Comunicati dal Comune,  Palagiano

Serata sulla Sicurezza Stradale

L’ amministrazione comunale di Palagiano, avendo attuato, ad inizio estate, un programma di tolleranza zero nei confronti dei cittadini più indisciplinati alla guida e avendo ottenuto ottimi risultati in tal senso (successivamente saranno pubblicati i dati delle infrazioni contestate), ha organizzato presso il lido “Onda Blu” di Chiatona (Ta) lo spettacolo itinerante della sicurezza ed educazione stradale e alla legalità dei giovani  “SLOW DOWN SHOW”.  Nell’ occasione numerose saranno gli interventi delle autorità locali e di chi vorrà intervenire per raccontare la propria esperienza sull’argomento.

Si ringraziano:

– il sig. Michele Sisto, per l’ospitalità presso il proprio lido “Onda Blu”, il quale ha contribuito nella spesa della serata, invitando il comico Giuseppe Guida della trasmissione televisiva Mudù.

– Il sig. Michele Casulli, titolare della ditta “The magic sound”, il quale ha sponsorizzato anch’esso la serata, mettendo a disposizone il telo proiettore.

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

88 commenti

  • tonino

    2200 euri!!! Delibera G.M. n. 133 del 10 agosto 2012.
    Tanto ci costerà questo avvenimento… e meno male che ci dicono sempre che non ci sono soldi… ma questi amministratorte sono degli Aladino… basta che “strofinano” ed escono i soldi!!!
    Questi sono i nostri soldi e sono curioso di sapere dai consiglieri Lippolis e Latagliata i preventivi di spesa di questo avvenimento.
    Questi soldi, a mio modesto parere, potevano esser spesi decisamente meglio, ad esempio per migliorare la PENOSA viabilità di Palagiano!!!
    Cari Indignati questa vi era sfuggita? … anche se in realtà c’è anche dell’altro!

    p.s. e poi perchè falro in un luogo privato?

    Un sentito ringraziamento al sindaco ed alla giunta.

  • andrea

    E’ vero, si potevano acquistare qualche dissuasore o rallentatori di velocità… almeno si cominciava dal centro… così i soldi destinati per questi interventi non basteranno mai.
    Toglietemi una curiosità, ma il presentatore o testimonial l’avete preso a cottimo? E’ la seconda volta in meno di una settimana che presenzia eventi a Palagiano.

  • gli indignati

    Buona sera.
    Siamo qui a dire la nostra anche riguardo l’evento di cui nel post soprastante. La cosa non ci era sfuggita. A dire il vero, dopo aver letto la determinazione, abbiamo notato che in questo caso, non si tratta di contributo ad un evento bensì di “OGGETTO: INDIRIZZO POLITICO AMMINISTRATIVO PER L’ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E FORMAZIONE IN TEMA DI CIRCOLAZIONE STRADALE – PROVVEDIMENTI” ovvero, una volontà amministrativa che non rientra assolutamente nel capitolo contributi ma è un’iniziativa della stessa Amministrazione su proposta della scuola citata in delibera.
    Ora, la cosa può essere più o meno condivisibile ma non c’entra assolutamente con i contributi che, come più volte detto, rimangono un problema legato al metodo utilizzato per l’elargizione degli stessi, ovvero al fatto che tutte le associazioni dovrebbero poterne usufruire con dei criteri stabiliti. La nostra contestazione nasce dal fatto che mesi fa, siano stati negati dei contributi a due associazioni di Palagiano (Api basket e luce&sale) con la giustificazione che non ci fossero soldi, quando poco dopo siano stati dati contributi ad altre associazioni. Se soldi non ce ne sono, allora non devono essercene per nessuno!!! Logicamente, la colpa non può in alcun modo essere attribuita alle associazioni che hanno ricevuto il contributo, bensì all’amministrazione che ha gestito gli stessi. In risposta a chi ci accusa di denunciare senza proporre alternative, noi avevamo anche proposto, al presidente della commissione eventi, sig. Ciccio Serra, di farsi carico della situazione trovando un giusto accordo tra le associazioni e creando anche una consulta, così come proponeva la sig.ra Angela Surico. A tal proposito, cogliamo l’occasione per rinnovare al sig. Serra l’invito.

    Detto questo, passiamo ora al caso specifico:
    partendo dal fatto che ognuno di noi, al posto dell’amministrazione avrebbe deciso come meglio utilizzare i 2.200,00 € e che la scelta fatta possa piacere o no, noi ci sentiamo di sostenere questa iniziativa.
    Non è un caso se oggi, non ci sia telegiornale o quotidiano che non parli di incidenti stradali. Purtroppo, l’importanza della sicurezza su strada viene molto sottovalutata se non addirittura ignorata da tutti noi e chi più si astiene dal rispettare le regole sono proprio i giovani che con il loro spirito vitale pensano ci sia tempo per comportarsi da bravi ragazzi e allora: niente cinture, niente rispetto dei limiti, niente astenersi dal bere…con le conseguenze che tutti noi conosciamo.
    Ora, una manifestazione guidata se pur da un comico su un argomento così importante, potrebbe avvicinare più i giovani, anche in maniera ludica ed ironica, al rispetto di tali discipline anche perchè, chiunque che come noi sia genitore, sa bene che i ragazzi non amano le imposizioni ma, con il gioco sono disposti a fare qualsiasi cosa.
    Secondo noi, l’educazione al rispetto delle regole, qualsiasi esse siano, è il primo passo verso un paese migliore!
    Qualcuno ci accuserà di parlare così perchè i due organizzatori siano i consiglieri Lippolis e Latagliata ed il fatto che ci sentiamo a loro vicini è ormai storia. Bhè, non è così. La verità è che nessuno oltre loro due ha fatto nulla di educativo o altro per Palagiano da oltre tre mesi a questa parte. E invece, due consiglieri ( con semplice delega), maltrattati dal caro sindaco, si adoperano per fare qualcosa che possa tornare utile ai giovani e noi, siamo certi che se anche uno solo di quei ragazzi che parteciperanno all’evento, capirà l’importanza della sicurezza, allora ci sarà stata una vittoria!

    Un appunto però sui nostri post, pare proprio non debba mai mancare!
    Leggendo attentamente la determina una cosa non ci è risultata molto chiara ed in merito chiediamo lumi. In determina pare una netta contraddizione sul luogo in cui si dovrà svolgere l’evento. Di fatti, se prima si parla di “… da tenersi in luogo aperto e su aree pubbliche”, subito dopo ci si contraddice dicendo:“…per la realizzazione sul territorio comunale (piazze, lidi marini, etc.) della iniziativa proposta dalla Scuola di Formazione Sicurezza Stradale…” bhè, delle due l’una. Da tenere conto che tale contraddizione stia sia in premessa che nel deliberato.
    _________________gli indignati

  • Gramsci

    “L’ amministrazione comunale di Palagiano, avendo attuato, ad inizio estate, un programma di tolleranza zero nei confronti dei cittadini più indisciplinati alla guida e avendo ottenuto ottimi risultati in tal senso…”

    Queste notizie le passa la sonda Spirit direttamente da Marte?

    Gramsci

  • gli indignati

    Sig. Gramsci nessun contorsionismo! Cosa avrebbe voluto che le dicessimo? Abbiamo, sin dal primo momento espresso il nostro libero pensiero e continueremo a farlo, pur mettendo in preventivo risposte come le sue.
    Che non si tratti di contributo ad eventi, non lo diciamo noi; lo dice la stessa delibera, basta leggerla. Che l’evento, secondo noi, sia importante, è la verità e ne abbiamo ampiamente spiegato il perchè. Che noi parliamo dopo aver letto gli atti, è un dato di fatto. Che non esprimeremo mai un’opinione solo per partito preso è ormai storia.
    Che noi siamo ormai la spina nel fianco di questa amministrazione, è nei fatti, ma che qualcuno pensi che dovremmo esprimerci contro anche difronte a qualcosa di positivo solo per protesta, ci dispiace, noi non ci stiamo e crediamo di averlo già dimostrato. Se poi lei riesce a dimostrare che questa delibera altro non sia che un contributo ad un evento, ce lo dica dopodiché, quanto sostenuto in precedenza, per noi vale anche per questo e siamo disposti a rifare l’articolo. Ad onor del vero, se lei ricorda, dopo aver contestato i contributi elargiti ai vari eventi ( solo sulla modalità degli stessi), noi ci siamo complimentati per l’ottima riuscita della manifestazione “note di gusto” in quanto, ripetiamo, il problema, non sia l’associazione con i suoi eventi in se, bensì il criterio utilizzato per la ripartizione degli stessi contributi. Quanto ai beniamini, le possiamo garantire che nel momento stesso in cui loro dovessero commettere degli errori, saremo i primi a denunciarli. Speriamo solo non ce ne sia bisogno. Detto questo, sig. Gramsci, la ringraziamo comunque per il suo commento che non ci indigna assolutamente anzi, ci aiuta a crescere come tutti i confronti civili!
    Con stima ____________________gli indignati

  • gli indignati

    Abbiamo chiesto di entrare a far parte del gruppo su facebook “Tarasco sindaco” per poter portare anche lì i nostri articoli. Di fatto ci è stato subito concesso di entrare a farci parte e, la cosa più incredibile alla quale ci siamo trovati di fronte è l’assoluta intolleranza rispetto al diverso pensiero altrui. Tutti coloro che fanno parte del gruppo, sono pronti a negare l’evidenza pur di continuare a sostenere la propria tesi.
    Chiedere o comunque aspettarsi delle risposte stabilite e a prescindere, indurrebbe tutti gli utenti di palnet, nello stesso errore in cui cadono gli utenti del gruppo citato: mancanza di dialogo, mancanza di confronto…con conseguente mancanza di civiltà.
    Se prendiamo ad esempio il sig. Mimmo Forleo, sul caso del sig. Martellone, la cosa più semplice e più comoda da fare, sarebbe stata quella di esprimere la propria solidarietà in merito peccando di ipocrisia. Trovare gente come il sig. Forleo che non solo si è mostrato contrario ma ha argomentato il suo pensiero in maniera più che articolata, non è facile. Se tutti cominciassimo ad entrare nell’ottica che le soluzioni più giuste a volte siano le più impopolari, forse comincerebbe veramente a cambiare qualcosa!!! Con ciò non chiediamo certo che il nostro pensiero sia preso ad esempio ma è comunque il nostro pensiero!

    Non ci dispiacerebbe ascoltare anche il pensiero di Life sull’argomento.
    Scusi sig.Mimmo Forleo se l’abbiamo tirata in ballo, ma pareva l’esempio più calzante (e se ci esprimesse anche il suo di pensiero, non ci dispiacerebbe assolutamente)!

    Infine, dopo aver utilizzato la frase: “le soluzioni più giuste a volte sono le più impopolari”, speriamo solo che il sindaco non la prenda alla lettera!!! Qualcuno gli spieghi che non è sempre così! Infatti le sue soluzioni, sino ad oggi attuate, sono, oltre che impopolari, anche ingiuste!!!
    con affetto__________________gli indignati

    • Foto del profilo di Facebook

      Life

      Cari Indignati,io la giornata sulla sicurezza stradale la farei il primo giorno scolastico, di ogni anno, in ogni scuola. Polizia e Carabinieri a contatto diretto con la nuova generazione.
      A Palagiano, come in tanti altri posti in Italia, puoi soltanto costruire partendo dall’inizio, dalla base!

      A Chiatona,poi, metterei su maxischermo il video del Pulcino Pio e farei ballare in spiaggia tutti quanti!

      Io penso che ogni cosa dovrebbe avere la giusta collocazione.

      Life

  • Gramsci

    Cari Indignati,

    nessuno mette in discussione l’utilità di un evento sulla sicurezza stradale.
    Quello che non mi convince è la vostra distinzione tra contributo ad un evento ed altro.
    Potete ad esempio spiegare perché un evento finanziato con fondi pubblici si svolge presso una struttura privata quale il lido in questione?
    Avete notizia del fatto che il lido in questione offrirà bevande gratuite a coloro che interverranno?
    Se invece si svolgerà la normale attività di bar con conseguente guadagno cosa dovrebbero dire gli altri esercizi commerciali che hanno organizzato le diverse iniziative solo con le proprie spese?

    Dai cari Indignati sapete far di meglio!

    Lo sanno tutti che i titoli alle Delibere si possono dare in maniera funzionale alla volontà di far apparire qualcosa piuttosto che qualcos’altro.
    Andate dal Segretario comunale e chiedete da quale capitolo sono stati attinti i fondi per l’evento.

    Eppoi come qualificare una manifestazione in cui a parlare di sicurezza stradale vi è un comico anziché i veri organi deputati a farlo?
    Volete sapere quali sono?
    Eppure è molto facile anzi vi dovrebbe esser molto familiare: Polizia stradale!

    Su sarà per la prossima volta!

    Gramsci

  • Marcello Galante

    Qual è il parametro che permette di valutare utile o meno un evento pubblico patrocinato e sovvenzionato da una amministrazione comunale? Probabilmente la gente che potenzialmente potrà usufruire di quell’evento. Bene! Location: un quadrato di 10 metri per 10, considerando che la strada antistante non potrà essere occupata perchè trafficata potranno esserci 200 persone. Sponsor: (leggendo l’articolo) Sisto offre il locale (immagino in cambio di focacce calde sfornate) Casulli offre l’apparato tecnico. E allora sti soldi? Serviranno a pagare un comico! Ma un comico é la figura più adatta a spiegare la tragedia che si cela dietro un sinistro stradale?mah! 
    Il comune di Laterza, ormai agli onori delle cronache delle tv locali, con il suo giovanissimo sindaco Lopane (www..lopanesindaco.it) ha prodotto 60 eventi estivi alcuni di altissimo profilo spendendo ca 20.000 euro. Ora sommate le delibere che sono state indicate nei vari articoli di pal.net e poi se avanza tempo inserite in un qualunque motore di ricerca prima “Laterza” poi “Palagiano”.
    L’amministrazione Palagianese non spiega a parole ma sta dimostra con i fatti quale sia la logica di investimento dei fondi pubblici.
    Scarano, ovunque riconosciuto campione di basket, sconosciuto ed ignorato a Palagiano e dai palagianesi, “luce e sale” che riesce a portare Giobbe Covatta a Palagiano e che a quanto pare non riceve neanche un euro, la Proloco che azzera il proprio programma perchè non viene neppure considerata nell’attribuzione di fondi pubblici.
    Ragazzi qui qualcosa non torna è non è solo il “silenzio degli innocenti”…

  • Gramsci

    Nel frattempo salutateci pure l’opposizione perennemente in vacanza.

    Tanto a loro cosa importa dello sperpero di soldi pubblici?
    L’importante è venire bene nelle fotografie.

    Gramsci

  • tonino

    E dai Indignati, non è che mò vi mettete a fare i cavalieri dello zodiaco invece di fare gli zorri?

    Calza a pennello ciò che scrive life, e il signor Marcello, con la sua analisi, centra perfettamente la questione. Siamo miseramente in mano a mediocri o meglio scarsi amministratori che già ci hanno fatto vedere di che pasta sono fatti, compresa la fantomatica opposizione. Avevano promesso discontinuità con il passato: Amatulli, Cervellera, Mellone, Rinaldo e Petrocelli. Questi sono i componenti, insieme al sindaco, che formano la Giunta e che hanno autorizzato tutte queste belle cose in questo loro primissimo periodo amministrativo… se il buongiorno si vede dal mattino…

    Ulteriore domanda: per la festa di S. Rocco SONO STATI DESTINATI più di 10.000 euri, sono molti di più rispetto all’edizione dello scorso anno, come mai? Ma di soldi ce ne sono in più o in meno rispetto allo scorso anno?
    Tutta colpa dei tagli del governo centrale…

    Con ostinazione abbasso i cavalieri dello zodiaco.

  • gli indignati

    La questione parte da un contributo dato dopo averne rifiutati altri.

    La cosa non è corretta in quanto non si può confondere quello che è un contributo ad un evento di una qualsiasi associazione con un iniziativa dell’amministrazione e, nello specifico del “Settore Vigilanza e Commercio” che utilizza i fondi del P.E.G. ( Piano Esecutivo di Gestione ) ovvero una sorta di portafoglio che viene riservato ai vari settori e che nulla ha a che vedere con i “contributi”. Ora la scelta dell’evento può essere o no condivisibile ma non si può pensare che l’amministrazione non sia libera di dare priorità ad un evento anziché ad un altro. Nel nostro stesso gruppo, ci sono idee completamente diverse e contrastanti su come si sarebbero potuti utilizzare 2.200,00 €! Se, ad esempio, l’assessore alla pubblica istruzione avesse deciso di indire un concorso di poesia ed avesse avuto bisogno di una somma X attinta dal proprio P.E.G., la cosa sarebbe potuta non piacere, sicuramente avremmo voluto che quei soldi fossero stati spesi per qualcosa di più concreto, ma rimarrebbe comunque una scelta personale leggittima! Un esempio di contributo, a nostro parere eccessivo, è quello per la festa di San Rocco, per l’erogazione del quale (€ 10.000,00), si è dovuto attingere al fondo di riserva. Questo è grave! In una città non molto lontana da noi, Francavilla Fontana, dove il Comune vive una situazione economica analoga alla nostra, sono state eliminate le luminarie per la festa patronale.

    Il contributo, altro non è che una partecipazione, da parte del Comune, alle spese di una manifestazione organizzata da associazioni. L’evento in questione, invece, è organizzato e voluto dalla stessa amministrazione!

    Quando noi contestiamo il “non” criterio utilizzato per la ripartizione dei contributi, lo facciamo anche perchè sarebbe opportuno che l’amministrazione utilizzasse un metodo preciso, facendo una scelta precisa e chiara su come distribuire il tutto. Questo non è successo fin’ora lasciando l’eventuale contributo alla discrezionalità della giunta. Probabilmente, se dovessero decidere, e noi ce lo auguriamo, un criterio tot, potrà a molti non piacere, ma rimane pur sempre un criterio al quale attenersi!
    Quello che noi condanniamo a questa amministrazione, (ed è anche per questo che apprezziamo l’evento), sta proprio nella mancanza di coraggio nell’assumersi delle responsabilità prendendo delle decisioni, giuste o sbagliate che siamo. D’altra parte, sarà proprio di qui che tra cinque anni , ma noi ci auguriamo molto prima, l’elettorato dovrà trarre le somme dovute ed è proprio per la consapevolezza di questo, molto probabilmente, che non ci si espone assolutamente!
    Per quanto riguarda la location, è vero quanto sostenuto dal sig. Marcello Galante. Un evento, a maggior ragione se organizzato dal comune, avrebbe dovuto svolgersi in un luogo pubblico ed in effetti, come già detto, la stessa delibera risulta contraddittoria in merito. Detto ciò la cosa più logica da farsi è chiedere all’amministrazione ed in particolare ai consiglieri organizzatori, un resoconto della serata per far capire dove questi € 2.200,00 siano stati spesi.
    Per quanto riguarda la presenza di un comico, non ci sentiamo, per ora, di entrare in merito anche perchè non sappiamo come verrà impostata la serata!
    Sul discorso invece, dell’intero operato di questa amministrazione (“totale contributi elargiti” compresi), a breve, pubblicheremo un articolo specifico…non tralasciando nulla!

    Con stima____________________gli indignati

    Sig. tonino,
    non sia mai che diventiamo Cavalieri dello Zodiaco!!!!
    Abbiamo appena letto il suo commento e lei ha perfettamente ragione. Ciò che sostengono Life ed il sig. Marcello calza a pennello e speriamo di averlo chiarito anche in quanto su scritto. Certo quello che ci sforziamo di far capire è comunque il fatto che non vadano confuse le cose! Per quanto riguarda San Rocco bhè, ci consenta la battuta, pare che tra cavalieri dello zodiaco e San Rocco, qualcuno si stia assicurando un posto in Paradiso!
    Sulla mediocrità dell’amministrazione, riteniamo di aver detto abbastanza, anzi…chiamarli mediocri sarebbe far loro un complimento!
    Per quanto riguarda la giunta, non solo condividiamo in toto il suo pensiero, ma, a costo di sembrare nauseanti, continuiamo a dire che la cosa estremamente grave di questa giunta sta nel fatto che in gran parte sia formata da persone che l’elettorato palagianese, con il proprio voto HA BOCCIATO e che grazie al nostro primo cittadino, non considerando tutto ciò, siano state premiare:
    Sig.ra MELLONE MARIA GRAZIA (vicesindaco) = 104 voti;
    Dott. CERVELLERA VITO = candidato sindaco sconfitto e relegato all’opposizione;
    Sig. ORLANDO RINALDO = 63 voti.
    Questi i fatti.
    Abbasso i Cavalieri dello Zodiaco……W gli Zorro
    con affetto____________gli indignati

  • Gramsci

    Beh….fate gli Zorro a metà.
    Vi arrampicate sul fatto che si tratta di un’iniziativa voluta dall’Amministrazione ed eludete sempre il tema centrale.

    2.200 euro di soldi pubblici per un evento in un luogo privato.
    E’ questo lo scandalo.
    Un’Amministrazione che mantiene elevate le aliquote IMU e che poi si mette ad organizzare iniziative sulla sicurezza stradale spendendo quei soldi.

    La Polizia di Stato si sarebbe prestata alla stessa iniziativa a costo zero.

    A proposito di costi.
    Vi costa tanto dire che Latagliata e Lippolis hanno fatto una cazzata?
    Ne guadagnereste in credibilità.

    Gramsci

  • gli indignati

    Probabilmente non riusciamo proprio a farci capire: speriamo solo non da tutti. Se può far felice sentirci dire che Lippolis e Latagliata abbiano fatto una cazzata, beh, per noi non è così! L’unica cosa che ci sentiamo di contestare loro è la location. Se per guadagnare credibilità dobbiamo dire quello che non è il nostro pensiero, allora scusate, ma a queste condizioni noi non ci stiamo!!!
    Se dovessimo dare un peso agli eventi “sicurezza stradale” e “festa di san Rocco” allora crediamo di sapere dove l’ago della bilancia si posizionerebbe (attenzione, parliamo di festa PROFANA, non certo di festa religiosa!!!)
    Se poi, sig. Gramsci, sa argomentarci abbondantemente il fatto che la festa di San Rocco sia l’unica cosa seria rimasta in questo paese, noi come sempre, siamo pronti a chiedere scusa!!! Ma dovrà dirci anche cosa ci trovi di serio nell’attingere ad un fondo di riserva ovvero “spese impreviste (necessarie e imprevedibili, cui si provvede attraverso il prelievo da un fondo speciale, non essendo iscritte in bilancio proprio perché imprevedibili)
    che “dovrebbe” essere lì per eventualità straordinarie ed impreviste!!! Cosa c’è di imprevedibile in una festa patronale?

    Rifacendoci ad un passaggio fatto proprio dal sig. Gramsci, che chiede di recarci dal segretario comunale per chiedere il capitolo di spesa da cui siano stati attinti i soldi, diciamo che basti leggere la stessa delibera per apprendere che si parli di capitoli diversi e non di diverse diciture. Basta mettere a confronto la stessa delibera con altre riguardanti contributi ad associazioni. Se poi si pensa di accusarci di andare a caccia di streghe, forse è proprio il contrario, qualcun altro vorrebbe che noi andassimo a caccia delle stesse e noi non siamo qui per farlo!
    Con stima______________gli indignati

  • Gramsci

    Vabbèh avete ragione voi.
    L’Amministrazione tranne Lippolis e Latagliata fa schifo.

    Il Sindaco deve rispondere a voi ma voi non rispondete ad altri.
    Guardate che i trucchetti logici non sapete farli solo voi.

    Gramsci

  • Gramsci

    Uno vi dice asso e voi rispondete donna.
    Se questo per voi vuol dire ragionare e confrontarsi stiamo messi bene.

    Capitolo di bilancio a parte!
    Volete prendere una posizione sul fatto che si sono spesi 2.200 euro per un’iniziativa che poteva essere fatta a costo zero?

    Volete prendere una posizione sul fatto che l’iniziativa viene fatta con soldi pubblici in un lido privato?

    Volete prendere una posizione sul fatto che il Comune organizza a proprie spese una manifestazione che porterà un certo numero di persone presso una struttura privata e che quel numero di persone potrà spendere soldi consentendo un guadagno al privato?

    Volete prendere una posizione?

    Gramsci

  • tonino

    Cari indignati, mò per favore non “mischiate” le carte. Non ho mai scritto che dare (o non dare) il contributo ad una associazione e le manifestazioni organizzate dal Comune sono la stessa cosa. Io sono innanzitutto indignato per come si SPERPERA il pubblico danaro… quei 2200 euro potevano esser spesi decisamentew meglio… e i diretti interessati lo sanno, come anche voi sapete… ma così non è e di seguito vi riporto un stralcio della delibera che dovrebbe farvi riflettere:

    “la Scuola di Formazione Sicurezza
    Stradale con sede in Alberobello in Via Giovanni XXIII n. 31 ha presentato il progetto per una giornata
    formativa denominato “Slow Down Show – la Sicurezza Itinerante” da tenersi in luogo aperto e su aree
    pubbliche;”

    Dunque è una entità esterna al Comune che PROPONE e presenta un progetto!!! Mò trovate la differenza.

    Non è che per PARTITO preso dovete fare per forza le “fusa” ai vostri “beniamini”… chè quelli, tutto sommato sono “correi”.

    Mò vi pongo n’altro quesito. Secondo voi è corretto elargire i 2300 euro per la serata di slow food attingendo dal cap. 920 dell’ufficio tecnico? Se le mie informazioni sono esatte, quale filo lega, l’evento in questione con l’ufficio tecnico?

    Con perseveranza… abbasso i cavalieri dello zodiaco (tutti) e viva gli zorri (veri).

  • andrea

    Piccola storiella familiare.

    Un giorno mio figlio mi chiese di comprargli la playstation.
    Un po’ per mancanza di soldi e un po’ perchè ritengo sia oggetto poco educativo gli risposi che non era possibile soddisfare la sua richiesta.
    Lui dopo qualche tempo mi comunicò, cercando di ricattarmi, che avrebbe abbandonato la scuola.
    Inizialmente non diedi il giusto peso al ricatto, pensando che il bambino non stesse facendo sul serio.
    Purtoppo il bambino, con mio grande dispiacere, mise in pratica il ricatto e disertò per ben due giorni la scuola.
    Solo in quel momento capii che stavo rischiando di perdere mio figlio e decisi di arrivare ad un compromesso, gli acquistai un gioco elettronico di infima qualità, alle bancarelle della festa di San Nicola, scusandomi con lui e che quello potevo dargli.
    Il bambino accettò con riserva e tornò a frequentare la scuola, ma da allora mi ritrovai con un “nemico” in casa. Sempre pronto a bacchettarmi appena gli si presentava l’occasione.
    Ad oggi sono costretto, di tanto in tanto e per tenere alta l’onorabilità familiare all’esterno, a concedergli altre regalie, tutto questo per non farmi fare brutte figure agli occhi degli altri.
    Oggi, tardivamente, mi sono accorto di questo andazzo, e mi sono reso conto che forse avrei fatto bene se gli avessi regalato sin dall’inizio la playstation.
    Non vi nascondo che mi era anche balenata l’idea di cacciarlo di casa… ma alla fine ha sempre prevalso l’amore paterno, tutto sommato mi sento un santo di padre (e non per niente me lo riconoscono tutti quelli che mi conoscono) e poi i figli sò piezz e cor’.
    La conclusione a cui sono arrivato è che mio figlio rimarrà per sempre poco riconoscente e sempre pronto a tradire il mio affetto e che io, genitore, ho già fallito!

  • LATAGLIATA DOMENICO

    Vi prego di parlare dopo aver visto lo spettacolo. Voglio una vostra critica sull’evento, lo pretendo positivo o negativo . Grazie a tutti a stasera. Ciao da una vittima della strada.

    • andrea

      spettacolo??? con sicurezza stradale!!! Rabbrividisco!!!
      Vada a dare la testimonianza, con dignità però…
      La saluto scendendo ala suo livello,
      ciao da una vittima dell’amministrazione.

  • Gramsci

    Per le recensioni dovreste invitare Mario Luzzato Fegiz.

    Ai cittadini ed alla politica interessa o dovrebbe interessare altro.

    Eppoi firmarsi una vittima della strada.
    Allora uno che è ricco non può parlare di servizi sociali uno che sta bene o che non è medico non può parlare di sanità uno che non è avvocato non può parlare del modo in cui funzionano i tribunali ed uno che non fa il calciatore non può parlare del campionato.

    Per favore siamo seri.

    Gramsci

  • Gramsci

    Che poi il vero problema sono gli Indignati part-time.

    Pronti a far le pulci a tutto ma che su questa vicenda prendono una serie di cantonate colossali.

    1) Fanno intendere che l’iniziativa sia stata autonomamente organizzata dal Comune ed invece pare chiaro che è stato presentato un progetto dalla Scuola di Formazione Sicurezza Stradale.
    Pertanto non vi è alcuna differenza tra questa manifestazione e quelle altre finanziate dal Comune che hanno suscitato l’indignazione degli Indignati (part-time).
    A differenza delle altre manifestazioni questa è organizzata da un’entità che offre il servizio di scuola guida.
    Ne facciano tesoro Mongelli e Granata non si sa mai che vogliano avviare iniziative in tal senso.

    Quanto detto è chiaramente ricavabile dalla delibera di Giunta visionabile qui:

    http://www.comune.palagiano.ta.it/upload/Microsoft%20Word%20-%20DELIBERA_GM_N_133_2012.pdf

    2) Si scatena una polemica e proprio l’arrampicata sugli specchi degli Indignati (part-time) porta ad approfondire la questione e si scopre che un Amministratore tra i loro due beniamini fa parte dello Staff della Scuola che organizza l’evento.
    Siamo in presenza di un conflitto di interesse?

    Il tutto è documentabile qui:

    http://www.sfss.it/staff.php

    3) Abbiamo anche scoperto un precedente di plagio da parte del direttore della Scuola di Sicurezza Stradale riguardante proprio le iniziative in materia.
    Ci auguriamo se non altro per i 2.200 euro spesi dai cittadini di Palagiano che lo spettacolo nulla abbia a che vedere con le iniziative che sono state sotto la lente di ingrandimento dei giudici di bari.

    Il tutto è documentabile qui:

    http://www.personaedanno.it/attachments/allegati_articoli/AA_017840_resource1_orig.pdf

    4) Non abbiamo nulla contro lo spettacolo né contro il Consigliere Domenico Latagliata, di cui apprezziamo tanti altri aspetti della vita quotidiana.
    Ne rispettiamo la storia.
    Tuttavia, amministratori e loro supporters dovrebbero ben guardarsi dal chiedere al cittadino di guardare il dito piuttosto che la luna.

    Gramsci

  • allaunanimita'

    Latagliata…..purtroppo ce chi deve far ucsire l’aria dalla bocca .
    Il tema , sull’incidentistica strdale , e serio.
    Grazie per la tua testimonianza.
    Molti nn sanno che l’incidente stradale e ‘ dietro l’angolo . Purtoppo tutti noi ci sentiamo invincibili fino a quando nn ci capita.
    P:S: Grazie a te e a lippolis per aver organizzato questo evento

    • andrea

      Lei invece continui a far circolare l’aria anche nel cervello e a farsi spillare i soldi (quelli pubblici, cioè i nostri) da sotto il naso da questi ciarlatani… ma ha inteso la gravità della faccenda?

      pippo.

  • dommic

    Io sono daccordo con Life quando dice che già dal primo giorno di scuola bisogna insegnare la sicurezza stradale e devo dire che qualcosa le nostre scuole lo fanno (vedi : http://www.palagiano.net/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=2730 e http://www.palagianonline.it/paese/index.php?option=com_content&view=article&id=4130:legali-sud-conoscere-per-crescere-meglio&catid=185:c-d-giovanni-xxiii&Itemid=121) e credo che la polizia stradale e municipale abbiano partecipato gratis. Aggiungerei anche i genitori tr gli educandi (e quindi anche io in primis) perchè i nostri figli ci imitano (quando mia figlia mi chiede perchè vado piano in auto, le rispondo che è più importante vivere che fare gli sbruffoni). Ben vengano queste iniziative anche se effettivamente 2200 euro mi sembrano eccessivi. Però se questo è il prezzo da pagare per attirare giovani ad uno spettacolo e farli ragionare sul valore della vita ed evitare tragedie future, allora sarei daccordo a spendere anche di più. Ma ripeto: mi auguro che questo spettacolo/iniziativa serva davvero a convincere i partecipanti a guidare meglio e in maniera più prudente.
    Miccolis Domenico

  • andrea

    Signor Domenico chiedo anche a lei se ha inteso la gravità della questione. C’è il modo di organizzare e seriamente, questo tipo di manifestazioni, a costo zero per la comunità, così come lei ci ha ricordato con i link. Ma quì siamo in presenza dello squallore più assoluto.
    Bene fa con l’educazione che riserva a sua figlia, complimenti.

  • gli indignati

    Sig. Gramsci, non ci metta in bocca parole che non abbiamo mai detto! Quando diciamo che l’evento sia importante, non sottintendiamo che tutta l’amministrazione faccia schifo tranne Lippolis e Latagliata. Noi parliamo del singolo episodio. Provi a rileggersi tutti i nostri post e veda un po’ se quando ci sia stato da attaccare anche loro non l’abbiamo fatto!!!
    Per quanto riguarda il rispondere alle sue domande, nonostante il fatto che se rileggesse con attenzione il nostro primo post sull’argomento, troverebbe già lì tutte le risposte, vogliamo comunque ribadirle.
    1) secondo noi, l’evento in se è di grande importanza ( e questo anche se fosse stato organizzato dal dott. Tarasco in persona). Si, è vero, la Polizia Stradale, probabilmente avrebbe tenuto un “corso” a costo zero, ma parliamo di corso, questo pare sia uno spettacolo che tratti il tema sicurezza stradale e non siamo soliti esprimerci se prima non capiamo bene di cosa stiamo parlando;
    2) il luogo utilizzato per la manifestazione non avrebbe dovuto essere un lido ma un luogo pubblico (questo lo dice la stessa delibera che in più punti si contraddice), con conseguente possibilità di partecipazione più ampia e per evitare che di tale evento ne possa beneficiare una singola attività (il lido in questione);
    3) la delibera, checché lei ne dica, è chiara, senza alcuna interpretazione personale.
    4) Per quanto riguarda la partecipazione del sig. Latagliata, noi ne siamo venuti a conoscenza grazie a lei e le diciamo che, se questo sia servito a far da tramite tra scuola e comune per portare l’evento a Palagiano, ben venga, se dietro si cela qualcos’altro, noi non ne siamo a conoscenza ma, prendiamo atto della cosa e cercheremo, come sempre di andare a fondo alla questione.
    5) Abbiamo proposto, comunque, a fine evento e per ulteriore chiarezza dello stesso, che le parti, presentino bilancio consuntivo per capire quello che dovrebbe essere l’unico problema: come siano stati spesi quei soldi. Perchè non ve ne fate portavoce anche voi così da discutere con documenti alla mano e non su semplici supposizioni?

    Considerando il nostro ruolo part-time, abbiamo ritenuto opportuno “spulciare” meglio la delibera e abbiamo riscontrato un ulteriore dettaglio di estrema importanza che la stessa delibera contiene:
    nelle premesse si prende atto che la predetta iniziativa rientri nelle ATTIVITA’ ISTITUZIONALI DELL’ENTE e che lo stesso affida alla predetta scuola di formazione, ai sensi dell’art. 118 della Costituzione, in ossequio al principio di sussidiarietà orizzontale. Per meglio chiarire quanto sopra:
    “ Il principio di sussidiarietà è regolato dall’articolo 118 della Costituzione italiana il quale prevede che “Stato, Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarità”. Tale principio implica che le diverse istituzioni debbano creare le condizioni necessarie per permettere alla persona e alle aggregazioni sociali di agire liberamente nello svolgimento della loro attività.
    Il principio di sussidiarietà ( così come indicato in delibera) in senso orizzontale, sta a significare che il cittadino, sia come singolo sia attraverso i corpi intermedi, deve avere la possibilità di cooperare con le istituzioni nel definire gli interventi che incidano sulle realtà sociali a lui più vicine.
    La crescente richiesta di partecipazione dei cittadini alle decisioni e alle azioni che riguardano la cura di interessi aventi rilevanza sociale, presenti nella nostra realtà come in quella di molti altri paesi europei, ha dunque oggi la sua legittimazione nella nostra legge fondamentale. Quest’ultima prevede, dopo la riforma del Titolo V, anche IL DOVERE DA PARTE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE di favorire tale partecipazione nella consapevolezza delle conseguenze positive che ne possono derivare per le persone e per la collettività in termini di benessere spirituale e materiale. In effetti l’applicazione di questo principio ha un elevato potenziale di modernizzazione delle amministrazioni pubbliche in quanto la partecipazione attiva dei cittadini alla vita collettiva può concorrere a migliorare la capacità delle istituzioni di dare risposte più efficaci ai bisogni delle persone e alle soddisfazione dei diritti sociali che la Costituzione ci riconosce e garantisce.
    Da un lato alcune amministrazioni pubbliche hanno già intrapreso iniziative volte a favorire la sussidiarietà orizzontale e dall’altro la società civile si è mossa nella stessa direzione con azioni concrete sostenute peraltro da una parallela attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di ricerca e di documentazione e, più in generale, di approfondimento scientifico del fenomeno…Quando la Costituzione afferma che i poteri pubblici “favoriscono le autonome iniziative dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà”, essa legittima i volontari tradizionali, che da sempre svolgono attività che si possono definire di interesse generale”.

    Sulla base di quanto sopra, lei è ancora convinto che questa delibera sia paragonabile ad una delibera di contributo per partecipazione alle spese di una manifestazione? Considerando il fatto che lei sostenga sul nostro non leggere adeguatamente le delibere, si spulci lei le altre e trovi, sui contributi di compartecipazione se si faccia riferimento all’art.118 della Costituzione!
    Quanto sopra dovrebbe chiarire anche i dubbi del sig. tonino riguardo la presenza della scuola.
    Per quanto riguarda la delibera a favore dell’evento “Note di Gusto”, la cosa realmente non pare molto chiara e onestamente non sappiamo nemmeno se sia legittimo però, ci riserviamo di documentarci in merito e discuterne in seguito. Sta di fatto che non troviamo un’attinenza tra ufficio tecnico e manifestazione “note di gusto”.

    Al sig. Andrea,
    il suo esempio è chiaro come il sole e noi siamo certi che la morale da lei citata possa corrispondere a realtà, ma questo non ci porterà a dire quello che non pensiamo solo perchè un domani potremmo essere rinnegati!

    Ora, detto questo, sig. Gramsci, lei potrà continuare a dire che ci arrampichiamo agli specchi e noi non glielo possiamo vietare ma, abbia pazienza, noi riteniamo di aver più volte risposto alle sue domande mentre lei, non ha più toccato il tasto San Rocco e risposto alle nostre di domande. Ora le richiediamo di rispondere a quanto sopra ed in più di spiegarci chi tra noi sia più contraddittorio, considerando che dopo una giornata di attacchi a Latagliata, Lippolis e la stessa manifestazione, lei concluda, in serata, dicendo:
    “Non abbiamo nulla contro lo spettacolo né contro il Consigliere Domenico Latagliata, di cui apprezziamo tanti altri aspetti della vita quotidiana. Ne rispettiamo la storia”.
    …ma allora di cosa stiamo discutendo?
    ……………………………………………………………………………………………
    Ora, di ritorno da Chiatona, ci dedichiamo alla seconda parte del discorso, dopo aver capito di cosa si trattasse.
    1) a nostro parere, la presenza del comico, era inadeguata in quanto, non faceva nulla di diverso da poche sere fa su Viale Stazione: stesse battute! Questo è un errore del comico in se che non può avere un repertorio così limitato, soprattutto considerando il fatto di esibirsi a distanza di pochi giorni in posti vicinissimi dove la maggior parte degli spettatori sarebbe stata sempre la stessa. Di conseguenza, la scelta del comico è risultata errata.
    2) La location era inappropriata: l’acustica era bassissima a meno che non ci si posizionasse frontalmente; i posti a sedere erano ridotti e, come già detto, la cosa più idonea sarebbe stata farlo in una piazza, sicuramente più ampia, tenuto soprattutto conto dell’importanza dell’argomento trattato.
    3) Una manifestazione organizzata dall’amministrazione e boicottata dalla stessa: erano presenti solo Amatulli, Lippolis, Latagliata, Mastronardi, Mellone e il Sindaco. Potrà esserci sfuggito qualcun’altro? Comunque una manifestazione “voluta e organizzata” dell’amministrazione avrebbe dovuto pretendere la presenza della stessa al completo.
    4) Tolta la parte iniziale, con un comico che a noi non è piaciuto, il resto della manifestazione è risultata toccante soprattutto nelle testimonianze di vittime della strada e dovrebbe molto far riflettere su quanto sia importante la sicurezza stradale.
    Conclusione: l’evento in se, a nostro parere, non è risultato inutile ma istruttivo.
    Per quanto riguarda i costi, dopo essere stati presenti,le cifre sembrerebbero eccessive; considerando che siamo abituati a parlare con carte alla mano, chiediamo agli organizzatori ed in questo ci ripetiamo, sig.ri Lippolis e Latagliata, il quale avrebbe accettato critiche sia in positivo quanto in negativo, di rendere pubblico il bilancio consuntivo della manifestazione, così da rendere edotti tutti gli utenti, compresi noi, su come siano stati spesi i 2.200,00 €.

    ______________________________________gli indignati

  • Gramsci

    Prima di parlare della Costituzione fareste meglio a studiarla…..
    ….avete fatto una ricostruzione del principio di sussidiarietà che è a vostro uso e consumo e che non risponde alla realtà giuridica.

    Visto che non sono un giurista ve lo spiego come lo hanno spiegato a me.
    Il principio di sussidiarietà implica una “collaborazione” del privato in quelle materie che per diverse ragioni non possono essere “coperte” dagli enti pubblici.

    Esempi frequenti dell’applicazione del principio di sussidiarietà li ritroviamo nel campo della solidarietà dove il privato si fa carico mediante organizzazioni volontaristiche di supplire alla carenza di intervento pubblico.

    Ora considerato che il settore pubblico prevede nel proprio organico almeno 3 corpi incaricati di sovrintendere alla sicurezza stradale tra polizia, carabinieri e vigili urbani il richiamo al suddetto principio appare inadeguato tanto da parte vostra quanto da parte della giunta comunale.

    Salvo che mediante quel principio si voglia aprire una porta per l’allegra dilapidazione di risorse pubbliche.
    Infatti a dimostrare l’inappropriato richiamo vi è da sottolineare che il principio di sussidiarietà prevede il sostenimento dei costi da parte del privato che decide di intervenire.
    A fronte di una manifestazione come quella appena svolta totalmente finanziata dal comune questo requisito pare difettare in maniera integrale.

    Rispettare Latagliata sul piano personale non significa condividerne per forza l’operato politico.
    Avete fatto giustamente le pulci alla delibera del parcheggio a Chiatona in quanto il servizio era affidato alla società riconducibile ad un amministratore.

    1) Non pensate che si debba chiarire anche il ruolo di Latagliata all’interno della Scuola di formazione di sicurezza stradale?

    2) A che titolo fa parte dello staff?

    3) Quale il tipo di rapporto professionale o meno che lo lega alla suddetta scuola?

    4) Vi pare opportuno che il Comune elargisca fondi pubblici ad organizzazioni di cui fanno parte gli amministratori?

    5) Non ravvisate alcun principio di conflitto di interesse?

    6) Considerato che vi sono altre realtà che si occupano dello stesso tema non era opportuno preferire che ad affrontarlo fossero realtà non riconducibili agli amministratori?

    L’arrampicata sugli specchi è sport estremamente affascinante ma purtroppo dovrete attendere 4 anni per le prossime olimpiadi di Rio 2016.
    Nel frattempo ricordatevi di fare domanda al CIO perché quello che sta diventando il vostro sport preferito possa divenire disciplina olimpica!

    Gramsci

  • Gramsci

    Un’ultima considerazione giusto per dare una mano agli Indignati.
    Fate una ricerca sulla disciplina introdotta dal Parlamento nel 2010 in materia di erogazione di contributi e finanziamenti alle manifestazioni da parte dei Comuni.

    Troverete la risposta a quel richiamo alle finalità istituzionali dell’ente.
    Se poi non ci arrivate da soli potete sempre chiedere a qualche amministratore di chiarirvi le idee.

    Gramsci

    • Gino

      Dicci Vito, dicci. Che tu sei sempre illuminante con i tuoi interventi. Facci capire cosa sta succedendo. Perchè da qualche tempo non si capisce bene!!

  • Cristina

    Buongiorno dico la mia visto che ero a Chiatona. Condivido pienamente ciò che è stato scritto sopra. Se eravamo 100 persone è già tanto. Le persone accanto a me aspettavano il karaoke e dicevano “mo’ che finisce questo (il comico) si canta”. Dopo il comico la tragedia, filmati e testimonianze che non centravano niente con lo spettacolo comico. Mah! A cosa è servito tutto questo? 2200 € diviso per 100 persone viene 22 € a persona. Un’ora di guida sicura presso il circuito della A.G.S.B (associazione guida sicura Bari) costa 18 € l’ora. Palagiano avrebbe risparmiato. Ho detto la mia!
    Cristina

  • Domiziana

    credo FERMAMENTE che l’amministrazione comunale rappresentata nella persona del nostro sindaco Dott. GAetano Tarasco e dei due consiglieri Simone Lippolis e Latagliata Domenico ha fatto si che ieri 24 Agosto si svolgesse qualcosa di VERAMENTE SERIO E NECESSARIO: una serata sulla SICUREZZA STRADALE..!!!
    Sono queste le iniziative che DEVONO NECESSARIAMENTE ESSERE PROPOSTE E RIPROPOSTE per SENSIBILIZZARE L’INDIVIDUO ADULTO ma soprattutto IL RAGAZZO a SALVAGUARDARE LA PROPRIA VITA e quella di CHI GLI E’ ATTORNO.!!!
    Pregherei davvero di cuore di non ATTACCARE QUANTO APPENA SCRITTO.. IL MIO è UN PENSIERO che ho tenuto a condividere con QUANTI ERANO CON ME IERI SERA, MA SOPRATTUTTO CON MOLTI ALTRI,che, non potendo essere presenti, ERANO LI CON IL CUORE…GRAZIE

    • tonino

      Signora Domiziana,
      condivido appieno il suo pensiero tranne la prima parte.
      Però un adomanda me la deve concedere… prima però deve aver letto la delibera e l’aver visionato i link proposti da Gramsci: non le pare che questo gioco allo sperpero di soldi nostri sia qualcosa di estremamente grave?

      Non facciamo come gli ultras, noi siamo cittadini ed abbiamo le nostre responsabilità.

  • gli indignati

    Beh, che dire!
    Pare ci sia qualcuno che ci faccia così machiavellici da essere capaci di fare una ricostruzione personalizzata di quanto scritto! Volevamo disilluderla sulle nostre potenzialità: si è trattato di un semplice copia – incolla dopo aver fatto una ricerca.
    Pare invece che sia proprio lei che utilizzi i nostri articoli a proprio uso e consumo e le spieghiamo il perchè: negli articoli riguardanti i parcheggi, noi abbiamo contestato: AFFIDAMENTO DIRETTO, MISERO TORNACONTO DEL COMUNE e UTILIZZO DI TARIFFA DIVERSA DA QUELLA RIPORTATA IN CONTRATTO. Per i primi due punti si trattava di un nostro personale giudizio, di fatti non poteva andare oltre, per il terzo, abbiamo riscontrato un’anomalia e ci siamo attivati in merito e, a breve, conosceremo tutti i risultati di questo. Giusto per rinfrescarle le idee, non abbiamo MAI detto che un amministratore non possa partecipare ad una gara. Tant’è che la stessa signora Surico, non concordava con il nostro pensiero parlando, come lei dice, di conflitto di interesse. Per maggior completezza le riportiamo di pari passo (sempre copia-incolla) quanto da noi sostenuto nell’articolo “parcheggi a Chiatona”:
    “… secondo noi sulla partecipazione a gare, bandi pubblici od altro , non può e non deve essere una discriminante, per imprenditori e liberi professionisti, quella di essere un amministratore o di essere stato candidato in una qualche lista , certo però non può essere neanche un’agevolazione né tanto meno lasciare il dubbio che possa essere tale e, per fare questo, non vi è ombra di dubbio che la soluzione sia: pubblicizzare al massimo l’eventuale bando o gara, evitare trattative private, applicare la massima trasparenza nelle procedure da adottare e soprattutto dimostrare, con i fatti, che l’ente pubblico da questa scelta ne venga estremamente avvantaggiato”.
    Sig. Gramsci, avremmo fatto le pulci a prescindere e continueremo a farlo su tutte le delibere che a noi sembreranno poco chiare. E’ giusto che anche lei lo faccia e non è giusto pretendere che noi lo facciamo al suo posto se non ne siamo convinti. Dimostri il tutto e le chiederemo scusa!

    Se si sofferma, in maniera tranquilla a leggere il nostro ultimo post, potrà notare che noi le abbiamo detto che non sapevamo che il sig. Latagliata facesse parte dello staff e, abbiamo continuato dicendo che ci saremmo informati sui dettagli. A tal proposito, sig. Latagliata, sarebbe così gentile da illuminarci in merito?
    Sig. Gramsci, se lei ritiene che ci sia qualcosa di poco chiaro, provi ad agire come noi abbiamo fatto sul problema parcheggi, vada affondo alla situazione, non continui a porgere domande a noi che a nostra volta dovremmo informarci! Noi non abbiamo chiesto alcuna spiegazione a terzi prima di chiarire il tutto!

    Caro sig. Gramsci, stimare Latagliata o chiunque altro ed avere idee politiche contrastanti è perfettamente leggittimo, lei però ha prima parlato di “cazzata” poi ha sostenuto l’esatto contrario dicendo di non aver nulla contro l’evento! Così ci confonde!!!

    Ora lei dove vuole arrivare?
    Abbiamo risposto alle sue prime domande, o non basta?
    Sig. Gramsci, come detto altre volte, a noi queste estenuanti lotte polemiche non interessano. Non è questo il nostro intento. Il nostro intento invece (e per lei sembra proprio marginale) e sapere come vengano spesi i soldi e per sapere questo abbiamo chiesto ai diretti interessati un resoconto dopodiché sapremo trarne le somme. Questi sfottò non fanno parte del nostro modo di agire ne qui né altrove.
    Per quanto riguarda le olimpiadi, grazie! Ci ha dato un’ulteriore idea…chiederemo di parteciparvi anche perchè abbiamo saputo che lei è già stato scelto per la corsa ad ostacoli (San Rocco) e pare sia candidato alla medaglia d’oro!!! Oppure ha deciso di dare anche lei qualche risposta?

    Ora, chiuso, almeno per noi, questo capitolo, ci rivolgiamo solo all’amministrazione chiedendo NUOVAMENTE un resoconto economico della serata.
    Sig. Latagliata, considerando che ieri sia intervenuto nella discussione (anche se non condividiamo il modo in cui lei l’abbia fatto – un amministratore non dovrebbe rivolgersi in quei termini), considerando che oggi stia sicuramente leggendo palnet per conoscere l’evolversi della faccenda, potrebbe intervenire anche oggi e comunicare quanto chiesto? Grazie

    restiamo in attesa______________gli indignati

  • Gramsci

    Signora Domiziana i problemi sono ben altri.
    Soldi pubblici buttati quando la stessa iniziativa si sarebbe potuta organizzare gratis con altri enti.

    Ma proprio non lo capite o fate finta di non capire?
    C’è una nazione che si sta impoverendo un livello di tassazione che ormai obbliga a scegliere se pagare le tasse o dar da mangiare ai propri figli.
    E voi che fate?
    Giustificate l’aver buttato dalla finestra 2.200 euro.
    Ma da dove credete che prenda i soldi il Comune: dall’albero di Pinocchio?

    Gramsci

  • tonino

    Indignati,
    mi siete “caduti” sul più bello…
    voi non siete degli zorri perchè Zorro non andava a caccia delle streghe, difendeva il popolo da TUTTE le ingiustizie.

    Vi lascio con un semplicissimo esempio rispolverando una delle proprietà dell’addizione, la proprietà commutativa, che così recita:
    invertendo l’ordine degli addendi il RISULTATO non CAMBIA!!!
    esempio, 3+4 = 4+3 = 7.

    E’ chiaro adesso? Perchè di esempi più semplici non ne conosco.

  • Gramsci

    Cari Indignati,

    l’ironia è il sale della vita e sarà bello dividere con Voi il Villaggio olimpico quando parteciperemo alla corsa ad ostacoli ed all’arrampicata sugli specchi.

    A me come vengono spesi i soldi pubblici interessa eccome!
    Infatti un potenziale conflitto di interesse in questo come in altri casi è causa di una possibile distorta allocazione di risorse.

    Quanto a san Rocco.
    La corretta gestione ed organizzazione di una festa patronale come di un evento di altro tipo può avere diversi effetti positivi.
    Nel caso della festa patronale innanzitutto vi è la preservazione di una tradizione storica che consente ai palagianesi di rafforzare il loro sentirsi comunità unica ed ai palagianesi non residenti di non recidere definitivamente il legame con il proprio paese di origine.
    Prova ne è la presenza a Palagiano di palagianesi provenienti dalle diverse parti d’Italia ed ora sostituiti anche da figli o nipoti che dai loro genitori e nonni hanno imparato ad amare questo momento.

    Inoltre come voi certamente sapete la festa di San Rocco a Palagiano è conosciuta in diverse parti della regione per la cura e la passione che il comitato anche grazie al sovvenzionamento del Comune pone nella scelta delle luminarie e dei fuochi pirotecnici.
    Giusto per darvi un’informazione.
    La ditta Fanigliulo è la più importante esistente nel campo delle luminarie e dappertutto si riconosce il fatto che essa è tradizionalmente presente a Palagiano, cosa che non accade altrove.

    L’importanza della festa, dunque, porta a mettere in movimento migliaia di persone che conseguentemente spendono nei vari esercizi commerciali aumentando la base imponibile su cui pagare le tasse che servono agli enti pubblici per ricavare le proprie risorse.

    Soddisfatti ora?

    Gramsci

  • G. Piccoli

    Era dai tempi del dibattito sulla Costituzione americana che non si riscontrava un simile entusiasmo per una discussione tra anonimi: 54 interventi in un paio di giorni… mica male! Del resto, pure Pessoa animava il dibattito sui giornali portoghesi utilizzando degli pseudonimi che talvolta entravano addirittura in polemica tra di loro. La lunghezza dei commenti, però, mi induce a pensare che siamo dinanzi ad una triste degenerazione del “fannullismo”: il nullafacente d’oggidì non passa più le sue giornate steso in spiaggia, o a passeggio per la piazza, o accasciato sul bancone di un bar; ma nella solitudine scura della sua stanza, di fronte al computer. Faccio una proposta: scambiatevi i numeri di telefono, incontratevi, e discutetene a voce. Oppure fate fare un salto di maturità alla discussione, e firmatevi con nome e cognome.

    (G. Piccoli)

    • Foto del profilo di Facebook

      Life

      Giuseppe,con tutto il bene che ti voglio….
      ma mica l’ho capito il tuo commento?
      Vuoi farci intendere che con nome e cognome il contenuto della discussione cambia?
      A riguardo ti invito a (ri) leggere gli interventi di Saviano circa ” il fango” che si e’ costretti a ricevere ogni volta che si denuncia un pensiero diverso!

      Ok ti accontento,da oggi tutti i nick avranno un nome e cognome, anzi due!
      Mario Liverano e Liverano Mario.
      Contento?
      Tanto oltre ad essere un gran “fannullone” ( mi e’ stato detto anche questo qui su palnet!) sono il peggior peccatore di questo mondo!

      Giuse’,va tutto bene?

      Life.

    • gli indignati

      Life, quando vuoi sai essere efficace e pungente!
      se il sig. Piccoli si soffermasse a controllare gli orari in cui, nella maggior parte dei casi, rispondiamo, capirebbe che le nostre ore lavorative siano di gran lunga superiori a quanto lui possa immaginare. se una cosa è diminuita, sono le ore di sonno!!!
      se le argomentazioni tanto nostre quanto degli altri anonimi sono prolisse, probabilmente ciò dipende dal fatto che ci sia tanto da dire al contrario di qualcun’altro. se per lei, quanto da noi detto risulti immaturo, vorrà dire che ce ne faremo una ragione anche perchè a noi la discussione risulta solo costruttiva e quella di oggi non è da meno. che dirle? magari quando legge “gli indignati” o qualche altro anonimo, si metta in pausa!!!
      con rispetto___________________gli indignati

    • E.favale

      Sig. Piccoli è come quando incrocia una donna con un abito di cui si ignora lo stilista. Se l’abito è ben fatto lo ammira, se è difettoso lo critica, se obrobrioso non lo guarda (o magari lo guarderà sottecchi)… Lo stesso accadrebbe se le dicessero che l’abito è firmato Armani, Versace o D&G. No? Ahimè tutti questi commenti dicono che quella donna oggi è nuda e mostra le sue (dis)grazie in giro per le vie di Palagiano. Quella stessa donna, vestita di tessuti lucenti e dorati, è stata accompagnata sul palchetto dei comizi ed è stata presentata come la migliore guida per questa comunità. E gente come me l’ha votata scegliendola. Ed ora scopre che quelle vesti le erano state donate da sapienti venditori di stoffe pregiate e che la donna ha stracciato quelle vesti e le sta rivendendo a pezzi (oggi al costo di € 2.200) a poveri mercanti improvvisati che cercano un posto al sole in questo mercato delle pulci. Capisce perchè tutta sta gente è incazzata?

    • andrea

      Ecco l’illuminato d’oltreoceano,
      Io voglio sapere cosa succede nella mia comunità. Io voglio essere un cittadino presente e con la propria testa. Non capisco sinceramente quanto a cuore lei ha Palagiano e perchè in presenza di atti gravi è capace di formulare un insignificante e qualunquista commento perbenista.
      Si goda il sole “palagianese” steso sulla spiaggia oppure si accasci al bancone di un bar e/o passaggi per la piazza.
      Non perda il suo prezioso tempo nella solitudine scura della sua stanza, di fronte al computer.

  • andrea

    Ai commentatori più attenti non sarà sfuggita “l’acrobazia” del sign. Latagliata.
    In un primo commento dichiara ” Io do la mia TESTIMONIANZA in quello spettacolo”.
    Nel commento successivo dichiara risentito ” sei geloso… se vuoi ti metto nello staff, ci serve uno che spara cazzate…. ahahahahah poverino mi fai pena ciao ciao”.
    Salvo poi correre ai ripari quando messo alle corde da Gramsci che gli “sbatte” il link dove si evince il suo coinvolgimento nell’associazione come ISTRUTTORE GUIDA DISABILI, chiede scusa…

    A Rio 2016 pure la ginnastica acrobatica!

  • DOMENICO LATAGLIATA

    Sulla mia disabilita’ nn faccio soldi. nn ho mai chiesto un centesimo a nessuno , ho fatto sicurezza stradale anche con altre associazioni come polizia, carabinieri, 118 , vigili urbani senza chiedere mai un cantesimo. (INFORMATEVI) , chiedete ai carabineri di palagiano ,118 di taranto, vigili urbani di taranto, polizia di taranto e questo esteso in tutta Italia.
    A me nn importa la mia testimonianza se puo’ servire a salvare pure una vita umana, be significherebbe aver raggiunto l’obbiettivo… leggete alcune testimonianze dei ragazzi delle scuole , cosa pensano di questo spettacolo sulla sicurezza stradale da voi criticato.ciao
    http://www.sfss.it/frasi.php

    • rockford

      E dunque? A cosa sono serviti questi soldi? Ce lo dica, ci mostri un consuntivo della serata. Latagliata io non la conosco, non entro nel merito della sua storia personale, ma le parlo da cittadino ad amministratore. I suoi interventi in questo scambio risultano inquietanti: scrivere “sei geloso …. se vuoi ti inserisco nello staff , ci serve uno che spara cazzate”  “mi fai pena ciao ciao” è esattamente ciò che un Politico non deve fare. Ricordi che Lei rappresenta questo paese,  i suoi sono gli  interventi di un amministratore, non di un volgare contrabbandiere. per non parlare del “ciao da una vittima della strada” li si è superato in esempio di a-politica. Un giorno mio cugino che ha un figlio su carrozzina mi disse “mi piace latagliata perchè capisce le difficoltà della disabilità”. L’altra sera mi disse “troppo impegnato a soddisfare gli affari suoi”. Vede come cambiano le opinioni? Latagliata la prego di concentrarsi sul suo ruolo istituzionale che ricopre e non sulle opportunità interessate che da esso ne derivano. 

    • andrea

      Latagliata… risposta errata!!!

      questo è il giusto link http://www.sfss.it/staff.php a cui ci deve una risposta!!!
      Lei si è spacciato per testimonial ed invece risulta ISTRUTTORE GUIDA DISABILI.
      Ci deve rispondere responsabilmente circa le domande poste dal sign. Gramsci… deve, anzi ci sarebbe solo una cosa da fare… chiedere scusa anzitutto al suo elettorato e poi alla cittadinanza e ritirarsi dalla vita amministrativa.

  • Rockord

    Vede sig. Latagliata, ha perso l’ennesima occasione di confronto. I link li abbiamo visti e lei avrà anche il merito di aver convinto diverse ragazzine circa l’importanza di usare il casco o circa il valore della vita. Ma la questione che le sottoponevo è un’altra ma forse la ignora volutamente, mi rendo conto che per rispondere al mio interrogativo occorre il coraggio dell’uomo prima che l’abilità dell’amministratore . D’altronde la politica la si puó fare in tanti modi. Lei ha scelto il più comodo…
    Saluti da Rockford

  • DOMENICO LATAGLIATA

    Sono alcuni dei messaggi inviati dai ragazzi che hanno assistito allo “SLOW DOWN SHOW”. Sono integrali, così come li hanno scritti, con i loro errori, abbreviazioni ect….

    – Sn 1 ragazza dell’istituto rosa luxemburg! Volevo dirvi ke anche io so cs significa xdere qualcuno tramite 1incidente, 2anni fa ho perso 5amici xchè andavano ad alta velocità! E stata 1iniziativa fantastica! Grazie e spero ke gli altri riescano a capire il valore della vita ! Baci berta IV C 11:08 19/11/07

    – Siete riusciti ad emozionarci kn le vostre storie commoventi… E’ davvero incredibile quello che succede x la strada…ci impegneremo ad essere più attente…. Salutiamo gli angeli andati in cielo…. Grazie la 4b pedagogico istituto don milani 11:15 19/11/07

    – Siamo rimaste profondamente toccate da quanto abbiamo visto, è stato un modo per riflettere sull’importanza della vita e come una scelta sbagliata possa condizionare non solo la nostra vita ma anche quella degli altri. Da questo momento in poi ci penseremo due volte prima di schiacciare il piede sull’acceleratore …Grazie ..Rosalba,Giulia,Claudia,Vittoriana,Manuela,Marta,Valentina e Maira! Liceo linguistico! 13:28 19/11/07

    – Oggi ho assistito al vostro “progetto” in cui avete parlato dei pericoli della strada. E’ stata una cosa molto interessante e fatta molto bene…Spero che dopo oggi la maggior parte dei ragazzi abbia capito veramente cosa vuol dire la prudenza sulla strada…Grazie… siete stati favolosi.. By Valentina 17:00 19/11/07

    – Volevo ringraziarvi del corso d’educazione stradale di oggi. E’ stata una bellissima esperienza che non solo ci ha fatto capire qualcosa riguardo i pericoli stradali ma anche quanto è sottile la linea tra la vita e la morte… Spero che questo progetto continui in tutta Italia perché è davvero utile e fa riflettere, grazie di tutto.. Marco 17:15 19/11/07

    – Le immagini che abbiamo visto oggi sono rimaste impresse nella mia mente e in quella di tutta la mia classe . Ci siamo commossi e possiamo dire che dall’esperienza di oggi abbiamo imparato qualcosa. Ringraziamo tutti quelli che hanno reso possibile questa iniziativa, compreso domenico. Anzi, forse da lui più di tutti abbiamo imparato ad apprezzare la vita e a non appendere al chiodo i nostri sogni! Ancora grazie 17:34 19/11/07

    – Salve ! ho assistito stamattina al vostro lavoro. Che dire !? è stato autentico e favoloso. Un’ opera che per riuscirla a fare bisogna usare il cuore e, vi garantisco che il vostro messaggio ci ha colpito profondamente. Vorrei descrivervi le molte emozioni che ci avete dato ma per sms è difficile. Sarei onorato scrivervi ad un vostro recapito. Se questo non è possibile, vi ringrazio ugualmente e buona fortuna. Ancora grazie … 18:50 19/11/07

    – Ciao!sono una ragazza del liceo linguistico don milani e oggi ho partecipato al progetto! Volevo dirvi ke sn state 2 ore stupende! All’inizio ho pensato ke fossero solo 2 ore di perdita di tempo e invece sono state 2 ore ke ingegnano più di 6 ore passate in classe! Mi sn trovata a ridere e anche a piangere…a condividere il dolore di quelle persone ke hanno perso persone a loro care .. ed è tornato in mente il ricordo doloroso di Emanuele… mio amico strappato al mondo e alla sua voglia di vivere! Spero che il vostro progetto venga valorizzato e spero ke sia servito a far capire ai giovani ke in 1 solo secondo possiamo diventare angeli! Vorrei mandare 1 forte abbraccio a domenico e continuare a vedere la sua forza anke in altri occhi! Con affetto… Manuela! 19:19 19/11/07

    – Ciao,mi chiamo Vito e lunedì 19 novembre ho avuto la fortuna di assistere alla vostra manifestazione che si è svolta ad Acquaviva delle Fonti. Innanzitutto vi faccio tantissimi complimenti,è stato a dir poco commovente e mi ha aiutato a riflettere tanto sull’importanza della cintura,casco e bassa velocità ma soprattutto che “la vita è una e bisogna rispetterla”. Vorrei farlo capire anche a tanti miei amici quindi è possibile mandarmi il file con tutte le immagini e video che abbiamo visto? Vorrei farlo vedere a tutti quelli che ogni volta che prendono la loro auto vogliono dimostrare di saper “guidare” spingendo l’acceleratore al massimo mettendo in pericolo non solo la loro vita, ma anche quella degli altri. Io ho avuto la fortuna di esserci lunedì e capire, loro no…grazie… 19:19 20/11/07

    – avete iniziato facendoci ridere e avete finito col farci piangere…ma anche facendoci capire quanto sia importante la vita e decidere di non appendere ad un chiodo i nostri sogni, compiedo azioni stupide…quelle immagini mi rimarranno impresse a lungo…grazie per questa bella esperienza 18:11 19/11/07

    – Mi congratulo per la vostra manifestazione spero di continuare a seguirvi…e rispetterò le regole almeno se non riuscirò indosserò il casco…..CARMINIA…11:03 13/04/07

    – Ciao stamattina c’ero anche io all’incontro al cinema…davvero splendido e spero che ci abbiate fatto aprire gli occhi…belle le musiche…w la vita! 15:04 13/04/07

    – Mi chiedo dopo aver visto i filmati ; e quando un tuo amico muore perché si addormenta al volante x la stanchezza ? e ha utilizzato la cintura? Cazz ora a chi dare la colpa? 10:40 16/04/07

    – Bello, coinvolgente,commuovente, veritiero! Ma soprattutto ha insegnato più di mille parole, perché la vita la vera vita non ha bisogno di parole… Un’altra cosa a ginosa nel mio paese sono morti 5 ragazzi nel giro di un mese ..A ognuno di loro un bacio nel vento…angela..17 aprile 2007 10:47 16/04/07

    – Riflettere sulla vita a volte serve a comprendere come alcune cose possono essere evitate. Al giorno d’oggi la vita assume un ruolo poco importante si è mossi da spirito di esibizionismo, voglia di conformarsi alla massa..Questa esperienza di oggi mi è servita a comprendere e ad avere ancora più coscienza che la vita è bella…grazie x avermi trasmesso emozioni 11:24 16/04/07

    – Non riesco a trovare le parole x questa conferenza! Volevo solo dirvi GRAZIE ! maty 11:27 16/04/07

    – Oggi per me è stato un giorno di una istruzione corretta della vita e delle attenzioni che bisogna darle. Voglio augurare a Domenico tanta felicità affinché il suo angelo custode lo protegga ancora da Giacomo 4h AUDIOVISIVO 13:45 16/04/07

    – Complimenti x l’efficacia con cui oggi vi siete rivolti a noi…sono certa che abbiate sensibilizzato l’animo di gran parte dei presenti compresa me! Mi chiedevo quindi se fosse possibile avere il dvd che ci avete fatto visionare oggi. Vi ringrazio! 13:46 16/04/07

    – Sono Valeria stamattina ho assistito al vostro convegno a Vinosa, voglio elogiarvi, xchè è stato interessantissimo! Questa è la realtà, e tutti giocano cn la morte. 17:13 16/04/07

    – Buonasera! Sn 1 ragazza ke oggi ha assistito al vostro progetto. Sn rimasta davvero senza parole dalle immagini trasmesse e dalle frasi inserite! X non parlare delle lacrime versate. Credo sia stata 1 idea bellissima ke avrà colpito la maggior parte della gente lì presente. Continuate così. Complimenti. Vale89 20:20 16/04/07

    – Volevo dire che oggi quando siamo andati al teatro per vedere la sicurezza stradale, ho riflettuto molto perché anche io ho una moto e ho capito la vera importanza del casco. D’ora in poi lo userò sempre e vi ringrazio per il discorso alla scuola. Ciao Mario 3° a 15:10 19/04/07

    – Io ci ho pensato molto in tutti questi giorni sull’uso del casco e delle cinture di sicurezza. La vita è la cosa più bella ke ci è stata donata e nn dobbiamo buttarla via così, però purtroppo ci sn ragazzi ke nn lo capiscono e mi dispiace tantissimo per loro, ma cresceranno, e strano sentirlo dire da me xkè sn ancora una ragazza di 14 anni ke dv ankora crescere. Tu mi hai fatto capire il senso della vita, grazie, Maria Chiara. 19:40 28/04/07

    – Ciao io mi chiamo Federica ed ero presente oggi al cinema. X me l’effetto è stato devastante talmente da accasciarmi sulla sedia. Io nn fumo canne e nn bevo alcolici e dopo oggi nn credo ke proverò quell’adrenalina ke si dice di provare. Il vero problema è ke sono tutti incoscienti e ke nn se ne fregano niente della vita altrimenti saremmo tutti più prudenti. La mia passione sono le moto ma ho paura a salirci. Io vorrei vivere in un mondo diverso.. Federica 14:47 02/05/07

    – Sn un’allieva dell’ITC di FRANCAVILLA FONTANA.. avevo già assistito a questo spettacolo. .. rivederlo è sempre un piacere xhè trasmette emozioni ke sprigionano solo ed esclusivamente VOGLIA DI VIVERE…immagini scioccanti ma ricche di significato e purtroppo realtà…complimenti allo staff!.. 17:59 02/05/07

    – Oggi h assistito alla “manifestazione” dv dr ke mi ha segnato molto ! sn stata sempre a piangere xkè mi ricordava l’incidente d mio cugino! X fortuna ke ci siete voi .. 16:52 02/05/07

    – Ciao siamo due alunne della scuola Vitaliano bigotta, Federica e marina, volevamo farvi i complimenti per tutto ciò che avete fatto…è stato davvero emozionante…bravi!!! – 11:17 20/03/06

    – Ciao siamo Sara e Chiara della scuola media Virgilio marone. Questo filmato ci ha fatto riflettere sul vero senso della vita,xkè avvolte la gente è troppo superficiale e anche noi siamo superficiali. Grazie. Un bacio. – 11:52 20/03/06

    – Ciao grazie 1000 x la vostra visita xkè finalmente anche gli altri hanno capito ciò che io avevo capito da tempo…vvb – 12:03 20/03/06

    – Grazie – x – averci – fatto – capire – quanto – e – importante – la – vita – by – i – ragazzi – della – 3 – e – della – scuola – vitaliano – bilotta. – 15:46 20/03/06

    – Secondo me questa lezione e stata molto utile x noi ragazzi – 18:58 20/03/06

    – Non abbiamo mai visto una presentazione così bella e commovente e auguriamo una vita felice a domenico – 11:16 21/03/06

    – GRAZIE, perché mi avete fatto capire l’importanza della VITA ma soprattutto quanto sn fortunata! La storia di DOMENICO mi ha toccato davvero tanto! GRAZIE ancora… – 14:57 21/03/06

    MAIL : Ciao,sono una ragazza che oggi era all’ “ITC” di Turi…volevo dirvi che siete stati grandi..mi avete fatto riflettere ancora di più su quanto è importante la VITA, perchè è la cosa più preziosa che abbiamo!!!
    Mi avete fatto commuovere sopratutto quando ci sono state quelle frasi scritte da genitori o parenti di ragazzi morti per colpa di un uncidente stradale!!!
    GRAZIE…forse avete fatto riflettere anche qualche altro oltre a me!!!
    La felicità è nascosta dappertutto:
    BASTA SCOVARLA 🙂

