Foto art.

Lunedì 18 marzo 2013 si è concluso presso l’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” il corso di formazione sui disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), ottemperando alla legge 170/2010, che dispone che i docenti, in presenza di diagnosi, hanno l’obbligo di intervenire attraverso strumenti di compensazione e di supporto per colmare le lacune degli alunni affetti da tali disturbi.

I Disturbi Specifici di Apprendimento interessano alcune specifiche abilità dell’apprendimento scolastico, in un contesto di funzionamento intellettivo adeguato all’età anagrafica.

Sono coinvolte in tali disturbi: l’abilità di lettura, di scrittura, di fare calcoli.

Sulla base dell’abilità interessata dal disturbo, i DSA assumono una denominazione specifica: dislessia (lettura), disgrafia e disortografia (scrittura), discalculia (calcolo).

E’ fondamentale la precocità dell’intervento poiché col passare del tempo si stratificano le modalità errate di apprendimento. Infatti, come recita l’art. 3 della legge 170/2010, “E’ compito delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia, attivare, previa apposita comunicazione alle famiglie interessate, interventi tempestivi, idonei ad individuare i casi sospetti di DSA degli studenti, sulla base dei protocolli regionali…”.

Il corso, che ha coinvolto 25 docenti per 20 ore, è stato condotto dalla Dottoressa Rosanna  Arpino, responsabile del centro S.U.M.I.P.A. di Taranto, coadiuvata dalle sue collaboratrici, tra le quali le dottoresse Semeraro Cristina e Spallato Rosanna, all’avanguardia a livello nazionale sugli interventi da adottare per gli alunni affetti da DSA.

I ragazzi con D.S.A.  hanno un quoziente intellettivo nella norma o superiore alla media, sono capaci di imparare ma non ci riescono, quindi, si abbassa il livello di autostima con manifestazioni di ansia e  di depressione.

 

Le attività si sono realizzate non soltanto attraverso l’analisi della succitata legge, ma anche con attività laboratoriali di role-playing e la conoscenza di concrete metodologie da attuare nelle classi per dare “tutto a tutti”.

In altri termini, il corso ha avuto la finalità di dare ai docenti un più ampio ventaglio di strumenti operativi per “l’uso di una didattica individualizzata e personalizzata, con forme efficaci e flessibili di lavoro scolastico che tengano conto anche delle caratteristiche peculiari del soggetto”.

 

Lo stesso Istituto S.U.M.I.P.A. ha attivato nel nostro Istituto  uno sportello informativo e di ascolto il mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 11,00 per supportare le famiglie, le insegnanti e gli alunni nell’affrontare le  eventuali difficoltà dovute ai  disturbi specifici dell’apprendimento.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento