i numeri per poterlo fare;non crede?
    Tenga conto che i firmatari siano sette in quanto il Presidente del consiglio, con la sua investitura divina non si smuoverà mai da quella posizione: sfiduciare il sindaco significherebbe rischiare di perdere il posto.
    Queste sono solo delle pseudo-minacce per tentare di intimorire i tre monellini che proprio non ne vogliono sapere di mettersi in riga! Anzi, rivolgendoci proprio a loro vorremmo dire di dormire tranquilli tanto nessuno avrà mai il coraggio di fare niente…figurarsi!!!
    Detto questo e considerando che veniamo accusati di non lanciare mai delle proposte, ne avremmo giust’appunto una da fare al sindaco così che possa dimostrare di essere quella persona che tutti credevano che fosse ma che di fatto fino ad oggi non è stata.

    Caro sig. sindaco, anzicchè stare ad aspettare che la minaccino di sfiducia,dimostri di essere il reale sindaco di Palagiano a tutta la cittadinanza:
    azzeri l’intera giunta e ritiri tutte le deleghe;
    CACCI il dott. Cervellera (di fatto azzerando la giunta, la cosa sarebbe automatica);
    Dia un segnale di cambiamento a tutti quanti proponendo che la Presidenza del Consiglio venga data ad un esponente dell’opposizione (naturalmente dei CINQUE della vera opposizione) così da garantire trasparenza;
    applicando un SERIO e CORRETTO criterio, tenendo conto di quello che è stato il risultato elettorale e non di quello che qualcuno le suggerisce di fare, attribuisca alle cinque forze politiche che con lei hanno condiviso scelte, accordi e programmi pre-elettorale le cinque deleghe assessorili, poi obblighi le varie liste ad inviarle una rosa di nomi che abbiano comprovata esperienza e conoscenza sulla materia della delega assegnata. A questo punto, senza consigli esterni alcuni, lei e solo lei, potrà scegliere quella che sarà a suo avviso la giunta più idonea!
    Presenti la nuova giunta e le nuove scelte al Consiglio Comunale e, se avrà agito in piena libertà, senza alcun condizionamento, siamo certi che potrà avere la fiducia dell’intero Consiglio Comunale o quantomeno della parte sana dello stesso.

    Probabilmente crederemo alle favole però siamo certi che questo possa essere un inizio verso un importante cambiamento.

    Un’altra alternativa sarebbe quella di creare una giunta di gente esterna che sia estremamente competente.
    es. :
    PUBBLICA ISTRUZIONE: Palagiano può contare su due dirigenti scolastici in attività; su due dirigenti scolastici attualmente in pensione; su alcuni professori che si sono distinti nel loro lavoro…
    LAVORI PUBBLICI e URBANISTICA: Palagiano può contare su giovani architetti docenti universitari alcuni dei quali si sono distinti per aver partecipato alla biennale di Venezia esponendo i propri lavori.
    CULTURA-SPORT: Palagiano può contare su persone, giovani e meno giovani, che all’interno delle loro associazioni, da anni si prodigano e si impegnano per far crescere culturalmente il nostro paese, ottenendo dei risultati strepitosi; su atleti-allenatori che nella loro disciplina hanno occupato ruoli di rilievo.
    E così via…

    Ci rendiamo conto che questa seconda proposta diventa difficile da attuare in quanto significherebbe mettere da parte i partiti e forse sarebbe stato giusto presentarsi già alle elezioni con una squadra simile già pronta in modo che tanto la coalizione quanto l’elettorato fossero dall’inizio a conoscenza di questa decisione.

