Un caro saluto ai miei concittadini, volevo semplicemente farvi rendere conto che a Palagiano abbiam davvero raggiunto un grado di inciviltà davvero alto!

Era la sera del 15 Agosto ed era da molto tempo che non facevo due passi in Piazza e dintorni.

Nel mentre passeggiavo ho potuto tristemente notare il nostro monumento ai caduti, scusate l’accostamento, davvero caduto in basso, troppo.

Nel assistere al degrado che vi era all’interno dello stesso non ha potuto solo che piangermi il cuore, e pensare ai nostri grandi eroi caduti per la nostra libertà e per una democrazia che li ha tristemente rivestiti di sporcizia varia, dal cartone della birra a lattine di coca cola, a pacchetti di sigarette e relative cicche.

-Sono davvero amareggiato, e penso che una situazione del genere rattristerebbe chiunque abbia a cuore il nostro paese, le Forze Armate Italiane, ma soprattutto quelle centinaia di giovani andati a cadere in paesi lontani, che hano lottato per la nostra bandiera, per la nostra patria, e che oggi vengono infangati e dimenticati da tanta inciviltà.

Preciso che attualmente il monumento è stato ripulito e non presenta tale sporcizia segno di inciviltà, e ringrazio coloro che hanno provveduto a tale pulizia.Ma vedere una scena così orrenda anche per un solo secondo non può che far pensare che siam caduti davvero in basso….

-Cari concittadini troppe volte si accusano le istituzione di essere carenti, poco efficienti e non operative, ma in questo preciso caso gli incivili siamo “noi”….!!!!!!!!!!

Spero di non poter mai più rivedere un film dell’orrore del genere….

Nella speranza che l’amministrazione prenda immediati provvedimenti nei confronti di tutti coloro che infrangono le regole, porgo un caro saluto ai miei concittadini.-
Ogni giorno dovrebbe essere il 4 novembre…

Raffaele Verderese

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

3 pensiero su “Inciviltà”
  1. Salve sig. Verderese,
    per nostra fortuna la gente civile è in gran parte superiore a quella incivile. Purtroppo però quei pochi bastano per deturpare il nostro territorio. L’atteggiamento giusto, secondo noi, è proprio il suo, quello di denuncia contro questa gente che dovrà sentirsi gli occhi addosso e dovrà pensarci bene prima di abbandonare i propri rifiuti chissà dove! E noi con lei, continueremo a denunciare questo e tutto quello che pare proprio non voler girare per il verso giusto nel nostro paese! Se solo tutti non avessero il timore di denunciare scorrettezze, ingiustizie…forse avremmo un’altra Palagiano! Invece apri un portale, leggi i vari post e ti senti frasi del tipo: io non mi permetto di commentare se non sono direttamente interessato/a… ma questo è egoismo allo stato puro! Questo è curare il proprio orticello infischiandosene che il resto del mondo vada a rotoli!!! l’importante è che tutto vada bene nel proprio raggio d’azione per il resto…ma chi se ne frega!!!
    Purtroppo però, per quello che può valere il nostro giudizio, siamo sempre più convinti che il “problema sporcizia” sia una reazione a catena. Ci spieghiamo meglio: intanto vogliamo credere che, considerando che quello che lei abbia visto e fotografato, fosse solo il risultato di una serata in cui, essendoci tavolini sparsi per la piazza, nessuno – o quasi – abbia avuto l’accortezza e/o l’educazione di gettare i rifiuti dove di dovere (e non vogliamo con questo giustificare assolutamente) ma, comunque sia, tutto parte da noi e finisce all’amministrazione perchè:
    il cittadino ineducato sporca;
    la ditta appaltatrice non pulisce (anche se ribadiamo: pare non sia questo il caso);
    l’amministrazione non sanziona adeguatamente.
    Unica conseguenza: il paese continua ad essere sporco.
    Tra gente adulta e vaccinata sembrerebbe inopportuno dire che ci vogliano delle pesanti sanzioni per risolvere o quantomeno alleviare il problema ma, purtroppo, pare ormai l’unica soluzione, in quanto, nonostante ripetuti articoli (come il suo) e denunce varie, chi non ha orecchi per sentire, pare proprio continui a non farlo! Certo è vero anche che, come dicevamo ad un consigliere, “quando una casa è pulita, lo è perchè ci si impegna affinchè lo sia; se Palagiano e sporca ( e non ci riferiamo al servizio porta a porta, bensì alle strade piene di rifiuti ), lo è perchè nessuno pulisce ( fosse solo per pulire da polvere, erbacce, foglie secche e quant’altro)!
    Pare però, da un articolo del consigliere Amatulli, che ci si stai indirizzando verso la soluzione più adeguata (almeno per ora): LA SANZIONE…speriamo solo che serva a qualcosa!
    speranzosi_____________gli indignati
    P.S.: ciò NON DEVE ESIMERE la ditta appaltatrice dal fare il proprio dovere per il quale percepisce un laudo compenso!!!