    – Nonostante le lacrime ed il dolore, nei nostri cuori è cresciuto quel senso di responsabilità e di voglia di vivere ke solo poche ore fa era qualcosa di scontanto, qualcosa che era passato in secondo piano, sostituito dai falsi divertimenti….Il modo in cui ci avete proposto questo tema, alquanto crudo e forte, è stato eccellente….Dalla gioia, l’eccitazione, la musica, il divertimento…al dolore, la tristezza…Ci avete messo davanti quella che è la realtà.. – 10:53 13/03/06

    – Ho visto Slow Down Show e, come tanti, ho riflettuto sul fatto ke la vita ci viene data una volta sola: per questo, non bisogna sprecarla! – 14:00 14/03/06

    – Bravi, ma chiaro semplice ed efficace. Complimenti. – 12:08 14/03/06

    – Grazie per la forte emozione che mi avete fatto provare! Auguro tanta felicità e serenità a quel ragazzo e a sua moglie! Giuro che da oggi in poi metterò e farò mettere i caschi e le cinture di sicurezza…Tutto questo grazie a voi!!! – 14:03 13/03/06

    – Vi volevo fare semplicemente i complimenti x lo spettacolo è stato davvero convincente ed emozionante.. – 12:27 13/03/06

    – Quello ke ho visto oggi mi ha fatto emozionare ma anke riflettere…Solo ora capisco cosa vuol dire x un genitore preoccuparsi dei propri figli! E stata un’esperienza forte ma carica di significato.. Non sono l’alcol e la droga l’essenza della vita ! Grazie di cuore! – 11:27 13/03/06

    – Realtà…quella realtà che troppe volte non abbiamo voglia di guardare! Vi ringrazio..Grazie grazie grazie! Carmen – 10:54 13/03/06

    – Complimenti il vostro messaggio è stato significativo e molto importante, e divertente. – 10:43 15/11/05

    – Ringrazio voi tutti x avermi fatto capire il senso della vita, e di quanto sia importante è bello vivere. – 11:20 15/11/05

    – Grazie al vostro aiuto e alle parole ke ha detto il “ragazzo graziato”, di cui non ricordo il nome, qualcosa dentro di me è cambiato! Siete stati grandi a fare questo progetto! Grazie 1000 – 12:48 15/11/05

    – Grazie per aver dato una scossa a tutti. Molti non capiscono io so cosa si prova. Sono una ragazza e ho fatto un incidente poco tempo fa grazie al casco sono ancora qui. Ho perso amici sulla strada e il mio ragazzo ha un grosso motore. Ogni volta che esce di casa prego x lui. Perché? Perché fa semplicemente male….Grazie – 10:15 16/11/05

    – Questa giornata è stata molto toccante soprattutto la testimonianza di quel ragazzo… – 09:46 17/11/05

    – Ciao siamo Monica e Graziana abbiamo partecipato alla campagna di sens. Stradale. Questa giornata è stata molto significativa ci ha fatto capire l’importanza della vita. Grazie di tutto. – 10:28 17/11/05

    – Abbiamo appena finito di guardare la vostra presentazione ….. complimenti, è davvero un’ottima iniziativa! Continuate così! La 5^ e dell’ITIS! – 12:17 17/11/05

    – Non so ki leggerà questo sms xò voglio solo dire ke questa esperienza mi ha fatto davvero riflettere su cose ke molto spesso ignoro…GRAZIE DAVVERO… – 12:19 17/11/05

    – Ciao sono Marghe della 4^D dell’industriale… Fino a poco fa sono stata allo SLOW DOWN SHOW …Complimenti avete scelto il modo migliore x istruire noi giovani! E lo spettacolo ke mi ha colpito nel profondo in quanto mi ha ricordato l’evento di un ragazzo del mio paese morto per causa simile qualche anno fa. Solo ke lui nonostante avesse il casco non gli è servito a niente dato ke fu decapitato da un gardline!… Cmq veramente tanti complimenti! E un augurio speciale a Domenico..Ke la sua vita sia colma di gran felicità! Ciao ciao – 12:57 17/11/05

    – Sono un ragazzo di putignano ke oggi ha assistito alla visione del filmato: a dir poco “ sorprendente” come la vita può cambiare da un giorno all’altro , il cuore palpitava, gli occhi erano lucidi . BRAVI VERAMENTE. Anch’io ho fatto un incidente con un 50 a 100 all’ora ma dia mi ha voluto bene: quasi illeso. – 14:05 17/11/05

    – Stamane mentre vedevo il film ho pianto tanto che mi sono resa conto ke la vita è una cosa preziosa è non bisogna sprecarla inutilmente come se niente fosse. Non ho mai pensato alle conseguenze che avrei subito senza il casco ma ora devo ringraziare Domenico per avermi fatto capire che la vita è una cosa bellissima è che bisogna viverla nel modo migliore è soprattutto se vado in moto devo indossare il casco. Grazie Domenico 6 grande. – 16:26 19/11/05

    – Lo spettacolo di stamattina mi ha colpito molto….è stato bellissimo vedere quelle immagini anche perché a me è morto un cugino 2 mesi fa appunto perché non indossava il casco e andava correndo con un motore grosso tipo quello del filmato di oggi di Domenico…spero soltanto che facciate spettacoli così significativi…. Grazie infinite – 19:37 19/11/05

    – Volevo dirvi ciò che ci avete fatto vedere sulla sicurezza mi ha fatto capire tante cose anche se sapevo gia tutto . O pianto xchè o perso il mio migliore amico. – 13:57 25/11/05

    – Grazie dell’aiuto, siete riusciti a comunicare in modo esplicito, ciò ke molti miei amici non comprendono a parole. Delia4^ liceo scacchi – 13:00 28/11/05

    – Vivissimi complimenti per l’educazione stradale. E complimenti a Domenico.. – 18:36 28/11/05

  • Rockford

    Gentile sig. Latagliata non giochi a questo gioco deprimente. L’anonimato è attaccabile quando lesivo della dignità altrui, quando genericamente offensivo. Non mi pare di averla offesa dunque non ha senso attaccare l’anonimato. Io ho solo posto una domanda, gliela ripongo per non lasciare nulla di intentato: puó spiegarci come sono stati spesi 2.200 € di soldi pubblici per un evento come quello a cui ho assistito ieri sera? Le ripeto, non sto valutando le finalità assolutamente rispettabili dell’evento. Le sto chiedendo conto di un atto pubblico che lei – in qualità di amministratore – ha promosso a favore di un ente del quale lei stesso fa parte! Riesce a comprenderla la curiosità della questione?

    P.s. Mi rivolgo ad un nick con “nome e cognome”: potete copiare ed incollare la mia domanda così tiriamo fuori il nostro amministratore dal conflitto logico in cui è caduto.

  • gli indignati

    salve sig. Latagliata,
    lei sa bene che noi abbiamo apprezzato l’iniziativa appena svolta a Chiatona pur presentando , secondo il nostro parere, delle pecche. Tutte le testimonianze che lei porta all’attenzione degli utenti palnet, sono a dir poco toccanti, soprattutto quando sei lì e le ascolti dai diretti interessati.
    Dopo aver detto ciò però, ci consenta di spendere qualche parola a favore del sig. Rockford e non perchè lui non sia in grado di difendersi, pur non conoscendo la sua identità siamo certi che sia più che capace di parlare senza bisogno di intermediari però, alla fine, quello che le viene chiesto, tanto da lui quanto da noi e da altri utenti, è solo un resoconto della serata. D’altra parte, secondo quelle che sono le nostre conoscenze, lo stesso resoconto andrà comunque presentato per la liquidazione delle fatture per cui, cosa le costa renderlo pubblico?
    E’ del tutto legittimo che dei cittadini chiedano come vanno spesi i soldi pubblici e questo dovrebbe apprezzarlo in quanto dimostra che vi siano dei cittadini attenti alla vita amministrativa.
    Non continui ad attaccare gli anonimi, faccia anche lei come altre volte abbiamo chiesto: provi a dare dei volti e a pensare che comunque chi parla sia un o più cittadini palagianesi. La cosa non dovrebbe fare alcuna differenza! Poi, se proprio questo non la convince, consideri che tra coloro che chiedono il consuntivo, ci sono anche degli utenti sottoscritti. Lo faccia almeno per loro ma lo faccia. Spetta a tutti noi!
    Non dimentichi, infine, che questo è il modo più giusto per dimostrare di essere diversi dagli altri.

    __________________________gli indignati

  • vitopesare

    Sicuro della buonafede di Domenico copio e incollo come richiesto da ROckford

    Gentile sig. Latagliata non giochi a questo gioco deprimente. L’anonimato è attaccabile quando lesivo della dignità altrui, quando genericamente offensivo. Non mi pare di averla offesa dunque non ha senso attaccare l’anonimato. Io ho solo posto una domanda, gliela ripongo per non lasciare nulla di intentato: puó spiegarci come sono stati spesi 2.200 € di soldi pubblici per un evento come quello a cui ho assistito ieri sera? Le ripeto, non sto valutando le finalità assolutamente rispettabili dell’evento. Le sto chiedendo conto di un atto pubblico che lei – in qualità di amministratore – ha promosso a favore di un ente del quale lei stesso fa parte! Riesce a comprenderla la curiosità della questione?

  • Rockford

    La ringrazio sig. Pesare. Vede, i nostri amministratori sono persone rispettabilissime ma essenzialmente incapaci. Il punto è questo. Oh, sia chiaro io sono un elettore, e avendo scelto questo sindaco, sono responsabile di questa incapacità. Mio figlio 19enne mi ha detto l’altro giorno “hai visto te lo avevo detto io!” (probabilmente ha votato per il giovane Serra). E quando un figlio arriva a dirti questo, con dati alla mano, un padre non puó che riconoscere il proprio errore. Ho letto tanti commenti di molte persone anonime che continuano a sparare a zero su questa amministrazione. Ora mi chiedo possibile che non ci sia una persona che scriva un commento positivo sull’operato di questo gruppo di pseudo amministratori? È possibile che non ci sia una voce che si levi a difesa del loro operato? Io d’estate vivo a Chiatona e l’altra sera ero lì. Ora a parte la spesa spropositata per una serata che sarà costata (al netto di focacce e bevande) non più di 400 euro compreso il cachet di un comico che non faceva ridere, mi chiedo: possibile che un consigliere con delega ai servizi sociali (ottenuta previa minaccia politica con tanto di lettera pretenziosa sottoscritta da lui e dal suo collega Lippolis) proponga di spendere 2.200 euro per una cazzata del genere quando una passerella per disabili costa 500 euro? Sig Pesare faccia un gioco: una sera venga a Chiatona ed immagini di spingere una sedia a rotelle partendo dalla stazione sino ad arrivare a rilcado. Poi mi dirà! E pensi a cosa sarebbe stato se a metà settembre avessero deciso di riunire tutti gli studenti delle scuole secondarie e superiori (circa 1000 giovani prossimi patentati) presso l’auditorium dello Sforza e li avessero proiettato i video e le testimonianze dell’altra sera?
    Gentile sig.Pesare chieda agli amministratori come sono stati accolti qualche mese fa a Chiatona quando vennero per discutere dell’assetto urbanistico e della rete fognaria. Chieda alla signora Mellone la cui formazione politica pare tratta dai migliori fumetti disneyliani quali e quante inconsistenti promesse ha fatto? Quale futuro per questa comunità saranno in grado di pianificare questi pseudo amministratori?

    P.s. Life le chiedo se sia possibile mantenere questo dibattito tra le prime pagine. È molto interessante, magari qualche amministratore, leggendo, decida di rispondere scrivendo o … dimettendosi.

  • mimmoforleo

    Simone Lippolis:

    “Sto sentendo troppe baggianate da gente che è abituata a parlare senza SAPERE!!!

    Adesso si sta esagerando, se solo foste venuti a vedere la sereta avreste capito che non vi è nessun conflitto d’interessi e che nessun amministratore fa parte dello staff! Quando vi degnerete di smettere di fare demagogia politica anche su certi argomenti delicati, allora capirete.

    Per il momento gli amministratori siamo noi e che vi piacci o no ci hanno votato, pertanto decidiamo noi se fare una serata dedicata ALLA SICUREZZ STRADALE e se effettivamente i costi sono tanti e se ne vale la pena spenderli.

    Per quel che riguarda il posto in cui è stata effettuata, abbiamo chiesto degli sponsor e non tutti hanno aderito pertanto per il comico ha contribuito il lido in questione. Ci stiamo sforzando per lottare contro quelle idee e quelle menti che impediscono il cambiamento e la progressione di questo paese.. La cosa piu grave è che le lotte le dobbiamo fare internamente!!!”