    Naturalmente le nostre proposte andrebbero perfezionate, questi sono solo degli spunti e comunque, sono le nostre seconde due proposte in quanto la prima rimane sempre e comunque quella che il sindaco si dimetta, si ripresenti alle elezioni con la squadra che oggi lui ha al suo fianco e vinca le elezioni.
    Sapendo però che questo non succederà mai, allora scegliamo il male minore.
    per una Palagiano migliore_____________gli indignati

    • kiavik

      E’ il grande giorno, valige pronte per i MONELLI, si parte per l’opposizione, i rumors dicono ke ieri i partiti succubi di Mr ROCCO R. e di Mr ANTONIO S., hanno partorito un documento dove spiegano perchè cacciare i MONELLl. Non è dato sapere il contenuto, ma mancherebbero delle firme per mancata condivisione, ergo nulla di fatto.
      I leaders non incassando tutte le firme, SI SONO INCAZZATI COME ANIMALI e hanno annunciato ritorsioni su questi DISOBBEDIENTI INTERNI.
      Ci sentiamo più tardi per novità
      KIAVIIIIIIK!

  • Vito Pesare

    La soluzione sarebbe, se tecnicamente possibile, annullare il concorso, indire un concorso interno (vedi Zaccaria) e far tornare i due vigili attualmente impiegati in ufficio al comune sulla strada. Cosi’ i tre “monelli” saranno accontentati in quanto avrebbero i due vigili richiesti, il comune risparmia uno stipendio visto che attualmente lo paga al vice comandante facente funzioni di Comandante, e tutti viviamo felici, contenti ………. e tranquilli!!!!!!!!

    • Tex Willer

      Preg.mo
      Vito Pesare,
      l’ultimo suo commento contiene una serie in inesattezze (a dir poco). Il mio commento non vuole avere una connotazione politica, ma esclusivamente tecnico-legale.
      Quanto da lei proposto è inattuabile per i seguenti motivi:
      1) premesso che con Rocco Zaccaria non mi risulta essere stato espletato alcun concorso, essendosi trattato di cooptazione bella e buona, ma ammettendo pure che all’epoca fosse stato possibile farlo, oggigiorno i concorsi per comandante riservati agli interni sono ASSOLUTAMENTE VIETATI !!!!! Quindi la procedura adottata dall’Amministrazione è corretta.
      2) La soluzione da lei prospettata (far tornare i 2 vigili attualmente impiegati in altri uffici comunali) è ancora una volta inattuabile perchè, l’unità impiegata presso l’anagrafe ha ormai perso la qualifica di agente, mentre l’altra unità impiegata presso l’ufficio commercio regge da sola un ufficio fondamentale per l’ente che se chiuso (a seguito del trasferimento della stessa dipendente) creerebbe danni alla cittadinanza palagianese, nonchè potrebbero rilevarsi altre fattispecie, anche di natura penale a carico di colui che disponesse, di fatto, la chiusura di tale ufficio.
      Prima di guardare alle liti politiche sarebbe opportuno, PER TUTTI, conoscere quanto prevedono le normative.
      Un onorato saluto a tutti.
      L’Innominato

    • Vito Pesare

      infatti Mister TEX WILLER io ho premesso “SE TECNICAMENTE POSSIBILE” . Cmq ho l’impressione di aver toccato un tasto un pochettino delicato. Soluzione?
      1. riqualifichiamo l’agente che ha perso la qualifica, e mettiamoci un’atra persona al posto di quella che ancora non ha perso la qualifica.
      2. Spostiamo il non qualificato al posto del qualificato, e riportiamolo al suo compito originale, cosi teniamo aperto un ufficio di vitale importanza.
      3. Una domanda semplice, semplice…. come mai vista la carenza cronica di vigili, addirittura due vengono trasferiti in altre masioni?
      Ovviamente TEX visto che sei ferrato in materia potresti delucidarmi in tal proposito. Vedro’ comunque di vederci meglio.
      Cordiali saluti
      P.S. mi saluti quella vecchia spugna di Kit Carson e’ da tanto che non si vede in giro.

  • Michele

    Vito ma questo non è lu paiso delle possibili soluzioni. Questo é lu paiso delle inaudite sporcaggini!!! Il nulla di fatto di ieri tene una ragiona più meschina che politica. Comunquo i 3 sono da mettere fuori, questo il diktat! E la sempreprecaria Mellone? Deve pure zumbare!!! Al posto suo il piccolo Cifone, che peró mica puó lasciare il certo per l’ingerto, altrimendi come campa?? insomma una vergogna agli occhi della ggende per bena!!