  2. Sig.ri indignati avete ragione, grazie a Dio gli incivili son pochi rispetto alla gran parte dei cittadini onesti e puliti. L’altro giorno ero in giro per le campagne di Palagiano, precisamente sulla strada che porta a Venti, e lo spettacolo è stato davvero deprimente, nelle cunette e nelle campagne vi sono buste della spazzatura ovunque!Io anni fa ho avuto modo di lavorare a Napoli, anche nel bel pieno dell’emergenza rifiuti, e facendo un paragone tra Napoli e Palagiano posso semplicemente dire che nel suo piccolo il nostro Comune è sulla buona strada per “Napoli”..con tutto il rispetto che ho per Napoli e suoi cittadini…Certo, dire che Palagiano è Napoli mi sembra esagerato, però vedere tanto schifo ti ci porta ad accostare le due realtà. Come scritto sopra , ribadisco lo stesso concetto, ci vuole il “pugno duro”, ordinanze mirate a colpire questi incivili, e collaborazione tra Carabinieri e Vigili Urbani al fine di organizzare servizi mirati che contrastino efficacemente questo sporco fenomeno.Da quel che ho potuto notare fin ora deduco che non vi è tale collaborazione e che gli incivili continuano a sporcare, e che le olimpiadi della sporcizia sono tristemente ancora in vigore.
    Io attendo provvedimenti in merito, attendo e spero che qualcosa cominci a muoversi, e di certo non son daccordo con chi dice che dovrebbero essere i cittadini a denunciare , segnalare ed essere in prima linea nella lotta a tali comportamenti, ma devono essere le istituzioni in primis, che devono tutelare il cittadino, cittadino che stra-paga le tasse per essere tutelato e che non deve assolutamente sostituirsi a chi ha il compito di denunciare, sanzionare e infierire contro questa classe di sporcaccioni. Il cittadino deve collaborare, comportarsi in modo civile , ricevere garanzie di sicurezza dalle istituzioni, e non prendere il posto di un sistema che è scarsamente operativo ed efficace, altrimenti torneremmo ai tempi delle “ronde padane”!
    Il tempo delle confessioni, delle prediche, delle preghiere, credo sia terminato, è ora di intervenire, e non mancherò di richiedere al sindaco interventi forti in merito a tale problematica e non solo.
    Un caro saluto ai lettori, in particolare agli indignati..
    Raffaele Verderese

  3. Vorrei accostare, se permettete, una mia riflessione in merito alla struttura commemorativa dei Caduti in Guerra (parola che forse a molti non solletica alcuna sollecitazione ma che in verità dovrebbe essere motivo di riflessione).
    Guardando in internet, a proposito delle varie foto scattate nel tempo, non ho potuto fare a meno di osservare che la catena di cinta risulta diversa da quella originale (molto consistente) prima della ristrutturazione del monumento, inoltre quando si è traslata la lapide della Vittoria alata non si ha alcun cenno a due basamenti in bronzo con il riporto dei gladio.
    Che fine hanno fatto?
    Ringrazio quanti vorranno darmi qualche informazione.

Lascia un commento