    Cari gli Indignati, questa è la trascrizione integrale di un commento postato da uno dei vostri beniamini sul profilo facebook “TARASCO SINDACO”, mi son solo preso la libertà di modificarne la formattazione per renderne più agevole la lettura.

    Laddove la notevolissima contraddizione che esso illustra vi sia sfuggita, mi offro volontario per farvela osservare.

    1) “Per il momento gli amministratori siamo noi e che vi piacci o no ci hanno votato, pertanto decidiamo noi se fare una serata dedicata ALLA SICUREZZ STRADALE e se effettivamente i costi sono tanti e se ne vale la pena spenderli.”

    2) “Ci stiamo sforzando per lottare contro quelle idee e quelle menti che impediscono il cambiamento e la progressione di questo paese.. La cosa piu grave è che le lotte le dobbiamo fare internamente!!!”

    Auguro a tutti voi una fruttuosa domenica all’insegna della riflessione.

    Mimmo Forleo

    • gli indignati

      Salve sig. Mimmo Forleo
      come lei sa bene, noi ci sentiamo molto vicini a loro, non a caso la nostra indignazione, se ricorda i nostri primi articoli, nasce proprio dal modo in cui gli stessi siano stati maltrattati. Premesso questo però, noi non siamo mai stati disposti a lasciar passare là dove, secondo noi, le cose non fossero andate come avrebbero dovuto.

      Ci consenta però una piccola premessa.
      Se oggi siano venute fuori situazioni poco chiare sull’operato della maggioranza, probabilmente questo lo dobbiamo a loro.
      Se c’è stata una conferenza stampa che ha denunciato una situazione poco chiara dell’attività amministrativa, questo lo dobbiamo a loro.
      Se oggi alcuni personaggi che, dopo la vittoria del dr. Tarasco, pensavano di essere diventati proprietari della casa Municipale, oggi per entrare nei vari uffici (quando salgono), devono come noi tutti, prima bussare, e poi essere ricevuti nei termini e nei modi di un qualsiasi cittadino,lo dobbiamo a loro.
      Se oggi c’è addirittura stato bisogno di scomodare i più alti vertici dei partiti della coalizione per un summit con il quale cercare di far fuori queste persone, probabilmente le stesse sono risultate “estremamente scomode”.

      Detto questo, non ci esimiamo dal commentare quanto da lei portato alla nostra attenzione.
      La contraddizione è chiara ed evidente:
      Sulla prima parte del discorso del discorso sig. Lippolis, lui assume una posizione ingiustificabile: un amministratore non può e non deve approcciarsi alla cittadinanza in tale modo. Un amministratore degno di essere chiamato tale, deve essere vicino al cittadino, ascoltare lamentele, ingoiare critiche amare ed avere, la dove ve ne siano, lodi. Tutto questo facendosi servo e non padrone, per cui, non condividiamo assolutamente l’atteggiamento assunto. Non è questo il comportamento più corretto per poter cambiare, come lui dice, “le menti che impediscono il cambiamento ed il progresso”, anche perchè non farebbe nulla, ma proprio nulla di diverso da quelli che lui dice di combattere dall’interno.

      A questo punto, ci consenta una piccola considerazione:
      lei, persona così navigata politicamente, non ritiene che probabilmente la rabbia che poi sfocia in quella che è la prima parte del discorso (assolutamente ingiustificata) sia una normale conseguenza di quanto lui dica nella seconda parte?
      Ci spieghiamo meglio: sono oltre tre mesi che questo ragazzo tenta di combattere contro tutto e tutti (e lei sa a chi ci riferiamo) avendo un’esperienza politica pari a zero e, nel momento stesso in cui decida di fare un qualcosa per il paese (manifestazione per la sicurezza), con tutte le critiche legittime che ne siano scaturite e dopo gli ostacoli, da parte della sua stessa maggioranza, che probabilmente abbia dovuto affrontare (ad avvalorare questo ne è la mancanza di gran parte della maggioranza alla stessa manifestazione), si ritrova ad essere criticato anche da chi lui stesso pensava di avere dalla sua parte.
      Nulla di quanto detto “DEVE” essere una giustificazione al suo atteggiamento anzi, dovrebbe, con un atto di umiltà, chiedere pubblicamente scusa; questa è solo una nostra semplice visione dei fatti.
      Con stima________________________gli indignati

    • mimmoforleo

      No, cari gli Indignati, non ci siamo proprio. Non serve alcuna esperienza politica per rilevare una contraddizione insita nel proprio discorso, quando questa c’è. Non serve essere politici navigati per aspettarsi, quando in premessa al proprio discorso si pone un’affermazione del tipo “Per il momento gli amministratori siamo noi e che vi piacci o no ci hanno votato, pertanto decidiamo noi…”, una risposta dello stesso tenore da quanti a maggior ragione potrebbero dire altrettanto. Ci vuole davvero molto per capire di non essere gli unici ad essere stati votati e che, dopo il voto, sono i rapporti di forza costituitisi all’interno della maggioranza a fare la differenza fra i diversi vincitori?

      Dopo un’uscita come quella del consigliere Lippolis, l’unica riflessione che viene naturale fare consiste nel prendere atto che l’attuale maggioranza è attraversata da guerre per bande, accomunate da un unico interesse: prevalere una sull’altra a qualsiasi costo. Sembrerà una coincidenza, ma la stessa cosa avveniva nella scorsa consigliatura e, guarda caso, anche le aspirazioni che sembrano muovere l’operato dei diversi gruppi sono le medesime: ottenere per sé il massimo che si può ottenere dal conflitto in atto.

      Se davvero a guidare l’azione dei diversi gruppi vi fosse l’amore finora solo sbandierato per la propria comunità, per la sua “progressione” come dice Lippolis, e non la cura del proprio esclusivo interesse, basterebbe, per non rischiare di entrare in contraddizione con se stessi, argomentare nella maniera dovuta ogni qualvolta il gruppo avversario si apprestasse a prendere una decisione non condivisa dal proprio gruppo e poi regolarsi conseguentemente in Consiglio comunale.

      Vi pare che ciò sia accaduto? Se si, vi state sbagliando di grosso. Sarebbe sufficiente chiedersi come hanno votato i vari Lippolis, Latagliata e Tagariello a proposito delle aliquote IMU, dopo aver fatto parte della stessa coalizione che in campagna elettorale giurava che mai sarebbero cresciute e che anzi una sarebbe stata addirittura ridotta, per capire che a loro tutto si può chiedere, meno che una qualsiasi professione di coerenza.

      Mimmo Forleo

  • PIO XIX

    Buongiorno, io non ho assistito allo spettacolo per una serie di motivi.la location in primis. Il fatto di non essere stata svolta in paese è stato l’ennesimo smacco alla società civile, perpetrato dagli amministratori stessi. Per quanto riguarda i soldi spesi, trovo ingiusta la spesa soprattutto perché svolta in un luogo privato.la prox volta metto a disposizione il mio garage.e poi, vorrei sapere o avere i numeri della campagna ( e le multe fatte) dato che non ho mai visto vigili in posti di blocco, mentre ho visto anche in ore diurne, ragazzini scorrazzare in 2 sugli scooter impenna di, o gente cn i sub fare curve strette con il freno a mano….non è che le multe sono tutte per divieto di sosta?

  • Gramsci

    Ennesima domanda.

    Se al cachè del comico ha contribuito il Lido dove si è svolta la manifestazione secondo quanto dice il consigliere Lippolis a cosa sono serviti i 2.200 euro?

    Almeno avessero la decenza di rimanere in silenzio!

    Gramsci

  • PIO XIX

    Cmq è ridicolo tutto il sistema.chi minaccia da una parte, chi insulta da un’altra…l’arroganza cn la quale i degni eletti si ergono sul resto della popolazione non lascia impassibili.questi 2000 euro così tanto acclamati, sembrano essere usciti dalle tasche comunali come contentino o cioccolatino da dare al proprio cane. Dire che sono troppi o pochi, non ha senso se non si mettono fuori le fatture…allora??? Ce le fate vedere???ci fate vedere chi ha preso quanto e cosa? Magari il favore ce lo faranno gli indignati.
    .

  • Gino

    Mancherò per qualche giorno.
    Mi auguro che tutti sti furbetti da quattro spiccioli e ciarlatani, al mio ritorno, e dico tutti i consiglieri ed assessori appresso al capo e compresa anche l’opposizione, abbiano rassegnato le dimissioni. Mi fate pena!!!

    • ginò

      Caro Supermen… ch,io
      sono tornato sano e salvo uhuhuhuh
      però ho già notato che sono ancora attaccati alle poltrone come le cozze allo scoglio sti miserabbili

  • giuseppe semeraro

    A mio avviso, salvo i primi commenti all ‘articolo, si sta evadendo il principio fondamentale da cui e’ scaturito l’ intero dibattito; il punto non e’ se la manifestazione sia stata utile o meno ma, se era necessaria la partecipazione del comune con soldi pubblici contravvenenendo eventualmente ai principi sanciti dalla delibera di pertinenza.
    Detto questo voglio soffermarmi su un punto in particolare che, secondo me, riassume l’ incpacita’ collettiva di vedere le cose oggettivamente con la conseguente caccia alle streghe: i 10,000 euro spesi per la festa di San Rocco vs i 2,200 euro investiti nella manifestazione Slow Down Show; i primi giustificati perche’ elargiti per far rivivere una parte della tradizione palagianese e fomentatori d’ incassi per l’ economia del paese e i secondi demonizzati e relegati al rango di “cazzata”.
    Ad essere sincero non vedo nessuna differenza sostanziale nei principi fondamentali dei due interventi economici: i soldi sono pubblici per la festa di San Rocco cosi’ come per la manifestazione Slow Down Show; gli sponsor esistono per la festa di San Rocco cosi come per la manifestazione Slow Down Show; gli introiti arricchiscono “l’erario privato” degli esercizi commerciali durante la festa di San Rocco cosi’ come per le realta’ partecipanti alla manifestazione Slow Down Show (non e’ solo il lido interessato a beneficiare delle circa 100 persone accorse a Chiatona, il tratto di strada fino al parcheggio puo’ avere riscontri positivi anche per altri esercizi commerciali); i potenziali conflitti d’ interessi potranno configurarsi virtualmente tanto per la festa di San Rocco cosi’ come per la manifestazione Slow Show Down (a Palagiano siamo un po’ tutti parenti).
    Detto questo, sarebbe meglio concentrarci, come piu’ volte hanno reiterato altri utenti su Palnet, sulle reali capacita’ (o incapacita’) politiche e amministrative dei nostri dirigenti costringendoli a una politica partecipata, elemento indispensabile di democrazia.

    Meno “luminarie” per il paese e piu’ “lumi” per le coscenze.

    cordialmente, Giuseppe Semeraro

    N.B. alcuni passaggi del mio commento sono volutamente esagerati e quasi ironici; vi prego di prenderli cosi’ come sono cercando di leggere fra le righe.

  • Rockford

    Sig. Semeraro interessante il suo intervento. Ho usato il termine “cazzata”, ma non volevo riferirlo al contenuto dell’evento, ma al modo con cui esso è stato organizzato; poiché reso fruibile a sole 100 persone (se pure). Ho ribadito la validità delle finalità, ho contestato le modità della loro attuazione. Sulla inadeguatezza del commento e del ruolo di Lippolis spendo solo due parole: Un giorno leggevo un libro sulla tendenza alla violenza. Il libro spiegava che la violenza (che non é mai solo sinonimo di aggressività fisica) è inversamente proporzionale alla capacità dell’uso delle parole. Evidentemente il nostro esimio amministratore non è molto dedito all’uso della parola ecco perchè chiude cosi violentemente ogni possibilità di comunicazione e di confronto. A ben guardare gli unici politici che non sentono il bisogno di “comunicare” e di “confrontarsi” sono i nostri…forse perchè poco inclini all’uso della parola. Ossequi

  • tonino

    Allora Latagliata,
    in qualità di facente parte dello staff, http://www.sfss.it/staff.php , quanti di quei 2200 euri sono serviti per pagare la sua performance/testimonianza?
    Consigliere Latagliata, consigliere Lippolis e componenti della Giunta Comunale (Tarasco, Cervellera, Mellone, Rinaldo, Petrocelli, Amatulli), stà rendicontazione dei nostri soldi pubblici si può avere?

Lascia un commento