  • I dissidenti

    Ma veramente pensate che i monelli vengano cacciati???su dai non scherzate…non solo non verranno cacciati,ma qualcuno cercherà anche di farli venire a miti consigli,pur di andare avanti..A molti degli utenti sfuggono alcune cose fondamentali e cioè che nè Giulio Cesare nè Marco Antonio posson permettersi di far cadere l’amministrazione..in quanto sia l’uno che l’altro mirano a candidarsi chi alla Camera(la speranza è l’ultima a morire)chi alla Regione..ergo solo minaccie fasulle per i tre monelli!Figuratevi se senza potere i due imperatori possono pensare di affronatare una campagna elettorale,specie Giulio Cesare che ha già avuto le sue idii di Marzo a Maggio scorso e conta ormai su pochissimi pretoriani..Quindi per dirla come gli indignati,cari monelli dormite su 15 cuscini…Quanto al concorso vi poniamo una serie di domande su cui meditare…che fine ha fatto il vecchio bando? come mai nessuno lo ha vinto?…Quanto al Sindaco attuale un nostro consiglio spassionato,si circondi di persone di sua fiducia e non di persone che le vengono suggerite,iniziando proprio dai suoi staffisti ,proseguendo con gli assessori e via dicendo.Si ricordi Sindaco che lei ha vinto da solo e a nostro parere rivincerebbe da solo anche con il simbolo del MSI e PCI insieme..ergo si faccia due conti….I dissidenti!!!

  • kiavik

    Ore 15,30 NULLA DI FATTO, O QUASI.
    Cioè nessun documento consegnato, le firme che mancano sono di due amministratori del PD.
    Mr ROCCO, li fucilerà al più presto.
    Intanto stamane, incontro segretissimo al comune, tra vari esponenti, SINDACO COMPRESO
    Mr ANTONIO era lì e ad un certo punto ha urlato “IO SONO L’ASSESSORE PROVINCIALE…..” richiamando i convenuti che non erano daccordo con in un passaggio.
    NO, NON VI PREOCCUPATE, ALLE SPALLE DI TARASCO NON VI E’ NESSUNO, adesso vengono direttamente loro ad URLARE sul comune per amministrare PALAGIANO, con il sindaco presente ed ancora in stand by.
    SINDACOOOOO ACCENDITIIIII…
    kiiiiiaaaaaaaviiiiiiiiiiiiiiiiik!!!!!!!!!!!!!!

    • Vito Pesare

      Karo Kiavi si angor kiu kiavic!!! 🙂 toglimi una kuriosita’…al grido di IO SONO L’ASSESSORE PROVINCIALE… qualkuno ha per caso esordito con…. MAKKISSENEFREGA? 🙂 o dobbiamo abbinare questo grido con quello piu’ famoso di “MATANGA ” o qualcosa del genere . 🙂 🙂

  • mariob

    Salve a tutti, ma è vero che successivamente all’allontanamento di Lippolis, Latagliata e Tagariello sono pronti ad appoggiare questa amministrazione alcuni esponenti dell’attuale opposizione?
    Io ho votato a destra e mi dispiacerebbe molto se ciò accadesse. Grazie Mario.

  • GIOVANNI I

    Scusate, volevo dire a tutti gli oltre 5000 votanti del centro sinistra, in che mani e in che ca….zo di casino avete messo Palagiano? Sono 4 mesi che non si fa altro che litigare.Sindaco……….salvi Palagiano, butti a mare tutti e lei ritorni ad essere la brava persona che era……………Palagiano non merita tutta questa melma.

  • Tex Willer

    per il Sig. Vito Pesare
    Le assicuro che non ha toccato alcun tasto “un pochettino delicato”; se rilegge l’inizio del mio precedente post, leggerà che ho espressamente specificato “il mio commento non vuole avere una connotazione politica, ma esclusivamente tecnico-legale”; pertanto lungi da meTUTTI i politici.
    Fatta questa doverosa premessa e atteso che “i politici” possono decidere del caso come vogliono, rispondo ai punti da Lei evidenziati:

    1) dubito che si possa “riqualificare” un dipendente che ha cambiato profilo, atteso che non si tratterebbe di riqualificazione dello stesso (cioè re-insegnargli a fare il vigile), ma ricambiargli il profilo e le mansioni. Ritengo più percorribile il passaggio da vigile ad “amministrativo” (con il consenso del dipendente), meno il percorso inverso, ma siamo in Italia dove tutto è possibile.

    2) La soluzione da Lei prospettata è legalmente possibile certo, ma contrasterebbe, in maniera evidente, contro alcuni principi costituzionali, desumibili dall’art. 97 (efficienza, efficacia, ECONOMICITA’), mi spiego meglio: considerato che Lei propone (se non ho inteso male) di far rientrare il dipendente dell’ufficio commercio al comando dei vigili e di sostituirlo con altro dipendente “amministrativo”, il Comune si troverebbe di fronte alla necessità di formare 2 dipendenti per le nuove mansioni, con aggravio di spesa, senza contare le disfunzioni a cui lo stesso ente andrebbe incontro. Inoltre lo stesso problema si presenterebbe per l’altro dipendente (non erano due?). Siccome La ritengo persona intelligente e scevra da condizionamenti politici, non crede che sarebbe più economico (in tutti i sensi) lasciare i dipendenti dove sono, in quanto hanno ormai acquisito la professionalità necessaria a svolgere tali mansioni e formare solo 1 o 2 dipendenti (coloro che vinceranno il concorso) ?
    P.S. Lei è certo che gli uffici del Comune possano privarsi di tali unità? Non è che poi sarà necessario bandire un nuovo concorso per coprire i posti lasciati vacanti dai dipendenti “trasferiti dai vigili” ? (con ulteriori costi).

    3) E’ una bellissima domanda la sua !!! Chissà perchè sono certo che Lei ne sappia più di me. Comunque 1 dipendente ha ottenuto il trasferimento per motivi di salute, mentre l’altro ha sostituito altro dipendente andato in pensione.

    La salutano cordialmente Kit Carson (felice dei suoi saluti), mio figlio Kit e Tiger Jack.
    A presto
    Tex Willer

  • Vito Pesare

    Grazie dele sue delucidazioni, molto chiare e ben esposte. Sul terzo punto continuo a non capire, nel senso di gestione del personale Personalmente non avrei mai spostato personale da un punto molto delicato e gia carente, in un’altro.

    • Tex WIller

      Sul punto va comunque detto che l’ufficio commercio dipende dalla polizia municipale, quindi può dirsi un unico settore diretto unicamente dal comandante. Il problema è che, andanto in pensione il dipendente che si occupava dell’ufficio commercio, probabilmente si è ritenuto opportuno ricopreire quel posto da un altro dipendente appartenente al medesimo settore.
      Immagino che siano questi i motivi.

    • kiavik

      Calma calma stiamo lavorando…..
      Il documento redatto dai partiti BRAVI per decapitare i MONELLI è sulla scrivania di Tarasco oramai da 2 giorni.
      Ora il sindaco dovrebbe scrivere le sue deduzioni e motivazioni e firmare il documento assumendosene piena responsabilità.
      I 3 monelli, hanno fatto trapelare una loro perplessità. Ma come farà il sindaco a recludere all’opposizione 3 consiglieri e ritirare la delega dell’assessore Rinaldo ORLANDO, dopo ke lo stesso ha gia prodotto il primo successo della amministrazione TARASCO?
      Ebbene si, grazie al lavoro dell’assessore da defenestrare e alla protezione civile, sono arrivati dopo aver vinto un bando ragionale, 70.000 euri per realizzare una sala di controllo di protezione civile.
      E gli altri stanno a guardare e a pensare di eliminare ki lavora e produce per il comune.
      Se i monelli, ( a questo punto diventati MONELLACCI)avessero ragione, il Tarasco avrebbe una bella gatta da pelare, mando via ki lavoro e mi circondo di politici da strapazzo….
      Tutti insieme daiiii!!!!!! KI A VIK,… KI A VIK,… KI A VIK

    • ginò

      Mi accodo al coro:
      KI A VIK…. KI A VIK…. KI A VIK… ALL TOGHETER!!!

      Però quanda soldi che ci stanno a stò paese… addirittura sono arrivati 70000 euri!!!

      Mò Kiavik, toglimi una curiosità ma pure voi siete tanti come gli zorri a metà?… che se è così allora siete dei…

      KIAVIKI.

    • ginò

      Kiavik siccome avevi scritto “calma calma stiamo lavorando” ho pensato a più d’uno… gli zorri a metà? capirai appena si faranno vivi… chè mò stanno vivendo una grossa “empasse”, come confermi tu i loro beniamini saranno “decapitati” e loro sono molto preoccupati…

      Tutti insieme:
      KI A VIK…. KI A VIK…. KI A VIK!!!!

  • Armando D'Elia

    Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Comandante del Corpo di Polizia Municipale – Funzionario – Categoria giuridica D3 – posizione economica di accesso D3 – Comunicazione esito prove scritta e teorico/pratica.

    http://www.comune.palagiano.ta.it/Regol2.php?id=3333

    Data di pubblicazione: 22-03-2012.

    Come mai su ventisei concorrenti non c’è stato un vincitore del concorso?
    Tutto questo è molto strano.

    • Tex WIller

      Che qualcuno avesse avuto paura che vincesse un nome che andava per la maggiore ?
      Qualcunaltro aveva iniziato a mettere gli occhi sopra quel concorso?
      Nessun vincitore, nessun controllo?
      Domande che non avranno risposta!

  • kiavik

    ULTIMORA…………
    Riunione urgente convocata per le 16.00 da Mr. ROCCO per accelerare i tempi sull’espulsione dei MONELLI.
    Ovviamente Mr. ROCCO date le istruzioni ai suoi ominidi, non sarà presente alla riunione ke molto probabilmente si terrà al comune.
    Andiamo a controllare.
    KIAVIK

  • I dissidenti

    Il problema è proprio negli accoppiamenti..infatti il gruppo monelli non è ben visto dai due imperatori Giulio Cesare e Marco Antonio;poichè non saranno mai loro pretoriani,si è pensato di mandarli via subito..A dimostrazione di ciò,il comportamento di uno dei 3 monelli,che ha quasi ”cacciato”dal Comune uno dei pretoriani e fedelissimi di Giulio Cesare (il ”netturbino”),cosa che ha fatto infuriare Cesare e tutti i pretoriani della legione…Cosi i due imperatori hanno pensato bene,di lasciar decidere il buon dottore.Sarà lui a prendersi questa grossa responsabilità,ed gni scelta avrà comunque delle conseguenza nefaste sull’amministrazione come diceva già qualcuno prima..ma in fondo i due Imperatori,sanno che l’opposizione divisa anch’essa da guerre di potere non vuol andare per il momento alle urne…quindi anche 9 a 8,i numeri ci sono!!!Cesare intanto ormai sempre più solo,medita il suo ritorno alla politica attiva,magari rigenerandosi o pensando di farlo con le votazioni politiche,ma molti bruti son pronti a pugnalarlo…Marco Antonio invece poichè non sa mai con chi starà domani,preferisce il clima di caos, cosi potrà scegliere e giustificare le sue azioni con audacia e astuzia,cosa che amnca a Cesare..

  • kiavik

    Sig. Ginò , era un modo di dire…. STIAMO LAVORANDO PER VOI, per indicare il grande sforzo ke stanno producendo BIG ROCCO e BIGGHINO ANTONIO(sapete ke il vero big è Nunzietto…)
    Cmq il MONELLO principale ha un nome,”amico” storico di Mr ROCCO. Se gli altri 2 dovessero allontanarlo si apriranno per loro, le porte di Atlantide, oro, diamanti, cibo a volontà, donne, e assessori…..
    Il condannato è, Mauro Tagariello.
    Si aspettano novità per oggi.
    KIAVIK.

  • tonino

    Ma questa ipotesi apre nuovi scenari che risulteranno buoni pure per gli zorri a metà in quanto ai beniamini verrà salvata la “testa”… e Palagiano continua a morire!

    Abbasso i cavalieri dello zodiaco e gli zorri a metà.

    p.s. allora alla fine il monello uno solo è!

  • kiavik

    Avvistati…….ore 13.50 L’assessore dei MONELLI a rapporto dal Sindaco dott. Tarasco nella stanza ovale gli altri tutti fuori ad aspettare le teste.
    Più tardi cercheremo di sapere….
    Ma si intuisce che si stia per consumare l’ultimo atto.
    Kiavik

  • kiavik

    Sulla quaestio Sindaco vs Orlando nessun cambiamento. Se ne deve andare.(Orlando)
    Ma attenti, una persona mi sussurra ke i Monelli saranno lasciati a cuocere ben bene. Contro gli stessi nessun provvedimento, anzi, tra un paio di mesi, l’assessore torna in quota a loro.
    La domanda e’:” CHI SARA’ ” e soprattutto “CHI DECIDERA’ IL NOME”
    Già si pensa a JULIO RESTAS grande ballerino de flamenco dell’ Espana.. olè…
    Miiii…….. KIAVIK

  • SPERMINATOR

    Noto con piacere che Kiavik è informatissimo..Non sarà mai che scrive direttamente dalla stanza del sindaco!? Ahahaah KIAVK!! Siamo in presenza di un infiltrato, magari sarà un firmatario del famoso documento segreto (noto a tutto il popolo) per la cui redazione sono scesi in campo gli allenatori, passando notti insonne…o magari sarà il quarto che si assocerà o è stato asscociato ai tre monellacci!! Chi lo sà!! Una cosa è certa, Kiavik dice tante verità!
    Il livello di disonestà di questo sindaco e dei suoi amici è paradossale! Se solo ritornassimo indietro alle tante promesse fatte in campagna elettorale, alle smentite di accordi con i due allenatori e col terzo bamboccio, alle tante belle parole dette di onestà, trasparenza e rispetto della persona.”L’uomo al centro di tutto” “Ti puoi fidare!”Sindaco si dimetta e lasci in pace quei monelli che almeno finora qualcosa per sto paese l’hanno fatta!!

  • gli indignati

    buonasera.
    la nostra scelta che dal primo giorno ci ha portati a scrivere su questo portale è stata quella di denunciare fatti ed avvenimenti su basi fondate. Mai abbiamo espresso supposizioni su voci di corridoio e mai lo faremo. Leggere commenti se pur con delle basi che però non abbiano nulla di certo e concreto, potrà anche divertirci, ma non ci porta a supporre alcunchè in quanto per esprimere il nostro parere preferiamo aspettare che qualcosa di ufficiale accada e se qualcuno pensa di poter occupare il proprio tempo leggendo dei nostri commenti che non abbiano nulla di certo, allora ci dispiace deluderlo. Se la cosa non è chiara nonostante continuiamo a ribadirlo dal primo giorno, il nostro obbiettivo cardine è quello di smascherare il nostro sindaco e dimostrare quello che si cela dietro di lui che è tutt’altra cosa del prodotto che in campagna elettorale è stato venduto dopo di che mandarlo a casa e lasciare che si candidi presentandosi all’elettorato fiancheggiato dai suoi veri supporters e quando dovesse vincere, noi non potremo che prenderne atto in quanto, questa volta, sarebbe realmente la volontà dell’elettore ed in democrazia non si può non tenere conto di questo.
    Questo naturalmente non significa che non continueremo a fare quanto fatto fin’ora, ma rispetteremo comunque quello che è stato deciso dai cittadini.
    Arriviamo al fatto di coloro i quali ormai si vuol far passare per i nostri beniamini.
    Che i monelli abbiano commesso e continuino a commettere degli errori, è ormai chiaro a tutti e a dir la verità, molte loro scelte, non sono da noi assolutamente condivise. Di una cosa però non si può non prendere atto. Se oggi comincia a venir fuori la vera figura del sindaco che altro non è se non un uomo manovrato da chi in campagna elettorale ben si è guardato dal venire allo scoperto , in parte lo dobbiamo alla loro ribellione. Sicuramente avrebbero potuto e avrebbero dovuto farlo prima e soprattutto meglio ma quello che è importante è farlo, d’altra parte loro, come noi, sono solo delle altre vittime del dr. Tarasco e company.
    Sig. Vito Pesare lei non è stata forse un’altra vittima di questi personaggi? E lei sig. Mimmo Forleo non lo è stato? Forse anche qualche altro anonimo come noi lo è stato e allora, perchè per tutti noi la cosa può andar bene e per loro no?
    Il nostro commento di oggi nasce solo dopo aver letto l’articolo del sig. Latagliata. Come non prendere atto di quella denuncia che smaschera il fatto che il vero sindaco sia Rocco Ressa che ha ancora il potere di fare e sfare su assessorati e quant’altro? Ecco spiegato anche il famoso indirizzo di posta elettronica!
    A chiunque altro sarebbe bastato molto meno per dimettersi e invece il dottore se ne infischia e continua a scendere sempre più in basso!
    Sempre dall’articolo di Latagliata si apprende che il sig. Cifone dica che l’amministrazione si sia ridotta a nove in quanto i tre sarebbero stati destituiti: ipocrisia alla massima potenza.
    Non pensate che chi dica una cosa simile debba avere almeno la decenza di pubblicare il famoso documento in questione (se mai esista) dove si chiede la cacciata dei monelli e dell’assessore Orlando? Documento quest’ultimo che, probabilmente, sia firmato da tutti ma non condiviso da tutti! Non sarebbe stato giusto far conoscere le motivazioni che abbiano portato ad una richiesta simile? Quali tombe avranno profanato? Una notizia simile, il sindaco in persona, non avrebbe dovuto comunicarla agli organi di stampa assumendosene la responsabilità?
    Certo è anche da considerare il fatto che probabilmente il sig. Cifone soffra di amnesia frequenti in quanto oltre a omettere il documento, ha dimenticato la scorrettezza che l’altro giorno portava alla memoria il dott. Cuscito riguardo le primarie quando furono portati tutti i suoi parenti a votare per il dott. Cervellera e la conferma si è avuta all’indomani del risultato elettorale quando l’intera coalizione si schierava contro l’entrata in maggioranza del dott. Cervellera mentre lui ed un’altro personaggio del PD si astenevano dal prendere posizioni. La sua rabbia veniva però tutta fuori quando l’ex sindaco toglieva lui la presidenza del consiglio per darla al sig. Tagariello; l’ira funesta lo portò a pubblicare l’accaduto sui giornali e a fare dichiarazioni in Consiglio.
    QUESTI FATTI E NON SUPPOSIZIONI
    Ora gridiamo ad alta voce la nostra indignazione convinti che sia il pensiero di gran parte dei cittadini palagianesi:
    DOTTORE SI DIMETTA. QUANTO STA ACCADENDO E’ A DIR POCO VERGOGNOSO! SI RIMETTA NELLE MANI DELL’ELETTORATO PALAGIANESE E LASCI CHE I CITTADINI DECIDANO IN MANIERA DEMOCRATICA SE FARSI AMMINISTRARE DA UN SINDACO VERO O DI FACCIATA.
    sempre più indignati_________gli indignati

Lascia un commento